User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Tecnico esperto
    Data Registrazione
    06 Mar 2017
    Località
    Soviet di Bruxelles
    Messaggi
    7,694
    Mentioned
    77 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito L’aumento della popolazione mondiale in età lavorativa sta rallentando.

    L’aumento della popolazione mondiale in età lavorativa sta rallentando. E l’impatto sull’economia globale potrebbe essere duro

    • Gli economisti prevedono che nei prossimi decenni l’aumento della popolazione mondiale rallenti
    • Secondo alcuni di loro questo potrebbe dar luogo a un calo del Pil mondiale
    • Altri sostengono invece che l’automazione riuscirà a compensare il calo della forza lavoro.

    Gli economisti prevedono che l’aumento della forza lavoro nel mondo sia destinato a rallentare, e alcuni temono che questo possa avere un impatto negativo sull’economia globale.

    “Il rallentamento dell’aumento della popolazione e il suo invecchiamento peseranno molto negativamente sulla crescita economica nei prossimi dieci anni circa” ha scritto Andrew Kenningham, chief global economist di Capital Economics, in un recente messaggio ai clienti. “Questi fattori saranno compensati solo parzialmente da una maggiore partecipazione di donne e persone meno giovani alla forza lavoro.”

    La popolazione mondiale dovrebbe continuare ad aumentare per diversi decenni, secondo le proiezioni dell’Onu, ma più lentamente di quanto non abbia fatto finora. La previsione è che l’incremento della popolazione del pianeta arrivi a segnare lo 0,8% in media entro il 2050, mentre negli ultimi decenni è stato compreso tra l’1% e il 2%.

    L’aspetto forse più preoccupante per gli economisti è che la popolazione in età lavorativa potrebbe subire un rallentamento ancora più netto e più rapido, con un tasso di incremento in calo dello 0,4% circa prima del 2030.

    Il trend sembra peraltro destinato a continuare a lungo. Gli analisti prevedono che il numero di persone con 65 anni e oltre nel mondo raddoppi entro il 2050, mentre il numero di persone sotto i 15 anni dovrebbe diminuire dell’8% circa.

    Ciò potrebbe tradursi quasi direttamente in un rallentamento della crescita economica globale, come ha confermato un’analisi di Capital Economics. E un calo dello 0,4% potrebbe essere significativo, dal momento che l’incremento del Pil mondiale negli ultimi vent’anni ha segnato in media il 3,5% circa.

    “Una riduzione del tasso di incremento della popolazione in età lavorativa è inevitabile, ed è una ragione fondamentale che porta a prevedere che la crescita economica globale, che è stata lenta negli ultimi dieci anni, rimanga debole” ha scritto Kenningham.

    Una crescita economica globale più lenta non avrebbe un impatto così significativo se il Pil pro capite rimanesse ai livelli attuali o aumentasse. Secondo Kenningham, però, dal momento che la popolazione in età lavorativa è in calo il Pil pro capite verrà spinto al ribasso più di quello complessivo.

    Non tutti concordano sul fatto che le variazioni demografiche siano destinate ad avere un impatto considerevole sulla crescita globale. L’American Economic Association ha pubblicato l’anno scorso uno studio, firmato da Daron Acemoglu del MIT e Pascual Restrepo della Boston University, in cui si sostiene che la robotica e l’intelligenza artificiale possano compensare gli effetti negativi dell’uscita delle persone dalla forza lavoro per motivi di età.

    Acemoglu e Restrepo hanno scritto che dai primi anni Novanta e dagli anni Duemila, i periodi nei quali si ritiene comunemente che gli effetti negativi dell’invecchiamento della popolazione abbiano iniziato a manifestarsi in gran parte dei paesi avanzati, non c’è stata alcuna correlazione negativa tra invecchiamento della popolazione e un Pil pro capite inferiore.

    Inoltre, in uno studio più recente Acemoglu e Restrepo hanno sostenuto che le variazioni demografiche siano un forte fattore trainante dello sviluppo e del ricorso all’automazione.

    “I paesi del mondo e i settori lavorativi statunitensi che stanno sperimentando un cambiamento demografico più significativo hanno investito somme significativamente più alte nella robotica e in altre nuove tecnologie di automazione” hanno scritto.

    La sostituzione dei lavoratori mediante robot comporta però costi rilevanti, secondo Kenningham, soprattutto perché incrementa la disuguaglianza in termini di ricchezza a livello mondiale.

    “La diffusione dei robot e il ricorso all’intelligenza artificiale continueranno a ridurre la domanda di manodopera non qualificata, e potrebbero dar luogo a un incremento della disuguaglianza anche qualora i fattori demografici esercitassero una pressione nella direzione opposta” ha affermato l’economista.

    https://it.businessinsider.com/laume...e-essere-duro/

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    30 May 2018
    Messaggi
    2,357
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: L’aumento della popolazione mondiale in età lavorativa sta rallentando.

    gli economisti, ma non è anche colpa loro se in europa fare un figlio per tantissimi è diventato quasi impossibile, con entrambi i genitori che lavorano 20 ore al giorno solo per coprire le spese e permettersi qualche raro svago settimanale? quindi loro azzerano la natalità con le loro teorie neo-malthusiane e poi ci avvertono che per questo motivo da venti ore biosognerà passare a ventisei, a sabotare adeguatamente lo spazio-tempo per offrirci questa nuova possibilità ci penseranno loro che tanto sanno come si fa, soprattutto i matematici
    la terra è rotonda, sulla tridimensionalità non garantisco

  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    21 Sep 2016
    Messaggi
    6,719
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: L’aumento della popolazione mondiale in età lavorativa sta rallentando.

    ci pensano gli africani
    cibo italiano no buono
    cibo africano migliore
    wifi non funziona
    centro di citta e' lontano

 

 
Correlati:

Discussioni Simili

  1. Istat gela il governo: "La ripresa sta rallentando"
    Di adry571 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 74
    Ultimo Messaggio: 06-07-16, 21:32
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 02-09-14, 18:00
  3. la tecnologia non sta rallentando ?
    Di dDuck nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 80
    Ultimo Messaggio: 18-10-09, 09:43
  4. Pensioni: Berlusconi, valutare allungamento eta' lavorativa
    Di Amati75 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 02-01-07, 17:04
  5. Il Mondo stà rallentando?
    Di Skarm nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 02-11-06, 09:29

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Clicca per votare
Single Sign On provided by vBSSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225