User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10
Like Tree2Likes
  • 1 Post By Gian_Maria
  • 1 Post By Saturno

Discussione: Spread, investitori esteri in fuga e i Btp pagano tassi d’interesse sempre più vicini

  1. #1
    Iperuranico
    Data Registrazione
    23 Jun 2016
    Messaggi
    5,153
    Mentioned
    60 Post(s)
    Tagged
    22 Thread(s)

    Predefinito Spread, investitori esteri in fuga e i Btp pagano tassi d’interesse sempre più vicini


    I capitali esteri se ne vanno e lo spread, inesorabile, sale. Che sia a balzi o a piccoli passi, come nell’ultima settimana, la direzione è sempre verso l’alto. In circa tre mesi il rendimento di un titolo decennale italiano è più che raddoppiato, collocandosi ormai sopra al 3%. La differenza di rendimento rispetto al corrispondente titolo tedesco (preso a riferimento in quanto considerato un investimento quasi senza rischio) è passato da 110 a circa 290 punti. Un trend tutto italiano. La differenza di rendimento tra Btp ed equivalenti titoli spagnoli, ha toccato quota 172 a favore di bond iberici, il gap più ampio dal 2011. In questi 3 mesi l’incremento degli interessi sui titoli spagnoli è risultato infatti irrisorio mentre quello italiano è stato notevole. In altre parole, in questo momento, il nostro Paese è il sorvegliato speciale sui mercati. A maggio il costo medio sul debito italiano (ossia l’interesse medio pagato dallo Stato sui titoli di tutte le durate) era di circa l’1%. Oggi siamo all’1,6%. Se si prova a traslare questa differenza sulle emissioni che sono in programma nel 2019, solo per rinnovare i titoli che arrivano a scadenza, circa 280 miliardi di euro, si scopre che dovremo spendere almeno 1,5 miliardi di euro in più in interessi, una sorta di tassa aggiuntiva che grava su tutti noi. Il conto naturalmente potrebbe essere più basso se i rendimenti italiani ricominciassero a scendere. Ma potrebbe essere ancora più salato se le cose dovessero peggiorare.

    La verità è che in questo momento sui mercati si vendono più Btp di quanto se ne comprino e così l’equilibrio tra offerta e domanda si sposta su prezzi più bassi. Poiché la cedola pagata è fissa in valore assoluto, il rendimento in rapporto al prezzo del titolo sale. La fuga dai bond del nostro Paese si legge, oltre che nei prezzi, nei dati della Banca d’Italia. Lo scorso giugno i Btp hanno registrato una fuoriuscita di capitali esteri pari a 33 miliardi di euro che segue il rosso di 25 miliardi segnato in maggio. Sono cifre paragonabili ai movimenti registrati dopo il drammatico vertice di Deauville in Francia nel 2010 in cui Angela Merkel e Nicholas Sarkozy prospettarono la possibilità che gli investitori privati fossero chiamati a partecipare ai costi del salvataggio di paesi aderenti all’euro.

    Come spiegano gli operatori, molti fondi che avevano “in pancia” quantità significative di titoli italiani, hanno visto improvvisamente esplodere il livello di rischio complessivo del proprio portafoglio. E così vendono per rientrare nei loro parametri, oppure, se progettavano di comprare, aspettano. Dallo scorso maggio il Tesoro è dovuto scendere in campo per comprare titoli sul mercato già 3 volte da maggio allo scopo di fornire liquidità ad un mercato altrimenti asfittico. Siamo arrivati al punto in cui analisti come quelli di Société Générale considerano i titoli di stato greci un’alternativa più sicura ai bond italiani. Atene sarà di nuovo, a tutti gli effetti, sui mercati dal 2019. Per ora l’acquisto di bond ellenici avviene solo tra banche. Nel frattempo però lo spread tra titoli a 5 anni italiani e greci si è ridotto dai 300 punti di marzo agli attuali 100 punti. In altri termini l’equivalente greco di un Btp quinquennale italiano paga solo l’1% in più di interessi. Gli analisti di Bank of America ritengono che l’attuale livello dello spread italiano non sia sostenibile nel lungo termine. E prefigurano due scenari. Il primo, nel caso di una legge di bilancio che non impatti sostanzialmente sul deficit, un ritrovato interesse verso i Btp e una discesa dello spread verso quota 170. Il secondo, nel caso di una finanziaria poco attenta alle casse pubbliche, una corsa del differenziale fino a 400 punti. Molti analisti concordano, infine, nel ritenere un rendimento del 3,5% sui decennali come lo spartiacque tra sostenibilità o meno del debito nel lungo termine.

    A tenere la situazione per ora sotto controllo contribuisce la presenza sul mercato della Banca centrale europea, non tanto per l’entità quotidiana degli acquisti di Btp (alcune centinaia di milioni su un volume di scambi di 8 miliardi di euro al giorno in periodi normali), quanto da un punto di vista psicologico. A farlo notare è Angelo Drusiani, storico operatore del mercato obbligazionario e consulente di banca Albertini SYZ che aggiunge: “Quello che preoccupa i mercati è questo clima di campagna elettorale permanente che spinge in secondo piano i temi economici cruciali per il Paese. C’è la sensazione che le questioni economiche siano abbandonate a loro stesse e questo inevitabilmente rischia di ripercuotersi sulla crescita del Paese. E con un Pil fermo basta poco perché la situazione debitoria sfugga di mano”. “Il pericolo che vedo – mette in guardia Drusiani – è che una o due aste di Btp a dieci anni vadano male, con una domanda scarsa. Bankitalia potrebbe in qualche modo metterci una pezza ma il segnale sarebbe pessimo. Giocare contro i mercati è pericoloso – conclude Drusiani – vincere è difficilissimo e l’Italia ha davvero poche frecce al proprio arco”. L’amara realtà è che indebitarsi per una cifra pari a quasi una volta e mezza il proprio Pil, come ha fatto l’Italia nel corso degli anni, significa consegnarsi mani e piedi agli umori dei propri creditori.

    Nella trincea più avanzata di questa battaglia ci sono le banche, che hanno in portafoglio bot e btp per 370 miliardi di euro e che non a caso nelle ultime settimane hanno molto sofferto in Borsa. La perdita del valore dei titoli incide sui bilanci, soprattutto attraverso i bond che non vengono classificati come da mantenere fino a scadenza. L’impatto sui bilanci significa per le banche la necessità di dirottare risorse verso il proprio rafforzamento patrimoniale. In prospettiva, quindi, anche meno disponibilità per i finanziamenti all’economia reale.

    Il momento decisivo potrà essere già a settembre. A fine estate prenderà forma la legge di bilancio e le agenzie di rating si dovranno pronunciare sul Paese. Moody’s, in particolare, ha già annunciato che il giudizio sull’Italia verrà abbassato se saranno toccate in modo significativo riforme come la Fornero. Una riduzione che ancora non farebbe precipitare l’Italia fuori dalla categoria “investment grade”, ma che spargerebbe ulteriore diffidenza tra gli investitori. Secondo diversi osservatori le agenzie di rating guardano attentamente anche a quello che sta accadendo nelle vicende Ilva e soprattutto Atlantia. Se la sacrosanta ricerca e attribuzione delle responsabilità e le eventuali modifiche contrattuali avvenissero forzando le regole del diritto, il segnale per chi investe nel Paese non sarebbe certo incoraggiante.
    https://www.ilfattoquotidiano.it/201...greci/4568486/
    Veritas filia temporis

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Eretico Impenitente
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Purgatorio
    Messaggi
    31,225
    Mentioned
    34 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Spread, investitori esteri in fuga e i Btp pagano tassi d’interesse sempre più vi

    Invece gli investitori nostrani tengono l'anello al naso ?

  3. #3
    Iperuranico
    Data Registrazione
    23 Jun 2016
    Messaggi
    5,153
    Mentioned
    60 Post(s)
    Tagged
    22 Thread(s)

    Predefinito Re: Spread, investitori esteri in fuga e i Btp pagano tassi d’interesse sempre più vi

    Citazione Originariamente Scritto da L'anticristo Visualizza Messaggio
    Invece gli investitori nostrani tengono l'anello al naso ?
    Le banche italiane storicamente acquisiscono il debito italiano che l'esetro vende, ma stavolta potrebbe non essre così.
    Veritas filia temporis

  4. #4
    Eretico Impenitente
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Purgatorio
    Messaggi
    31,225
    Mentioned
    34 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Spread, investitori esteri in fuga e i Btp pagano tassi d’interesse sempre più vi

    Citazione Originariamente Scritto da Saturno Visualizza Messaggio
    Le banche italiane storicamente acquisiscono il debito italiano che l'esetro vende, ma stavolta potrebbe non essre così.
    È saggio abbandonare anche loro, se non sanno gestire il profilo di rischio

  5. #5
    x il Socialismo Mondiale
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pianeta Terra (Verona)
    Messaggi
    8,534
    Mentioned
    20 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Spread, investitori esteri in fuga e i Btp pagano tassi d’interesse sempre più vi

    Citazione Originariamente Scritto da Saturno Visualizza Messaggio
    Le banche italiane storicamente acquisiscono il debito italiano che l'esetro vende, ma stavolta potrebbe non essre così.
    Sembra che sia ancora così.
    http://socialismo-mondiale.blogspot.com/
    Invece della parola d'ordine conservatrice Un equo salario per un'equa giornata di lavoro, i lavoratori devono scrivere sulla loro bandiera il motto rivoluzionario Soppressione del sist. del lavoro salariato

  6. #6
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    21 Sep 2016
    Messaggi
    8,438
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Spread, investitori esteri in fuga e i Btp pagano tassi d’interesse sempre più vi

    ma non c'e' una legge o regolamento europeo che vieta di avere in pancia tot % di titolo italiano ?? per le banche italiane ?
    cibo italiano no buono
    cibo africano migliore
    wifi non funziona
    centro di citta e' lontano

  7. #7
    x il Socialismo Mondiale
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pianeta Terra (Verona)
    Messaggi
    8,534
    Mentioned
    20 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Spread, investitori esteri in fuga e i Btp pagano tassi d’interesse sempre più vi

    Citazione Originariamente Scritto da bimbogigi Visualizza Messaggio
    ma non c'e' una legge o regolamento europeo che vieta di avere in pancia tot % di titolo italiano ?? per le banche italiane ?
    Avevo letto da qualche parte che stavano ancora cercando di approvarla (Germania in primis).
    http://socialismo-mondiale.blogspot.com/
    Invece della parola d'ordine conservatrice Un equo salario per un'equa giornata di lavoro, i lavoratori devono scrivere sulla loro bandiera il motto rivoluzionario Soppressione del sist. del lavoro salariato

  8. #8
    Iperuranico
    Data Registrazione
    23 Jun 2016
    Messaggi
    5,153
    Mentioned
    60 Post(s)
    Tagged
    22 Thread(s)

    Predefinito Re: Spread, investitori esteri in fuga e i Btp pagano tassi d’interesse sempre più vi

    Citazione Originariamente Scritto da bimbogigi Visualizza Messaggio
    ma non c'e' una legge o regolamento europeo che vieta di avere in pancia tot % di titolo italiano ?? per le banche italiane ?
    Ancora no, ma ci stanno provando
    Veritas filia temporis

  9. #9
    x il Socialismo Mondiale
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pianeta Terra (Verona)
    Messaggi
    8,534
    Mentioned
    20 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Spread, investitori esteri in fuga e i Btp pagano tassi d’interesse sempre più vi

    Ecco perché Giorgetti chiede a Draghi di proseguire il Qe: c’è il pericolo di tempesta perfetta:
    https://it.businessinsider.com/ecco-...esta-perfetta/
    Saturno likes this.
    http://socialismo-mondiale.blogspot.com/
    Invece della parola d'ordine conservatrice Un equo salario per un'equa giornata di lavoro, i lavoratori devono scrivere sulla loro bandiera il motto rivoluzionario Soppressione del sist. del lavoro salariato

  10. #10
    Iperuranico
    Data Registrazione
    23 Jun 2016
    Messaggi
    5,153
    Mentioned
    60 Post(s)
    Tagged
    22 Thread(s)

    Predefinito Re: Spread, investitori esteri in fuga e i Btp pagano tassi d’interesse sempre più vi

    Rischiamo di ripetere il 2011, ma la gente sbava per la voce grossa del felpato e di giggino senza rendersi conto che si sta scherzando col fuoco.
    Gian_Maria likes this.
    Veritas filia temporis

 

 
Correlati:

Discussioni Simili

  1. SPREAD.Xche collegati con i BTP tedeschi e non con la media btp europei?
    Di vituperiopisa nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 20-05-18, 11:52
  2. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 20-03-13, 00:45
  3. Risposte: 54
    Ultimo Messaggio: 31-05-12, 21:32
  4. Monti - Straboom! Ancora tassi in calo nell'asta dei Btp
    Di Llorente nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 28-02-12, 17:34
  5. Ennesimo record negativo. Spread BtP Bund ai massimi da sempre!
    Di picchio nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 18-09-08, 01:05

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Single Sign On provided by vBSSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225