User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
Like Tree3Likes
  • 1 Post By anton
  • 1 Post By Lord Attilio
  • 1 Post By anton

Discussione: Prima i lavoratori!

  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    29 Oct 2009
    Messaggi
    564
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito Prima i lavoratori!

    Prima i lavoratori!
    Per ingannare e tenere stretti i lavoratori alla catena del capitale in ogni periodo il sistema borghese ed i suoi pugilatori a pagamento con lingua da schiavi, oltre a vari strumenti ideologici e religiosi, alcuni vecchi e riverniciati, altri nuovi, lanciano slogan. L’ultimo è quello di enunciare a gran voce: “ Prima gli americani!” “Prima gli ungheresi!” “ Prima i polacchi!” “Prima gl’italiani!” Insieme ai nuovi slogan si mettono in campo nuovi interpreti, visto che il tempo, oggi in modo più veloce, logora i precedenti. Si pensi in Italia a Berlusconi, Monti, Renzi, per stare solo agli ultimi anni. Insieme ai nuovi rappresentanti degl’interessi del sistema, a volte, si fanno entrare sulla scena nuovi partiti, si pensi a “La Republique en marche” in Francia, a “Cinque stelle” in Italia. Come se costruire un partito politico fosse facile! I nuovi attori della scena politica, o vecchi riciclati, tipo Macron e Salvini, propagandano nuovi scenari e promettono presente e futuro migliori. Nei fatti continuano l’opera dei precedenti governanti. Macron in Francia continua l’opera di demolizione dei diritti dei lavoratori, In Italia, più avanti della Francia nell’eliminazione dei diritti di chi lavora, al di là della propaganda, si stabilizza lo “in statu quo ante”, ovvero le condizioni di prima. Negl’ultimi anni c’è stato un attacco agli stipendi, alle condizioni di lavoro, ai diritti. Il lavoro è diventato sempre più precario. Il presente ed il futuro si presenta denso d’insicurezza. I “Cinque stelle” nel programma ante elezioni avevano promesso, tra le altre cose, l’abolizione del jobs act, della legge Fornero, la riduzione dell’orario di lavoro a 28 ore settimanali, il reddito di cittadinanza. “ La Lega-Salvini Premier” aveva promesso , insieme ad altre proposte, come primo atto del nuovo governo l’abolizione della legge Fornero, la Flat Tax, pagamento immediato dei debiti della PA, uso dei fondi europei per azzerare gap infrastrutturale, aumento pensioni minime ed assegno anche alle mamme, assegni familiari più consistenti,, raddoppio pensioni minime d’invalidità, asili nido gratuiti, blocco degli sbarchi degl’immigrati e respingimento assistiti. Appena al governo, Salvini aveva promesso il rimpatrio di 600.000 migranti. Sono trascorsi circa tre mesi e mezzo dall’insediamento del nuovo governo e l’unico atto approvato è il “decreto Di Maio”, pomposamente chiamato “decreto dignità”, che andrà in vigore dal primo ottobre 2018 e che nulla risolve in tema di precarietà del lavoro. Nel frattempo abbiamo assistito ad una propaganda feroce sulla questione migranti e sulla pelle di tanti esseri umani, anche con atti simbolici, propagandati al massimo dai mass-media, nascondendo che il 90% di essi giunge in Italia ed in altri Paesi con il visto turistico. Nascondendo anche le tante piccole imbarcazioni approdate sulle spiagge della Sicilia, della Calabria, della Puglia. Abbiamo assistito al braccio di ferro (sic) con l’Europa nel tentativo di avere più soldi nel prossimo bilancio, non potendo contare su cifre desiderate, visto il forte debito pubblico. D’altronde il nuovo governo, come i precedenti, non vuole assolutamente toccare gl’interessi della piccola borghesia, i cui interessi tutti i partiti rappresentano, e varare leggi, magari copiando dagli U.S.A., contro l’evasione fiscale e contributiva, che supera i 300 md. l’anno. Non intende assolutamente procedere per recuperare i 100.000 miliardi di crediti vantati da Equitalia, che sia la Lega sia Cinque stelle vogliono abolire. Eppure se si facessero pagare le tasse a tutti, non solo ognuno pagherebbe meno, ma tutti i problemi dell’Italia sarebbero risolti, costando lo Stato sociale circa 500 md. all’anno. Si potrebbe avere una scuola, una sanità, un servizio di trasporti migliori; andare in pensione prima ed in età accettabile e non con la badante; avere un reddito di vita per tutti i disoccupati, come in altri Paesi europei, garantire a tutti uno Stato sociale reale e non fantomatico. I programmi elettorali dei partiti di governo sono ancora sulla carta e lì rischiano di rimanere. Non lottando contro l’evasione fiscale e contributiva, non aggredendo gli sprechi e le elargizioni, non c’è spazio per aumentare la spesa dello Stato, se non con l’aumento del debito pubblico, che dal 2000 ad oggi è aumentato di circa il 130%. In Italia l’assetto produttivo è composto per il 90% circa da piccole imprese. Non esiste una borghesia vera se non in minima parte. Si aggiunga poi il peso non indifferente della piccola borghesia parassitaria e si avrà il quadro di un capitalismo straccione. Ne discende che ogni partito parlamentare è più attento a quel tipo d’interessi nella difesa dei rapporti di produzione. Ne consegue che, essendo quella classe reazionaria e conservatrice, veda ogni cambiamento come una rovina. I suoi rappresentanti, coerenti con gl’interessi che rappresentano, non portano avanti una maggiore concentrazione produttiva, incrementando la parte tecnologica, non indirizzano la loro azione politica in modo da superare situazioni di privilegio e di blocco del mercato nella distribuzione dei carburanti, nella distribuzione delle merci, nel rendere aperte situazioni settoriali chiuse e non aperte al mercato. Questa realtà porta ad avere sul mercato produzioni, al di là di poche eccezioni, a basso contenuto tecnologico, che per essere competitive hanno necessità di avere un costo del lavoro basso ed una forza lavoro non flessibile, ma precaria. La conseguenza è che i salari italiani siano tra i più bassi del mondo, che la precarietà italiana sia tra la più che alta, che si vada in pensione più tardi che in altri Paesi, che i servizi sociali siano, in divenire ancora di più, tra i più scadenti del mondo. Non che negli altri Paesi non vi sia un attacco alle condizioni salariali, di lavoro, di diritti dei lavoratori, ma si parte da dimensioni migliori nei salari, negli orari, nei diritti e non si arriva ai livelli italiani. D’altronde il capitalismo è profitto ed ha necessità di plusvalore per averlo. In un mondo capitalistico globale voler chiudersi nei propri confini indica un’analisi della realtà confusa, che, sviluppandosi nella difesa del nazionalismo, potrebbe portare anche a situazioni tragiche. Nel capitalismo i confini sono solo in geografia. Non esistono per il denaro e le merci. La competitività delle merci è determinata dal prezzo, questi dal costo del lavoro fisso e variabile. Meno lavoro fisso vi è in una merce e più il plusvalore estratto cade sulle spalle del lavoro variabile. Il nuovo governo, stante l’attuale realtà socio-economica, per i lavoratori nulla cambierà, per la borghesia grande e piccola invece continuerà a cercare di dare vantaggi, ma i margini saranno sempre più ristretti. La Lega ed i Cinque stelle, come i loro predecessori, mancano di visione capitalistica e cercano di arrangiarsi. La visione non si costruisce e realizza in un giorno, ha bisogno di tempo e di strategia chiara. Per distogliere l’attenzione, aiutati dai mass-media, drammatizzeranno sempre più le migrazioni, la cronaca nera, lo scandalismo, l’etica morale e religiosa. Per i cittadini, per i lavoratori ci sarà la crescita delle disillusioni, delle frustrazioni, delle rassegnazioni, dell’individualismo, dell’isolamento dalla vita sociale e politica. Così facendo, faranno gl’interessi della grande e piccola borghesia. Ci saranno spettatori, spettatori interessati, ma sempre meno protagonisti. Essere protagonisti vuol dire non sottomettersi ed arrendersi mai, studiare, conoscere, prendere coscienza della realtà in cui viviamo, avere tattica e strategia per superare questa realtà, lottare per un mondo migliore, dove “ Dove ognuno possa dare secondo le sue capacità ed avere secondo le sue necessità” Nel mondo vi sono circa sette miliardi di persone. Siamo tutti fratelli e sorelle, senza distinzione di colore della pelle, di lingua, di razza. Tutti meritano di vivere una vita serena e bella. Oggi non è così. Innumerevoli tragedie colpiscono l’umanità. Una vita migliore ed un mondo migliore non vi potrà mai essere in un sistema basato sullo sfruttamento dell’uomo sull’uomo. La democrazia borghese è la libertà di fare profitto. “Con le chiacchiere non si riempie la pancia. La pancia si riempie con la pasta asciutta.” Diceva mio nonno.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista storico
    Data Registrazione
    13 Oct 2010
    Località
    cagliari
    Messaggi
    46,553
    Mentioned
    23 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Prima i lavoratori!

    anche quelli che ci sono ora... vogliono fare il RDC con i debiti,,,,e come sempre
    intanto fanno i condoni da 11 miliardi per i ricchi evasori anzichè mandarli in galera...
    fanno finta di non capire che con i condoni allevano solo evasori...
    Lord Attilio likes this.
    se l'europa non cambia sistema conviene andarsene...altrimenti ci ridurrà come e peggio della grecia.

  3. #3
    Palestina Rossa
    Data Registrazione
    06 Mar 2017
    Località
    Arcipelago Gulag
    Messaggi
    9,809
    Mentioned
    104 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito Re: Prima i lavoratori!

    Citazione Originariamente Scritto da anton Visualizza Messaggio
    anche quelli che ci sono ora... vogliono fare il RDC con i debiti,,,,e come sempre
    intanto fanno i condoni da 11 miliardi per i ricchi evasori anzichè mandarli in galera...
    fanno finta di non capire che con i condoni allevano solo evasori...
    Fanno RDC mazziando i dipendenti pubblici, altro che debiti...

  4. #4
    Forumista storico
    Data Registrazione
    13 Oct 2010
    Località
    cagliari
    Messaggi
    46,553
    Mentioned
    23 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Prima i lavoratori!

    La pancia si riempie con la pasta asciutta.” Diceva mio nonno.
    ??????????????????
    mio nonno invece diceva al tempo del fascismo... se stiamo un po meglio lo dobbiamo ai rossi.
    amaryllide likes this.
    se l'europa non cambia sistema conviene andarsene...altrimenti ci ridurrà come e peggio della grecia.

  5. #5
    Klassenkampf ist alles!
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    22,228
    Mentioned
    198 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Re: Prima i lavoratori!

    Citazione Originariamente Scritto da anton Visualizza Messaggio
    anche quelli che ci sono ora... vogliono fare il RDC con i debiti,,,,e come sempre
    intanto fanno i condoni da 11 miliardi per i ricchi evasori anzichè mandarli in galera...
    fanno finta di non capire che con i condoni allevano solo evasori...
    fanno finta di non capire? La Lega è diventato l'unico partito di riferimento degli evasori (e da adesso anche degli evasori "di necessità" perchè dediti ad attività criminali in quanto mafiosi e narcos) con il crollo di FI.
    I legami pericolosi tra il partito di Matteo Salvini e la 'ndrangheta - l'Espresso
    https://napoli.repubblica.it/cronaca...ano-209200642/
    "Una vecchia barzelletta sovietica, diceva, cos’è il deviazionismo? È andare dritti quando la linea va a zig zag. Ecco, io sono un deviazionista"

 

 
Correlati:

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-07-10, 13:58
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-09-09, 23:16
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 31-01-05, 21:54
  4. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 16-01-05, 17:22
  5. Che vergogna...lavoratori contro lavoratori
    Di pensiero nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 87
    Ultimo Messaggio: 11-05-04, 20:21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Single Sign On provided by vBSSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225