Una battaglia di libertà.

Non esiste motivazione sensata per opporsi alla libera professione e alle cooperative di escort.