Ansa POL 10/10/2018 PIR CITY -
in vista del ballottaggio per la presidenza del 13 ottobre 2018 pubblichiamo ora l' intervista elettorale al candidato alla presidenza del PSDL Traiano


Citazione Originariamente Scritto da Traiano Visualizza Messaggio
Salve, cercherò di rispondere in modo sintetico a tutte le domande

1) Lei è candidato al PSDL, che possiamo definire il partito del momento, avendo conquistato ben 21 voti in più rispetto alle scorse elezioni. E' contento di questo risultato?

Certo che sì! D'altra parte chi non voleva votare i fascio-clerical-liberisti del PCF e di PL, doveva scegliere per forza noi o i comunisti, in mancanza, in questa tornata, di altri partiti. E la maggioranza di questi ha scelto noi.


2) E invece come pensa che siano andate le elezioni in generale?

Beh, male, il calo di partecipazione e di disaffezione al gioco è evidente. Anche il sottoscritto all'inizio ha partecipato solo per fare numero, poi non ho resistito visto l'esito incerto e ho mandato 7 (di numero) messaggi privati. Anche se uno solo di questi mi ha votato, è stato decisivo per arrivare al ballottaggio. Ma il problema del gioco rimane, anzi I problemi.


3) Ci sono stati alcuni dibattiti, ma alla fine eccoci, dovrete affrontare il ballottaggio presidenziale. La domanda è semplice, è pronto per questo momento?

Certamente! I fascio-clericali sono favoriti e i forumisti che votano nella vita reale PD credo che piuttosto che votarci si astengano (favorendo ovviamente PCF e PL), e sotto sotto penso che piuttosto che un partito di sinistra sovranista quale è il nostro preferiscano il Partito Liberale, però ripartiamo tutti da 0 e quindi ce la dobbiamo giocare.

4) Cosa ne pensa dei suoi rivali politici? Come il PCF o il PL?

Già detto sopra. I fascio-clerical-liberisti sono il male, un cancro da combattere ed estirpare, senza se e senza ma. Le loro baggianate sulla libertà dell'individuo sono appunto baggianate, anche perché la libertà di cui parlano è solo quella economica, mentre il loro istinto fascista esce quando si parla di reddito per tutti, università gratuita, prostituzione, aborto, legalizzazione droghe leggere ecc. ( anche se forse con il PL di queste ultime 3 si può discutere). Il loro modello è una società senza welfare, con uno stato minimo e la famiglia al centro di tutto. Chi mi conosce sa che sono agli antipodi rispetto a loro.
È lapalissiano, ma mi sembra giusto aggiungere che sto parlando di loro come giocatori, e non come forumisti, per esempio [email protected] lo stimo molto e forse è il migliore supermod del forum, Maria Vittoria la leggo poco ma mi sembra comunque una persona moderata. Di altri non ho stima nè come giocatori nè come forumisti e sicuramente neanche come persone, ma su loro 2 non ho niente da dire.

5) E invece, cosa ne pensa del suo alleato, il PC?

Innanzitutto devo dirle che in queste elezioni non siamo stati alleati, però credo che si possono trovare dei punti di convergenza con loro. Ovvio che non siamo uguali, le differenze ci sono, e molte.