User Tag List

Pagina 11 di 14 PrimaPrima ... 101112 ... UltimaUltima
Risultati da 101 a 110 di 136
Like Tree25Likes

Discussione: Lo spread riguarda i mercati secondari e non quanto paga lo stato sul debito

  1. #101
    Odiatemi pure....
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    57,022
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    19

    Predefinito Re: Lo spread riguarda i mercati secondari e non quanto paga lo stato sul debito

    Citazione Originariamente Scritto da Marximiliano Visualizza Messaggio
    Ma guarda che ho capito quello che hai scritto. Resta valido quello che ho scritto io
    No caro, non è mica una questione lessicale.
    Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

    Divergevano due strade in un bosco, ed io...io presi la meno battuta, e di qui tutta la differenza è venuta.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #102
    Odiatemi pure....
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    57,022
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    19

    Predefinito Re: Lo spread riguarda i mercati secondari e non quanto paga lo stato sul debito

    Citazione Originariamente Scritto da Marximiliano Visualizza Messaggio
    Ma non certo "alla faccia", per esempio i rendimenti dei bot a un anno venduti ieri erano allo zero e nove. Ora, non credo che la maggior parte della gente abbia ben chiari i meccanismi, e i media fanno tutto tranne che spiegarglieli
    Che la gente non abbia chiaro è un dato di fatto. E il voto è lì a confermarlo.
    Quanto ai media.... beh, diventa difficile spiegare a gente che ha problemi aritmetici una cosa come questa. La stragrande maggioranza della gente non aveva mai sentito parlare di Spread nè di mercato secondario. Vedi la risposta diventa: studino, cerchino di capire d che si parla. Non è che si può sempre dar la colpa agli altri e mai a se stessi. In specie se si è ignoranti.
    Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

    Divergevano due strade in un bosco, ed io...io presi la meno battuta, e di qui tutta la differenza è venuta.

  3. #103
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    11 Mar 2012
    Messaggi
    10,830
    Mentioned
    34 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Lo spread riguarda i mercati secondari e non quanto paga lo stato sul debito

    Citazione Originariamente Scritto da robert jordan Visualizza Messaggio
    Questo è vero se aspetti il rimborso.
    Per le banche, ai fini dei ratios di Basilea si applica il valore di mercato
    Il che è un disastro

    Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk
    Il risparmiatore aspetta il rimborso.
    Lo speculatore no.

    Mi sembra eccessivo questo preoccupasi per gli speculatori.

    Vì è anche il caso che uno debba vendere per sue impreviste necessità.
    Ma credo che costoro abbiano ben altre gatte da pelare.

  4. #104
    In hoc papero vinces
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    47,481
    Mentioned
    357 Post(s)
    Tagged
    23 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    8

    Predefinito Re: Lo spread riguarda i mercati secondari e non quanto paga lo stato sul debito

    Citazione Originariamente Scritto da THE MATRIX Visualizza Messaggio
    Ma quando acquisti sul primario lo fai proprio in base allo spread, Volendo semplificare quindi si potrebbe dire: Mot versus spread versus primario versus mot versus spread e via così all'infinito. E' un gatto che si morde la cosa, non hai modo di impedirlo. Salvo smettere di chiedere prestiti.
    C'è sicuramente una relazione indiretta MA è ben diverso dall'ipotizzare di dover pagare "tutti e subito" gli interessi dei titoli acquistati al tasso spread+interessi bund. Non sono nè tutti (per es. l'interesse zero virgola nove del bot a scadenza annuale) nè subito (ma alla scadenza)
    Citazione Originariamente Scritto da THE MATRIX Visualizza Messaggio
    Appunto. Infatti un mese fa la stessa cosa veniva piazzata con un rendimento inferiore allo 0,5%.
    Ma lo zero virgola nove non è il tre e passa
    Citazione Originariamente Scritto da THE MATRIX Visualizza Messaggio
    Vediamo, quindi siccome tu capivi che la perdita era immediata ora sempre secondo te allora il discorso non vale?
    Sai, oggi venduti titoli a 3 anni con rendimento al 2,51. Ripeto, 3 anni. Prima nemmeno a 30 arrivavano a quel rendimento. E anzi, a 50 rendevano il 2,7.
    Un rendimento di cui gode il vantaggio oggi questo governo. Grazie al lavoro di chi lo ha preceduto, trae vantaggio da titoli pluridecennali con basso rendimento. Nemmeno questo lo avete capito chiaramente. Perchè se quest'anno pagheremo solo circa 5 miliardi in più causa spread, quel che c'è da dire è che la cifra è così relativamente bassa grazie al governo precedente.
    Che, per contro, ha invece pagato i rendimenti altillimi dell'ultimo governo Berlusconi.
    Non è quello "che io capivo" ma il messaggio che i MASS media mandano alla MASSA senza spiegare doverosamente di cosa si tratta ma strillando ai tassi alti e, talvolta, di picco
    Citazione Originariamente Scritto da THE MATRIX Visualizza Messaggio
    Ringrazia di questo il precedente governo. E' solo per quello che non paghi tutto troppo. Grazie a questo invece....
    Se fosse stato in grado di spingere l'economia sarebbe stato incomparabilmente meglio. Peraltro adesso vengono capitalizzati i titoli a dieci anni emessi dieci anni fa, nel duemilaeotto c'era berlusconi e prima ancora prodi.
    BTW, il governo precedente è stato così virtuoso da lasciarci cinquecento miliardi di debito aggiuntivo. Che faccio, ringrazio?
    Citazione Originariamente Scritto da THE MATRIX Visualizza Messaggio
    No caro, non è mica una questione lessicale.
    No, di contenuti
    Citazione Originariamente Scritto da THE MATRIX Visualizza Messaggio
    Che la gente non abbia chiaro è un dato di fatto. E il voto è lì a confermarlo.
    Quanto ai media.... beh, diventa difficile spiegare a gente che ha problemi aritmetici una cosa come questa. La stragrande maggioranza della gente non aveva mai sentito parlare di Spread nè di mercato secondario. Vedi la risposta diventa: studino, cerchino di capire d che si parla. Non è che si può sempre dar la colpa agli altri e mai a se stessi. In specie se si è ignoranti.
    Non è poi così difficile:
    il mercato secondario riguarda i titoli già emessi dallo stato e acquistati da terzi
    lo spread riguarda il mercato secondario, per quello primario si guardi agli interessi all'emissione
    i titoli emessi a dieci anni vengono capitalizzati tra dieci anni, non sono soldi pagati subito.
    Mi sfugge quale mass media abbia spiegato queste semplici considerazioni
    Far ragionare un idiota non è impossibile, è inutile

  5. #105
    In hoc papero vinces
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    47,481
    Mentioned
    357 Post(s)
    Tagged
    23 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    8

    Predefinito Re: Lo spread riguarda i mercati secondari e non quanto paga lo stato sul debito

    Insomma l'atteggiamento dei media appare per quello che è: sempre più grottesco
    Far ragionare un idiota non è impossibile, è inutile

  6. #106
    Odiatemi pure....
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    57,022
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    19

    Predefinito Re: Lo spread riguarda i mercati secondari e non quanto paga lo stato sul debito

    Citazione Originariamente Scritto da Corrado Visualizza Messaggio
    Il risparmiatore aspetta il rimborso.
    Lo speculatore no.

    Mi sembra eccessivo questo preoccupasi per gli speculatori.

    Vì è anche il caso che uno debba vendere per sue impreviste necessità.
    Ma credo che costoro abbiano ben altre gatte da pelare.

    Trovare sempre il mondo per spaccare il mondo a metà direi che non favorisca la comprensione dei fenomeni, qualsiasi essi siano. Non ti piacerà, ma non esiste una cesura netta fra risparmiatori e speculatori. Certo è che se si va avanti così ci sar5anno sempre più speculatori e sempre meno risparmiatori.
    Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

    Divergevano due strade in un bosco, ed io...io presi la meno battuta, e di qui tutta la differenza è venuta.

  7. #107
    Super Troll
    Data Registrazione
    22 Sep 2009
    Località
    scomparsa
    Messaggi
    73,856
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Re: Lo spread riguarda i mercati secondari e non quanto paga lo stato sul debito

    Citazione Originariamente Scritto da Marximiliano Visualizza Messaggio
    Significa che quando hai acquistato un titolo di stato sul mercato primario e poi lo vendi su quello secondario solo quest'ultima operazione vale per il calcolo dello spread
    https://www.linkiesta.it/it/article/...-spread/18744/


    Ma il punto cruciale è capire che quand’anche la riduzione dello spread fosse dovuta ad una riduzione del rendimento del Btp, non vi è alcun effetto automatico e immediato sui conti pubblici. La chiave sta nel comprendere che lo spread non è misurato sul mercato primario (le aste del Ministero del Tesoro), bensì sul secondario. Nel mercato primario il prezzo di un titolo - e quindi il suo rendimento - è determinato dall’interazione tra domanda di titoli del debito pubblico (determinata dai risparmiatori/investitori e dalla loro avversione al rischio) e offerta (determinata dal fabbisogno finanziario della pubblica amministrazione); poiché i Btp sono ovviamente emessi alla pari, il rendimento così determinato corrisponde al tasso di interesse che lo Stato si impegna a versare semestralmente ai detentori del Btp per i successivi dieci anni. E questi interessi impattano, da subito, sulla spesa per il servizio del debito della Repubblica, che nel 2013 è stata di poco superiore agli 80 miliardi di euro. Il “come” e il “quanto” impattano lo vedremo nel punto seguent


    Nel mercato secondario invece il rendimento di un titolo è determinato da domanda e offerta di quel titolo, dopo che è stato collocato sul mercato primario. In altre parole, una volta concluse le aste del Tesoro e collocato il titolo, l’acquirente può rivenderlo immediatamente a un altro risparmiatore, su quello che si chiama mercato secondario e che è propriamente regolamentato. E così può avvenire fino alla scadenza del titolo. Il rendimento in quel caso non è solo, quindi, il valore attuale delle cedole da corrispondere dal momento dell’acquisto fino a scadenza, ma anche il valore attuale della differenza tra prezzo di acquisto (che può essere sopra o sotto il valore di emissione) e rimborso nominale. E in particolare quest’ultima componente – il prezzo d’acquisto – riflette l’“appetito” dei risparmiatori verso quel determinato titolo di Stato, che però è già stato precedentemente emesso e collocato in asta.

    Si può quindi ben comprendere che il rendimento di un titolo di Stato sul mercato secondario ha un puro valore di segnalazione per quanto concerne l’andamento della successiva asta di titoli del debito pubblico; un’asta che può anche non essere immediata e che ovviamente risente di molti altri fattori.

    Come se non bastasse, anche una diminuzione del tasso di interesse sul mercato primario (magari indotta da una persistente riduzione dello spread e in particolare del rendimento dei titoli italiani) ha un effetto limitato sulla complessiva spesa per interessi del settore pubblico (i famosi 80 e passa miliardi). Occorre infatti tener conto di due fattori. Il primo è l’ammontare dei titoli in asta quel giorno, che va rapportato ai 2085 miliardi di debito complessivo; il secondo è la struttura del nostro debito, che non è fatto solo di Btp decennali, e che ha ora una vita media intorno ai 6,4 anni: occorre quindi calcolare come il minor onere di interessi passivi su una fetta di titoli di Stato di nuova emissione impatti sul costo medio complessivo, dato dalla spesa per interessi diviso lo stock di debito, e attualmente pari circa al 4%. Se il tasso di nuova emissione è inferiore al 4%, il costo medio del debito ne v..............................

  8. #108
    Odiatemi pure....
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    57,022
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    19

    Predefinito Re: Lo spread riguarda i mercati secondari e non quanto paga lo stato sul debito

    Citazione Originariamente Scritto da Marximiliano Visualizza Messaggio
    C'è sicuramente una relazione indiretta MA è ben diverso dall'ipotizzare di dover pagare "tutti e subito" gli interessi dei titoli acquistati al tasso spread+interessi bund. Non sono nè tutti (per es. l'interesse zero virgola nove del bot a scadenza annuale) nè subito (ma alla scadenza)

    Ma lo zero virgola nove non è il tre e passa

    Non è quello "che io capivo" ma il messaggio che i MASS media mandano alla MASSA senza spiegare doverosamente di cosa si tratta ma strillando ai tassi alti e, talvolta, di picco

    Se fosse stato in grado di spingere l'economia sarebbe stato incomparabilmente meglio. Peraltro adesso vengono capitalizzati i titoli a dieci anni emessi dieci anni fa, nel duemilaeotto c'era berlusconi e prima ancora prodi.
    BTW, il governo precedente è stato così virtuoso da lasciarci cinquecento miliardi di debito aggiuntivo. Che faccio, ringrazio?

    No, di contenuti

    Non è poi così difficile:
    il mercato secondario riguarda i titoli già emessi dallo stato e acquistati da terzi
    lo spread riguarda il mercato secondario, per quello primario si guardi agli interessi all'emissione
    i titoli emessi a dieci anni vengono capitalizzati tra dieci anni, non sono soldi pagati subito.
    Mi sfugge quale mass media abbia spiegato queste semplici considerazioni
    Nessun o ha detto che si paga subito. Che si paghi tutti è indubbio visto che se si va avanti così si dovrà fare una patrimoniale.

    Il 3 e passa è riferito ai 10 anni non a 1 anno come questo. Non puoi ignorare il valore temporale in casi come questi. Ogni investitore dovrebbe sapere che più l'investimento è a lunga scadenza e più rischi corre. Conosci la Mifid?

    E' quello che capivi tu. Succede quando un argomento è ostico. Si capisce qualcosa a larghe linee

    Ma ti ha lasciato anche un PIL adeguato. Che capperi, non puoi spezzare tutto per arrivare al risultato desiderato.

    E' difficile. Se fosse facile tu che ti ci sei avvicinato oggi, con enormi pregiudizi però, non diresti quello che dici.
    Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

    Divergevano due strade in un bosco, ed io...io presi la meno battuta, e di qui tutta la differenza è venuta.

  9. #109
    Forumista
    Data Registrazione
    22 Apr 2017
    Messaggi
    646
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Lo spread riguarda i mercati secondari e non quanto paga lo stato sul debito

    Citazione Originariamente Scritto da the fool Visualizza Messaggio
    la banca centra tedesca non compra.
    è solo depositaria dell'invenduto che viene gestito dall'ufficio del debito.
    Porca miseria, ti pare poco?

    (continuo a leggervi)
    Sparviero likes this.

  10. #110
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 May 2012
    Messaggi
    19,587
    Mentioned
    32 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Lo spread riguarda i mercati secondari e non quanto paga lo stato sul debito

    Citazione Originariamente Scritto da seneca Visualizza Messaggio
    Porca miseria, ti pare poco?

    (continuo a leggervi)
    è il concetto che è diverso, non è la banca centyrale ma lo stato che decide.
    ps non sono i risultati dell'ultima asta ma comunque puoi vedere che anche lo stato italiano ha la possibilità di accogliere richieste tra un minimo offerto ed un maxhttp://www.dt.tesoro.it/export/sites/sitodt/modules/documenti_it/debito_pubblico/risultati_aste/risultati_aste_btp_10_anni/BTP_10_Anni_Risultati_Asta_del_27-28.09.2018.pdf offerto.

 

 
Pagina 11 di 14 PrimaPrima ... 101112 ... UltimaUltima
Correlati:

Discussioni Simili

  1. Non temiamo né lo spread né i mercati!
    Di Tiresia nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 175
    Ultimo Messaggio: 02-10-18, 15:39
  2. Non temiamo ne lo spread ne i mercati
    Di Tiresia nel forum MoVimento 5 Stelle
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-09-18, 22:30
  3. Ma perchè lo spread non si muove?Lo spread non si muove
    Di IOSPERO nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 52
    Ultimo Messaggio: 28-01-18, 19:23
  4. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 06-07-09, 23:25
  5. Aeroporti "secondari"
    Di signornicola nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-07-04, 16:20

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Single Sign On provided by vBSSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225