User Tag List

Pagina 1 di 19 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 189
Like Tree116Likes

Discussione: Casapound con i padroni contro i braccianti in lotta

  1. #1
    Moralista diamattista
    Data Registrazione
    06 Mar 2017
    Località
    Arcipelago Gulag
    Messaggi
    10,474
    Mentioned
    123 Post(s)
    Tagged
    31 Thread(s)

    Predefinito Casapound con i padroni contro i braccianti in lotta

    Casapound con i padroni contro i braccianti in lotta

    Siamo nel Comune di Guazzora, provincia di Alessandria. I braccianti agricoli di un’azienda locale, la Angeleri, subiscono una continua (quanto purtroppo diffusa e non solo in quel ramo) pratica di sfruttamento e arroganza da parte del padronato: salari pagati in ritardo di mesi, ore di lavoro non pagate, arretrati in dubbio, TFR in ritardo di anni, accordi regolarmente disattesi, e azienda che si rifiuta di collaborare.

    I lavoratori allora si rivolgono al sindacato CUB di Alessandria e dopo una contrattazione senza risultati a causa del muro contro muro voluto dalla proprietà, un’assemblea di braccianti, italiani e immigrati, decide per lo sciopero.

    La situazione, come riporta il comunicato diffuso dalla stessa organizzazione sindacale, sembra sbloccarsi quando improvvisamente «l’Azienda Angeleri riceve la visita di una delegazione di Casapound, evidentemente gradita, viste anche le conclamate simpatie politiche dei proprietari.»

    I neofascisti giustificano il loro intervento, usando le parole di un loro esponente «perché le aziende del territorio devono essere tutelate, non messe in difficoltà come sta facendo la CUB in questi giorni, che portando i dipendenti allo sciopero hanno rischiato di far perdere consegne all’azienda». Insomma se il padrone non ti paga avrà i suoi buoni motivi, quindi lavoratore non esser egoista, sacrificati e collabora per il “bene comune”. E se non lo fai, sappi, che ci sono sempre i fascisti a ricordarti il “corporativismo”, ossia la rigida difesa del profitto del padrone sul sudore di chi lavora da privare anche della propria organizzazione indipendente, imponendo quel “collaborazionismo” tanto caro anche a riformisti e opportunisti dal volto democratico.

    Che il fascismo nasce per difendere i padroni dalle rivendicazioni operaie è un fatto acclarato storicamente, con l’alleanza con gli agrari e grandi industriali che finanziavano gli squadristi per aggredire fisicamente operai e braccianti e reprimere nel sangue scioperi, lotte e occupazioni per porre fine (insieme ai riformisti) all’avanzata del movimento dei lavoratori dopo la fine della prima guerra mondiale e la Rivoluzione Sovietica. Solo una consunta storiografia revisionista egemonizzata dal potere del capitale tenta di negarlo. Ma questo caso di profonda attualità è destinato ad essere esemplare quanto meno per la chiarezza delle posizioni espresse.

    Proseguono i fascisti: «Lo sciopero è un diritto dei lavoratori […] ma senza ostacolare il lavoro dell’azienda».

    È interessante notare come la posizione di Casapound sulla mobilitazione e lo sciopero dei lavoratori sia solo di qualche sfumatura diversa dalle proposte dei governi del PD e dal recente Decreto Sicurezza del governo Lega/M5S, condividendo in modo evidente la stessa natura di classe borghese. Un progressivo snaturamento legislativo del concetto dello sciopero come momento di lotta di classe, mascherato da un suo mantenimento formale che diventa sempre più inutile per la causa dei lavoratori e affiancato da una sempre maggiore repressione dentro e fuori dai luoghi di lavoro con il rafforzamento del terrorismo padronale.

    Come afferma la CUB Piemonte nel suo comunicato, infatti, uno sciopero che non danneggia il padronato non è uno sciopero vero ma fittizio e non bisogna mai cadere nel tranello di sovrapporre l’interesse dell’azienda (intesa come proprietà) con quello dei lavoratori.

    A seguito di questi avvenimenti la CUB ha indetto per sabato 10 novembre alle ore 11:00 davanti alla prefettura di Alessandria un presidio in solidarietà ai braccianti dell’azienda e ai sindacalisti dell’organizzazione locale, invitando «tutti coloro che vogliono difendere sul serio la libertà di organizzazione e di lotta dei lavoratori e l’unità della nostra classe».

    Casapound con i padroni contro i braccianti in lotta | La Riscossa

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Conto quanto Kunta Kinte
    Data Registrazione
    15 Sep 2002
    Località
    Roma Capitale
    Messaggi
    73,864
    Mentioned
    1214 Post(s)
    Tagged
    57 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Casapound con i padroni contro i braccianti in lotta

    E quale sarebbe la novità?
    Jerome, tancredi, Murru and 1 others like this.
    Sui cadaveri dei leoni festeggiano le iene credendo di aver vinto,
    ma i leoni rimangono leoni e le iene rimangono iene.

    Io comincio tardi, finisco tardi, e non pulisco il water.
    E non rispondo alle domande IDIOTE.

  3. #3
    Forumista storico
    Data Registrazione
    13 Oct 2010
    Località
    cagliari
    Messaggi
    46,873
    Mentioned
    24 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Casapound con i padroni contro i braccianti in lotta

    Perché TI ASPETTAVI QUALCOSA DI DIVERSO?? AL TEMPO DEL DUCE NON SI RILASCIAVANO I PASSAPORTI AI BRACCIANTI Perché ALTRIMENTI NON NE SAREBBE RIMASTO NESSUNO E I PADRONI AVREBBERO DOVUTO MIETERE DA SOLI O PAGARE SALARI Più ALTI.
    Dario likes this.
    se l'europa non cambia sistema conviene andarsene...altrimenti ci ridurrà come e peggio della grecia.

  4. #4
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    24 Aug 2010
    Località
    Bellagio-lago di Como
    Messaggi
    16,554
    Mentioned
    28 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Casapound con i padroni contro i braccianti in lotta

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Attilio Visualizza Messaggio
    Casapound con i padroni contro i braccianti in lotta

    Siamo nel Comune di Guazzora, provincia di Alessandria. I braccianti agricoli di un’azienda locale, la Angeleri, subiscono una continua (quanto purtroppo diffusa e non solo in quel ramo) pratica di sfruttamento e arroganza da parte del padronato: salari pagati in ritardo di mesi, ore di lavoro non pagate, arretrati in dubbio, TFR in ritardo di anni, accordi regolarmente disattesi, e azienda che si rifiuta di collaborare.

    I lavoratori allora si rivolgono al sindacato CUB di Alessandria e dopo una contrattazione senza risultati a causa del muro contro muro voluto dalla proprietà, un’assemblea di braccianti, italiani e immigrati, decide per lo sciopero.

    La situazione, come riporta il comunicato diffuso dalla stessa organizzazione sindacale, sembra sbloccarsi quando improvvisamente «l’Azienda Angeleri riceve la visita di una delegazione di Casapound, evidentemente gradita, viste anche le conclamate simpatie politiche dei proprietari.»

    I neofascisti giustificano il loro intervento, usando le parole di un loro esponente «perché le aziende del territorio devono essere tutelate, non messe in difficoltà come sta facendo la CUB in questi giorni, che portando i dipendenti allo sciopero hanno rischiato di far perdere consegne all’azienda». Insomma se il padrone non ti paga avrà i suoi buoni motivi, quindi lavoratore non esser egoista, sacrificati e collabora per il “bene comune”. E se non lo fai, sappi, che ci sono sempre i fascisti a ricordarti il “corporativismo”, ossia la rigida difesa del profitto del padrone sul sudore di chi lavora da privare anche della propria organizzazione indipendente, imponendo quel “collaborazionismo” tanto caro anche a riformisti e opportunisti dal volto democratico.

    Che il fascismo nasce per difendere i padroni dalle rivendicazioni operaie è un fatto acclarato storicamente, con l’alleanza con gli agrari e grandi industriali che finanziavano gli squadristi per aggredire fisicamente operai e braccianti e reprimere nel sangue scioperi, lotte e occupazioni per porre fine (insieme ai riformisti) all’avanzata del movimento dei lavoratori dopo la fine della prima guerra mondiale e la Rivoluzione Sovietica. Solo una consunta storiografia revisionista egemonizzata dal potere del capitale tenta di negarlo. Ma questo caso di profonda attualità è destinato ad essere esemplare quanto meno per la chiarezza delle posizioni espresse.

    Proseguono i fascisti: «Lo sciopero è un diritto dei lavoratori […] ma senza ostacolare il lavoro dell’azienda».

    È interessante notare come la posizione di Casapound sulla mobilitazione e lo sciopero dei lavoratori sia solo di qualche sfumatura diversa dalle proposte dei governi del PD e dal recente Decreto Sicurezza del governo Lega/M5S, condividendo in modo evidente la stessa natura di classe borghese. Un progressivo snaturamento legislativo del concetto dello sciopero come momento di lotta di classe, mascherato da un suo mantenimento formale che diventa sempre più inutile per la causa dei lavoratori e affiancato da una sempre maggiore repressione dentro e fuori dai luoghi di lavoro con il rafforzamento del terrorismo padronale.

    Come afferma la CUB Piemonte nel suo comunicato, infatti, uno sciopero che non danneggia il padronato non è uno sciopero vero ma fittizio e non bisogna mai cadere nel tranello di sovrapporre l’interesse dell’azienda (intesa come proprietà) con quello dei lavoratori.

    A seguito di questi avvenimenti la CUB ha indetto per sabato 10 novembre alle ore 11:00 davanti alla prefettura di Alessandria un presidio in solidarietà ai braccianti dell’azienda e ai sindacalisti dell’organizzazione locale, invitando «tutti coloro che vogliono difendere sul serio la libertà di organizzazione e di lotta dei lavoratori e l’unità della nostra classe».

    Casapound con i padroni contro i braccianti in lotta | La Riscossa
    ma quante cazzate...
    Siete come dei tossici in astinenza di cazzate.
    Voi siete soli i difensori dei ricchi capitalisti internazionali e degli immigrati contro gli italiani.
    Siete questi , lo siete diventati da lunghi anni.
    DI ROSSO IN ITALIA C'E' SOLO IL VINO

    Si va in su con il barcone a cercare libagione, ma non basta solo questo, ti daranno anche il resto, Case soldi e pensioni , gli italiani gran coglioni!

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    24 Aug 2010
    Località
    Bellagio-lago di Como
    Messaggi
    16,554
    Mentioned
    28 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Casapound con i padroni contro i braccianti in lotta

    Citazione Originariamente Scritto da anton Visualizza Messaggio
    Perché TI ASPETTAVI QUALCOSA DI DIVERSO?? AL TEMPO DEL DUCE NON SI RILASCIAVANO I PASSAPORTI AI BRACCIANTI Perché ALTRIMENTI NON NE SAREBBE RIMASTO NESSUNO E I PADRONI AVREBBERO DOVUTO MIETERE DA SOLI O PAGARE SALARI Più ALTI.
    Strano però...
    E come mai durante la repubblica di Salò i padroni della FALK , della Pirelli e tanti altri ricconi finanziavano la resistenza anche e soprattutto comunista?
    Chissà chi lo sa?
    DI ROSSO IN ITALIA C'E' SOLO IL VINO

    Si va in su con il barcone a cercare libagione, ma non basta solo questo, ti daranno anche il resto, Case soldi e pensioni , gli italiani gran coglioni!

  6. #6
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    22 Mar 2016
    Messaggi
    6,448
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Casapound con i padroni contro i braccianti in lotta

    Per dare un giudizio devo sentire cosa dice Casa Pound a riguardo
    Quindi a pro di questo l' articolo mi sembra un residuato anni 60......
    La notizia non l' ho trovata in cronaca nazionale ?
    Hanno paura di un movimento dell' 0,5\0,8 % che non è presente in Parlamento e che in Alessandria saranno poche decine di persone?

  7. #7
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    22 Mar 2016
    Messaggi
    6,448
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Casapound con i padroni contro i braccianti in lotta

    La notizia semmai potrebbe essere che il primo partito della sinistra, o almeno come si definisce, non è sceso in piazza per la difesa dei lavoratori....

  8. #8
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    22 Mar 2016
    Messaggi
    6,448
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Casapound con i padroni contro i braccianti in lotta

    Pensandoci potrebbero pagare alla fine del raccolto quando la stessa ditta verrà pagata?

  9. #9
    Cromag
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    33,711
    Mentioned
    237 Post(s)
    Tagged
    45 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Re: Casapound con i padroni contro i braccianti in lotta

    Ma cosa gliene frega a casa Pound di mostrare solidarietà all'azienda?non erano "oltre la destra e la sinistra"?....vadano nei porti ad assaltare le navi che importano merci straniere...sempre più convinto di stare alla larga da questi finto rivoluzionari di sta cippa...

  10. #10
    Conto quanto Kunta Kinte
    Data Registrazione
    15 Sep 2002
    Località
    Roma Capitale
    Messaggi
    73,864
    Mentioned
    1214 Post(s)
    Tagged
    57 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Casapound con i padroni contro i braccianti in lotta

    Citazione Originariamente Scritto da CARLO NORD ITALIA Visualizza Messaggio
    Strano però...
    E come mai durante la repubblica di Salò i padroni della FALK , della Pirelli e tanti altri ricconi finanziavano la resistenza anche e soprattutto comunista?
    Chissà chi lo sa?
    Forse perché avevano capito con quali delinquenti avevano avuto a che fare durante il ventennio?
    Sui cadaveri dei leoni festeggiano le iene credendo di aver vinto,
    ma i leoni rimangono leoni e le iene rimangono iene.

    Io comincio tardi, finisco tardi, e non pulisco il water.
    E non rispondo alle domande IDIOTE.

 

 
Pagina 1 di 19 1211 ... UltimaUltima
Correlati:

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05-08-18, 10:11
  2. I nuovi "padroni" aggressivi padroni non hanno fame
    Di monorazziale nel forum Politica Europea
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 06-09-15, 16:55
  3. Dignitas: padroni della propria vita, padroni della propria morte
    Di l'inquirente nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-12-11, 02:15
  4. Continua lo sciopero dei braccianti
    Di MaRcO88 nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 02-08-11, 15:14
  5. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 11-12-06, 21:19

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225