User Tag List

Pagina 11 di 15 PrimaPrima ... 101112 ... UltimaUltima
Risultati da 101 a 110 di 148
Like Tree68Likes

Discussione: Giappone. Segni iniziali di disfacimento. Apertura alla immigrazione.

  1. #101
    Battisti l'ho preso io!
    Data Registrazione
    06 Mar 2017
    Località
    La Paz
    Messaggi
    12,077
    Mentioned
    180 Post(s)
    Tagged
    31 Thread(s)

    Predefinito Re: Giappone. Segni iniziali di disfacimento. Apertura alla immigrazione.

    Citazione Originariamente Scritto da Aladar Visualizza Messaggio
    Ho letto l'articolo che parla della società Giapponese e tanti altri interventi pieni di enormi sciocchezze.

    Luoghi comuni, sentiti dire da amici e conoscenti, ecc...

    Come sempre la realtà è ben diversa, complessa sfaccettata e di difficile classificazione.

    Ma veniamo alla domanda.

    Il Giappone sta finendo/implodendo/distruggendosi ?

    No. Il Giappone ha una economia sempre tra le prime del mondo, un tasso di occupazione eccezionale ed una ricchezza pro-capite tra le più alte del mondo. E' tra i paesi ricchi quello che ha il tasso di distribuzione della ricchezza più alto.

    Giappone, tasso di disoccupazione ai minimi da 25 anni


    E' tra i primi 3 paesi più sicuri del mondo a livello di sicurezza personale ed è ben al di sopra della media OCSE oltre che per reddito, ricchezza, sicurezza e occupazione anche come qualità ambientale. Infine è il paese con la più alta aspettativa di vita al mondo.

    Ci sono ovviamente anche aspetti negativi, tra i quali quelli ricordati rispetto alla qualità della vità dei lavoratori, il rapporto lavoro-vita privata è tra i peggiori del mondo, questo (e non le sciocchezze sulla tirannia femminile, in un paese ancora fortemente maschilista) è il vero motivo della decrescita della popolazione.

    L'immigrazione in Giappone non sarà un problema, giacché i Giapponesi sanno come far rispettare le regole perché in primis danno per primi l'esempio, in secundis se sgarri hai finito.


    Dovete capire che quando i Giapponesi parlano di "problemi" o "crisi" in realtà sono ancora in una situazione tranquillissima, giacché loro hanno una grande capacità di previsione e prevenzione. Nella stessa situazione in Italia staremmo tranquillissimi, mentre loro guardano avanti e si preoccupano oggi di quello che potrebbe succedere nel medio-lungo periodo. Difficilmente lavorano solo sull'emergenza del momento, cosa che invece avviene sempre in Italia (ponti, sicurezza, terremoti, ecc...)

    ps
    per chi non lo sapesse in Giappone ci ho vissuto ho casa e parenti.
    Mah... qualche indice che in Giappone c'è qualcosa che non va magari c'è. Per esempio, com'è che va a votare solo metà della popolazione? E il fenomeno Hikikomori, in crescita?

    Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #102
    Razzismo ieri,oggi,sempre
    Data Registrazione
    12 Dec 2015
    Località
    Arciconfraternita di Santo Manganello
    Messaggi
    24,362
    Mentioned
    300 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito Re: Giappone. Segni iniziali di disfacimento. Apertura alla immigrazione.

    Citazione Originariamente Scritto da vostok Visualizza Messaggio
    eppure malgrado la bassa disoccupazione il giappone continua ad essere un paese ostico per gli stranieri che vogliono andarci a lavorare
    Così deve essere.
    geraldino.rivera likes this.
    Hitler or Hell.

  3. #103
    Razzismo ieri,oggi,sempre
    Data Registrazione
    12 Dec 2015
    Località
    Arciconfraternita di Santo Manganello
    Messaggi
    24,362
    Mentioned
    300 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito Re: Giappone. Segni iniziali di disfacimento. Apertura alla immigrazione.

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Attilio Visualizza Messaggio
    Mah... qualche indice che in Giappone c'è qualcosa che non va magari c'è. Per esempio, com'è che va a votare solo metà della popolazione? E il fenomeno Hikikomori, in crescita?

    Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
    1) La affluenza alle urne da loro è nella media, siamo noi che tendiamo a votare in massa perché ce stava la guerra fredda (e infatti lentamente ci stiamo normalizzando).
    2) Come ha fatto giustamente notare Aladar (ottimo post, tranne un paio di cose), il "modello giapponese" che poi sarebbe quello del salaryman offre un sacco di soldi ma anche uno sbilanciamento terribile del rapporto tra lavoro e vita privata/familiare. Da lì la tendenza di alcuni ad isolarsi e più in generale a fare meno figli.
    Aladar likes this.
    Hitler or Hell.

  4. #104
    Battisti l'ho preso io!
    Data Registrazione
    06 Mar 2017
    Località
    La Paz
    Messaggi
    12,077
    Mentioned
    180 Post(s)
    Tagged
    31 Thread(s)

    Predefinito Re: Giappone. Segni iniziali di disfacimento. Apertura alla immigrazione.

    Citazione Originariamente Scritto da Sparviero Visualizza Messaggio
    1) La affluenza alle urne da loro è nella media, siamo noi che tendiamo a votare in massa perché ce stava la guerra fredda (e infatti lentamente ci stiamo normalizzando).
    2) Come ha fatto giustamente notare Aladar (ottimo post, tranne un paio di cose), il "modello giapponese" che poi sarebbe quello del salaryman offre un sacco di soldi ma anche uno sbilanciamento terribile del rapporto tra lavoro e vita privata/familiare. Da lì la tendenza di alcuni ad isolarsi e più in generale a fare meno figli.
    Non nego che il Giappone sia un bel paese, io tra manga, anime, musica e cinema giapponesi seguo più cultura loro che roba americana. Però appunto da questi, integrandoli anche con i dati economici, demografici e sul lavoro, si capisce che hanno problemi molti gravi da affrontare nel loro modello di sviluppo e di civiltà. Hanno anche esempi virtuosi in questo senso pure da loro, come il modello Okinawa, anche se bisogna vedere se riesce a durare.

    Comunque non pensare che i giapponesi siano così spoliticizzati da sempre. Negli anni 70' in Giappone c'era l'Armata Rossa Giapponese che alle Brigate Rosse, tutte infiltrate dai servizi segreti per compiere attentati al loro servizio, facevano un baffo. Il partito comunista, pur con una linea del cazzo, tiene banco da inizio 900' e con discreti risultati, anche se molto altalenanti. Nel passato le elezioni erano molto più partecipate. Ancora nel 2009 la partecipazione alle urne era quasi al 70%, portando la versione locale del PD al governo. Gli afflussi sono diminuiti quando gli elettori hanno visto il PD giapponese governare e non l'hanno più votato.

  5. #105
    Razzismo ieri,oggi,sempre
    Data Registrazione
    12 Dec 2015
    Località
    Arciconfraternita di Santo Manganello
    Messaggi
    24,362
    Mentioned
    300 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito Re: Giappone. Segni iniziali di disfacimento. Apertura alla immigrazione.

    Negli anni settanta c'erano un sacco di comunisti, è vero.

    Si diceva allora che i due modi più rapidi per fare sesso lì fossero essere italiano o comunista (giuro!).
    Hitler or Hell.

  6. #106
    sonnecchiante...
    Data Registrazione
    28 Oct 2013
    Località
    pianeta terra
    Messaggi
    12,388
    Mentioned
    104 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Giappone. Segni iniziali di disfacimento. Apertura alla immigrazione.

    Citazione Originariamente Scritto da vostok Visualizza Messaggio
    eppure malgrado la bassa disoccupazione il giappone continua ad essere un paese ostico per gli stranieri che vogliono andarci a lavorare
    Te l'ho spiegato sopra, lavorare in Giappone è difficile perché i ritmi, gli orari, la pressione, le regole sono davvero inaccettabili per noi occidentali.

    Potrei fare mille esempi ne faccio uno che forse da il senso della questione.

    Una sera mio suocero (Giapponese) ci ha invitati alla cena della sua azienda (ha una piccola azienda nel settore metalli). Naturalmente alla cena c'erano i suoi dipendenti con le rispettive mogli e figli.

    1. nessuno ha declinato l'invito, in Giappone è impossibile, le cene di lavoro fanno parte del lavoro e anche se sei stato li a lavorare fino alle 10 di sera e il capo dice andiamo a mangiare tu ci devi andare per forza
    2. tutti hanno aspettato l'arrivo di mio suocero al parcheggio.
    3. nel camminare verso il ristorante tutti camminavano dietro a mio suocero
    4. non vi dico il comportamento referente nei suoi confronti e anche nei nostri con mio enorme imbarazzo peraltro.
    5. nessuno si è seduto prima che mio suocero si sedesse e invitasse tutti a sedersi
    6. l'ordine dei posti era rigorosamente gerarchico a seconda del ruolo in azienda, moglie e figli ultimi. Io ero l'unica eccezione (anche perché altrimenti lo mandavo affanculo e me ne andavo ...e siccome lo sanno con me mio suocero si comporta meglio che mio padre... italiano)
    7. nessuno si è azzardato ad alzarsi dal tavolo fintanto che mio suocero non lo concedesse
    8. ai saluti di commiato mi volevo suicidare dalle lungaggini dei saluti e inchini e salamelecchi


    I dipendenti lavorano SEMPRE dalle 7.30 circa del mattino fino a NON prima delle 21 di sera. Il sabato lavorano con "orario ridotto" di "sole" 8 ore e qualche volta la domenica mattina na capatina in ufficio che c'è sempre da fare. Adesso la legge ha messo dei limiti di orario per evitare questo staccanovismo esagerato, ma con scarsi risultati nei fatti.


    Capite bene che per un Italiano ad esempio fare quanto sopra è totalmente inaccettabile.
    Sparviero likes this.
    Sapere aude!

    Per apprezzare lo splendore occorre a volte un lungo apprendistato, ma il premio è la pura bellezza.

  7. #107
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 Mar 2011
    Messaggi
    1,927
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Giappone. Segni iniziali di disfacimento. Apertura alla immigrazione.

    Citazione Originariamente Scritto da Aladar Visualizza Messaggio
    Te l'ho spiegato sopra, lavorare in Giappone è difficile perché i ritmi, gli orari, la pressione, le regole sono davvero inaccettabili per noi occidentali.

    Potrei fare mille esempi ne faccio uno che forse da il senso della questione.

    Una sera mio suocero (Giapponese) ci ha invitati alla cena della sua azienda (ha una piccola azienda nel settore metalli). Naturalmente alla cena c'erano i suoi dipendenti con le rispettive mogli e figli.

    1. nessuno ha declinato l'invito, in Giappone è impossibile, le cene di lavoro fanno parte del lavoro e anche se sei stato li a lavorare fino alle 10 di sera e il capo dice andiamo a mangiare tu ci devi andare per forza
    2. tutti hanno aspettato l'arrivo di mio suocero al parcheggio.
    3. nel camminare verso il ristorante tutti camminavano dietro a mio suocero
    4. non vi dico il comportamento referente nei suoi confronti e anche nei nostri con mio enorme imbarazzo peraltro.
    5. nessuno si è seduto prima che mio suocero si sedesse e invitasse tutti a sedersi
    6. l'ordine dei posti era rigorosamente gerarchico a seconda del ruolo in azienda, moglie e figli ultimi. Io ero l'unica eccezione (anche perché altrimenti lo mandavo affanculo e me ne andavo ...e siccome lo sanno con me mio suocero si comporta meglio che mio padre... italiano)
    7. nessuno si è azzardato ad alzarsi dal tavolo fintanto che mio suocero non lo concedesse
    8. ai saluti di commiato mi volevo suicidare dalle lungaggini dei saluti e inchini e salamelecchi


    I dipendenti lavorano SEMPRE dalle 7.30 circa del mattino fino a NON prima delle 21 di sera. Il sabato lavorano con "orario ridotto" di "sole" 8 ore e qualche volta la domenica mattina na capatina in ufficio che c'è sempre da fare. Adesso la legge ha messo dei limiti di orario per evitare questo staccanovismo esagerato, ma con scarsi risultati nei fatti.


    Capite bene che per un Italiano ad esempio fare quanto sopra è totalmente inaccettabile.
    Perché per un giapponese è accettabile? Stando così le cose un giapponese lavorerà tutta la vita senza fare altro, ci credo che la società giapponese è in declino, è un modello che non ha possibilità di mantenersi, è instabile per sua natura...

  8. #108
    Razzismo ieri,oggi,sempre
    Data Registrazione
    12 Dec 2015
    Località
    Arciconfraternita di Santo Manganello
    Messaggi
    24,362
    Mentioned
    300 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito Re: Giappone. Segni iniziali di disfacimento. Apertura alla immigrazione.

    Citazione Originariamente Scritto da ugobagna Visualizza Messaggio
    Perché per un giapponese è accettabile?
    Molto più di quanto tu non pensi.

    Però chiaramente non invoglia a fare figli (che senso avrebbe? tanto non c'è proprio il tempo per vederli)
    Hitler or Hell.

  9. #109
    Disilluso cronico
    Data Registrazione
    25 Nov 2009
    Località
    All your base are belong to us
    Messaggi
    12,643
    Mentioned
    99 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito Re: Giappone. Segni iniziali di disfacimento. Apertura alla immigrazione.

    Non tanto accettabile quanto inevitabile: il sistema economico e sociale giapponese è onnicomprensivo, e uscirne significa uscire da tutto, tagliare i rapporti con amici, parenti e conoscenti, perché i rapporti sono come una ragnatela. Le uniche possibilità sono la fuga (che può significare sia trasferirsi all'estero, con il risultato di perdere i contatti e le relazioni più preziose, sia rinchiudersi nella propria stanza rifiutando di affrontare il mondo, generando così il sempre crescente fenomeno degli hikikomori), il rifugiarsi in sette (in numero sempre crescente, dopo una stagnazione dovuta agli eventi di Aum Shinrikyo), l'uscita dalla società "civile "ntrando nel mondo degli Yakuza , oppure chinare il capo ed andare avanti, al punto di morire di superlavoro (fenomeno detto Karoshi, che solo negli ultimi anni si cerca di affrontare).
    Altrimenti c'è il suicidio, le cui statistiche pongono i nipponici tra i primi nel mondo per numero in relazione agli abitanti.
    .
    L'ultimo uomo ad essere entrato in Parlamento con intenzioni oneste.

    Non basta negare le idee degli altri per avere il diritto di dire "Io ho un'idea". (G. Guareschi)

  10. #110
    Battisti l'ho preso io!
    Data Registrazione
    06 Mar 2017
    Località
    La Paz
    Messaggi
    12,077
    Mentioned
    180 Post(s)
    Tagged
    31 Thread(s)

    Predefinito Re: Giappone. Segni iniziali di disfacimento. Apertura alla immigrazione.

    Citazione Originariamente Scritto da Aladar Visualizza Messaggio
    Te l'ho spiegato sopra, lavorare in Giappone è difficile perché i ritmi, gli orari, la pressione, le regole sono davvero inaccettabili per noi occidentali.

    Potrei fare mille esempi ne faccio uno che forse da il senso della questione.

    Una sera mio suocero (Giapponese) ci ha invitati alla cena della sua azienda (ha una piccola azienda nel settore metalli). Naturalmente alla cena c'erano i suoi dipendenti con le rispettive mogli e figli.

    1. nessuno ha declinato l'invito, in Giappone è impossibile, le cene di lavoro fanno parte del lavoro e anche se sei stato li a lavorare fino alle 10 di sera e il capo dice andiamo a mangiare tu ci devi andare per forza
    2. tutti hanno aspettato l'arrivo di mio suocero al parcheggio.
    3. nel camminare verso il ristorante tutti camminavano dietro a mio suocero
    4. non vi dico il comportamento referente nei suoi confronti e anche nei nostri con mio enorme imbarazzo peraltro.
    5. nessuno si è seduto prima che mio suocero si sedesse e invitasse tutti a sedersi
    6. l'ordine dei posti era rigorosamente gerarchico a seconda del ruolo in azienda, moglie e figli ultimi. Io ero l'unica eccezione (anche perché altrimenti lo mandavo affanculo e me ne andavo ...e siccome lo sanno con me mio suocero si comporta meglio che mio padre... italiano)
    7. nessuno si è azzardato ad alzarsi dal tavolo fintanto che mio suocero non lo concedesse
    8. ai saluti di commiato mi volevo suicidare dalle lungaggini dei saluti e inchini e salamelecchi


    I dipendenti lavorano SEMPRE dalle 7.30 circa del mattino fino a NON prima delle 21 di sera. Il sabato lavorano con "orario ridotto" di "sole" 8 ore e qualche volta la domenica mattina na capatina in ufficio che c'è sempre da fare. Adesso la legge ha messo dei limiti di orario per evitare questo staccanovismo esagerato, ma con scarsi risultati nei fatti.


    Capite bene che per un Italiano ad esempio fare quanto sopra è totalmente inaccettabile.
    Non un italiano, un essere umano.

    Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

 

 
Pagina 11 di 15 PrimaPrima ... 101112 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Renzi- baricco. siamo alle comiche (iniziali)
    Di svicolone nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 17-02-14, 09:52
  2. Libia sull'orlo della guerra civile, nonostante speranze iniziali
    Di l'inquirente nel forum Politica Estera
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 10-01-12, 19:28
  3. Le migliori scene iniziali dei film
    Di Italiano nel forum Cinema, Radio e TV
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 17-08-11, 20:51
  4. Impressioni iniziali su Osho
    Di Chaos88 (POL) nel forum Filosofie e Religioni d'Oriente
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 17-11-06, 13:21
  5. Segni maggiori e segni minori
    Di Yggdrasill nel forum Destra Radicale
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 17-04-06, 01:25

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225