User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10
Like Tree11Likes
  • 3 Post By vostok
  • 2 Post By vostok
  • 3 Post By kodiak2
  • 2 Post By Shiiva
  • 1 Post By Lawrence d'Arabia

Discussione: La Russia di Putin, superpotenza fragile: armi ed energia ma la vita peggiora

  1. #1
    Thought Police
    Data Registrazione
    23 Jul 2015
    Messaggi
    5,626
    Mentioned
    244 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito La Russia di Putin, superpotenza fragile: armi ed energia ma la vita peggiora

    Corriere della Sera

    Federico Fubini

    Il torpore delle vacanze d’inverno è stato interrotto giorni fa da un annuncio di Vladimir Putin. Il presidente russo l’ha definito «un bellissimo regalo al Paese per l’anno nuovo»: un missile che può trasportare testate nucleari, viaggia a venti volte la velocità del suono, è in grado di eseguire manovre in volo e in un test ha centrato un bersaglio a 6.400 chilometri.

    Sono performance da grande potenza, quale la Russia è. Ha un arsenale atomico in grado di annientare qualunque nemico, è il primo fornitore di gas all’Europa, ha un seggio permanente nel Consiglio di sicurezza dell’Onu. Ciò che è sempre meno chiaro è però quanto sia permanente il modello putiniano, basato sulla proiezione della forza all’estero, la soppressione del dissenso interno, l’arricchimento di pochi fedelissimi e l’interferenza digitale nelle democrazie occidentali. Sulla stabilità di un sistema del genere, non esistono certezze. Solo dubbi crescenti.

    Poco prima dell’annuncio sulla nuova arma, sui media russi aveva trovato meno spazio l’ultimo sondaggio Levada: quasi due terzi dei russi ritengono Putin responsabile dei problemi del Paese; è il dato peggiore da quando nel 2008 è partita questa serie di sondaggi. La causa prossima resta la riforma delle pensioni, in stile Elsa Fornero, che il Cremlino ha cercato di far passare un po’ alla chetichella in piena euforia popolare per i Mondiali di calcio in Russia.

    Per capire quali siano i problemi per l’opinione pubblica e quanto rischi di allargarsi l’incrinatura fra Putin e i suoi elettori, quella riforma va vista però nel contesto che l’ha resa inevitabile. La Russia oggi è un caso a sé: una superpotenza temuta nel mondo e in condizioni terribili nei suoi confini. E non solo perché la produttività del lavoro stia crollando dal 2014. O perché sia in calo costante dal 2013 anche il prodotto interno lordo per abitante stimato dal centro studi Ocse in parità di potere d’acquisto, cioè per quanto ciascuno in media può permettersi grazie alla ricchezza generata nel Paese.

    Anche indizi più granulari rivelano come il ventennio di Putin abbia tradito la speranza per cui i russi avevano accettato il ritiro incruento dalle loro colonie europee. Le maggioranze non hanno avuto più benessere personale in cambio di meno potere imperiale, non nella misura che sarebbe stata possibile. Lo Human Mortality Database mostra per esempio che la longevità dei russi è cresciuta in trent’anni di appena 17 mesi (a 70,9 anni), quella dei polacchi di sette anni: due popoli in condizioni simili e con la stessa speranza di vita una generazione fa oggi mostrano strutture profondamente diverse. E gli anni di Putin spiegano almeno parte di questa divaricazione dei destini.

    È noto per esempio che l’Hiv sta dilagando in Russia in controtendenza con il resto del mondo: le nuove infezioni erano 25 mila all’anno quando Putin si insediò al Cremlino, sono quasi 40 mila oggi. Potrebbe essere la spia di condizioni di salute pubblica in peggioramento evidenti anche in altre dimensioni. Dal Duemila la popolazione è calata di due milioni di abitanti. Il tasso di suicidi è fra i più alti al mondo. La mortalità infantile in Russia è ormai quasi tripla rispetto all’Estonia, benché entrambe le Repubbliche fossero parte dell’Unione sovietica e dunque in condizioni simili trent’anni fa. Conta senz’altro anche l’impoverimento generale della popolazione, testimoniato da un crollo del consumo di proteine di qualità da carne di manzo o vitello: secondo l’Ocse, ciascun russo ne mangiava in media 14 chili l’anno dieci anni fa ma 10,7 chili nel 2017.

    Le sanzioni dell’Occidente contro Mosca potrebbero aver accelerato il declino, ma pesa probabilmente di più un fattore interno al Paese: la concentrazione delle risorse nelle mani di pochi tipica di una cleptocrazia; un 1% di privilegiati controllava un terzo della ricchezza dieci anni fa, quasi la metà oggi. Sembra invece chiaro che l’arretramento sociale della Russia di Putin sia collegato a quanto si trova dietro quel missile «regalato» al Paese per l’anno nuovo. Con un’economia dell’ordine di grandezza di Belgio e Olanda messi insieme, giusto due terzi di quella italiana, tredici volte più piccola degli Stati Uniti o dell’Unione europea, Putin è costretto a dissanguare il bilancio pubblico e gli investimenti civili per mantenere livelli di spesa militare che gli permettano di proiettare nel mondo un’immagine di forza. Investe in difesa, in proporzione al reddito, più del doppio dei Paesi europei o della Cina e il 50% più degli Usa. Anche così Mosca ha un bilancio militare di meno della metà di Francia, Italia e Germania insieme, un terzo della Cina, un decimo rispetto ai 610 miliardi di dollari annui degli Stati Uniti.

    Ogni anno, il sogno di grandezza globale di Putin impoverisce i russi. Se il Cremlino è un modello, resta da capire per quanto tempo ancora.
    Femminismo radicale, censura del porno, persecuzione della prostituzione e del neofascismo, matrimoni gay, socialdemocrazia, libero mercato regolato, dalla parte di Ucraina, Israele, ribelli siriani e dissidenti venezuelani

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Nov 2009
    Località
    new york
    Messaggi
    57,656
    Mentioned
    331 Post(s)
    Tagged
    6 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: La Russia di Putin, superpotenza fragile: armi ed energia ma la vita peggiora

    un missile che può trasportare testate nucleari, viaggia a venti volte la velocità del suono, è in grado di eseguire manovre in volo e in un test ha centrato un bersaglio a 6.400 chilometri.

    Un altra bufala in salsa "Puttan" !!!

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    22 Oct 2015
    Messaggi
    15,171
    Mentioned
    66 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La Russia di Putin, superpotenza fragile: armi ed energia ma la vita peggiora

    fubini che si preoccupa tanto dell hiv in russia, guardasse lo speciale di 112.ua sulle carceri ucraine dove non solo dilaga il hiv ma addirittura ai carcerati malati vengono messi a lavorare per cucire roba sportiva senza essere pagati

    tale speciale è costato a 112.ua una misura restrittiva da parte della rada
    in europa c'è chi paga e chi prende....


    http://www.europarl.europa.eu/news/i...i-stati-membri

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    09 Jun 2010
    Messaggi
    2,053
    Mentioned
    11 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: La Russia di Putin, superpotenza fragile: armi ed energia ma la vita peggiora

    Citazione Originariamente Scritto da Rotwang Visualizza Messaggio
    Corriere della Sera

    Federico Fubini

    Il torpore delle vacanze d’inverno è stato interrotto giorni fa da un annuncio di Vladimir Putin. Il presidente russo l’ha definito «un bellissimo regalo al Paese per l’anno nuovo»: un missile che può trasportare testate nucleari, viaggia a venti volte la velocità del suono, è in grado di eseguire manovre in volo e in un test ha centrato un bersaglio a 6.400 chilometri.

    Sono performance da grande potenza, quale la Russia è. Ha un arsenale atomico in grado di annientare qualunque nemico, è il primo fornitore di gas all’Europa, ha un seggio permanente nel Consiglio di sicurezza dell’Onu. Ciò che è sempre meno chiaro è però quanto sia permanente il modello putiniano, basato sulla proiezione della forza all’estero, la soppressione del dissenso interno, l’arricchimento di pochi fedelissimi e l’interferenza digitale nelle democrazie occidentali. Sulla stabilità di un sistema del genere, non esistono certezze. Solo dubbi crescenti.

    Poco prima dell’annuncio sulla nuova arma, sui media russi aveva trovato meno spazio l’ultimo sondaggio Levada: quasi due terzi dei russi ritengono Putin responsabile dei problemi del Paese; è il dato peggiore da quando nel 2008 è partita questa serie di sondaggi. La causa prossima resta la riforma delle pensioni, in stile Elsa Fornero, che il Cremlino ha cercato di far passare un po’ alla chetichella in piena euforia popolare per i Mondiali di calcio in Russia.

    Per capire quali siano i problemi per l’opinione pubblica e quanto rischi di allargarsi l’incrinatura fra Putin e i suoi elettori, quella riforma va vista però nel contesto che l’ha resa inevitabile. La Russia oggi è un caso a sé: una superpotenza temuta nel mondo e in condizioni terribili nei suoi confini. E non solo perché la produttività del lavoro stia crollando dal 2014. O perché sia in calo costante dal 2013 anche il prodotto interno lordo per abitante stimato dal centro studi Ocse in parità di potere d’acquisto, cioè per quanto ciascuno in media può permettersi grazie alla ricchezza generata nel Paese.

    Anche indizi più granulari rivelano come il ventennio di Putin abbia tradito la speranza per cui i russi avevano accettato il ritiro incruento dalle loro colonie europee. Le maggioranze non hanno avuto più benessere personale in cambio di meno potere imperiale, non nella misura che sarebbe stata possibile. Lo Human Mortality Database mostra per esempio che la longevità dei russi è cresciuta in trent’anni di appena 17 mesi (a 70,9 anni), quella dei polacchi di sette anni: due popoli in condizioni simili e con la stessa speranza di vita una generazione fa oggi mostrano strutture profondamente diverse. E gli anni di Putin spiegano almeno parte di questa divaricazione dei destini.

    È noto per esempio che l’Hiv sta dilagando in Russia in controtendenza con il resto del mondo: le nuove infezioni erano 25 mila all’anno quando Putin si insediò al Cremlino, sono quasi 40 mila oggi. Potrebbe essere la spia di condizioni di salute pubblica in peggioramento evidenti anche in altre dimensioni. Dal Duemila la popolazione è calata di due milioni di abitanti. Il tasso di suicidi è fra i più alti al mondo. La mortalità infantile in Russia è ormai quasi tripla rispetto all’Estonia, benché entrambe le Repubbliche fossero parte dell’Unione sovietica e dunque in condizioni simili trent’anni fa. Conta senz’altro anche l’impoverimento generale della popolazione, testimoniato da un crollo del consumo di proteine di qualità da carne di manzo o vitello: secondo l’Ocse, ciascun russo ne mangiava in media 14 chili l’anno dieci anni fa ma 10,7 chili nel 2017.

    Le sanzioni dell’Occidente contro Mosca potrebbero aver accelerato il declino, ma pesa probabilmente di più un fattore interno al Paese: la concentrazione delle risorse nelle mani di pochi tipica di una cleptocrazia; un 1% di privilegiati controllava un terzo della ricchezza dieci anni fa, quasi la metà oggi. Sembra invece chiaro che l’arretramento sociale della Russia di Putin sia collegato a quanto si trova dietro quel missile «regalato» al Paese per l’anno nuovo. Con un’economia dell’ordine di grandezza di Belgio e Olanda messi insieme, giusto due terzi di quella italiana, tredici volte più piccola degli Stati Uniti o dell’Unione europea, Putin è costretto a dissanguare il bilancio pubblico e gli investimenti civili per mantenere livelli di spesa militare che gli permettano di proiettare nel mondo un’immagine di forza. Investe in difesa, in proporzione al reddito, più del doppio dei Paesi europei o della Cina e il 50% più degli Usa. Anche così Mosca ha un bilancio militare di meno della metà di Francia, Italia e Germania insieme, un terzo della Cina, un decimo rispetto ai 610 miliardi di dollari annui degli Stati Uniti.

    Ogni anno, il sogno di grandezza globale di Putin impoverisce i russi. Se il Cremlino è un modello, resta da capire per quanto tempo ancora.
    Un po’ per politica interna ma anche molto per sbagliata diplomazia di Europa USA Russia si è creato una stupido e inutile scontro continuo dove la Russia è rimasta isolata. Come tutti i paesi ex comunisti la loro economia è partita in ritardo.

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    22 Oct 2015
    Messaggi
    15,171
    Mentioned
    66 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La Russia di Putin, superpotenza fragile: armi ed energia ma la vita peggiora

    ah poi qualcuno spieghi a fubini che sono già tre anni che la spesa militare russa scende, visto che da come scrive sembra che aumenta sempre
    in europa c'è chi paga e chi prende....


    http://www.europarl.europa.eu/news/i...i-stati-membri

  6. #6
    Forumista
    Data Registrazione
    04 Dec 2018
    Messaggi
    204
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La Russia di Putin, superpotenza fragile: armi ed energia ma la vita peggiora

    ''Lo Human Mortality Database mostra per esempio che la longevità dei russi è cresciuta in trent’anni di appena 17 mesi (a 70,9 anni)''

    Grazie al pacco, dal crollo dell'urss fino a oltre metà anni 2000 la speranza di vita è scesa a picco.
    Solo ora ha superato i livelli degli anni '80.

  7. #7
    Voce dalla Madre Russia
    Data Registrazione
    11 Mar 2014
    Località
    Mosca, Russia
    Messaggi
    8,019
    Mentioned
    37 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    57

    Predefinito Re: La Russia di Putin, superpotenza fragile: armi ed energia ma la vita peggiora

    l ventennio di Putin abbia tradito la speranza per cui i russi avevano accettato il ritiro incruento dalle loro colonie europee. Le maggioranze non hanno avuto più benessere personale in cambio di meno potere imperiale, non nella misura che sarebbe stata possibile.
    Quel giornaputtana scrive che negli anni 90 il benessere dei russi era piu' grande? Sul serio?
    AlleModena89 and Lord Attilio like this.
    Dicono che in Ucraina c'e' una guerra tra ucraini e russi.
    Non e' vero: gli ucraini e i russi combattono da entrambi le parti.
    In realta' e' la guerra tra i discendenti di quelli che hanno vinto nel 1945 e i discendenti di quelli che hanno perso.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Nov 2009
    Località
    new york
    Messaggi
    57,656
    Mentioned
    331 Post(s)
    Tagged
    6 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: La Russia di Putin, superpotenza fragile: armi ed energia ma la vita peggiora

    Citazione Originariamente Scritto da Shiiva Visualizza Messaggio
    Quel giornaputtana scrive che negli anni 90 il benessere dei russi era piu' grande? Sul serio?
    Dove lo scrive??

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Jul 2009
    Messaggi
    19,966
    Mentioned
    17 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La Russia di Putin, superpotenza fragile: armi ed energia ma la vita peggiora

    Citazione Originariamente Scritto da vostok Visualizza Messaggio
    ah poi qualcuno spieghi a fubini che sono già tre anni che la spesa militare russa scende, visto che da come scrive sembra che aumenta sempre
    quello è un compito che spetta a chi fa giornalismo di informazione.
    vostok likes this.
    "Non abbiamo l'unione sociale ma solo quella economica e finanziaria. Finchè non capiamo questo, non capiremo perché i populisti hanno tanto successo!". Gabriele Zimmer
    Gratteri: "L'Ue è una prateria per le mafie"

  10. #10
    Thought Police
    Data Registrazione
    23 Jul 2015
    Messaggi
    5,626
    Mentioned
    244 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito Re: La Russia di Putin, superpotenza fragile: armi ed energia ma la vita peggiora

    Citazione Originariamente Scritto da paulhowe Visualizza Messaggio
    Dove lo scrive??
    Guarda che è un venduto filorusso, non sa leggere.
    Femminismo radicale, censura del porno, persecuzione della prostituzione e del neofascismo, matrimoni gay, socialdemocrazia, libero mercato regolato, dalla parte di Ucraina, Israele, ribelli siriani e dissidenti venezuelani

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-06-15, 12:15
  2. Cina: la superpotenza dell'energia
    Di Sandinista nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-11-10, 18:29
  3. Cina: la superpotenza dell'energia
    Di Sandinista nel forum Politica Estera
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-11-10, 18:27
  4. La Religione peggiora la vita delle società?
    Di Razionalista nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 116
    Ultimo Messaggio: 23-03-10, 12:16
  5. Putin la libertà e la superpotenza
    Di famedoro nel forum Politica Estera
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 11-12-07, 23:52

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225