User Tag List

Pagina 138 di 143 PrimaPrima ... 3888128137138139 ... UltimaUltima
Risultati da 1,371 a 1,380 di 1426
Like Tree1134Likes

Discussione: venezuela usa riconoscono presidente leader opposizione

  1. #1371
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Nov 2009
    Località
    new york
    Messaggi
    58,340
    Mentioned
    335 Post(s)
    Tagged
    6 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: venezuela usa riconoscono presidente leader opposizione

    Citazione Originariamente Scritto da Shiiva Visualizza Messaggio
    E' poco probabile visto che gli statunitesi stanno scappando da Siria con la coda tra le gambe...
    Non risulta.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #1372
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Nov 2009
    Località
    new york
    Messaggi
    58,340
    Mentioned
    335 Post(s)
    Tagged
    6 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: venezuela usa riconoscono presidente leader opposizione


  3. #1373
    Forumista
    Data Registrazione
    05 Feb 2019
    Messaggi
    112
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: venezuela usa riconoscono presidente leader opposizione

    Citazione Originariamente Scritto da vostok Visualizza Messaggio
    Prima di far scattare il colpo di stato istituzionale il 22 gennaio, meno di 1 venezuelano su 5 aveva mai sentito parlare di Juan Guaidó. Fino a poche settimane prima, quest’uomo di 35 anni era un personaggio semioscuro, militante di una formazione di estrema destra, Voluntad Popular, emarginata nella stesa Mesa de Unidad democratica dell’opposizione perché implicata nelle azioni più violente delle sanguinose guarimbas del 2014 e 2016.

    Militante di estrema destra perché membro di un partito che aderisce all'Internazionale socialista ?
    Sparviero likes this.
    Ojalá fuera la mía la última sangre española que se vertiera en discordias civiles. Ojalá encontrara ya en paz el pueblo español, tan rico en buenas cualidades entrañables, la Patria, el Pan y la Justicia - José Antonio Primo de Rivera

  4. #1374
    Voce dalla Madre Russia
    Data Registrazione
    11 Mar 2014
    Località
    Mosca, Russia
    Messaggi
    8,187
    Mentioned
    38 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    57

    Predefinito Re: venezuela usa riconoscono presidente leader opposizione

    Citazione Originariamente Scritto da paulhowe Visualizza Messaggio
    Fuori di dove, scusa?
    amaryllide likes this.
    Dicono che in Ucraina c'e' una guerra tra ucraini e russi.
    Non e' vero: gli ucraini e i russi combattono da entrambi le parti.
    In realta' e' la guerra tra i discendenti di quelli che hanno vinto nel 1945 e i discendenti di quelli che hanno perso.

  5. #1375
    Forumista
    Data Registrazione
    05 Feb 2019
    Messaggi
    112
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: venezuela usa riconoscono presidente leader opposizione

    Citazione Originariamente Scritto da Shiiva Visualizza Messaggio
    Fuori di dove, scusa?
    Dal Venezuela.

    Cioè molto probabilmente i russi non forniranno sostanziale assistenza militare a Caracas.
    Ojalá fuera la mía la última sangre española que se vertiera en discordias civiles. Ojalá encontrara ya en paz el pueblo español, tan rico en buenas cualidades entrañables, la Patria, el Pan y la Justicia - José Antonio Primo de Rivera

  6. #1376
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    21 Sep 2016
    Messaggi
    11,180
    Mentioned
    27 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: venezuela usa riconoscono presidente leader opposizione

    Citazione Originariamente Scritto da ibizo Visualizza Messaggio
    Militante di estrema destra perché membro di un partito che aderisce all'Internazionale socialista ?
    e' un massone ?
    cibo italiano no buono
    cibo africano migliore
    wifi non funziona
    centro di citta e' lontano

  7. #1377
    Venezuela resiste!
    Data Registrazione
    06 Mar 2017
    Località
    Caracas
    Messaggi
    12,900
    Mentioned
    200 Post(s)
    Tagged
    31 Thread(s)

    Predefinito Re: venezuela usa riconoscono presidente leader opposizione

    Citazione Originariamente Scritto da ibizo Visualizza Messaggio
    Militante di estrema destra perché membro di un partito che aderisce all'Internazionale socialista ?
    Soprattutto per quello.

  8. #1378
    Voce dalla Madre Russia
    Data Registrazione
    11 Mar 2014
    Località
    Mosca, Russia
    Messaggi
    8,187
    Mentioned
    38 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    57

    Predefinito Re: venezuela usa riconoscono presidente leader opposizione

    Citazione Originariamente Scritto da ibizo Visualizza Messaggio
    Dal Venezuela.

    Cioè molto probabilmente i russi non forniranno sostanziale assistenza militare a Caracas.
    1. I militari russi a Venesuela ci sono solo le guardie all'ambasciata.

    2. Il diplomatico russo parla della situazione attuale e lo fa' per calmare le onde: chiamare adesso nel paese un'intervento militare straniero vuol dire scatenare una guerra civile, la cosa che farebbe comodo solo agli Stati Uniti di Nord America.
    Dicono che in Ucraina c'e' una guerra tra ucraini e russi.
    Non e' vero: gli ucraini e i russi combattono da entrambi le parti.
    In realta' e' la guerra tra i discendenti di quelli che hanno vinto nel 1945 e i discendenti di quelli che hanno perso.

  9. #1379
    Klassenkampf ist alles!
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    23,357
    Mentioned
    280 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)

    Predefinito Re: venezuela usa riconoscono presidente leader opposizione

    Tutte le fake news del delegato golpista venezuelano in gita in Italia

    Il golpista venezuelano - che a 3 settimane dal colpo di stato ordito dagli Stati Uniti è ancora chiuso in casa - ha mandato in gita in Italia una sua delegazione guidata dal presidente della Commissione esteri di quel Parlamento che dal 2015 è in ribellione contro gli altri poteri costituzionali del paese.


    Nell’intervista a Rossana Miranda, giornalista italo-venezuelana su cui già vi avevamo scritto e che propone le sue prestigiose riflessioni, oltre che per il portale Formiche, anche per il giornale dell’ultra-destra venezuelana El Universal, Sucre ammette i piani golpisti. E per questo commenteremo punto per punto le sue dichiarazioni molto significative.






    “Tuttavia, per il richiamo ad elezioni libere, c’è bisogno di scegliere un nuovo Consiglio Nazionale Elettorale, affidabile per tutti; abilitare tutti i partiti politici, senza prigionieri politici né politici inabilitati, e garantire l’osservazione internazionale professionale, obiettiva e imparziale.”

    Nell’intervista a Formiche, praticamente Sucre ci sta dicendo di essere illegittimo. Il CNE, Consiglio Nazionale elettorale, uno dei 5 poteri costituzionali del Venezuela che soprassiede tutto il sistema elettorale venezuelano, definito dall’Ong dell’ex presidente Carter come il “migliore al mondo”, ha decretato la vittoria delle destre nelle elezioni parlamentari del 2015, così come quella di Nicolas Maduro nelle elezioni presidenziali del maggio 2018, così come in tutte le 23 delle 25 elezioni tenutesi in Venezuela dal 1999.


    Fa poi quasi tenerezza il signor Sucre quando arriva a dichiarare:

    “Sì, molte, non solo di diplomatici ma anche di militari (attivi e ritirati), e i sondaggi di opinione indicano che il 91,8% della popolazione riconosce come presidente legittimo Juan Guaidó, e tutto perché Maduro e il suo regime non proteggono nessuno.”

    Interlaces, agenzia indipendente, proprio ieri ha offerto il sondaggio che mostra come oltre il 57% dei venezuelani ritiene Nicolas Maduro come il legittimo presidente. Da giorni, come testimoniato anche dal giornalista nord-americano Max Blumenthal che oggi ha finalmente rotto il muro della censura, il popolo venezuelano è in mobilitazione permanente contro la guerra, contro il golpe e per difendere la propria Costituzione e il proprio Presidente.

    I’m at Simon de Bolívar square in Caracas where Venezuelans are lining up for blocks to sign a declaration denouncing US intervention and imperialism. One man waiting just told me: “Please put in your picture that we’re not invisible and not being paid.” #HandsOffVenezuela pic.twitter.com/zEDyoWkPfq
    — Max Blumenthal (@MaxBlumenthal) 10 febbraio 2019
    People have been waiting for hours at Simon de Bolívar plaza to sign a declaration opposing US intervention and aggression against Venezuela. Lines stretch for blocks. Maybe some other western media is here but I haven’t seen them. #HandsOffVenezuela pic.twitter.com/9pM9JVKnve
    — Max Blumenthal (@MaxBlumenthal) 10 febbraio 2019
    The Venezuelan opposition and western corporate media want to frame a portrait of Maduro and the army against “the people.” That’s absolutely not what I saw today, where thousands were lining up for blocks all day to sign an open letter to Americans opposing US intervention. pic.twitter.com/4VlC3wxwT6
    — Max Blumenthal (@MaxBlumenthal) 10 febbraio 2019
    Immagini chiaramente censurate su tutti quei poveri media impegnati, per l'ennesima volta, a tirare la volata ai crimini occidentali. La domanda poi tragicomica da fare al povero Sucre sarebbe: “ma scusi, con il 92% dei consensi nel popolo, perché il golpista non è nel palazzo presidenziale e perché non controllate i ministeri, l’esercito e le autorità tutte?”

    Non sarà certo Miranda a farla... e quindi andiamo avanti.

    Per il diritto internazionale, è noto, come il riconoscimento sia un atto puramente politico e per il diritto internazionale consuetudinario - codificato dall’art 1 e 2 della Carta delle Nazioni Unite - è noto come siano norme di ius cogens, cioè di grado superiore, il rispetto della sovranità di un paese e la non ingerenza negli affari interni delle altre nazioni. Riscrivendo tutto il diritto internazionale, quindi, Sucre dichiara in modo imbarazzato e imbarazzante:

    “Dal punto di vista del diritto, specificamente degli obblighi, queste si basano sul diritto romano con l’idea del “pater familias” (buon padre di famiglia).

    Il “buon padre di famiglia” e tutto il diritto internazionale si spegne in una frase grazie a Sucre. Il “buon padre” di famiglia – ma questo il delegato del golpista in Italia lo sottintende solo e Miranda non può scriverlo – chiaramente sarebbe Trump e le sue bombe.


    Nel proseguo dell’intervista Sucre parla poi di “emergenza umanitaria”.

    “Emergenza umanitaria complessa; risultato delle azioni di un regime fuorilegge come quello di Maduro che ha agito come un cattivo padre di famiglia, per non compiere con la responsabilità di proteggere i diritti umani della popolazione.”

    La crisi in Venezuela è il prodotto di un decennio di criminale embargo chiesto e richiesto dalle destre agli Stati Uniti e all’Unione Europea con l’obiettivo esplicito di arrivare al colpo di stato attuale e poterlo giustificare. Non lo diciamo noi, è quello che lettera per lettera dichiara senza pudore l’ex ambasciatore nordamericano in Venezuela William Rivington:




    Sui costi delle sanzioni criminali contro l’economia in Venezuela, l’istituto Celag nel suo ultimo rapporto ha quantificato in 350 miliardi le perdite complessive. 350 MILIARDI. Si tratta di un massacro, una guerra economica devastante che il relatore per le Nazioni Unite De Zayas definisce “omicidio premeditato”. Ecco in questo omicidio premeditato l’estrema destra golpista che Sucre rappresenta in Italia è complice consapevole. “La crisi umanitaria è una iperbole. Naturalmente c'è scarsità di beni, ma la causa è come ho spiegato nello sforzo congiunto di Stati Uniti, Canada e Unione Europea per causare il caos in Venezuela, con l'obiettivo di far cadere il governo. Il livello machiavellico di cinismo è senza pari. Inoltre, il termine "crisi umanitaria" è solo parte di quello che intendono veramente e cioè "intervento umanitario" o meglio ancora "intervento militare per imporre un regime change", sostiene De Zayas.


    Ma andiamo avanti: e riprendiamo l’ultima frase del passaggio precedente di Sucre che è la più significativa di tutta l’intervista perché smaschera i suoi piani e per questo parlavamo di ammissione ad inizio dell'articolo.

    “per non compiere con la responsabilità di proteggere i diritti umani della popolazione.”

    Da legare con l’ultima risposta:

    “E’ la società internazionale a dovere, in maniera collettiva, attendere e proteggere una popolazione vulnerabile attraverso gli aiuti umanitari.”

    Qui c’è tutta la strategia golpista in atto. La “responsabilità di proteggere” è la criminale e illegale dottrina che, contro il diritto internazionale e contro la Carta delle Nazioni Unite, ha voluto trovare un pretesto di giustificazione ai massacri contro quei paesi che non si sono piegati ai diktat degli Stati Uniti: Jugoslavia, Somalia, Iraq, Afghanistan, Siria, Libia… con i milioni di morti e profughi che oggi piangiamo. La giustificazione è la “responsabilità di proteggere” e Sucre non ha neanche la decenza di nascondere le sue intenzioni contro il suo paese.

    E la verità Sucre finalmente la dice nel finale:

    “La rotta è chiara. L’idea è aumentare la pressione internazionale “

    Si perché il colpo di stato del 23 gennaio senza nessuna base di consenso politico e senza sollevazione delle forze armate è fallito miseramente. E quindi non resta che la “pressione internazionale”. Da ultimo l’intelligence venezuelana ha sventato un tentativo di presa violenta del Palazzo Presidenzialie previsto per il 30 gennaio e il 2 febbraio. Del resto, questo e solo questo è il piano dei golpisti, semplicemente perché è il piano degli Stati Uniti contro il Venezuela. Dal golpe dell’aprile del 2002 ad oggi nulla è cambiato.

    Il dialogo come ammette proprio Sucre nell’intervista non gli interessa, se fosse interessato alla destra venezuelana, del resto, dopo un anno di negoziazione a Santo Domingo avrebbero dato seguito alla LORO richiesta, avanzata per tutto il 2017 mentre organizzavano il terrorismo nelle strade noto come Guarimbas, di “elezioni anticipate”. Non si sono presentati alle elezioni presidenziali e hanno rotto l’accordo ormai raggiunto a Santo Domingo dopo una telefonata dell'allora segretario di Stato Usa Tillerson dalla Colombia, semplicemente perché chi li guida a Washington vuole appropriarsi direttamente delle risorse del paese. E per farlo ha bisogno di distruggere la Costituzione del paese, non mediare o dialogare.

    Dichiara sempre De Zayas che come relatore Onu ha avuto incontri con rappresentati dell'Assemblea Nazionale, della Camera di commercio, con il corpo diplomatico, gruppi dell'opposizione, organizzazioni non governative, leader della chiesa, studenti e professori delle Università: “Anche il Segretario Generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha fatto un appello similare di mediazione e ha offerto i suoi buoni uffici. Ma l'opposizione venezuelana rifiuta il dialogo, perché vogliono prendere il potere attraverso un colpo di stato. La storia dell'America Latina è piena di golpe di destra e nulla è più antidemocratico e corrosivo dello stato di diritto di un colpo di stato.”

    Chi oggi dopo Jugoslavia, Somalia, Iraq, Afghanistan, Siria, Libia, Ucraina fa finta di non vedere cosa sta accadendo in Venezuela è in malafede e asservito a quei poteri che hanno sulla coscienza milioni di morti e miliardi di dollari di profitti per le industrie delle armi. Alternative non ci sono. Chi dal Pd alla Lega, da Fratelli d’Italia a Più Europa sta tirando la volata alla prossima “guerra umanitaria”, che come vedete i golpisti venezuelani non nascondano essere l'obiettivo, si conferma il servitore fedele di interessi criminali.
    https://www.lantidiplomatico.it/dett...alia/82_27120/
    Lawrence d'Arabia likes this.
    "Una vecchia barzelletta sovietica, diceva, cos’è il deviazionismo? È andare dritti quando la linea va a zig zag. Ecco, io sono un deviazionista"

  10. #1380
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 Mar 2011
    Messaggi
    2,136
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: venezuela usa riconoscono presidente leader opposizione

    Citazione Originariamente Scritto da vostok Visualizza Messaggio
    forse loro di colonialismo ne sanno qualcosina
    Anche di malgoverno, evidentemente sono solidali...
    Mamma mia come siete caduti in basso...
    ErebosIntegro likes this.

 

 
Pagina 138 di 143 PrimaPrima ... 3888128137138139 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 11-12-15, 22:24
  2. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 08-03-12, 23:25
  3. I baschi non riconoscono la "Padania"
    Di Cattivo nel forum Lega
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 08-12-11, 01:07
  4. I baschi non riconoscono la Padania
    Di Andre86 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 137
    Ultimo Messaggio: 06-12-11, 23:40
  5. anche le prostitute secondo il lombroso si riconoscono da ...:))
    Di Bartolo nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 13-05-10, 13:59

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225