User Tag List

Pagina 3 di 4 PrimaPrima ... 234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 36
Like Tree46Likes

Discussione: New York, legale l’aborto fino al nono mese: “Non è omicidio”

  1. #21
    Razzismo ieri,oggi,sempre
    Data Registrazione
    12 Dec 2015
    Località
    Arciconfraternita di Santo Manganello
    Messaggi
    25,399
    Mentioned
    327 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito Re: New York, legale l’aborto fino al nono mese: “Non è omicidio”

    Citazione Originariamente Scritto da Indra88 Visualizza Messaggio
    ma perchè proprio il nono mese? io farei fino al quinto anno d' età
    "Aborto" calibro nove se il pupo frigna troppo?
    Indra88 and bimbogigi like this.
    Hitler or Hell.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #22
    Disilluso cronico
    Data Registrazione
    25 Nov 2009
    Località
    All your base are belong to us
    Messaggi
    12,789
    Mentioned
    100 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito Re: New York, legale l’aborto fino al nono mese: “Non è omicidio”

    Il rischio a questo punto non è poi così peregrino.
    .
    L'ultimo uomo ad essere entrato in Parlamento con intenzioni oneste.

    Non basta negare le idee degli altri per avere il diritto di dire "Io ho un'idea". (G. Guareschi)

  3. #23
    Forumista
    Data Registrazione
    05 Sep 2017
    Messaggi
    915
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: New York, legale l’aborto fino al nono mese: “Non è omicidio”

    Si tratta di una bufala, raccontata in modo sensazionalistico ma che non ha nulla a che vedere con la realtà.
    In pratica a New York le leggi sull'aborto erano ancora di competenza penale e non, come succedeva in tutti gli altri stati, competenza sanitaria.

    A causa di questo le donne che avrebbero partorito figli che non sarebbero sopravvissuti o che rischiavano gravi problemi portando avanti la gestazione erano obbligate ad andare in Florida, Rhode Island, Maine, Vermont e altri stati vicini, per poter fare l'intervento di aborto tardivo. Intervento che era previsto in USA tranne che nello stato di New York.

    Da anni tanti donne a cui i medici hanno detto che il figlio sarebbe nato già morto o sopravvissuto poche settimane o che rischiavano di morire se avessero portato a termine il parto e alle quali gli stessi medici hanno consigliato un aborto tardivo, erano obbligate a lunghi faticosi in alcuni casi mortali, viaggi verso altri stati per portare a termine la pratica.
    Per questo si è esultato, uomini compresi mariti di quelle mogli, a New York quando finalmente è andato a buon fine il tentativo di tante legislature passate di cambiare questa legge che rendeva la pratica dell'aborto materia penale e non medica, cioè che rendeva New York più simile a tutto l'Europa Italia compresa e a tutta l'America Latina e a tutto il Canada, Australia...

    Quindi non si sta affatto parlando di uno stravolgimento peculiare sulla legge dell'aborto ma semmai un'uniformazione al resto dell'occidente.

    A New York adesso sempre e solo con il parere del medico, l'approvazione dell'ospedale e cartelle cliniche che dimostrino che il bambino non potrebbe sopravvivere una volta nato o che la madre rischia la morte o la paralisi o altro, si potrà procedere all'aborto oltre i 90 giorni.

    Come Erika Christensen che alla 31esima settimana scoprì che il bambino aveva una grave malformazione cardiaca e non sarebbe sopravvissuto se non pochi giorni, tra sofferenze e dolori, dopo il parto. Questa madre (e naturalmente il padre) hanno dovuto non solo fare i conti con la scoperta che il figlio che aspettavano non sarebbe arrivato, non solo con la paura di complicazione nella salute della donna ma anche con il peso psicologico, economico e fisico di viaggiare per migliaia di chilometri per uscire dallo stato di New York e abortire.

    Va ricordato che in tutti gli USA la percentuale di aborti oltre i 90 giorni è soltanto lo 0.9% perfettamente in linea con l'incidenza di problemi tali da mettere in pericolo la vita della madre e del bambino.

    Con il cambio di legge a New York non cambia nulla: continueranno ad essere lo 0,9%, non sarà più materia regolata penalmente ma regolata come questione di salute pubblica ma sempre e comunque regolata e solo in quello 0.9% dei casi in cui sarà necessario abortire oltre i 90 giorni (cosa che dovrà sempre essere dimostrata da nutrita relazione medica e cartelle cliniche) sarà possibile farlo. Cambierà solo che persone come Kristine e suo marito non saranno costrette a fuggire come ladri, pagarsi mille chilometri di viaggio in auto con tutto il rischio del caso per procedere ad un aborto reso necessario da una drammatica scoperta che per loro è già un trauma psicologico.
    dDuck and Conte Oliver like this.

  4. #24
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    10,721
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: New York, legale l’aborto fino al nono mese: “Non è omicidio”

    Citazione Originariamente Scritto da Jaredd Visualizza Messaggio
    A New York adesso sempre e solo con il parere del medico, l'approvazione dell'ospedale e cartelle cliniche che dimostrino che il bambino non potrebbe sopravvivere una volta nato o che la madre rischia la morte o la paralisi o altro, si potrà procedere all'aborto oltre i 90 giorni.
    Con la nuova legge c'è comunque la galera se viene dimostrato che il bambino non sopravvive ma che non ci sono rischi per la madre. Il rischio riguarda la SALUTE e non la vita della madre ed è discrezione del medico, non un medico esterno o qualche commissione con cui la madre non ha contatto ma quello che riceve i soldi sul palmo della mano. Roba da ricchi insomma.

  5. #25
    Klassenkampf ist alles!
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    23,366
    Mentioned
    283 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)

    Predefinito Re: New York, legale l’aborto fino al nono mese: “Non è omicidio”

    Citazione Originariamente Scritto da Jaredd Visualizza Messaggio
    erano obbligate a lunghi faticosi in alcuni casi mortali, viaggi verso altri stati...migliaia di chilometri per uscire dallo stato di New York e abortire.
    Migliaia di chilometri? Tra NY e il NJ c'è un ponte di distanza, idem tra Buffalo e il Canada, ALbany è a ben 60 km dal confine col Vermont. Da quale punto dello stato di NY si devono fare migliaia di chilometri?
    Sparviero likes this.
    "Una vecchia barzelletta sovietica, diceva, cos’è il deviazionismo? È andare dritti quando la linea va a zig zag. Ecco, io sono un deviazionista"

  6. #26
    Cromag
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    34,667
    Mentioned
    248 Post(s)
    Tagged
    45 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Re: New York, legale l’aborto fino al nono mese: “Non è omicidio”

    Citazione Originariamente Scritto da dedelind Visualizza Messaggio
    e se scoprono che il feto è gay, o magari la donna è rimasta incinta dopo un interracial?
    beh in quel caso è d'obbligo portare avanti la gravidanza
    l'aborto è consentito solo in caso di maschietti etero bianchi
    Salvini, finto sovranista e vero neocon (sionista, americanista, ricchista)
    Maduro ce l'ha duro e ve lo mett'ar culo!

  7. #27
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 Mar 2011
    Messaggi
    2,137
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: New York, legale l’aborto fino al nono mese: “Non è omicidio”

    Citazione Originariamente Scritto da Jaredd Visualizza Messaggio
    Si tratta di una bufala, raccontata in modo sensazionalistico ma che non ha nulla a che vedere con la realtà.
    In pratica a New York le leggi sull'aborto erano ancora di competenza penale e non, come succedeva in tutti gli altri stati, competenza sanitaria.

    A causa di questo le donne che avrebbero partorito figli che non sarebbero sopravvissuti o che rischiavano gravi problemi portando avanti la gestazione erano obbligate ad andare in Florida, Rhode Island, Maine, Vermont e altri stati vicini, per poter fare l'intervento di aborto tardivo. Intervento che era previsto in USA tranne che nello stato di New York.

    Da anni tanti donne a cui i medici hanno detto che il figlio sarebbe nato già morto o sopravvissuto poche settimane o che rischiavano di morire se avessero portato a termine il parto e alle quali gli stessi medici hanno consigliato un aborto tardivo, erano obbligate a lunghi faticosi in alcuni casi mortali, viaggi verso altri stati per portare a termine la pratica.
    Per questo si è esultato, uomini compresi mariti di quelle mogli, a New York quando finalmente è andato a buon fine il tentativo di tante legislature passate di cambiare questa legge che rendeva la pratica dell'aborto materia penale e non medica, cioè che rendeva New York più simile a tutto l'Europa Italia compresa e a tutta l'America Latina e a tutto il Canada, Australia...

    Quindi non si sta affatto parlando di uno stravolgimento peculiare sulla legge dell'aborto ma semmai un'uniformazione al resto dell'occidente.

    A New York adesso sempre e solo con il parere del medico, l'approvazione dell'ospedale e cartelle cliniche che dimostrino che il bambino non potrebbe sopravvivere una volta nato o che la madre rischia la morte o la paralisi o altro, si potrà procedere all'aborto oltre i 90 giorni.

    Come Erika Christensen che alla 31esima settimana scoprì che il bambino aveva una grave malformazione cardiaca e non sarebbe sopravvissuto se non pochi giorni, tra sofferenze e dolori, dopo il parto. Questa madre (e naturalmente il padre) hanno dovuto non solo fare i conti con la scoperta che il figlio che aspettavano non sarebbe arrivato, non solo con la paura di complicazione nella salute della donna ma anche con il peso psicologico, economico e fisico di viaggiare per migliaia di chilometri per uscire dallo stato di New York e abortire.

    Va ricordato che in tutti gli USA la percentuale di aborti oltre i 90 giorni è soltanto lo 0.9% perfettamente in linea con l'incidenza di problemi tali da mettere in pericolo la vita della madre e del bambino.

    Con il cambio di legge a New York non cambia nulla: continueranno ad essere lo 0,9%, non sarà più materia regolata penalmente ma regolata come questione di salute pubblica ma sempre e comunque regolata e solo in quello 0.9% dei casi in cui sarà necessario abortire oltre i 90 giorni (cosa che dovrà sempre essere dimostrata da nutrita relazione medica e cartelle cliniche) sarà possibile farlo. Cambierà solo che persone come Kristine e suo marito non saranno costrette a fuggire come ladri, pagarsi mille chilometri di viaggio in auto con tutto il rischio del caso per procedere ad un aborto reso necessario da una drammatica scoperta che per loro è già un trauma psicologico.
    "Aborto reso necessario", te sei di quelli che vorranno costringere le persone ad abortire se anche ci sarà solo il sospetto che il bambino non sia perfetto...
    Se poi c'è il dubbio che possa sopravvivere o meno, mi pare giusto eliminare il problema alla radice portando le probabilità a zero...
    Ma ti leggi quando scrivi? Non è che coi giri di parole cambi la sostanza...

  8. #28
    Forumista
    Data Registrazione
    05 Sep 2017
    Messaggi
    915
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: New York, legale l’aborto fino al nono mese: “Non è omicidio”

    Citazione Originariamente Scritto da amaryllide Visualizza Messaggio
    Migliaia di chilometri? Tra NY e il NJ c'è un ponte di distanza, idem tra Buffalo e il Canada, ALbany è a ben 60 km dal confine col Vermont. Da quale punto dello stato di NY si devono fare migliaia di chilometri?
    Beh anche solo da Greenport a Filadelfia sono quasi 500 km, quindi devi vedere dove vivevano le donne in questione ma sopratutto dove volevano andare per una questione di accomodamento, alberghi e altri. Tante andavano in Florida dove erano sicuri di avere un servizio di eccellenza e nella stagione fredda poter almeno contare su un viaggio al caldo con meno disagi per la salute.

  9. #29
    Forumista
    Data Registrazione
    05 Sep 2017
    Messaggi
    915
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: New York, legale l’aborto fino al nono mese: “Non è omicidio”

    Citazione Originariamente Scritto da ugobagna Visualizza Messaggio
    "Aborto reso necessario", te sei di quelli che vorranno costringere le persone ad abortire se anche ci sarà solo il sospetto che il bambino non sia perfetto...
    No non è questione di essere "perfetti" e infatti nessuna legge permette di abortire bambini che nasceranno autistici, ma si parla proprio di bambini con 0% di probabilità di sopravvivenza.

  10. #30
    nazicom
    Data Registrazione
    12 Mar 2012
    Località
    Kekistan
    Messaggi
    23,392
    Mentioned
    113 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: New York, legale l’aborto fino al nono mese: “Non è omicidio”

    Citazione Originariamente Scritto da Jaredd Visualizza Messaggio
    Si tratta di una bufala, raccontata in modo sensazionalistico ma che non ha nulla a che vedere con la realtà.


    A New York adesso sempre e solo con il parere del medico, l'approvazione dell'ospedale e cartelle cliniche che dimostrino che il bambino non potrebbe sopravvivere una volta nato o che la madre rischia la morte o la paralisi o altro, si potrà procedere all'aborto oltre i 90 giorni.
    La bufala è la tua. Il Reproductive Health Act dice testualmente:

    § 2599-BB. ABORTION. 1. A HEALTH CARE PRACTITIONER LICENSED, CERTI-
    43 FIED, OR AUTHORIZED UNDER TITLE EIGHT OF THE EDUCATION LAW, ACTING WITH-
    44 IN HIS OR HER LAWFUL SCOPE OF PRACTICE, MAY PERFORM AN ABORTION WHEN,
    45 ACCORDING TO THE PRACTITIONER'S REASONABLE AND GOOD FAITH PROFESSIONAL
    46 JUDGMENT BASED ON THE FACTS OF THE PATIENT'S CASE: THE PATIENT IS WITHIN
    47 TWENTY-FOUR WEEKS FROM THE COMMENCEMENT OF PREGNANCY, OR THERE IS AN
    48 ABSENCE OF FETAL VIABILITY, OR THE ABORTION IS NECESSARY TO PROTECT THE
    49 PATIENT'S LIFE OR HEALTH.
    Mentre la sentenza Doe v. Bolton definisce health così:

    Whether, in the words of the Georgia statute, "an abortion is necessary" is a professional judgment that the Georgia physician will be called upon to make routinely. We agree with the District Court, 319 F. Supp., at 1058, that the medical judgment may be exercised in the light of all factors - physical, emotional, psychological, familial, and the woman's age - relevant to the well-being of the patient. All these factors may relate to health.
    Quindi altro che rischiare la paralisi, questa legge legalizza l'aborto al nono mese se la madre rischia una depressione!

 

 
Pagina 3 di 4 PrimaPrima ... 234 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-02-14, 20:50
  2. La New New York di Bloomberg
    Di Cattivo nel forum Politica Estera
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 25-08-13, 14:54
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-09-10, 09:30
  4. abortito al nono mese..
    Di arsan (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-02-07, 20:28
  5. New York, New York
    Di Stonewall nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 29-10-03, 15:21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225