User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
Like Tree11Likes

Discussione: I piani neonazi di Washington in Europa, tra Brasile e Ucraina

  1. #1
    Venezuela resiste!
    Data Registrazione
    06 Mar 2017
    Località
    Caracas
    Messaggi
    12,900
    Mentioned
    200 Post(s)
    Tagged
    31 Thread(s)

    Predefinito I piani neonazi di Washington in Europa, tra Brasile e Ucraina

    Il neonazismo europeo guarda al “modello” Bolsonaro

    Il Brasile è diventato, con la vittoria del nazi-sionista Bolsonaro, una sorta di Ucraina sudamericana. Nei piani di Washington, Brasilia ha preso in custodia la Gladio latino-americana da utilizzare contro gli Stati indipendenti e sovrani, con una rete articolata di neonazisti e anche paramilitari israeliani provenienti dallo Stato sionista e dall’Europa.

    La rete eversiva era in fase di formazione da diversi anni, infatti la polizia brasiliana dello Stato del Rio Grande nel 2016 arrestò alcuni reclutatori del Battaglione Azov ucraino: “Circa 10 mesi fa abbiamo ricevuto l’informazione che alcuni cittadini ucraini e dell’Europa orientale erano venuti qui per reclutare i militanti di gruppi neonazisti nel battaglione “Azov” con lo scopo di inviarli in Ucraina. Molte persone sono state arrestate ed hanno confessato,” — ha dichiarato Paulo César Jardim all’edizione brasiliana di Sputnik 1. Si tratta di una banda di criminali ricercati per delitti comuni prima della loro politicizzazione: “Allora si era rivolta al mio indirizzo l’organizzazione “Giustizia e Diritti Umani”, che aveva denunciato l’esistenza di organizzazioni neonaziste nel Rio Grande do Sul. In un primo momento non ci credevo e pensavo: è possibile il neonazismo qui? Il Brasile è il Paese del calcio, del Carnevale …,” — ha detto il poliziotto. Dopo i controlli le forze dell’ordine hanno scoperto movimenti di skinhead, nazisti e neonazisti. Avevamo scoperto che erano in lotta con i punk e dopo le indagini ci siamo resi conto che questi gruppi seguivano l’ideologia neonazista. Da allora abbiamo effettuato molte retate e 50 persone sono state condannate, sono state prese molte misure, sono partiti diversi processi nei tribunali,” — ha concluso Paulo César Jardim (Fonte Sputnik Italia). Nella stessa maniera dei wahabiti, gli USA dispongono del neonazismo alla pari di un preservativo: li utilizzano in qualsiasi angolo del mondo, trasferendoli dall’Ucraina al Brasile come se fossero merce, per poi scaricarli quando diventano troppo compromettenti.

    La Gladio sudamericana di Bannon e Bolsonaro

    Non soltanto neofascisti, il governo filo-israeliano di Brasilia ha permesso l’ingresso di 300 mercenari sionisti da utilizzare contro il Venezuela; le forze reazionarie dell’Alt Right applaudono. Fra i reclutatori ed ideologi della Gladio sudamericana troviamo una vecchia conoscenza dei servizi segreti (deviati) italiani, da un po’ di anni giornalista (dal 2003 dirige il quotidiano online NoReporter.org [[[ Altrainformazione.) ed ‘’intellettuale’’ del fronte antidemocratico: Gabriele Adinolfi, ex leader di Terza Posizione, ma – soprattutto – manutengolo di Stefano delle Chiaie. Il duo Adinolfi – delle Chiaie, nel 2014-’15, gettò un ponte fra gli stragisti russofobi di Settore Destro e l’estrema destra italiana dando copertura politica ad un piccolo delinquente partito volontario per Kiev: François Xavier Fontaine. La rivista Pagina Uno ci dà qualche ulteriore elemento di riflessione (sottolineatura mia): ‘’Fontana è legato ad Adinolfi, a sua volta vicino a Stefano Delle Chiaie, ex leader di Avanguardia nazionale, in prima fila nelle trame degli anni ‘70 e nella strategia della tensione. Secondo il sito informativo di geopolitica Aurora, diretto da Alessandro Lattanzio, Fontana sarebbe protetto dal servizio segreto estero italiano (Aise)’’ 2. La storia potrebbe ripetersi.

    Il ‘’giornalista’’ Gabriele Adinolfi considera il presidente democraticamente eletto Maduro ‘’un delinquente; un neotrozkista affamatore del popolo, un bancarottiere economico e monetario che è riuscito a far fallire perfino l’esperimento – in linea di massima intelligente – della criptovaluta Petro, la prima moneta digitale di Stato’’ 3. Una sequela di sciocchezze in linea con la propaganda della CIA rilanciate dal think tank neofascista EurHope, un ambiguo Centro Studi avente sede a Bruxelles preso in custodia da Steve Bannon e l’Alt Right. Il Brasile, nei disegni di Bannon e EurHope, dovrebbe accogliere migliaia di paramilitari (neonazisti, sionisti e narcotrafficanti) da impiegare nella guerra di quarta generazione contro gli Stati antimperialisti. Un recente articolo di Adinolfi risulta alquanto eloquente (sottolineatura mia):

    “Bolsonaro è altro da me. Ma ovunque mi giri so bene che chiunque è altro da me, anche i leaders populisti. Ma io non voglio tifare, voglio incidere o, almeno, voglio veder incidere, voglio registrare cambiamenti positivi purché vengano poi messi a frutto da chi di dovere e non soltanto goduti da spettatori inerti.
    Perché considero storica la sua vittoria?’ Innanzitutto egli ha buon sangue, in quanto è al tempo stesso italiano e tedesco e questa è prerogativa rara e preziosa. Questo significa anche che osserva con un occhio di riguardo la comunità italiana in Brasile e che le possibilità di cooperazioni culturali ed economiche, oltre che morali, tra le nostre nazioni crescono esponenzialmente.
    Non è tutto: la visione di Bolsonaro, o almeno di parte del suo entourage, è acuta e guarda anche al Pacifico. La comunità italiana e quella tedesca da oggi possono forse consentire, tra Brasile e Cile, di spingere l’asse europeo fino all’Oceano che ha acquisito centralità mondiale. Una svolta che ci sottrarrebbe alla marginalizzazione in cui ci stiamo avvitando. Infine c’è la cosiddetta simpatia di estrema destra che probabilmente è inesatta. La sinistra accusa però il nuovo Presidente soprattutto di una cosa: di coltivare simpatie corporative.
    Fatto sta che in Brasile esiste una forte componente corporativa, essenzialmente cattolica, che prende avvio nel 1932 ad opera di Plinio Salgado, sicuramente influenzato per ragioni culturali e linguistiche, da quello di Salazar.
    Ebbene la componente è viva e il corporativismo è oggi più che mai la sola risposta economico-sociale rivoluzionaria per il futuro. Con questa presidenza sarà forse possibile rilanciare il dibattito’’ 4.

    Un personaggio losco come Adinolfi parla per conto di gruppi di interesse (economico) italiani – ‘’La comunità italiana e quella tedesca da oggi possono forse consentire, tra Brasile e Cile, di spingere l’asse europeo fino all’Oceano che ha acquisito centralità mondiale’’ – ma i suoi mandanti sono le teste d’uovo dell’Alt Right. Il governo di Brasilia (uno dei peggiori del mondo) accoglierà a braccia aperte gli stragisti come Fontana, magari facendoli addestrare dai paramilitari israeliani, senza perdere di vista la geopolitica della catastrofe: trasformare il Brasile nel migliore sguattero di Tel Aviv e Washington. Il neofascismo europeo, facendo da megafono alla cerchia di Bannon ed agli antisemiti nord-americani, si sta trasformando nell’appendice dell’evangelismo anglosassone, una mutazione genetica prevista dal maggiore analista anticapitalista statunitense: Chris Hedges, che da diversi anni vede nell’evangelismo una sorta di atipico neofascismo.

    L’Imam Khomeini disse che Israele è la bambola del colonialismo inglese. Utilizzando il medesimo approccio dell’ autorità religiosa sciita possiamo dedurre che il neonazismo è il pupazzo dell’imperialismo americano-sionista. Manovrati.

    Il neonazismo europeo guarda al "modello" Bolsonaro - l'interferenza

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Nov 2009
    Località
    new york
    Messaggi
    58,340
    Mentioned
    335 Post(s)
    Tagged
    6 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: I piani neonazi di Washington in Europa, tra Brasile e Ucraina

    Lord Attilio ma della dottrina Monroe hai mai sentito parlare.....studia.....


    Jerome likes this.

  3. #3
    Socialista e Antisionista
    Data Registrazione
    23 Nov 2011
    Località
    Enotria, nel cuore del Mediterraneo
    Messaggi
    23,626
    Mentioned
    275 Post(s)
    Tagged
    71 Thread(s)

    Predefinito Re: I piani neonazi di Washington in Europa, tra Brasile e Ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da paulhowe Visualizza Messaggio
    Lord Attilio ma della dottrina Monroe hai mai sentito parlare.....
    Forse no, ma sicuramente avrà sentito parlare dei golpe organizzati nella loro storia dagli USA, in vari paesi del mondo, o di come gli stessi yankee abbiano sempre considerato il sudamerica il loro giardinetto di casa.
    "Sinistri", utili idioti, antifascisti in assenza di fascismo per non essere anticapitalisti in presenza di capitalismo. - D.Fusaro
    "Israele è il male per il gusto del male"- G. Atzmon
    #patriarcatoemaschilismocontroilnazifemminismo

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Nov 2009
    Località
    new york
    Messaggi
    58,340
    Mentioned
    335 Post(s)
    Tagged
    6 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: I piani neonazi di Washington in Europa, tra Brasile e Ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Kavalerists Visualizza Messaggio
    Forse no, ma sicuramente avrà sentito parlare dei golpe organizzati nella loro storia dagli USA, in vari paesi del mondo, o di come gli stessi yankee abbiano sempre considerato il sudamerica il loro giardinetto di casa.
    E infatti lo e' .

  5. #5
    Klassenkampf ist alles!
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    23,357
    Mentioned
    280 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)

    Predefinito Re: I piani neonazi di Washington in Europa, tra Brasile e Ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da paulhowe Visualizza Messaggio
    Lord Attilio ma della dottrina Monroe hai mai sentito parlare
    cioè del modello su cui Hitler ha creato il suo Lebensraum?
    Spirdu likes this.
    "Una vecchia barzelletta sovietica, diceva, cos’è il deviazionismo? È andare dritti quando la linea va a zig zag. Ecco, io sono un deviazionista"

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Nov 2009
    Località
    new york
    Messaggi
    58,340
    Mentioned
    335 Post(s)
    Tagged
    6 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: I piani neonazi di Washington in Europa, tra Brasile e Ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da amaryllide Visualizza Messaggio
    cioè del modello su cui Hitler ha creato il suo Lebensraum?
    Mi pare che Hitler aveva altri piani.....creare cioe delle vere e proprie colonie per i cittadini tedeschi nei territori occupati.

    Non conosco nessun americano che voglia andare a vivere a Caracas piuttosto che all'Avana piuttosto che a Lima.
    ibizo likes this.

  7. #7
    Forumista
    Data Registrazione
    05 Feb 2019
    Messaggi
    112
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I piani neonazi di Washington in Europa, tra Brasile e Ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da paulhowe Visualizza Messaggio
    Mi pare che Hitler aveva altri piani.....creare cioe delle vere e proprie colonie per i cittadini tedeschi nei territori occupati.

    Non conosco nessun americano che voglia andare a vivere a Caracas piuttosto che all'Avana piuttosto che a Lima.
    Si diciamo che la dottrina Monroe è paragonabile pressomoso alla dottrina Breznev dell'URSS..... con la fine della minaccia comunista negli anni '90 la dottrina Monroe è stata un po' alleggerita ma la sostanza è sempre quella.

  8. #8
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    08 Oct 2012
    Messaggi
    8,701
    Mentioned
    35 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Re: I piani neonazi di Washington in Europa, tra Brasile e Ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da paulhowe Visualizza Messaggio
    E infatti lo e' .
    E meno male che lo ammetti. Ma non tutti sono disposti a fare gli zerbini.
    amaryllide likes this.
    Fuori dall'UE e fuori dalla Nato per un'area euromeditterranea socialista.

  9. #9
    "Liberal" anglosassone
    Data Registrazione
    02 May 2006
    Località
    Las Vegas
    Messaggi
    42,564
    Mentioned
    638 Post(s)
    Tagged
    12 Thread(s)

    Predefinito Re: I piani neonazi di Washington in Europa, tra Brasile e Ucraina

    se è sionista non può essere nazista. Gloria gloria gloria allo Stato d'Israele e alla Libera Repubblica dell'Ucraina.

    Rivogliamo l'eroe arancione sopravvissuto al vile attentato diossinico Viktor Yuschenko, però!


    Trial is not a search for truth. Scientists search for truth. Philosophers search for morality. A criminal trial searches for only one result: proof beyond a reasonable doubt. - Alan Dershowitz

  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    22 Oct 2015
    Messaggi
    15,691
    Mentioned
    67 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I piani neonazi di Washington in Europa, tra Brasile e Ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Jerome Visualizza Messaggio
    se è sionista non può essere nazista. Gloria gloria gloria allo Stato d'Israele e alla Libera Repubblica dell'Ucraina.

    Rivogliamo l'eroe arancione sopravvissuto al vile attentato diossinico Viktor Yuschenko, però!


    guarda che chi comanda l attuale tua "libera" ucraina, c aveva litigato spesso con yushenko
    l unico ricordo che hanno gli ucraini di yushenko era del figlio che sgommava con le fuori serie a piazza indipendenza a kiev
    amaryllide likes this.
    in europa c'è chi paga e chi prende....


    http://www.europarl.europa.eu/news/i...i-stati-membri

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 19-05-09, 00:10
  2. USA-la difficile coesistenza tra Islam e Neonazi
    Di Spartacus74 nel forum Destra Radicale
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 08-10-08, 02:20
  3. [Grecia] Scontri tra compagni e neonazi
    Di Outis nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 03-02-08, 16:23
  4. Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 14-05-06, 20:56
  5. Le comunità indigene contrastano i piani imperialisti di Washington
    Di cornelio nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-07-03, 21:52

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225