User Tag List

Pagina 1 di 9 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 81
Like Tree21Likes

Discussione: Come superare dialetticamente il turbo-capitalismo?

  1. #1
    Forumista junior
    Data Registrazione
    31 Jul 2018
    Messaggi
    12
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Come superare dialetticamente il turbo-capitalismo?

    Vi espongo cosa vado pensando nelle ultime settimane (premesso che sono un chimico e non un umanista, abituato al pragmatismo): 1) Il capitalismo nella sua degenerazione ultra-liberista produce sempre maggiore divaricazione sociale, fatto matematico dimostrabile. 2) ci troviamo, per la prima volta nella storia , in un contesto di mondo globalizzato, con libero scambio di merci e di persone e sempre più interconnesso dal punto di vista della comunicazione 3) Qualunque forza politica oggi proponga un'agenda politica di stampo vagamente socialista nel caso in cui riesca ad affermarsi alle elezioni con il voto delle classi sociali più disagiate, nel giro di pochi mesi se provasse a mettere in pratica il programma politico verrebbe immediatamente isolata dal resto del mondo a stampo neo-liberista(istituzioni transnazionali, multinazionali, singoli stati) per cui il risultato finale sarebbe un peggioramento economico in primis della classe sociale di riferimento.4) occorre quindi uno stato pilota che conduca questo esperimento neo-socialista e che abbia le caratteristiche "genetiche" per poter sopportare la reazione di cui al punto 3. In nome di cosa? Un'ideologia che sia capace di tenere insieme un popolo. Quale? Non mi viene in mente niente di migliore del nazionalismo. Parliamo quindi di neo nazional-socialismo deprivato da istanze imperialiste.5) in quale stato si può sperimentare un tale laboratorio politico? Il discorso sarebbe ancora lungo.......

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    x il Socialismo Mondiale
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pianeta Terra (Verona)
    Messaggi
    8,802
    Mentioned
    26 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Come superare dialetticamente il turbo-capitalismo?

    Citazione Originariamente Scritto da Domenico Misale Visualizza Messaggio
    Vi espongo cosa vado pensando nelle ultime settimane (premesso che sono un chimico e non un umanista, abituato al pragmatismo): 1) Il capitalismo nella sua degenerazione ultra-liberista produce sempre maggiore divaricazione sociale, fatto matematico dimostrabile. 2) ci troviamo, per la prima volta nella storia , in un contesto di mondo globalizzato, con libero scambio di merci e di persone e sempre più interconnesso dal punto di vista della comunicazione 3) Qualunque forza politica oggi proponga un'agenda politica di stampo vagamente socialista nel caso in cui riesca ad affermarsi alle elezioni con il voto delle classi sociali più disagiate, nel giro di pochi mesi se provasse a mettere in pratica il programma politico verrebbe immediatamente isolata dal resto del mondo a stampo neo-liberista(istituzioni transnazionali, multinazionali, singoli stati) per cui il risultato finale sarebbe un peggioramento economico in primis della classe sociale di riferimento.4) occorre quindi uno stato pilota che conduca questo esperimento neo-socialista e che abbia le caratteristiche "genetiche" per poter sopportare la reazione di cui al punto 3. In nome di cosa? Un'ideologia che sia capace di tenere insieme un popolo. Quale? Non mi viene in mente niente di migliore del nazionalismo. Parliamo quindi di neo nazional-socialismo deprivato da istanze imperialiste.5) in quale stato si può sperimentare un tale laboratorio politico? Il discorso sarebbe ancora lungo.......
    Nessun paese dispone delle risorse naturali per poter essere autosufficiente e indipendente. Il capitalismo è un sistema sociale globale e può essere sostituito solo da un altro sistema sociale globale, quindi il socialismo può essere realizzato solo a livello globale. Ti consiglio di leggere questa definizione di socialismo: Movimento Socialista Mondiale: Cos'è il Socialismo
    http://socialismo-mondiale.blogspot.com/
    Invece della parola d'ordine conservatrice Un equo salario per un'equa giornata di lavoro, i lavoratori devono scrivere sulla loro bandiera il motto rivoluzionario Soppressione del sist. del lavoro salariato

  3. #3
    Forumista junior
    Data Registrazione
    31 Jul 2018
    Messaggi
    12
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Come superare dialetticamente il turbo-capitalismo?

    Citazione Originariamente Scritto da Gian_Maria Visualizza Messaggio
    Nessun paese dispone delle risorse naturali per poter essere autosufficiente e indipendente. Il capitalismo è un sistema sociale globale e può essere sostituito solo da un altro sistema sociale globale, quindi il socialismo può essere realizzato solo a livello globale. Ti consiglio di leggere questa definizione di socialismo: Movimento Socialista Mondiale: Cos'è il Socialismo
    Grazie mille per il link molto molto interessante. Concordo con quasi tutto quello che c'è scritto. In un passaggio dice "quando il popolo di un paese sarà pronto per il socialismo, il resto del mondo non potrà essere molto lontano." Quindi ipotizza verosimilmente che il cambiamento non potrà essere simultaneamente globale. Che è un po' quello che dicevo io. Il mio interrogativo era dunque: ammesso che uno o più stati raggiungano un livello di "maturità socialista" prima degli altri: come faranno a resistere agli attacchi (commerciali, militari, culturali) del resto del mondo e in nome di che cosa. Ci vorrà una rivoluzione culturale. Riguardo poi alla necessità delle materie prime credo che queste possano essere di molto ridimensionate cambiando lo stile di vita e aguzzando l'ingegno.

  4. #4
    Forumista junior
    Data Registrazione
    31 Jul 2018
    Messaggi
    12
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Come superare dialetticamente il turbo-capitalismo?

    trovo poi nel link qualche altro punto problematico. Ad esempio nel passaggio seguente: " Per cui, quando la maggioranza avrà deciso di volere il socialismo, non dovrà far altro che organizzarsi in un partito democratico, senza leader e usare le urne per mandare i suoi rappresentanti in Parlamento". Ecco....appunto. Il problema è proprio come organizzare il movimento: non ci sono leader ma "rappresentanti"? Sono perplesso. E che succederebbe il giorno dopo aver vinto le elezioni? Quale sarebbe l'atteggiamento dei "rappresentanti" nei confronti degli elettori? E chi lo controlla? Ecco che da queste domande emerge la necessità di approfondire COME organizzare lo stato socialista. Gheddafi ci aveva provato nel libro verde, pur con tutti i suoi limiti, ma era un tentativo di andare alla radice del problema che rimane: che fare DOPO la rivoluzione socialista.

  5. #5
    Forumista junior
    Data Registrazione
    31 Jul 2018
    Messaggi
    12
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Come superare dialetticamente il turbo-capitalismo?

    Ho trovato forse la risposta alla mia domanda: in un altro passaggio si dice : "stabilisce le basi della società socialista, ma non ha la pretesa di dire alla futura società socialista come organizzarsi;"
    Ah. E quindi ci si presenterebbe agli elettori dicendo questo? Sperando di vincere le elezioni?

  6. #6
    x il Socialismo Mondiale
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pianeta Terra (Verona)
    Messaggi
    8,802
    Mentioned
    26 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Come superare dialetticamente il turbo-capitalismo?

    Citazione Originariamente Scritto da Domenico Misale Visualizza Messaggio
    Grazie mille per il link molto molto interessante.
    Mi fa piacere che lo trovi interessante.

    Citazione Originariamente Scritto da Domenico Misale Visualizza Messaggio
    Concordo con quasi tutto quello che c'è scritto. In un passaggio dice "quando il popolo di un paese sarà pronto per il socialismo, il resto del mondo non potrà essere molto lontano." Quindi ipotizza verosimilmente che il cambiamento non potrà essere simultaneamente globale. Che è un po' quello che dicevo io.
    In realtà si intende dire che siccome il movimento politico è internazionale e facilitato dai moderni mezzi di informazione/comunicazione (Internet in primis), quando (si spera) in un paese sviluppato come per es. l’Italia la vasta maggioranza sarà pronta per il socialismo (nel senso che lo avrà inteso e lo desidererà), è molto probabile che i restanti paesi non saranno in una situazione distante (almeno quelli più sviluppati).

    Citazione Originariamente Scritto da Domenico Misale Visualizza Messaggio
    Riguardo poi alla necessità delle materie prime credo che queste possano essere di molto ridimensionate cambiando lo stile di vita e aguzzando l'ingegno.
    Sicuramente cambiando modello di sviluppo (non più basato sulla competizione per il profitto) si risparmierebbero molte risorse, ma bisogna anche considerare che per risolvere una volta per tutte il grave problema della povertà (assoluta e relativa), mantenendo gli standard della società moderna, occorrerà produrre molto (anche se molto meglio) e quindi serviranno molte risorse naturali.
    http://socialismo-mondiale.blogspot.com/
    Invece della parola d'ordine conservatrice Un equo salario per un'equa giornata di lavoro, i lavoratori devono scrivere sulla loro bandiera il motto rivoluzionario Soppressione del sist. del lavoro salariato

  7. #7
    x il Socialismo Mondiale
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pianeta Terra (Verona)
    Messaggi
    8,802
    Mentioned
    26 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Come superare dialetticamente il turbo-capitalismo?

    Citazione Originariamente Scritto da Domenico Misale Visualizza Messaggio
    trovo poi nel link qualche altro punto problematico. Ad esempio nel passaggio seguente: " Per cui, quando la maggioranza avrà deciso di volere il socialismo, non dovrà far altro che organizzarsi in un partito democratico, senza leader e usare le urne per mandare i suoi rappresentanti in Parlamento". Ecco....appunto. Il problema è proprio come organizzare il movimento: non ci sono leader ma "rappresentanti"? Sono perplesso. E che succederebbe il giorno dopo aver vinto le elezioni? Quale sarebbe l'atteggiamento dei "rappresentanti" nei confronti degli elettori? E chi lo controlla?
    Per rappresentanti si intende delegati con mandato eletti democraticamente dal partito e destituibili in un qualsiasi momento (sempre per volere democratico del partito, cioè di tutti i suoi membri).

    Citazione Originariamente Scritto da Domenico Misale Visualizza Messaggio
    Ecco che da queste domande emerge la necessità di approfondire COME organizzare lo stato socialista.
    Stato socialista è un ossimoro, nel socialismo non può esistere lo stato, inteso come apparato burocratico, oppressivo e repressivo avente come scopo principale la difesa dell’esistenza della classe minoritaria privilegiata (classe capitalista o quella dei funzionari/burocrati di stato, come è avvenuto nell’URSS).

    Citazione Originariamente Scritto da Domenico Misale Visualizza Messaggio
    Gheddafi ci aveva provato nel libro verde, pur con tutti i suoi limiti, ma era un tentativo di andare alla radice del problema che rimane: che fare DOPO la rivoluzione socialista.
    Il problema non sussiste, perché la rivoluzione socialista può essere fatta solo da una vasta maggioranza consapevole e auto-organizzata politicamente. Tutti i tentativi di rivoluzioni socialiste minoritarie sono falliti miseramente.
    http://socialismo-mondiale.blogspot.com/
    Invece della parola d'ordine conservatrice Un equo salario per un'equa giornata di lavoro, i lavoratori devono scrivere sulla loro bandiera il motto rivoluzionario Soppressione del sist. del lavoro salariato

  8. #8
    x il Socialismo Mondiale
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pianeta Terra (Verona)
    Messaggi
    8,802
    Mentioned
    26 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Come superare dialetticamente il turbo-capitalismo?

    Citazione Originariamente Scritto da Domenico Misale Visualizza Messaggio
    Ho trovato forse la risposta alla mia domanda: in un altro passaggio si dice : "stabilisce le basi della società socialista, ma non ha la pretesa di dire alla futura società socialista come organizzarsi;"
    Ah. E quindi ci si presenterebbe agli elettori dicendo questo? Sperando di vincere le elezioni?
    Attualmente il movimento è minoritario ed essendo democratico stabilisce solo le basi della nuova società e propone, non stabilisce, un modo possibile di organizzarsi democraticamente (se vuoi, ti fornisco il link della proposta). Le decisioni su come organizzarsi dovranno essere prese a suo tempo quando il movimento sarà vicino ad essere maggioritario nella società.
    http://socialismo-mondiale.blogspot.com/
    Invece della parola d'ordine conservatrice Un equo salario per un'equa giornata di lavoro, i lavoratori devono scrivere sulla loro bandiera il motto rivoluzionario Soppressione del sist. del lavoro salariato

  9. #9
    Forumista junior
    Data Registrazione
    31 Jul 2018
    Messaggi
    12
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Come superare dialetticamente il turbo-capitalismo?

    Citazione Originariamente Scritto da Gian_Maria Visualizza Messaggio
    Mi fa piacere che lo trovi interessante.


    In realtà si intende dire che siccome il movimento politico è internazionale e facilitato dai moderni mezzi di informazione/comunicazione (Internet in primis), quando (si spera) in un paese sviluppato come per es. l’Italia la vasta maggioranza sarà pronta per il socialismo (nel senso che lo avrà inteso e lo desidererà), è molto probabile che i restanti paesi non saranno in una situazione distante (almeno quelli più sviluppati). Ah quindi si tratta di una quasi-simultaneità indotta dal movimento. Paesi diversi con storie, culture ed economie diverse dovrebbero giungere nei pressi del socialismo quasi allo stesso tempo per via dell'opera divulgativa del movimento. Sono perplesso.


    Sicuramente cambiando modello di sviluppo (non più basato sulla competizione per il profitto) si risparmierebbero molte risorse, ma bisogna anche considerare che per risolvere una volta per tutte il grave problema della povertà (assoluta e relativa), mantenendo gli standard della società moderna, occorrerà produrre molto (anche se molto meglio) e quindi serviranno molte risorse naturali.
    Non sono un ambientalista ma applicare gli standard della società moderna alla popolazione mondiale credo comporti un problema di eco-sostenibilità. Un cambiamento di stile di vita sarà necessario in ogni caso.

  10. #10
    Forumista junior
    Data Registrazione
    31 Jul 2018
    Messaggi
    12
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Come superare dialetticamente il turbo-capitalismo?

    [QUOTE=Gian_Maria;17763645]Per rappresentanti si intende delegati con mandato eletti democraticamente dal partito e destituibili in un qualsiasi momento (sempre per volere democratico del partito, cioè di tutti i suoi membri). Mi interesserebbe molto capire come è organizzato questo partito, quali i suoi organi di controllo, quale il suo meccanismo di destituzione del delegati o di consultazione della base

 

 
Pagina 1 di 9 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Sondaggi politici SWG, capitalismo: un modello da superare
    Di POL nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-07-17, 13:15
  2. Regolare La Finanza O Superare Il Capitalismo?
    Di Muntzer (POL) nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17-01-09, 20:51
  3. Superare Il Capitalismo
    Di Rodolfo (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 24-01-07, 18:23
  4. post-liberismo e turbo-capitalismo.
    Di nitti63 nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-03-06, 22:29
  5. il turbo-capitalismo non sta per niente bene
    Di carbonass nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 21-09-02, 00:51

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226