User Tag List

Pagina 1 di 46 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 459
Like Tree163Likes

Discussione: Prostituzione legale

  1. #1
    in silenzio
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    14,872
    Mentioned
    84 Post(s)
    Tagged
    17 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    193

    Predefinito Prostituzione legale

    Per assicurare una vita sessuale sana agli adulti del continente europeo
    Per dare dignità a chi si prostituisce e a chi accede al servizio reso
    Per tassare il flusso di denaro relativo al servizio sessuale

    Per evolvere dall'ipocrisia

    constatata la carta a "macchie di leopardo" attuale, che ne pensi di promuovere una regolamentazione anche di questo servizio a pagamento?
    Jerome, Kavalerists and Daser like this.
    di necessità virtù

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Pornocrate
    Data Registrazione
    04 Nov 2016
    Località
    Tuscia Laziale e Veneto Centrale
    Messaggi
    6,817
    Mentioned
    50 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Prostituzione legale

    Citazione Originariamente Scritto da Maria Vittoria Visualizza Messaggio
    Per assicurare una vita sessuale sana agli adulti del continente europeo
    Per dare dignità a chi si prostituisce e a chi accede al servizio reso
    Per tassare il flusso di denaro relativo al servizio sessuale

    Per evolvere dall'ipocrisia

    constatata la carta a "macchie di leopardo" attuale, che ne pensi di promuovere una regolamentazione anche di questo servizio a pagamento?
    La proposta mi trova decisamente favorevole, e già l'ho scritto da altre parti.
    Jerome and Daser like this.
    "Se sarete quello che dovete essere, metterete fuoco in tutta l'Italia"
    Santa Caterina da Siena

  3. #3
    Essere di un altro mondo
    Data Registrazione
    23 Jul 2015
    Messaggi
    7,125
    Mentioned
    369 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    Predefinito Re: Prostituzione legale

    Involvere nell'ipocrisia vorrai dire, cara Maria Vittoria, la prostituzione è già legale ed è pure regolamentata in diversi Stati europei con effetti catastrofici, aumenti di pedofilia, pedopornografia, stupri, uccisioni, femminicidi, rapine e degenerazione sessuale che insegna che comprare le donne si può, forse stai pensando di entrare nel giro? Ti auguro di no, già sei nemica delle donne e dei diritti umani, diventi pure nemica della tua dignità? Chi difende la prostituzione merita ogni tortura.

  4. #4
    Essere di un altro mondo
    Data Registrazione
    23 Jul 2015
    Messaggi
    7,125
    Mentioned
    369 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    Predefinito Re: Prostituzione legale

    I compratori di sesso insieme ai pedofili e ai fascisti vanno lanciati dagli aerei senza paracadute.

  5. #5
    Essere di un altro mondo
    Data Registrazione
    23 Jul 2015
    Messaggi
    7,125
    Mentioned
    369 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    Predefinito Re: Prostituzione legale

    La dignità legale si dà abolendo la prostituzione e assicurando alla galera ai compratori del sesso e delle bambine. Pensa te, una """mazziniana""" che difende le troie, bello schifo.

  6. #6
    Essere di un altro mondo
    Data Registrazione
    23 Jul 2015
    Messaggi
    7,125
    Mentioned
    369 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    Predefinito Re: Prostituzione legale

    La prostituzione costituisce la più grave minaccia alla libertà, alla salute e alla promozione sociale delle donne, non solo di quelle intrappolate nella tratta degli esseri umani: di tutte le donne (La risoluzione europea del 26 febbraio 2014).


    La prostituzione è un fenomeno di genere che riguarda tutte: in essa vi sono implicate 87% donne e bambine (dati europei); 7% uomini, 6% transgender; e i clienti sono più del 90% uomini. La domanda di prostituzione da parte degli uomini non si ferma alle donne, coinvolge anche i minori e mette a rischio la vita e la salute di tanti bambini e bambine.


    Ognuna di noi sente il diritto e il dovere di porre in atto la difesa dei diritti acquisiti: anche della legge Merlin, n. 75 del 1958, una delle prime ad aver stabilito con chiarezza che nessun uomo ha diritto di proprietà, anche temporanea, su una donna.


    Il pagamento delle prestazioni sessuali è una forma di proprietà temporanea inammissibile e soprattutto una forma di violenza maschile contro le donne e i minori, criminogena e insieme complice di crimini contro la persona perpetrati da reti criminali organizzate. Il denaro non elimina, ma serve solo ad occultare l’abuso sessuale commesso, come dice Rachel Moran, sopravvissuta alla prostituzione e attivista di SPACE (associazione globale di donne fuoriuscite dall’industria del sesso), “nella prostituzione non viene comprato il sesso, ma l’abuso sessuale”.


    Tutte le forme di contrasto ai commerci illegali e criminali implicano la punibilità del compratore e indicano la fattuale complicità dei clienti, nel caso della prostituzione il cliente viene invece protetto e tutelato in deroga al principio di eguaglianza tra cittadini.


    Le forme legali di esercizio imprenditoriale del lenocinio, in Europa e mondialmente, hanno aperto un mercato che rende inefficaci le protezioni per le vittime della tratta e della prostituzione organizzata.


    Di fronte agli esiti disastrosi sulle vittime, nei paesi legalizzatori, è stato introdotto il principio del rischio “consapevolmente assunto” da chi vende prestazioni sessuali, il che comporta che le lesioni volontariamente inferte alle prostituite non sono di fatto perseguite penalmente.


    Per quanto riguarda il modello Germania, secondo le inchieste e i dati riportati da Der Spiegel, già nel 2013, e successivamente confermati dalla polizia tedesca, dalle associazioni impegnate nella lotta contro tratta e sfruttamento sessuale e dal gruppo di psicologi esperti di traumi (rappresentati da Ingeborg Kraus), dopo l’approvazione della legge nel 2002 è in atto una grave violazione di diritti umani delle persone prostituite: si registra un aumento della tratta a scopo sessuale, riguardante in particolare le donne dei paesi dell’est che costituiscono il 95% del totale delle donne prostituite nei bordelli tedeschi, che nella maggioranza dei casi vivono nella totale illegalità e ‘invisibilità’, senza accesso alle cure sanitarie (infatti solo 44 donne in prostituzione su 400.000 sono ‘registrate’ ). La polizia poi lamenta l’impossibilità di fatto di individuare i casi di tratta nascosti dietro la presunzione o la dichiarazione resa (sotto ricatto) di una libera scelta. Il tutto in un sistema sostanzialmente iniquo di controlli sanitari che garantiscono solo il cliente, in quanto effettuati solo sulle donne.


    Nel 2016 un’ulteriore inchiesta del Daily Telegraph ha confermato il dato in crescita della tratta, interna all’Europa, di donne dei paesi più toccati dalla crisi e un aumento del volume d’affari dei bordelli legali che arriva a toccare i quattro punti percentuali di PIL. Le donne, anche minori, Greche, Moldave, Serbe, Bulgare, Rumene e Montenegrine, sono le più colpite dalla tratta interna all’Europa.


    Uno studio condotto dalla London School of Economics su 150 paesi ha dimostrato come la regolamentazione porti ad un’espansione incontrollata del mercato del sesso e aumenti in modo evidente la tratta a scopo sessuale, le violenze e le morti. (Legalized Prostitution Increase Human Trafficking? by Professor Eric Neumayer, 2013)


    La marginalizzazione delle prostitute è un fenomeno che dunque è legato alla mancanza di contrattualità nei sistemi di reclutamento, alla violenza e alla povertà che annullano la libertà di scelta.


    Il danno politico e sociale che viene arrecato alle cittadine nel prefigurare uno scenario che normalizza la prostituzione e la tratta è incalcolabile, soprattutto in paesi come il nostro dove l’esigibilità dei diritti e il controllo della legalità sono ancora molto fragili e corruttibili. Non ultimo è il danno che si ripercuote sulle future generazioni come codifica della disparità tra uomo e donna che normalizza anche la violenza che da essa origina, come dice il preambolo della convenzione di Istanbul.


    La passata esperienza di legalizzazione (fino al 1958) nel nostro paese ha rappresentato la naturale “evoluzione di un servizio reso ai soli uomini coscritti”, poi esteso a tutti gli uomini in zone cittadine circoscritte separate con muri (ancora visibili) dal resto delle città, muri che irrimediabilmente sarebbero ricostruiti, visto che la legalizzazione è richiesta dai benpensanti per nascondere, separare, ghettizzare la prostituzione contraddittoriamente e profondamente voluta.


    L’inaccettabilità della prostituzione non è in discussione per noi, tuttavia intendiamo denunciare il pensiero diffuso sull’ineluttabilità della stessa e la cultura che la sostiene, antica come lo stupro come arma di guerra.






    La complicità delinquenziale dei clienti può essere banalizzata solo in un quadro che istituzionalizza l’esercizio del sesso come bisogno unilaterale, che presuppone l’acquisto dei corpi.


    La regolamentazione dello sfruttamento e la depenalizzazione del favoreggiamento, presuppongono appunto quel quadro ideale.


    Le argomentazioni umanitarie, secondo le quali luoghi ad hoc controllati sarebbero sede di protezione delle donne, sono smascherate dalla stessa impossibilità del controllo sanitario dei clienti, della ineluttabile schedatura delle donne, da quella che sarebbe la necessaria resa “all’approvvigionamento di donne prostituite” (per soddisfare la crescente domanda della clientela) attraverso la tratta interna ed esterna all’Europa”.


    Chi proclama la necessità dell’emersione, attraverso la legalizzazione, della prostituzione, lo fa in una realtà che non deve far più emergere nulla visto che tutto avviene sotto gli occhi di tutti ed è cinicamente tollerato, in particolare la violenza perpetrata dai clienti. Il dieci per cento di tutti i crimini sessuati contro donne e bambine, stupro, percosse, ferimenti e uccisioni sono perpetrati su prostituite. Nella prostituzione la donna è oggetto di violenza non solo da parte dei trafficanti ma anche da parte dei clienti che ne richiedono ‘i servizi sessuali’.


    Nella prostituzione (non solo di vittime di tratta) è maggiore la violenza che le donne subiscono (il 35% in più di violenza rispetto alla popolazione femminile generale con un 26% in più di dipendenza da alcool e droghe) e maggiormente è in pericolo la salute:


    – Il rischio di HIV è di 13.5 volte più elevato che nella popolazione generale femminile (dati OMS), Il disturbo post traumatico da stress è presente nel 68% dei casi e nell’80% è presente la depressione; i livelli di dissociazione sono similari a quelli della popolazione psichiatrica. Inoltre, secondo un recente report condotto dal ginecologo Wolfgang Heide, le donne prostituite in Germania a 30 anni hanno già segni di invecchiamento precoce, hanno inoltre una serie di disturbi psicofisici quali: dolori cronici addominali, gastriti e infezioni frequenti e ogni tipo di malattie a trasmissione sessuali.





    Di contro, alle realtà regolamentariste in Europa (tra cui principalmente la Germania come il bordello più grande d’Europa), è stato ampiamente dimostrato – da numerose ricerche – come il modello abolizionista/nordico sia l’unico efficace nel contrasto alla tratta e allo sfruttamento sessuale; dall’approvazione di questa legge abolizionista in Svezia, la prostituzione di strada è dimezzata, nessuna persona prostituita è stata uccisa (contro le 123 donne uccise da clienti in Germania) e dalle intercettazioni della polizia emerge come i trafficanti definiscano la Svezia “a bad market” e spostino i loro traffici in Paesi regolamentaristi come la Germania dove possono agire in un regime di totale impunità.





    Noi chiediamo e sosteniamo con forza l’approvazione di una legge del parlamento Italiano che, in adesione al modello abolizionista (nordico e francese) e considerando la prostituzione una forma di violenza sulle donne (Risoluzione europea Honeyball), introduca anche nel nostro paese il contrasto alla domanda di prostituzione, attraverso la esclusiva penalizzazione dei clienti (dove il reato è costituito dall’acquisto di servizi sessuali e non dai servizi resi da chi è prostituita) e fornisca alle donne alternative concrete attraverso percorsi di fuoriuscita dalla violenza, in linea con la Convenzione di Istanbul.
    Maria Vittoria likes this.

  7. #7
    in silenzio
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    14,872
    Mentioned
    84 Post(s)
    Tagged
    17 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    193

    Predefinito Re: Prostituzione legale

    Grazie per il contributo alla discussione, Rotwang.

    L'ipocrisia insita nel protestantesimo nordico, come nel perbenismo cattolico e delle altre fazioni "monoteiste", maschera un maschilismo degno di ogni riprovazione.

    Per questo bisogna affrontare in modo ragionevole ogni problema; anche quello della dominanza, che nei mammiferi si manifesta con l'azione sessuale non unitiva e non procreativa.

    Ragioniamo insieme su quella tensione che ottunde l'intelligenza e porta a diventare intollerante e violenta una persona altrimenti calma; vuoi?
    Rotwang likes this.
    di necessità virtù

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    23 Feb 2015
    Messaggi
    2,777
    Mentioned
    11 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Prostituzione legale

    La prostituzione di "alto bordo" è sempre libera, le schiave per definizione hanno i capelli stopposi, i denti marci, il fisico sfatto ed invecchiato precocemente, rughe come se non ci fosse un domani, e non corpi da modelle curato nei minimi particolari con palestra ed alimentazione "sana"...
    Jerome likes this.

  9. #9
    Forumista storico
    Data Registrazione
    02 May 2006
    Località
    Dux me sucks
    Messaggi
    48,211
    Mentioned
    820 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito Re: Prostituzione legale

    <cut>

    Rachel Moran è la nuova Goebbels, sono al livello morale di Aileen Wuornos. Assassine/i seriali di massa tramite induzione alla morte lenta o per suicidio di una moltitudine di uomini che diverranno come i gay in Arabia Saudita.

    <cut>
    Ultima modifica di Marximiliano; 17-04-19 alle 10:58
    Navigammo su fragili vascelli
    per affrontar del mondo la burrasca
    ed avevamo gli occhi troppo belli...
    Fabrizio De André

  10. #10
    Essere di un altro mondo
    Data Registrazione
    23 Jul 2015
    Messaggi
    7,125
    Mentioned
    369 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    Predefinito Re: Prostituzione legale

    Citazione Originariamente Scritto da Maria Vittoria Visualizza Messaggio
    Grazie per il contributo alla discussione, Rotwang.

    L'ipocrisia insita nel protestantesimo nordico, come nel perbenismo cattolico e delle altre fazioni "monoteiste", maschera un maschilismo degno di ogni riprovazione.

    Per questo bisogna affrontare in modo ragionevole ogni problema; anche quello della dominanza, che nei mammiferi si manifesta con l'azione sessuale non unitiva e non procreativa.

    Ragioniamo insieme su quella tensione che ottunde l'intelligenza e porta a diventare intollerante e violenta una persona altrimenti calma; vuoi?
    Chiedo perdono, ma gli ominidi del forum risvegliano in me un nazionalsocialismo misandrico violento.

 

 
Pagina 1 di 46 1211 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. sul ddl per la prostituzione legale
    Di Rick Hunter nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 17-02-14, 16:50
  2. Sondaggio per uomini : Se la prostituzione fosse legale...
    Di BOY74 nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 236
    Ultimo Messaggio: 10-01-09, 02:30
  3. Prostituzione Legale.
    Di Mauro V. nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 21-03-06, 13:44
  4. Prostituzione Legale: Conseguenze Impreviste
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-02-05, 17:05
  5. perchè non rendere legale la prostituzione?
    Di nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 34
    Ultimo Messaggio: 15-05-04, 15:34

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226