User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
Like Tree25Likes

Discussione: Critica alla destra tradizionalista

  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    17 Apr 2014
    Messaggi
    587
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Critica alla destra tradizionalista

    salve ragazzi, questo thread è abbastanza serio nel senso che ho notato a più riprese che con la scusa del tradizionalismo, del fatto che uomo e donna sono diversi, i ruoli, la natura bla bla bla si va ad alimentare un ginocentrismo già presente a causa della sinistra.
    Prendiamo ad esempio il discorso delle pene detentive, ogni volta che una forma di violenza viene perpetuata verso una donna c'è sempre la tendenza ad esasperarla come se fosse gravissima, ben più grave della stessa violenza verso un uomo questo perchè la donna viene visto come preziosa e quindi come non sacrificabile al contrario dell'uomo. Ho notato che questa cosa viene avallata da diversi esponenti di destra o destra radicale tipo Salvini o Di Stefano che parlano di pene esagerate per gli stupratori, tipo castrazione chimica o 20-30 anni di lavori forzati. Voi direte cosa c'è di male in questo? C'è di male che uno stupro per quanto sia un reato grave e odioso non è detto che sia più grave di altri tipi di violenza. Ad esempio se un uomo viene pestato a sangue da un branco pensate sia una passeggiata? Che si riprenderà subito e che non avrà traumi psicologici (oltre a quelli fisici che non sempre nello stupro ci sono). E allora come mai non sento mai parlare di pene così severe in casi come questi? Secondo la mia opinione uno stupro è si un reato grave, ma non meritevole in tutti i casi dell'ergastolo e di lavori forzati (poi dipende da vari fattori), per me 15 anni sono più che sufficienti considerando che per 15 anni lo stupratore soffrirà come un cane in galera (dove tutti soffrono giustamente o meno), la donna avrà si un trauma, ma ce lo avrà anche lo stupratore che per 15 anni dovrò stare rinchiuso giustamente in una stanza. Viceversa andrebbero alzate le pene di risse e pestaggi vari che hanno sia danni fisici che psicologici.
    L'impressione quasi che l'uomo si debba vergognare del fatto di aver subito traumi o violenze per cui si tende a minimizzare.

    Le conseguenze di questo atteggiamento quali sono? Semplice, che le donne a parità di reato hanno pene inferiori, lo dicono le statistiche, inoltre esse conscie del fatto che la violenza verso una donna è vista dalla società sullo stesso piano di un omicidio o quasi spesso se ne approfittano per inventarsi accuse o comunque per ingigantirle rovinando la vita a molti uomini. Addirittura ho letto che se scopi con una donna ubriaca questa può denunciarti di stupro, ok sono d'accordo che questo non vada fatto perchè lei non è del tutto consenziente, ma vi sembra normale che uno che magari si è scopato una volta un ubriaca debba essere castrato o passare il resto della propria vita in carcere? Questo eccessivo forcaiolismo a sesso unico va a danneggiare gli uomini in primis.
    Armonica, Pestis nigra and Jerome like this.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mistica Fascista
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    116,412
    Mentioned
    470 Post(s)
    Tagged
    20 Thread(s)

    Predefinito Re: Critica alla destra tradizionalista

    Al di là del merito di quello che sostieni, non penso proprio che la "destra tradizionalista" possa identificarsi totalmente in Salvini, cioè nella Lega, o in Di Stefano, cioè CasaPound. Anche perché dietro un'etichetta del genere può starci dentro di tutto: dal cattolico pre-conciliare al guénoniano di ferro, passando per l'evoliano doc e tutte le varie sfumature intermedie possibili ed immaginabili.
    Sul fatto che oggi ci sia una sovraesposizione mediatica dei reati commessi a danno delle donne non hai del tutto torto e sicuramente certa retorica sul femminicidio è nauseante. Va comunque detto che la donna è un soggetto più debole, sotto tanti aspetti, dell'uomo. E' la contraddizione di tanti discorsi femministi o progressisti sul tema: rivendicano una parità astratta tra uomo e donna e poi pretendono che quest'ultima abbia maggiori tutele, nonostante quest'ultime si giustifichino, se e quando opportune, nel momento in cui si riconosce che la donna, in generale, come soggetto meno forte dell'uomo.
    La questione dello stupro è più delicata. Sicuramente, consumare un rapporto sessuale con una persona ubriaca è qualcosa di degradante e se la persona in questione non è pienamente cosciente non si può parlare di rapporto consenziente. La complicazione è che la nozione stessa di stupro è mutata a livello giuridico, a causa delle modifiche introdotte dalla seconda metà degli anni '90 in poi.
    Credere - Pregare - Obbedire - Vincere

    "Maledetto l'uomo che confida nell'uomo" (Ger 17, 5).

  3. #3
    Forumista
    Data Registrazione
    17 Apr 2014
    Messaggi
    587
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Critica alla destra tradizionalista

    Citazione Originariamente Scritto da Giò Visualizza Messaggio
    Al di là del merito di quello che sostieni, non penso proprio che la "destra tradizionalista" possa identificarsi totalmente in Salvini, cioè nella Lega, o in Di Stefano, cioè CasaPound. Anche perché dietro un'etichetta del genere può starci dentro di tutto: dal cattolico pre-conciliare al guénoniano di ferro, passando per l'evoliano doc e tutte le varie sfumature intermedie possibili ed immaginabili.
    Sul fatto che oggi ci sia una sovraesposizione mediatica dei reati commessi a danno delle donne non hai del tutto torto e sicuramente certa retorica sul femminicidio è nauseante. Va comunque detto che la donna è un soggetto più debole, sotto tanti aspetti, dell'uomo. E' la contraddizione di tanti discorsi femministi o progressisti sul tema: rivendicano una parità astratta tra uomo e donna e poi pretendono che quest'ultima abbia maggiori tutele, nonostante quest'ultime si giustifichino, se e quando opportune, nel momento in cui si riconosce che la donna, in generale, come soggetto meno forte dell'uomo.
    La questione dello stupro è più delicata. Sicuramente, consumare un rapporto sessuale con una persona ubriaca è qualcosa di degradante e se la persona in questione non è pienamente cosciente non si può parlare di rapporto consenziente. La complicazione è che la nozione stessa di stupro è mutata a livello giuridico, a causa delle modifiche introdotte dalla seconda metà degli anni '90 in poi.

    Allora sono abbastanza d'accordo, ma sul fatto che la donna sia più debole dell'uomo sotto vari aspetti quali sarebbero questi aspetti? Se mi parli di forza fisica è vero che quasi tutte le donne sono più deboli, ma infatti io ho parlato di un uomo pestato "da un branco" che quindi lo mette in una posizione di debolezza e impotenza esattamente come una donna che viene aggredita da un uomo. Per quanto riguarda invece la debolezza psicologica, proabilmente è vero che la donna è mediamente più sensibile psicologicamente dell'uomo, ciò non toglie che possono esistere anche degli uomini deboli dal quel punto di vista o viceversa donne più forti che magari si riprendono prima. Non bisogna "dicotomizzare" troppo.

  4. #4
    Mistica Fascista
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    116,412
    Mentioned
    470 Post(s)
    Tagged
    20 Thread(s)

    Predefinito Re: Critica alla destra tradizionalista

    Citazione Originariamente Scritto da Eddie Brock Visualizza Messaggio
    Allora sono abbastanza d'accordo, ma sul fatto che la donna sia più debole dell'uomo sotto vari aspetti quali sarebbero questi aspetti? Se mi parli di forza fisica è vero che quasi tutte le donne sono più deboli, ma infatti io ho parlato di un uomo pestato "da un branco" che quindi lo mette in una posizione di debolezza e impotenza esattamente come una donna che viene aggredita da un uomo. Per quanto riguarda invece la debolezza psicologica, proabilmente è vero che la donna è mediamente più sensibile psicologicamente dell'uomo, ciò non toglie che possono esistere anche degli uomini deboli dal quel punto di vista o viceversa donne più forti che magari si riprendono prima. Non bisogna "dicotomizzare" troppo.
    Intendevo proprio ciò che hai scritto adesso, cioè che la donna è più debole in termini di forza fisica ed in termini comportamentali è condizionata in modo più intenso dalle emozioni, motivo per cui è maggiormente empatica, sensibile, ecc. Quella fra uomo e donna è una dualità, non una dicotomia o un'antitesi, perciò in questo senso sono d'accordo con te. Ciò non toglie che non possiamo considerare uomo e donna uguali, fuorché nella loro dignità di esseri umani. Pertanto, è chiaro che l'uomo ha molte più possibilità di difendersi efficacemente, mentre invece una donna ne ha meno se si confronta con un uomo. Ovviamente le cose cambiano se la donna si confronta con un uomo più giovane d'età, magari un ragazzino, oppure se l'uomo in questione soffre qualche debolezza fisica particolare, però qui il discorso cambia ulteriormente perché subentrano fattori che non dipendono in senso stretto dalla diversità uomo-donna.
    Sparviero, FRUGALE and Agnosta like this.
    Credere - Pregare - Obbedire - Vincere

    "Maledetto l'uomo che confida nell'uomo" (Ger 17, 5).

  5. #5
    Semplificare!
    Data Registrazione
    18 Dec 2010
    Messaggi
    11,579
    Mentioned
    64 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Critica alla destra tradizionalista

    Senza entrare in dispute numeriche sulla durata della galera, bisogna riconoscere che la donna è diversa dall'uomo e fisicamente è in genere più debole, quindi va tutelata su questo aspetto. Inoltre rappresenta (spero non solo per me) l'elemento principe nella procreazione e nella crescita dei figli.
    Ma è giusto distinguere tra una donna ubriaca o drogata che si fa scopare e il giorno dopo va a denunciare lo stupro, e la ragazza che torna da scuola o la donna alla fermata del bus che viene rapita, trattenuta contro la sua volontà e violentata. Sono entrambi episodi negativi, il primo forse è solo squallido, il secondo lo considero al pari dell'omicidio.
    Analogamente, sulle risse, se un balordo mi aggredisce per derubarmi, io lo colpisco e lui muore cadendo male, è diverso da due fazioni opposte di ultras che si danno appuntamento per menarsi e ci scappa il morto o un rapinatore che mi massacra in casa mentre dormo. Per me si va, nell'ordine, dalla medaglia al valor civile alla pena di morte, e spero che anche le leggi vigenti facciano dei distinguo.
    Agnosta and Sparviero like this.
    ...up the babooens!!

  6. #6
    Forumista
    Data Registrazione
    20 Apr 2016
    Messaggi
    562
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Critica alla destra tradizionalista

    Le pene per stupro vanno solo dai 6 ai 12 anni (proprio grazie alla mentalitá che ne minimizza la gravitá) e tra attenuanti e patteggiamento spesso la bestia sconta pochi anni per aver distrutto la vita di una persona (ed anche della sua famiglia, ad esempio i genitori), tornando libero a ridersela e magari a vantarsene, mentre la sua vittima é condannata ad un ergastolo psichico.

    L'autore della discussione dovrebbe chiedersi se preferirebbe essere picchiato da un branco riportando solo contusioni e fratture oppure essere stuprato da un branco (può capitare anche agli uomini) e perdere la propria dignitá e stabilità psichica a vita: se la risposta é che preferirebbe essere pestato, allora capirá perché lo stupro venga ritenuto dalla maggior parte delle persone un crimine piú grave meritevole di una pena carceraria molto piú pesante.

    Faccio inoltre notare che in una societá veramente tradizionale come l'Iran, gli stupratori finiscono impiccati ad una gru mentre nella progressista scandinavia se gli va proprio male se la cavano con due o tre anni di galera.
    Sentenza, FRUGALE, Daser and 2 others like this.
    ”Coloro che non fermano l’immigrazione ai loro confini sono destinati a scomparire“ (Viktor Orban)

  7. #7
    Semplificare!
    Data Registrazione
    18 Dec 2010
    Messaggi
    11,579
    Mentioned
    64 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Critica alla destra tradizionalista

    Le donne non si toccano, o meglio, si toccano solo se e come vogliono loro.
    Agnosta likes this.
    ...up the babooens!!

  8. #8
    Forumista
    Data Registrazione
    17 Apr 2014
    Messaggi
    587
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Critica alla destra tradizionalista

    Citazione Originariamente Scritto da Agnosta Visualizza Messaggio
    Le pene per stupro vanno solo dai 6 ai 12 anni (proprio grazie alla mentalitá che ne minimizza la gravitá) e tra attenuanti e patteggiamento spesso la bestia sconta pochi anni per aver distrutto la vita di una persona (ed anche della sua famiglia, ad esempio i genitori), tornando libero a ridersela e magari a vantarsene, mentre la sua vittima é condannata ad un ergastolo psichico.

    Mettere sullo stesso piano tutti gli stupri è ridicolo. Un conto è una ragazza violentata tutta notte e presa a botte, un altro è appunto scopare con una ragazza ubriaca. Tu vorresti impiccare chi ha fatto l'errore di fare sesso con una ragazza ubriaca? Ripeto, non dico sia giusto, ma dare pene stra esagerate significa appunto avallare la mentalità secondo cui l' incolumità della donna vale più di quella dell'uomo. Poi tu forse non hai ben presente quanti siano 12 anni di galera, prova a pensare i tuoi ultimi 12 anni di vita e tutte le cose che hai fatto e poi prova a pensare se questo tempo lo avessi passato in una cella. Insomma è vero che la vittima probabilmente avrà dei traumi psichici, ma anche lo stupratore che non è che se la passerà proprio bene nè durante nè dopo la sua detenzione.
    Ecco un'altra critica che muovo alla destra è quello di essere eccessivamente forcaiola, chiedere pene stra esagerate che non servono a una sega. Tra i 6 e i 12 la ritengo una giusta pena, aumenterei fino a 20 nei casi più gravi.



    L'autore della discussione dovrebbe chiedersi se preferirebbe essere picchiato da un branco riportando solo contusioni e fratture oppure essere stuprato da un branco (può capitare anche agli uomini) e perdere la propria dignitá e stabilità psichica a vita: se la risposta é che preferirebbe essere pestato, allora capirá perché lo stupro venga ritenuto dalla maggior parte delle persone un crimine piú grave meritevole di una pena carceraria molto piú pesante.

    CVD, il tuo è ginocentrismo.

    Perchè tu pensi che il pestaggio di gruppo non possa portare dei traumi psicologici indelebili? Pensi davvero che sia solo una questione di "ferite da curare" ? A parte poi che le lesioni possono essere anche permanenti.
    Rispondendo alla tua domanda, io personalmente preferirei essere stuprato, probabilmente non opporrei resistenza per evitare di venire anche malmenato, ma il pensiero di essere colpito ripetutamente e non sapere come sarà la mia faccia, o se ne uscirò vivo mi rabbridisce.



    Faccio inoltre notare che in una societá veramente tradizionale come l'Iran, gli stupratori finiscono impiccati ad una gru mentre nella progressista scandinavia se gli va proprio male se la cavano con due o tre anni di galera.
    Infatti l'Iran fa cagare. 2-3 anni di galera sono pochi, ma 20-30 come propongono certi forcaioli di destra e non solo sono decisamente troppi. La pena giusta è una via di mezzo, ma il punto centrale è che andrebbero aumentate le pene dei pestaggi, sopratutto quelli di gruppo. A me tra l'altro è pure successo, a dirti la verità mi sono ripreso piuttosto bene, ma non vale per tutti, ognuno reagisce in maniera diversa sia a stupri che a pestaggi.

  9. #9
    Forumista
    Data Registrazione
    17 Apr 2014
    Messaggi
    587
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Critica alla destra tradizionalista

    Citazione Originariamente Scritto da FRUGALE Visualizza Messaggio
    Senza entrare in dispute numeriche sulla durata della galera, bisogna riconoscere che la donna è diversa dall'uomo e fisicamente è in genere più debole, quindi va tutelata su questo aspetto. Inoltre rappresenta (spero non solo per me) l'elemento principe nella procreazione e nella crescita dei figli.
    Ma è giusto distinguere tra una donna ubriaca o drogata che si fa scopare e il giorno dopo va a denunciare lo stupro, e la ragazza che torna da scuola o la donna alla fermata del bus che viene rapita, trattenuta contro la sua volontà e violentata. Sono entrambi episodi negativi, il primo forse è solo squallido, il secondo lo considero al pari dell'omicidio.
    Analogamente, sulle risse, se un balordo mi aggredisce per derubarmi, io lo colpisco e lui muore cadendo male, è diverso da due fazioni opposte di ultras che si danno appuntamento per menarsi e ci scappa il morto o un rapinatore che mi massacra in casa mentre dormo. Per me si va, nell'ordine, dalla medaglia al valor civile alla pena di morte, e spero che anche le leggi vigenti facciano dei distinguo.
    Per pestaggio di gruppo intendo uomo che sta per i fatti suoi, viene aggredito per un X motivo futile da un tot di enurgmeni e viene mandato in ospedale con ferite più o meno gravi. Non c'è alcun parametro oggettivo per stabilire che questo caso sia meno grave dello stupro. Il fatto che la donna sia più debole dell'uomo conta praticamente zero nel caso delle aggressioni di gruppo, diverso è se sei 1 vs 1 ma anche lì dipende quanto l'uomo aggredito sia in grado di difendersi.

  10. #10
    Semplificare!
    Data Registrazione
    18 Dec 2010
    Messaggi
    11,579
    Mentioned
    64 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Critica alla destra tradizionalista

    Mi sembrava di essere stato chiaro, ma aggiungo: se un gruppo di stronzi pesta qualcuno per futili motivi, è giusto che si facciano trent'anni di lavori forzati.
    Va bene cosi?

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 08-03-17, 22:09
  2. Alla destra manca una coscienza critica
    Di Florian nel forum Conservatorismo
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 11-03-10, 19:42
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03-08-09, 14:16
  4. DOCUMENTI - Russell Kirk, il conservatore tradizionalista
    Di Florian nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 30-06-09, 16:21
  5. La nullita' politica della destra tradizionalista
    Di pietro nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 29-11-05, 14:36

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226