User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 23
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    07 Aug 2010
    Messaggi
    636
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il revisionismo storico è davvero "illegittimo"?

    IL REVISIONISMO STORICO SULL'OLOCAUSTO, E' DAVVERO "ILLEGITTIMO"?



    - I DECESSI AD AUSCHWITZ -







    - TARGA COMMEMORATIVA AD AUSCHWITZ -



    PRIMA: "FOUR MILLION" - "QUATTRO MILIONI"



    DOPO: "ONE AND A HALF MILLION" - "UN MILIONE E MEZZO"








    - CAMERE A GAS A CONFRONTO -



    AMERICANA



    TEDESCA



    AMERICANA




    TEDESCA

    Ultima modifica di Identitario; 13-09-10 alle 11:21

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il revisionismo storico è davvero "illegittimo"?

    Il revisionismo come ha detto Faurisson è una delle sfide del secolo.
    Per me,prima o poi la verità trionferà come è successo per Gallileo tanti anni orsono.
    I detrattori del revisionismo RIFIUTANO qualsiasi confronto(si veda a proposito la dichiarazione di "Le monde" firmata da diversi storici di regime con la quale
    affermavano che sulle camere a gas non può esserci dibattito(!).
    Questo perchè sanno che messi a confronto con gli storici revisionisti perderebbero in partenza,oltretutto
    se il dibattito fosse pubblico la gente potrebbe interrogarsi e scoperchiare pentole che non devono essere scoperchiate.
    Il mito dell'olocausto è creato dal sionismo che lo usa per giustificare l'entità sionista.
    I politici loro servi promulgano leggi repressive contro il revisionismo proprio perchè sanno che il revisionismo potrebbe aprire gli occhi al popolo bue e far terminare la giostra per chi campa da anni sull'olocausto(a tal proposito leggere "L'industria dell'olocausto" di Filkenstein).
    I detrattori del revisionismo mentono sapendo di mentire,affermano che i revisionisti sono dei fascisti che vogliono unicamente riabilitare il nazismo(in realtà i revisionisti sono quasi tutti di sinistra,e il capostipite era un partigiano torturato dalla GESTAPO),affermano che le leggi repressive sono utili a "preservare la memoria"
    e "non offendere i superstiti",ma questa baggianata
    viene smentita con l'assenza di leggi repressive contro il negazionismo sulle foibe..sempre che un superstite non valga più dell'altro.
    W il revisionismo
    W la libertà!

  3. #3
    Redskin
    Data Registrazione
    05 Oct 2009
    Località
    Puteolano a Roma
    Messaggi
    2,041
    Mentioned
    18 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il revisionismo storico è davvero "illegittimo"?

    Espongo la mia personale opinione, immaginando che a qualcuno non farà piacere ciò che dico.

    Io sono FAVOREVOLE al revisionismo e CONTRARIO al negazionismo.
    La differenza tra i due è lampante: il primo tenta di rileggere sotto una nuova ottica la storia, il secondo semplicemente nega dei fatti.

    Per quanto concerne la questione ebraica:
    - un revisionista cerca e trova dati che dimostrano la fandonia dei milioni di morti, magari dimostrando che erano migliaia.
    - il negazionista NEGA completamento tutto l'impianto.

    Personalmente ritengo che non si possano nè si debbano negare verità storiche come i campi di sterminio, i gulag o le foibe, mentre è sacrostanto rivedere le stime e ricercare verità più complete.

    Non ALTRE verità, ma solo la COMPLETA verità.

    Spero di essermi spiegato correttamente.

  4. #4
    Forumista
    Data Registrazione
    07 Aug 2010
    Messaggi
    636
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il revisionismo storico è davvero "illegittimo"?

    Citazione Originariamente Scritto da Antonio Visualizza Messaggio
    Espongo la mia personale opinione, immaginando che a qualcuno non farà piacere ciò che dico.

    Io sono FAVOREVOLE al revisionismo e CONTRARIO al negazionismo.
    La differenza tra i due è lampante: il primo tenta di rileggere sotto una nuova ottica la storia, il secondo semplicemente nega dei fatti.

    Per quanto concerne la questione ebraica:
    - un revisionista cerca e trova dati che dimostrano la fandonia dei milioni di morti, magari dimostrando che erano migliaia.
    - il negazionista NEGA completamento tutto l'impianto.

    Personalmente ritengo che non si possano nè si debbano negare verità storiche come i campi di sterminio, i gulag o le foibe, mentre è sacrostanto rivedere le stime e ricercare verità più complete.

    Non ALTRE verità, ma solo la COMPLETA verità.

    Spero di essermi spiegato correttamente.


    sono d'accordo, ma chi nega che qualche ebreo sia morto va contro la realtà dei fatti, ma comunque non merita il carcere per una cosa del genere, chiunque è libero di credere che napoleone non sia esistito o che gli indiani d'america non stati uccisi ma nessuno ha il diritto di sbatterlo al fresco...

    ciò su cui i revisionisti discutono è "come ciò è avvenuto", sostengono che le pretese camere a gas non sono mai esistite, quindi si scarta l'ipotesi di OMICIDIO VOLONTARIO, mentre se invece gli ebrei sono morti di tifo e di stenti nei campi si tratta di OMICIDIO COLPOSO, poi bisogna ripartire bene le RESPONSABILITA' di tale "omicidio colposo", in primis ricadono sui sionisti che dichiararono guerra alla germania nel 24 marzo del 1933,
    PRIMA DI OGNI LEGGE CONTRO GLI EBREI (daily wxpress 24 marzo 33: http://olo-dogma.myblog.it/media/02/02/1910554797.2.jpg), e che fecero l'attentato all'ambasciatore tedesco von rath, spingendo le autorità tedesche a prendere provvedimenti restrittivi contro le comunità ebraiche tedesche, come era uso in quell'epoca, infatti anche negli usa i giapponesi durante la guerra furono rinchiusi in campi di concentramento(http://it.wikipedia.org/wiki/Campo_d...ti_d.27America), un'altra parte di responsabilità ricade anche sui bombardamenti alleati sulle ferrovie che impdirono l'arrivo dei viveri e dei medicinali nei campi di concentramento a cui i prigionieri avevano "diritto" come ricorda primo levi nel suo libro, inoltre i campi erano gestiti dagli stessi ebrei i cosiddetti "kapo"...


    ECCO LE TESI REVISIONISTE BEN RIASSUNTE DAL VESCOVO BISHOP WILLIAMSON(INTERVISTA NON CENSURATA)



    MOLTE DELLE COSE CHE SAPPIAMO SULL'OLOCAUSTO SONO FRUTTO DI FALSA PROPAGANDA SOVIETICA

    CORRIERE DELLA SERA
    Storici ebrei: sapone con i deportati, leggenda nera
    L' ORRORE DEI LAGER ALIMENTÒ ANCHE DEI MITI. A GERUSALEMME SI APRE LA POLEMICA
    Storici ebrei: sapone con i deportati, leggenda nera
    Cade una leggenda nera, quella degli ebrei ridotti a sapone. E' una rivelazione recente che pone fine a una serie di credenze sulle atrocità dei lager nazisti, servite in parte anche a negare gli orrori commessi. Disinformazione di guerra, dunque. Anche se nella realtà del nazismo resta una macabra contabilità. Collezioni di scheletri e crani, corpi affidati agli istituti di anatomia delle facoltà di medicina tedesche per essere spolpati e studiati a fondo, e non solo per «conoscere», come richiedeva Himmler, il «sottotipo razziale ebreo e bolscevico», ma per redigere atlanti e manuali di medicina; capelli umani trasformati in feltro industriale «previo avvolgimento in bobine» (i capelli delle donne permettevano anche la fabbricazione di pantofole). Queste e altre simili atrocità realmente compiute sui corpi vivi e morti degli ebrei e dei deportati nei lager nazisti, sono stati all' origine della leggenda nera adesso messa in discussione.(se erano false le voci sui capelli, non vedo il motivo per cui dovrebbero essere vere queste altre, dico io) Con il grasso degli ebrei, assassinati nelle camere a gas, i nazisti avrebbero «fatto sapone» o addirittura carne in scatola, da servire agli stessi ebrei impiegati nelle industrie di guerra. Una leggenda di cui non si conosce bene l' origine, ma che circolò tra le fila della resistenza polacca e che sarebbe stata alimentata dagli ufficiali e dai commissari politici dell' Armata rossa, per dipingere con toni ancor più macabri e drammatici gli orrori del nazismo. Una leggenda fatta propria anche da taluni dei sopravvissuti (ne abbiamo sentito eco anche in Italia) che, per attirare l' attenzione dei molti indifferenti alla loro tragica storia, dichiaravano di avere assistito alla saponificazione di molti ebrei. Una storia tutta da sfatare, come ricorda l' Avvenire di ieri, e che qualcuno ha attribuito alla penna di Wiesenthal,(l'esaltato) il cacciatore di nazisti, che arrivò a ipotizzare la saponificazione di quasi un milione di corpi di ebrei assassinati da parte di un' industria tedesca nei pressi del lager di Belzec. Una storia che anche il direttore del Museo dell' Olocausto israeliano e lo storico Yeudha Bauer dell' università di Tel Aviv definiscono priva di fondamento. Tuttavia, le notizie delle atrocità compiute dai nazionalsocialisti erano così diffuse e, in parte, così incredibili, che non fu difficile confondere realtà e fantasia. Anzi, a volte si negava la verità dei fatti quando veniva raccontata da testimoni d' eccezione (come accadde a Jan Karski, una staffetta della resistenza polacca, che nel 1942 rischiò la vita per entrare di nascosto in un lager di sterminio nei pressi proprio di Belzec), e si credeva più facilmente alle falsità, capaci di colpire la fantasia popolare e che facevano parte di un noto e già sperimentato armamentario propagandistico di guerra psicologica contro il nemico. Per altro verso, gli ufficiali dell' Armata rossa, esagerando le atrocità dei nemici nazisti, riuscivano assai bene a nascondere i crimini commessi dal loro esercito liberatore sulle popolazioni e spesso anche sui loro stessi soldati, quando erano accusati di "tradimento". A tale proposito, alcune pagine del libro autobiografico di Margarete Buber-Neumann (Prigioniera di Stalin e Hitler), sono esemplari. Sopravvissuta al lager di Ravensbruck, fugge terrorizzata dalla fulminea avanzata dell' Armata rossa. Così, una leggenda nera che si trasforma in racconto (anche il regista Benigni che per il suo film La vita è bella, dichiara di essersi avvalso della consulenza di storici e sopravvissuti italiani, mette in bocca a Giosuè la frase «con noi ci fanno i bottoni e il sapone»), negli anni verrà usata da molti negazionisti per affermare che lo sterminio e le camere a gas non sono mai esistiti. Chi dice il falso una volta, chi esagera sulle cifre delle vittime (nel dopoguerra una commissione sovietica affermò che ad Auschwitz erano morti quattro milioni di persone e che con la cenere dei corpi si era fabbricato del fertilizzante), allora non è credibile nemmeno quando riporta la verità fattuale. Da tempo, gli storici si sono fatti più prudenti, hanno cercato di sfatare miti e leggende, di correggere eccessi nella descrizione di orrori e nel numero delle vittime, per offrire una verità sempre più vicina all' uomo, che accusi i carnefici, ammonisca gli spettatori indifferenti e renda giustizia alle vittime. Frediano Sessi



    RAPPORTO DELLA CROCE ROSSA SUI MORTI NEI CAMPI: 200.000





    LE FALSIFICAZIONI FOTOGRAFICHE
    Le Falsificazioni Fotografiche della Propaganda e l' "Olocausto" Ebraico



    [COLOR="Red"]IL RAPPORTO LEUCHTER, COSTRUTTORE DI CAMERE A GAS NEGLI USA
    http://www.vho.org/aaargh/fran/livres2/rapport1i.pdf
    Ultima modifica di Identitario; 13-09-10 alle 16:30

  5. #5
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il revisionismo storico è davvero "illegittimo"?

    Citazione Originariamente Scritto da Antonio Visualizza Messaggio
    Espongo la mia personale opinione, immaginando che a qualcuno non farà piacere ciò che dico.

    Io sono FAVOREVOLE al revisionismo e CONTRARIO al negazionismo.
    La differenza tra i due è lampante: il primo tenta di rileggere sotto una nuova ottica la storia, il secondo semplicemente nega dei fatti.

    Per quanto concerne la questione ebraica:
    - un revisionista cerca e trova dati che dimostrano la fandonia dei milioni di morti, magari dimostrando che erano migliaia.
    - il negazionista NEGA completamento tutto l'impianto.

    Personalmente ritengo che non si possano nè si debbano negare verità storiche come i campi di sterminio, i gulag o le foibe, mentre è sacrostanto rivedere le stime e ricercare verità più complete.

    Non ALTRE verità, ma solo la COMPLETA verità.

    Spero di essermi spiegato correttamente.
    Non farti mai ingannare dalle boiate della stampa.
    Non esiste una differenza tra negazionisti e revisionisti,proprio perchè i negazionisti non esistono.
    È un termine dispregiativo usato furbescamente dalla stampa filosionista,infatti nessun revisionista nega
    l'esistenza dei campi di concentramento e le sofferenze
    e le morti.
    Semplicemente si indaga e si mostrano le cose come sono andate realmente,spulciando a fondo le testimonianze e confrontandole con le prove come ogni ricerca storica degna di questo nome dovrebbe fare.

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    10,635
    Mentioned
    22 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il revisionismo storico è davvero "illegittimo"?

    Revisionismo significa semplicemente analizzare i fatti storici senza essere condizionati dalla versione finora ufficiale di quei fatti.
    Negazionismo significa negare che un fatto dato comunemente e ufficialmente a torto o a ragione come vero, sia avvenuto. Nel caso dell' olocausto ebraico è chiaro come il sole che sono morte delle persone, in parte anche innocenti, tuttavia i fatti sono molto più complessi di come c' è li hanno descritti. Molte cose sono state esagerate perchè d' altronde lo sconfitto viene regorlarmente diffamato. Tutto qui.
    Resto contrario a perseguire per legge le asserzioni su tali questioni.

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    06 Jun 2009
    Messaggi
    2,579
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il revisionismo storico è davvero "illegittimo"?

    Citazione Originariamente Scritto da Antonio Visualizza Messaggio
    Espongo la mia personale opinione, immaginando che a qualcuno non farà piacere ciò che dico.

    Io sono FAVOREVOLE al revisionismo e CONTRARIO al negazionismo.
    La differenza tra i due è lampante: il primo tenta di rileggere sotto una nuova ottica la storia, il secondo semplicemente nega dei fatti.

    Per quanto concerne la questione ebraica:
    - un revisionista cerca e trova dati che dimostrano la fandonia dei milioni di morti, magari dimostrando che erano migliaia.
    - il negazionista NEGA completamento tutto l'impianto.

    Personalmente ritengo che non si possano nè si debbano negare verità storiche come i campi di sterminio, i gulag o le foibe, mentre è sacrostanto rivedere le stime e ricercare verità più complete.

    Non ALTRE verità, ma solo la COMPLETA verità.

    Spero di essermi spiegato correttamente.
    sottoscrivo in pieno.

    non è la contabilità dei morti che altera o no un giudizio.

    e cmq personalmente l'Olodogma non mi interessa
    perchè comincio a vedere patire la fame i miei connazionali europei.

    se sono letture per passare il tempo...allora non giudico.

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    06 Jun 2009
    Messaggi
    2,579
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il revisionismo storico è davvero "illegittimo"?

    Citazione Originariamente Scritto da Avanguardia Visualizza Messaggio
    Revisionismo significa semplicemente analizzare i fatti storici senza essere condizionati dalla versione finora ufficiale di quei fatti.
    Negazionismo significa negare che un fatto dato comunemente e ufficialmente a torto o a ragione come vero, sia avvenuto. Nel caso dell' olocausto ebraico è chiaro come il sole che sono morte delle persone, in parte anche innocenti, tuttavia i fatti sono molto più complessi di come c' è li hanno descritti. Molte cose sono state esagerate perchè d' altronde lo sconfitto viene regorlarmente diffamato. Tutto qui.
    Resto contrario a perseguire per legge le asserzioni su tali questioni.
    correttissimo
    e poi talvolta ci sono anche solenni esagerazioni nelle correnti revisioniste

    cioè mi sembra un argomento che faccia soltanto il gioco del sistema

  9. #9
    Forumista
    Data Registrazione
    07 Aug 2010
    Messaggi
    636
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il revisionismo storico è davvero "illegittimo"?

    Citazione Originariamente Scritto da msdfli Visualizza Messaggio
    sottoscrivo in pieno.

    non è la contabilità dei morti che altera o no un giudizio.

    e cmq personalmente l'Olodogma non mi interessa
    perchè comincio a vedere patire la fame i miei connazionali europei.

    se sono letture per passare il tempo...allora non giudico.
    non è solo "contabilità", ma "responsabilità" e "cause" dei morti, insegnano continuamente che l'orgoglio razziale porta INEVITABILMENTE ai lager, questo dogma è smontato dai fatti, i lager non furono istituiti per motivi razziali, e molte delle cose orrende raccontate sono frutto di propaganda sovietica distorta, come quella degli "ebrei di sapone"

  10. #10
    Forumista senior
    Data Registrazione
    06 Jun 2009
    Messaggi
    2,579
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il revisionismo storico è davvero "illegittimo"?

    Citazione Originariamente Scritto da Identitario Visualizza Messaggio
    non è solo "contabilità", ma "responsabilità" e "cause" dei morti, insegnano continuamente che l'orgoglio razziale porta INEVITABILMENTE ai lager, questo dogma è smontato dai fatti, i lager non furono istituiti per motivi razziali, e molte delle cose orrende raccontate sono frutto di propaganda sovietica distorta, come quella degli "ebrei di sapone"
    si
    anche perchè l'orgoglio razziale non conduce ai lager, ma a 1000 altre cose,
    e anche da parte di democrazie considerate il Bene assoluto.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Il revisionismo storico è davvero "illegittimo"?
    Di Identitario nel forum Storia
    Risposte: 81
    Ultimo Messaggio: 04-11-10, 00:11
  2. Il Sangue dei vinti: dibattito sul "revisionismo" storico
    Di C@scista nel forum Destra Radicale
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 11-12-09, 11:15
  3. Corte Costituzionale: "Lodo Alfano illegittimo" [3d uniti]
    Di albiy nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1693
    Ultimo Messaggio: 09-10-09, 17:55
  4. ESTERI/ Iran, atto finale: "Il Governo di Ahmadinejad è illegittimo"
    Di FalcoConservatore nel forum Conservatorismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-07-09, 19:23
  5. Risposte: 68
    Ultimo Messaggio: 23-06-06, 10:13

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226