User Tag List

Risultati da 1 a 1 di 1
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    04 Jun 2009
    Località
    Mein Reich ist in der Luft
    Messaggi
    11,094
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il latifondo mediatico occidentale

    Il latifondo mediatico occidentale


    Una accusa di adulterio e omicidio, se si cancella quel che sottende la "e" -un grave reato- diventa una prelibata pietanza mediatica atta a fomentare i bassi istinti “occidentali”, e far sentire tutti come nobili e immacolati cavalieri senza paura. Per dare vigore ad una campagna contro una nazione, la sua cultura e le sue tradizioni. I mezzi di comunicazione –nell’epoca della guerra mediatica non piú mimetizzata- per solleticare l’ego dell’autoreferenziale “superiorita’ etica” occidentale, devono dimenticare le radici giudeo-cristiane della lapidazione. Tacere che i capintesta della campagna anti-iraniana annoverano un menu’ assortito di condanne capitali a cui i loro tribunali fanno ordinariamente ricorso.
    Il latifondo mediatico occidentale e’ anche in grado di trasformare in martire gandhiano un cittadino venezuelano che si immola in uno sciopero della fame protratto fino all’estremo. Con molta fantasia lo dipinge come una vittima della collettivizzazione forzata della terra, sacrificato da feroci e fanatici bolscevichi, insensibili al diritto alla proprietá privata di un onesto produttore. Il monopolio trans-nazionale della comunicazione non ha scrupoli e dipinge questo fosco scenario. Occulta che Franklin Britto aveva –invece- ricevuto 290 (duecentonovanta) ettari di terra ed assistenza finanziaria agevolata, grazie all’applicazione della riforma agraria.

    Si e’ immolato perche’ –a sua dire- non erano stati tracciati correttamente i limiti topografici dei 290 ettari che gli erano stati assegnati dal ministero dell'agricoltura, e i suoi vicini gli avrebbero sottratto surretiziamente ("solapado") qualcosa da adibire ad accesso. Si puo’ morire per questa ragione? Evidentemente si’. Quel che e' inaccettabile, pero', e’ la manipolazione per trasformare un piccolo propietario in una vittima dell’esproriazione. Mutare uno che si e' beneficiato della riforma agraria in corso in Venezuela in un povero peón forzato. Ne’ l’opposizione dovrebbe incitare cinicamente al sacrificio, per sfruttare elettoralmente un defunto a cui i tribunali non hanno riconosciuto la validita’ delle sue ragioni.

    Anche in Argentina il monopolio mediatico sta strillando forte contro un grave "attentato alla liberta’ di stampa" perpetrato dal governo di Buenos Aires. Di che si tratta? La Presidente Cristina Fernandez ha presentato un disegno di legge per modificare l’attuale struttura del mercato della carta per i giornali. Naturalmente, secondo i padroni della comunicazione, si tratterebbe di una "follia populista"

    Dai tempi della dittatura, la carta e' controllata totalmente dai due maggiori gruppi editoriali che –con l’andar del tempo- sono diventati consorzi televisivi, TV via cavo, case editrici, web e pubblicita’. Nel coro, a gridare piu’ forte come un tenore, e’ il grupo Clarín che possiede il 30% della societa’ che ha in pugno la carta per l’industria tipografica. Strilla forte, non risparmia accuse e metafore sensazionalistiche, fa ricorso ai mezzi piú bassi e vili, per mandare al rogo l’insano “populismo dittatoriale” dei governanti argentini. Monopolio o liberta' d'espressione da garantire anche alla concorrenza?

    E’ la guerra mediatica, ossia l’informazione gestita dai civili che agisce –e reagisce- come i militari incaricati della “guerra psicologica” o della propaganda in tempo di guerra. Non c’e’ nessun limite, tutto e’ lecito, si falsifica testo ed immagine, se non basta l’omissione c’e’ la distorsione, e in loro assenza si puo' inventare liberamente. L’informazione e’ diventata la guerra quotidiana alle coscienze, come fase preliminare per arrivare alla deflagrazione dei conflitti con armi belliche.


    Il latifondo mediatico occidentale, Titus
    Ultima modifica di Majorana; 13-09-10 alle 17:25
    ████████

    ████████

    Gli umori corrodono il marmo

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

 

 

Discussioni Simili

  1. Il latifondo in Brasile
    Di miccia nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 21-03-10, 19:22
  2. Il latifondo in Brasile
    Di miccia nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-03-10, 14:55
  3. il latifondo: grande interrogativo del periodo borbonico
    Di o'brigante nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 28-11-07, 17:26
  4. Bolivia: abolito il Latifondo
    Di Danny nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 11-05-06, 23:16

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226