User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
Like Tree5Likes
  • 1 Post By Majorana
  • 1 Post By Freikorp88
  • 1 Post By Freezer
  • 2 Post By Kavalerists

Discussione: USA: la lobby filo-israeliana diventa parte del dibattito

  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    04 Jun 2009
    Località
    Mein Reich ist in der Luft
    Messaggi
    11,094
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito USA: la lobby filo-israeliana diventa parte del dibattito

    USA: la lobby filo-israeliana diventa parte del dibattito

    Original Version: Israel Lobby Becomes Part of the Debate
    Uno degli aspetti più affascinanti delle recenti tensioni fra i governi americano e israeliano attorno alla diplomazia di Washington sulla questione mediorientale è stato il cambiamento radicale nella posizione pubblica della cosiddetta “lobby israeliana” negli Stati Uniti. Questa espressione si riferisce ad una rete molto sofisticata, ampia ed efficace di persone e organizzazioni americane che lavorano per modellare la politica estera statunitense affinché favorisca le vedute israeliane piuttosto che quelle arabe sulla questione.
    La lobby filo-israeliana include gruppi ebrei americani, ma anche organizzazioni cristiane fondamentaliste. Sin dagli anni ‘70 tali gruppi sono riusciti a influenzare i contorni generali della politica di Washington nella regione su qualunque aspetto che toccava o riguardava gli interessi israeliani, utilizzando mezzi di pressione politica perfettamente legali e abituali negli Stati Uniti, che mirano sia alla classe politica sia all’opinione pubblica:
    1. Il più importante fra questi è quello di sottoporre i membri del Congresso e il Presidente a notevoli pressioni locali e nazionali (riguardanti possibili finanziamenti e voti) per mantenere la loro adesione alla posizione filo-israeliana, nel senso che altrimenti rischierebbero di perdere le elezioni successive. (Perciò il Congresso normalmente, come ha fatto anche nelle ultime settimane, redige lettere firmate da un’ampia maggioranza dei suoi membri in cui dichiara il forte sostegno a qualsiasi causa Israele gli chieda di sostenere.)
    2. A ciò si aggiungono le costanti attività professionali mirate a modellare l’opinione pubblica, soprattutto attraverso l’influenza esercitata sui mass media, che include la presentazione di Israele come fedele alleato strategico degli Stati Uniti, mentre arabi, iraniani e un insieme di altre nazioni, sono dipinti come pericolosi sia per la sopravvivenza d’Israele che per i valori americani. Fra queste ci sono le attività di decine di gruppi filo-israeliani che si presentano come organizzazioni americane indipendenti, ma che secondo molti lavorano principalmente per promuovere sentimenti, politiche e interessi filo-israeliani: Campus Watch, CAMERA, MEMRI, Washington Institute for Near East Policy (WINEP), American-Israeli Public Affairs Committee (AIPAC) e altri.
    Il recente sviluppo a cui si accennava sta nel fatto che questi e altri gruppi sono stati costretti a emergere dal “mondo delle ombre” dove la loro agenda filo-israeliana ha sempre trovato una copertura confortevole ed efficace, e ora sono oggetto di discussioni pubbliche, principalmente sotto due profili: queste organizzazioni lavorano per il bene degli Stati Uniti, o per quello di Israele? La loro forte influenza sull’opinione pubblica e sulla politica estera americana è positiva o negativa per gli Stati Uniti?
    Il nuovo dibattitto pubblico sulla lobby filo-israeliana negli Stati Uniti è stato messo in evidenza qualche settimana fa da un eccellente scambio di vedute sulla rivista Foreign Policy tra il professor Stephen Walt della Harvard University (co-autore di “The Israel Lobby and US Foreign Policy”, insieme a John Mearsheimer della University of Chicago) e Robert Satloff, direttore del Washington Institute for Near East Policy (WINEP). I due hanno scambiato opinioni su alcune questioni sollevate da Walt in risposta a un precedente articolo firmato da un giornalista americano, il quale citava una fonte di Washington che suggeriva che Dennis Ross, il navigato responsabile del Dipartimento di Stato e della Casa Bianca, fosse “molto più attento alla politica della coalizione di Netanyahu che non agli interessi americani”.
    Il dialogo Walt-Satloff ha toccato diversi aspetti, di cui il più importante è stato se WINEP sia un’istituzione americana indipendente che produce analisi, ricerche e raccommandazioni indipendenti, o se in realtà sia parte integrante della campagna di pressione e promozione filo-israeliana. Questa discussione continua. (Un successivo articolo su mediamattersaction.org, scritto da M J Rosenberg, ha confermato che WINEP è, ed è sempre stato, un prodotto della lobby filo-israeliana: l’autore parla di alcuni eventi di cui è stato testimone, quando l’AIPAC decise di creare WINEP in maniera tale da occultare i suoi legami con gli ambienti filo-israeliani di Washington.)
    Il dialogo Walt-Satloff è solo l’ultimo e il più significativo esempio di come le azioni dei gruppi filo-israeliani negli Stati Uniti sono state poste sotto i riflettori da analisi e dibattiti pubblici, in cui il quesito principale è il seguente: la linea per cui tali gruppi militano promuove l’interesse nazionale statunitense, oppure è soltanto mirata ad aiutare i “falchi” israeliani? I gruppi di pressione filo-israeliani non sono contenti di essere sottoposti a questo tipo di esame, soprattutto a causa delle insinuazioni riguardanti la loro doppia lealtà o il loro conflitto di interessi, che in alcune di queste discussioni spesso si intravedono appena sotto la superficie.
    Tuttavia, era inevitabile che questa discussione pubblica avesse luogo, dal momento che l’amministrazione Obama ha deciso di premere fortemente per negoziati arabo-israeliani che hanno iniziato a dividere gli interessi nazionali statunitensi da quelli israeliani – senza compromettere l’impegno fondamentale dell’America a tutelare la sopravvivenza e la sicurezza d’Israele all’interno dei confini precedenti al 1967. La lobby filo-israeliana preferisce lavorare silenziosamente dietro le quinte per orientare il dibattito americano sulla politica estera in Medio Oriente, ma ora si ritrova ad essere essa stessa parte di questa agenda che è oggetto del dibattito pubblico. Suppongo che ciò sia dovuto al fatto che molti personaggi potenti di Washington iniziano ad avvertire il peso e le conseguenze della pluridecennale politica americana smodatamente filo-israeliana, e stanno esplorando nuovi approcci idonei a garantire contemporaneamente i legittimi interessi nazionali americani, israeliani e arabi.
    Rami G. Khouri è un analista politico di origine giordano-palestinese e di nazionalità americana; è direttore dell’Issam Fares Institute of Public Policy and International Affairs presso l’American University di Beirut, ed è direttore del quotidiano libanese “Daily Star”
    Leave a Reply


    Medarabnews
    Legionario likes this.
    ████████

    ████████

    Gli umori corrodono il marmo

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Roma caput mundi
    Data Registrazione
    17 Dec 2010
    Messaggi
    2,243
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: USA: la lobby filo-israeliana diventa parte del dibattito

    Negli Stati Uniti da sempre la lobby filo-israeliana è parte integrante e direi pure determinante del dibattito politico. Sono organismi come l'AIPAC o gruppi di pressione come il Bnai Brith e il suo braccio militante, l'ADL, che determinano la politica estera con pressioni sia sul Congresso che sull'amministrazione. Non voler ammettere questa realtà di fatto significa essere ciechi e sordi davanti allo strapotere dell'elemento ebraico negli USA.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Jul 2012
    Messaggi
    296
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: USA: la lobby filo-israeliana diventa parte del dibattito

    L'America è il principale covo sionista del pianeta.

    E' dall'America che partono tutte le strategie per sottomettere le altre nazioni.
    Legionario likes this.

  4. #4
    Roma caput mundi
    Data Registrazione
    17 Dec 2010
    Messaggi
    2,243
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: USA: la lobby filo-israeliana diventa parte del dibattito

    Citazione Originariamente Scritto da Freikorp88 Visualizza Messaggio
    L'America è il principale covo sionista del pianeta.

    E' dall'America che partono tutte le strategie per sottomettere le altre nazioni.

    Impossibile non darti perfettamente ragione. E' proprio così :giagia:

    Benvenuto
    "Non discutere mai con un idiota: ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza" (firma valida per tutte le stagioni)

  5. #5
    Roma caput mundi
    Data Registrazione
    17 Dec 2010
    Messaggi
    2,243
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: USA: la lobby filo-israeliana diventa parte del dibattito

    "Non discutere mai con un idiota: ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza" (firma valida per tutte le stagioni)

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    22,330
    Mentioned
    107 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: USA: la lobby filo-israeliana diventa parte del dibattito

    Citazione Originariamente Scritto da Legionario Visualizza Messaggio
    Impossibile non darti perfettamente ragione. E' proprio così :giagia:

    Benvenuto
    Un esempio che faccio frequentemente è quello di vedere il peso dell'ebraismo nei fumetti marvel e dc comics , per capire come sta messo il mondo.
    CON LA PALESTINA likes this.
    Il Silenzio per sua natura è perfetto , ogni discorso, per sua natura , è perfettibile .

  7. #7
    SOCIALISTA ILLIBERALE
    Data Registrazione
    23 Nov 2011
    Località
    Ενότρια / Socialnazionalismo bolscevizzante
    Messaggi
    28,536
    Mentioned
    427 Post(s)
    Tagged
    118 Thread(s)

    Predefinito Re: USA: la lobby filo-israeliana diventa parte del dibattito

    Citazione Originariamente Scritto da Freikorp88 Visualizza Messaggio
    L'America è il principale covo sionista del pianeta.

    E' dall'America che partono tutte le strategie per sottomettere le altre nazioni.
    In rapporto alla popolazione sicuramente sì.

    Diciamo che sionisti e yankee agiscono di concerto.
    "L'odio per la propria Nazione è l'internazionalismo degli imbecilli"- Lenin
    "Solo i ricchi possono permettersi il lusso di non avere Patria."- Ledesma Ramos
    "O siamo un Popolo rivoluzionario o cesseremo di essere un popolo libero" - Niekisch

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Aug 2011
    Messaggi
    2,216
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: USA: la lobby filo-israeliana diventa parte del dibattito

    Mi piacerebbe sapere quando la lobby filo-israeliano non sarebbe stata parte del dibattito politico negli USA??? :gratgrat: :gratgrat:

  9. #9
    SOCIALISTA ILLIBERALE
    Data Registrazione
    23 Nov 2011
    Località
    Ενότρια / Socialnazionalismo bolscevizzante
    Messaggi
    28,536
    Mentioned
    427 Post(s)
    Tagged
    118 Thread(s)

    Predefinito Re: USA: la lobby filo-israeliana diventa parte del dibattito

    C'è sempre un lobby che trama contro l'umanità nella storia degli USA, fin dalla loro nascita; prima massonica, ora sionista.
    "L'odio per la propria Nazione è l'internazionalismo degli imbecilli"- Lenin
    "Solo i ricchi possono permettersi il lusso di non avere Patria."- Ledesma Ramos
    "O siamo un Popolo rivoluzionario o cesseremo di essere un popolo libero" - Niekisch

 

 

Discussioni Simili

  1. Comunicato-stampa LA POTENZA DELLA LOBBY FILO-ISRAELIANA
    Di pietro nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 15-11-06, 15:35
  2. L’adunata Della Lobby Filo-israeliana
    Di Ibrahim nel forum Politica Estera
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 08-11-05, 10:03
  3. Lobby israeliana negli USA
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-07-03, 13:45
  4. Pilger: “la lobby filo-israeliana intimidisce i giornalisti”
    Di Der Wehrwolf nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-10-02, 14:02
  5. Pilger: “la lobby filo-israeliana intimidisce i giornalisti”
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-10-02, 13:55

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226