User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito I tagli al Nord e il Ponte sullo Stretto

    Egregio direttore,

    non vorrei sbagliare, ma mi sembra di ricordare che, nel marzo 2005, la Lega nord non esitò a scatenare un’offensiva senza precedenti contro il progetto del ponte sullo stretto di Messina.

    Il capogruppo della Lega alla Camera Andrea Gibelli (ora vice di Formigoni in Regione Lombardia) fu perentorio: “Il ponte è un ecomostro, un’opera vergognosa e dispendiosa – disse - inutile sotto tutti i punti di vista”.

    Già qualche mese dopo, tuttavia, allorché, in occasione delle elezioni politiche 2006, Bossi si alleò con Lombardo (MPA), la Lega ammorbidì la sua posizione incominciando improvvisamente a diventare disponibile all’idea del ponte.

    Dopo la parentesi del biennio del governo Prodi, quando il controverso progetto del ponte parve definitivamente destinato all’oblio delle opere ciclopiche che mai sarebbero state cantierizzate , con la costituzione del nuovo governo Berlusconi, PDL e Lega nord si sono affrettati ad annunciare l’imminente realizzazione della grande opera, il cui costo complessivo sarà di 6,3 miliardi di euro, da aggiungere, naturalmente, ai circa 160 milioni che, secondo alcune stime, è già costato, in 40 anni, ai contribuenti italiani.

    Il ministro alle infrastrutture Altero Matteoli (PDL), rispondendo ad alcune interrogazioni nell’ aula del Senato, ha rivelato che i principali cantieri saranno avviati “all’inizio del 2011 con l’obiettivo di aprire il ponte al traffico il primo gennaio 2017”. (Il Sole 24 Ore Radiocor, 4 febbraio 2010)

    Su questa vicenda, da tempo, è calato un imbarazzato e imbarazzante silenzio.

    Sarebbe interessante sentire cosa pensa in merito il sindaco di Varese Attilio Fontana che giustamente protesta contro i tagli del governo di centrodestra agli enti locali che costringono anche gli enti virtuosi come il nostro a rinunciare ad opere necessarie alla nostra comunità e utili a rilanciare l’economia.

    Non sarebbe male intervistare, magari attraverso Radio Padania, anche i simpatizzanti e gli elettori della Lega nord della nostra provincia a proposito della coerenza del Carroccio.

    I tagli al Nord e il Ponte sullo Stretto | Lettere al direttore | Varese News

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: I tagli al Nord e il Ponte sullo Stretto

    La Mafia sta cercando di diventare rispettabile.
    I mafiosi sono stanchi di non potersi presentare in pubblico e di vivere seminascosti.

    La Mafia vuole pulirsi.

    Ora grazie alla sinergia che vi è sempre stata tra roma e la Mafia, grazie alla disponibilità del ministero dell'interno, si stanno dando in pasto alla magistratura i mafiosi chiaccherati con precisa distinta di individuazione. .

    E' una grossa operazione autonoma di risanamento.
    E viene fatta grazie alla disponibilità degli ascari padani che lavorano a roma.

    La Mafia da strada, costituita da bulli portatori sani del dna della violenza latino-mediterranea, non va più.
    Le ricchezze non si ottengono più attraverso mille rivoli lasciati scorrere e sfruttati dai picciotti intraprendenti e presuntuosi di essere potenti.

    La Mafia deve agire da grande come ha fatto nel 1943-1946 che ha trattato con gli USA , e la cui protezione permette ancora oggi, che nel campo semitico mondiale, la Sicilia sia con l'Afghanistan una terra dove la violenza è un bene della cultura comune.

    Ormai la Mafia vuole agire da grande, deve poter usufruire di grosse operazioni.

    Ed il ponte di Messina è una opera per rinforzare questo grande passo in avanti della Mafia.

    Questo governo, come gli altri precedenti, ha bisogno dei voti della Mafia, e deve rispettare inoltre i trattati.

    Il ponte di Messina va interpretato nella storia della Mafia come un grande approccio della Mafia dai colletti bianchi allo sfruttamento economico delle enorme riserve di denaro che si accumulano causa lo svenamento del Nord.
    Ricchezze che dovranno essere trattate con i consigli di amministrazione non sponsorizzati dalla lupara.
    O si taglia o il caos

  3. #3
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I tagli al Nord e il Ponte sullo Stretto

    Pensieri di una ex leghista delusa

    Egregio direttore,

    mi permetta di mettere in fila alcune notizie delle ultime settimane: il presidente del Consiglio regionale del Friuli Edouard Ballaman (Lega nord) che se ne va in vacanza (e in molti altri posti privati) con l'auto blu; il presidente dell'Azienda trasporti di Verona Gianluigi Soardi (Lega nord) indagato per una vicenda di rimborsi spese "allegri" e per l'utilizzo della carta di credito aziendale e di un'auto dell'Actv; botte da orbi nella Lega friulana; commissariamenti in quella emiliana; amministratori leghisti (Biasin, ex sindaco di Silea) indagati per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

    Sicuramente ne dimentico molte altre...

    Mi pare, tuttavia, che già queste significative notizie siano sufficienti a porre, con molta serietà, un problema sempre più ineludibile anche per i leghisti varesini e varesotti.

    Fino a quando sarà possibile ignorare questi preoccupanti episodi per una formazione politica che ha fatto del suo essere "diversa" una bandiera?

    Anche perché a tutto questo malcostume padano che, ultimamente, emerge un po' troppo spesso per essere liquidato come il classico sassolino nell'occhio, si aggiunge la tendenza sempre più evidente ad insediare i propri esponenti su qualsiasi poltrona, sedia, strapuntino pubblico assicuri loro uno straccio di potere e una qualche prebenda.

    Anche se i prescelti, in molti casi (vedi, ad esempio, il figlio di Bossi, pluribocciato alla maturità e subito consigliere regionale a diecimila euro al mese), non meriterebbero riconoscimenti pubblici ma di andare a zappare i campi.

    Certo mi si può rispondere che questo vizio lo hanno tutti i partiti da sempre, ma la Lega, per chi ci ha creduto veramente come me, non era forse nata come "diversa"?

    Come si può credibilmente continuare a proporsi come partito dalle mani pulite e anti-sistema. quando, probabilmente a causa della troppa contiguità con i palazzi romani, si è pure imparato il "vezzo" di finanziare a pioggia qualsiasi iniziativa che veda protagonisti o promotori gli "amici" o "gli amici degli amici", come avvenuto di recente con la cosiddetta "legge mancia", che ha finanziato in abbondanza la scuola bosina, campetti da calcio, impianti termali, onlus dei Comuni leghisti? Fino a quando la nostra gente non si accorgerà di questo doppio volto?

    Personalmente non so se rallegrarmene o dispiacermi: non è mai utile alla collettività quando dei pubblici amministratori non si dimostrano all'altezza delle loro promesse.

    Per fortuna, percentualmente, il numero di leghisti beccati con le mani nella marmellata è ancora contenuto.

    Tuttavia, le parole dell'on. Bigonci, che ha assicurato, per sottolineare la diversità rispetto agli altri partiti, che "i nostri si dimettono", mi hanno proprio ferito. E ci mancherebbe che non si dimettessero! E, poi, si dimettono anche a sinistra e per questioni anche meno gravi: vedi il caso Abruzzo a suo tempo, o anche quello dell'ex sindaco di Bologna. A rimanere ben saldi, sempre e comunque, al loro posto, sono solo gli esponenti della cricca berlusconiana coinvolti nelle inchieste del G8, dell'eolico eccetera, a cui la Lega assicura un sostegno complice.

    Al di là di tutto, credo, comunque, che il discorso vada riportato a questioni un po' più sostanziose: è possibile arrivare al potere mantenendosi puliti? Come impedire che nei partiti baciati dalla buona sorte elettorale entrino anche gli arraffoni? Che anticorpi ha messo in atto la Lega per evitarlo? E, soprattutto, cosa sta facendo per far sì che, negli enti parapubblici, che ormai, dalle nostre parti, controlla saldamente, siano selezionati i migliori, invece di quelli che, semplicemente, sono i più fedeli?

    La Lega è proprio convinta che lo slogan "prima i lombardi" sia la miglior strada possibile per fare emergere le eccellenze, piuttosto che le furbizie, con grave danno per tutta la collettività?

    Mi pare che, purtroppo, al momento, le risposte siano nei fatti.

    Sara Bossi

    Pensieri di una ex leghista delusa

    che succede?

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,963
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I tagli al Nord e il Ponte sullo Stretto

    Citazione Originariamente Scritto da Furlan Visualizza Messaggio
    Pensieri di una ex leghista delusa

    che succede?
    semplicemente in previsione delle prossime elezioni e' incominciato il fuoco mediatico sulla lega ...:giagia:

    essendo questo in carica l' ultimo governo berlusconi evidentemente sta finendo il ruolo della lega come stampella " nordista" ( tramite berluska) del sistema italiano

    ..ma la lega incanala verso il sistema un voto di protesta ...un voto piu " rabbioso" che "moralistico" .. quindi permanendo ed aggravandosi i " disagi" nordisti .. non credo che questa strategia "moralistica" creera' grossi problemi elettorali ad una lega che , una volta messa fuori dai giochi e dalle poltrone romane , non potra' che riprendere le vecchie strategie " secessioniste" .

    daltronde che cosa dovrebbero votare i padani " moralisticamente" delusi dalla lega ?
    Fini o Di pietro ? ...
    vulgus vult decipi

  5. #5
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I tagli al Nord e il Ponte sullo Stretto

    Citazione Originariamente Scritto da Furlan Visualizza Messaggio

    Non sarebbe male intervistare, magari attraverso Radio Padania, anche i simpatizzanti e gli elettori della Lega nord della nostra provincia a proposito della coerenza del Carroccio.

    I tagli al Nord e il Ponte sullo Stretto | Lettere al direttore | Varese News
    Inoltre, aggiungo io, non sarebbe male se gli asini volassero, perché questo sveltirebbe tantissimo il trasporto di generi di prima necessità nelle zone montagnose.
    L'occasione fa l'uomo italiano

 

 

Discussioni Simili

  1. ponte sullo stretto
    Di Kronos nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-01-10, 01:50
  2. Ma il Ponte sullo Stretto...?
    Di ConteMax nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 24-12-09, 08:28
  3. Ponte Sullo Stretto
    Di gladiator82ct nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 35
    Ultimo Messaggio: 11-01-07, 10:16
  4. Il ponte sullo Stretto
    Di yurj nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 12-10-06, 21:07
  5. il ponte sullo stretto
    Di liotru nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-03-05, 14:33

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226