User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    Avamposto
    Ospite

    Predefinito Moeller van den Bruck: un ribelle conservatore

    Moeller van den Bruck: un ribelle conservatore

    1 gennaio 2000


    Autore: Luca Leonello Rimbotti



    Nato nel 1876 a Solingen, Arthur Moeller van den Bruck passò la gioventù a Düsseldorf, dove manifestò un carattere introverso ma anche ribelle. Ben presto iniziò una vita da bohémien, prima a Erfurt, poi a Lipsia, dove si iscrisse all’Università, senza completarla. Spirito autodidatta, si formò sui classici del pangermanesimo culturale, Langbehn, H. S. Chamberlain, Gobineau. Nel 1896 è a Berlino, dove entra in contatto con Rudolf Steiner, August Strindberg e il pittore völkisch Fidus. Nel 1902, sfuggendo alla chiamata alla leva, abbandonò la giovane moglie incinta e si recò a Parigi, dove frequentò tra gli altri il pittore norvegese Edvard Munch e il letterato simbolista russo Dimitri Merezkowskij, che gli fece conoscere e amare Dostoewskij. Nel 1906 venne a Firenze in compagnia del poeta Theodor Däubler, con cui compose il poema epico Nordlicht (Aurora boreale), e dello scultore espressionista Ernst Barlach, che poi diventerà nazionalsocialista. Dal 1904 al 1910 scrisse l’opera enciclopedica Die Deutschen (I Tedeschi) un ritratto dei maggiori geni della cultura tedesca, che ebbe non poca influenza sul circolo di Stefan George. Dal 1906 iniziò la traduzione delle opere complete di Dostoewskij. Tornato nel 1907 a Berlino e risposatosi, intraprese una vita di viaggi e collaborazioni a riviste, tra cui la conservatrice Die Tat. Nel 1913 pubblicò Die italienische Schönheit (La bellezza italiana), in cui emerse la sua preparazione artistica.

    Arruolatosi volontario nel 1914, dopo un periodo al fronte orientale, venne assegnato all’Ufficio Propaganda dell’esercito, dove collaborò con Friedrich Gundolf, Hans Grimm e Börries von Münchhausen, il primo un seguace di George, gli altri due intellettuali che diventeranno noti sotto il regime nazionalsocialista. Nel 1916 Moeller pubblicò Der prussische Stil (Lo stile prussiano) e, dopo la disfatta, nel giugno 1919 lo troviamo tra i fondatori dello Juniklub, sodalizio nazionalconservatore di Berlino, e di Gewissen, rivista del radicalismo nazionale. Del 1919 è il suo libro politico Das Recht der jungen Völker (Il diritto dei popoli giovani), mentre alcune fonti danno per certo un suo incontro con Hitler nel 1922, presso lo Juniklub. Due anni dopo la pubblicazione del suo capolavoro, Das dritte Reich (Il terzo regno, traduzione italiana di Luciano Arcella, Settimo Sigillo, Roma 2000), nel 1925, per una depressione dovuta a motivi personali e insieme ideologici, si suicidò a Berlino. Su Moeller, in lingua italiana, oltre alle opere di carattere generale sulla Rivoluzione Conservatrice, si possono leggere: A. De Benoist, Moeller van den Bruck o la Rivoluzione Conservatrice, Akropolis-Edizioni del Tridente, La Spezia 1981; D. Cantimori, Arthur Moeller van den Bruck (scritto risalente al 1935), in Politica e storia contemporanea, Einaudi, Torino 1991; S. Lauryssens, L’uomo che inventò il Terzo Reich. La vera storia di Moeller van den Bruck, Newton Compton, Roma 2000. Nel 1997, le edizioni Settimo Sigillo di Roma hanno pubblicato L’uomo politico, un’antologia di scritti di Moeller degli anni tra il 1916 e il 1924, già apparsa in Germania nel 1933.

    * * *

    Tratto da Linea del 12 settembre 2004.





    Moeller van den Bruck: un ribelle conservatore | Luca Leonello Rimbotti

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Avamposto
    Ospite

    Predefinito Rif: Moeller van den Bruck: un ribelle conservatore


  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    26 Sep 2010
    Messaggi
    1,609
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Moeller van den Bruck: un ribelle conservatore





    Interessantissimo libro.
    “Non vi è socialismo senza nazionalizzazione e socializzazione delle industrie” STANIS RUINAS

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    26 Sep 2010
    Messaggi
    1,609
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Moeller van den Bruck: un ribelle conservatore

    Rimbotti. La Rivoluzione Conservatrice di Moeller van den Bruck



    Postato il 01/07/2009 da Cursus Honorum



    Nato nel 1876 a Solingen, Arthur Moeller van den Bruck passò la gioventù a Düsseldorf, dove manifestò un carattere introverso ma anche ribelle. Ben presto iniziò una vita da bohémien, prima a Erfurt, poi a Lipsia, dove si iscrisse all’Università, senza completarla. Spirito autodidatta, si formò sui classici del pangermanesimo culturale, Langbehn, H. S. Chamberlain, Gobineau. Nel 1896 è a Berlino, dove entra in contatto con Rudolf Steiner, August Strindberg e il pittore völkisch Fidus. Nel 1902, sfuggendo alla chiamata alla leva, abbandonò la giovane moglie incinta e si recò a Parigi, dove frequentò tra gli altri il pittore norvegese Edvard Munch e il letterato simbolista russo Dimitri Merezkowskij, che gli fece conoscere e amare Dostoewskij. Nel 1906 venne a Firenze in compagnia del poeta Theodor Däubler, con cui compose il poema epico Nordlicht (Aurora boreale), e dello scultore espressionista Ernst Barlach, che poi diventerà nazionalsocialista. Dal 1904 al 1910 scrisse l’opera enciclopedica Die Deutschen (I Tedeschi) un ritratto dei maggiori geni della cultura tedesca, che ebbe non poca influenza sul circolo di Stefan George. Dal 1906 iniziò la traduzione delle opere complete di Dostoewskij. Tornato nel 1907 a Berlino e risposatosi, intraprese una vita di viaggi e collaborazioni a riviste, tra cui la conservatrice Die Tat. Nel 1913 pubblicò Die italienische Schönheit (La bellezza italiana), in cui emerse la sua preparazione artistica.Arruolatosi volontario nel 1914, dopo un periodo al fronte orientale, venne assegnato all’Ufficio Propaganda dell’esercito, dove collaborò con Friedrich Gundolf, Hans Grimm e Börries von Münchhausen, il primo un seguace di George, gli altri due intellettuali che diventeranno noti sotto il regime nazionalsocialista. Nel 1916 Moeller pubblicò Der prussische Stil (Lo stile prussiano) e, dopo la disfatta, nel giugno 1919 lo troviamo tra i fondatori dello Juniklub, sodalizio nazionalconservatore di Berlino, e di Gewissen, rivista del radicalismo nazionale. Del 1919 è il suo libro politico Das Recht der jungen Völker (Il diritto dei popoli giovani), mentre alcune fonti danno per certo un suo incontro con Hitler nel 1922, presso lo Juniklub. Due anni dopo la pubblicazione del suo capolavoro, Das dritte Reich (Il terzo regno, traduzione italiana di Luciano Arcella, Settimo Sigillo, Roma 2000), nel 1925, per una depressione dovuta a motivi personali e insieme ideologici, si suicidò a Berlino. Su Moeller, in lingua italiana, oltre alle opere di carattere generale sulla Rivoluzione Conservatrice, si possono leggere: A. De Benoist, Moeller van den Bruck o la Rivoluzione Conservatrice, Akropolis-Edizioni del Tridente, La Spezia 1981; D. Cantimori, Arthur Moeller van den Bruck (scritto risalente al 1935), in Politica e storia contemporanea, Einaudi, Torino 1991; S. Lauryssens, L’uomo che inventò il Terzo Reich. La vera storia di Moeller van den Bruck, Newton Compton, Roma 2000. Nel 1997, le edizioni Settimo Sigillo di Roma hanno pubblicato L’uomo politico, un’antologia di scritti di Moeller degli anni tra il 1916 e il 1924, già apparsa in Germania nel 1933.

    Luca Leonello Rimbotti
    Tratto da Linea del 12 settembre 2004.


    * * *






    Rimbotti. La Rivoluzione Conservatrice di Moeller van den Bruck | C.S. CURSUS HONORUM
    Ultima modifica di stanis ruinas; 03-01-11 alle 03:05
    “Non vi è socialismo senza nazionalizzazione e socializzazione delle industrie” STANIS RUINAS

 

 

Discussioni Simili

  1. Democrazia come partecipazione: Moeller van den Bruck
    Di carlomartello nel forum Destra Radicale
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 14-01-11, 13:11
  2. Moeller van den Bruck
    Di Malaparte nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 12-04-10, 03:22
  3. IL CONSERVATORE - Creazione "sotto-forum" per Il Conservatore
    Di FalcoConservatore nel forum Conservatorismo
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 30-10-08, 08:38
  4. [Rivoluzionari 7] Artur Moeller Van Den Bruck
    Di Sabotaggio nel forum Destra Radicale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 28-08-07, 21:06

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226