User Tag List

Risultati da 1 a 1 di 1
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    10,635
    Mentioned
    22 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)

    Predefinito risorgenza pagana in Armenia

    Sul forum etno-nazionalista avevo trovato questo interessante articolo sul fenomeno del rinascente paganesimo in Armenia.
    Da un lato la riscoperta degli antichi culti, che forse mai potranno essere riprodotti precisi e identici, è una bella notizia, dall' altro lato c'è il rischio che questo fenomeno sia pilotato dalle solite forze della sovversione che vogliono instaurare la loro religione dietro le spoglie attrative dei culti ancestrali.
    In ogni caso, quello che dovrebbe essere importante, quando si riscopre qualcosa di un lontano passato, è entrare nel vivo dello spirito che animava e creava quella "qualcosa", altrimenti si ricade nella mera esteriorità non cambiando la sostanza.

    Un crescente movimento pagano in Armenia | Facebook

    Riti e celebrazioni sacre tra il Monte Aragats e il Tempio di Garni: in un Paese tradizionalmente associato a una solida identità cristiana, molti stanno optando per gli dèi antichi.




    Rituale al Tempio di Garni.


    Ogni agosto in Armenia la comunità pagana celebra il Navasard, un’antica festività che affonda le radici nella storia pre-cristiana di questo Paese, dov’è in atto un formidabile revival del Paganesimo con la benedizione della destra nazionalista al potere.



    La luce dorata del tramonto illumina la vetta brulla del Monte Aragats. Sulla sua cima, il gran sacerdote, vestito con una tunica rosso-fuoco, canta inni al dio Vahagn aspettando che i raggi del Sole convogliati da una lente accendano la fiaccola che tiene in mano. Improvvisamente una fiamma fa capolino in cima alla torcia, che poi verrà portata fino al Tempio di Garni, dedicato al dio-sole Mihr. Le celebrazioni possono avere inizio. I giovani che attorniano il sacerdote iniziano a cantare e a danzare, e subito iniziano competizioni sportive a carattere sacrale. La prima sfida è quella del tiro con l’arco.



    Il monte Aragats si trova in Armenia, e questa cerimonia, che si ripete la sera dell’11 agosto di ogni anno, segna l’apertura del Navasard, la festività pagana più importante del calendario armeno che celebra il giorno in cui il patriarca Hayk uccise il tiranno Bel liberando la sua famiglia, dalla quale discese il popolo armeno. Chiunque desideri entrare a far parte della comunità è iniziato con un rituale involvente "spada e fuoco" e pianta un albicocco.



    “Questa sarebbe la 9588esima edizione del Navasard – spiega Slak Kakosian, l’alto sacerdote – ma in realtà abbiamo ricominciato a celebrarlo solo nel 1990, dopo la fine del regime comunista. Prima era vietato professare qualsiasi tipo di religione, fosse quella cristiana o quella pagana. Eravamo in clandestinità. Nel 1961 sono stato arrestato con l’accusa di 'nazionalismo' e mi hanno rinchiuso per due anni in un campo di prigionia. Poi, sempre per la mia fede, nel 1965 sono stato costretto a fuggire negli Stati Uniti. Sono tornato nel mio paese solo con l’avvento al potere di Gorbačëv”.





    Rito iniziatico della comunità pagana armena.
    L’Armenia è nota come il primo Stato cristiano della storia: nel 301 EV il re Tiridate III abbracciò la nuova fede erigendola a religione ufficiale del suo regno. Ma prima di allora gli abitanti dell’altopiano armeno professavano una versione riadattata dello Zoroastrismo Persiano, che con la sua divinità solare Mihr (nome armeno di Mithra, cui nel primo secolo EV venne eretto il famoso tempio ellenistico di Garni) si sovrappose bene all’antichissimo Paganesimo Armeno basato sul culto del Sole e delle stelle, testimoniato dallo 'Stonehenge Armeno' di Karahundj, un osservatorio astronomico formato da centinaia di pietre forate, risalente a circa seimila anni fa. Lo Zoroastrismo era diffuso soprattutto nella corte e nell'aristocrazia, mentre la maggioranza della popolazione mantenne la religione indigena fino alla cristianizzazione.



    Da alcuni anni gli Armeni, disillusi dalle ideologie ma anche dalla Chiesa Apostolica Armena, sta riscoprendo le sue antiche radici pagane pre-cristiane e pre-zoroastriane, tanto che secondo recenti sondaggi del Centro per gli Studi Strategici e Nazionali di Yerevan ben il 32% della popolazione si dichiara pagana, contro il 34% che si dice cristiano e il 24% che si definisce ateo. Un revival sponsorizzato dal principale partito al governo, il Partito Repubblicano Armeno (Hayastani Hanrapetakan Kusaktsutyun, HHK) del primo ministro Andranik Markaryan, la formazione politica nazionalista di estrema destra che si richiama allo Tseghakron, la dottrina poltico-religiosa dell’eroe nazionale armeno Garegin Njdeh (1886-1955) e che lottò contro la dominazione sovietica del Paese.



    Ma i membri della nutrita comunità pagana armena prendono le distanze dalla politica. “Per noi – dice Kakosian, il gran sacerdote – l’unica cosa importante è la riscoperta delle nostre radici culturali. Vogliamo che il testo sacro del Paganesimo Armeno, l’Ukhtagirk, rimpiazzi la Bibbia, perché il popolo armeno deve prendere coscienza del fatto che la sua storia non è iniziata con Noè, perché noi vivevamo su queste montagne da molto prima del diluvio”.



    Eduard Enfiajian ci va giù più duro: “Noi non abbiamo niente contro il Cristianesimo come religione, ma riteniamo inaccettabile che esso sia diventato una così potente istituzione sociale. Oggi in Armenia il principio costituzionale della separazione tra Chiesa e Stato è violato: la religione cristiana è insegnata negli asili, nelle scuole, nelle università e perfino nelle caserme dell’esercito. Secondo noi questo è profondamente sbagliato, perché ogni persona deve poter scegliere il dio a cui obbedire”.





    Sacredote officiante al Tempio di Garni.
    Anait, 20enne, studentessa di medicina, è una dei giovani che partecipano ai rituali. “Sono entrata nella comunità pagana da un anno. Mi piace. Nessuno mi dice quello che devo fare. Ci spiegano la storia dell’Armenia pre-cristiana e ci danno libri da leggere. Il Tempio di Garni è il nostro centro spirituale. Il Paganesimo non ha regole rigide, dogmi e comandamenti. E’ solo la riscoperta delle nostre radici”.



    Anait porta al collo una svastica, antico simbolo solare indoeuropeo. “I miei compagni d’università mi scambiano per una nazista. Ma sono solo degli ingoranti che confondono due cose che non c’entrano nulla”.



    “Per molti la svastica è un simbolo nazista, ma non è così”, afferma Gagik Hairapetian, un sacerdote pagano. “La svastica è un simbolo pagano e i nostri giovani che la indossano non sono nazisti; solo un ignorante può identificare la svastica con il Nazismo”. Un giovane ufficiale dell’esercito armeno, che vuole rimanere anonimo, è fortemente concorde e dichiara: “Io mi sono avvicinato al Paganesimo coscienziosamente perché sono un patriota, perché penso che sia questa la vera fede degli Armeni, quella che ci ha aiutato a vincere la guerra con l’Azerbaijan per il Nagorno-Karabakh. La sento nelle mie ossa”.



    Articolo originale in inglese: Armenia: Pagan Games scritto da Karine Ter-Saakian per l'Institute for War & Peace Reporting. Prima traduzione in italiano: Olimpiadi pagane di Enrico Piovesana per Peace Reporter. L'articolo soprastante è un ri-adattatamento in italiano all'originale inglese ad opera di Ingo Isnenghi.
    Ultima modifica di Avanguardia; 14-09-10 alle 10:33

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

 

 

Discussioni Simili

  1. Verso la risorgenza delle contraddizioni interimperialistiche?
    Di Sandinista nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-03-10, 18:16
  2. Tensione tra Azerbaigian e Armenia
    Di Logomaco nel forum Destra Radicale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 24-11-09, 17:54
  3. Armenia
    Di Antibus nel forum Fondoscala
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 29-01-09, 23:28
  4. Chirac in Armenia...
    Di Gasmask nel forum Destra Radicale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 08-10-06, 20:32
  5. La Risorgenza dei Riti Forestali nella Massoneria Francese
    Di sacher.tonino nel forum Esoterismo e Tradizione
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-08-05, 03:01

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226