La cattiveria che travalica i secoli

Luigi Pellini: L'arroganza della chiesa



Giordano Bruno bruciato dalla cattiveria umana, dalla brutalità, dall'ignoranza. Ancora oggi i suoi carnefici vogliono incidere sulla politica italiana.
Il cappellano militare Bagnasco vocifera, vuole insegnare agli altri il buon governo, pensi alle sozzure del suo Vaticano, guardi nel suo misero campicello.
Siete sempre pronti a ferire, senza nessuna dignità. Usate il pacifismo quando vi accomoda.




Uno dei primi sottoscrittori del monumento di Campo de' fiori, il bostoniano George Hill, lanciò l'idea di un nuovo calendario che contasse gli anni a partire dalla morte di Bruno, che egli considerava l'inizio dell' "Era dell’uomo".