User Tag List

Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 32
Like Tree24Likes

Discussione: Debito pubblico: Propaganda UE o errori del passato?

  1. #1
    Controinformazione-Anonym
    Data Registrazione
    28 Dec 2018
    Località
    Samarcanda
    Messaggi
    2,321
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Debito pubblico: Propaganda UE o errori del passato?

    Written by borissmirnov


    Gentile lettrice, lettore

    Per spiegare e semplificare in sintesi estrema, è esteso un condensando nella speranza di rendere la lettura leggera e chiara.

    Il debito pubblico

    E nato nel 1861 con L' unità d'Italia e l' accorpamento dei debiti dei vari stati minori ora riuniti insieme.
    In quell' anno si attestava circa al 45% del pil ed ha avuto andamenti non sempre canonici soprattutto a causa delle due guerre mondiali.

    Elevato fu il debito pubblico anche nei primi del 900 a causa che il governo procedeva con grande passo alla modernizzazione della allora povera Italia.

    E da notare che nei primi anni 60 il debito pubblico addirittura diminuiva ( ca circa 35% debito-pil) perchè un integerrimo governo di provenienza (degasperiana) faceva il proprio dovere e la locomotiva italiana già faceva paura al mondo..

    Inizio delle nazionalizzazioni:

    ( nel 1905 è stata nazionalizzata la rete principale ferroviaria; nel 1912 lo Stato ha assunto il monopolio delle assicurazioni sulla vita (la loro gestione è stata affidata all'INA,) Nel 1926 venne fondata l'Agip.

    Dagli anni 30 ( 1933 fondazione dell IRI) il governo intensifico un processo di statalizzazione degli enti strategicamente rilevanti, Elettricità, idrocarburi, trasporti pubblici ecc, processo di statalizzazione o nazionalizzazione che culmino alle porte dei primi anni 70.

    Negli anni fine 70 ed 80 il debito pubblico aumentò ma questo fatto, impiegando denari inerti nelle casse delle banche e di proprietà dei cittadini, creò una sorta di effetto "turbo-compressore" all' economia, che si, aumentava il debito ma la cosa velocizzava enormemente la costruzione di nuove infrastrutture ( Autostrade, ferrovie, ospedali, scuole ecc) richiamando di conseguenza ad una grande o fiorente attività anche l' indotto privato. Questa commistione di attività tra pubblico e privato produsse quello che in gergo tecnico si definisce volano virtuoso generatore di ricchezza.

    Il debito c' era ma generava benessere, inoltre il debito statale significava ricchezza anche per i cittadini che davano a prestito i denari riscuotendone il denaro indietro con l' aggiunta degli interessi che naturalmente erano maggiori dell' inflazione. La stessa cosa vale anche per le banche che con il gioco del debito pubblico arricchirono enormemente!

    Nonostante il debito aumentasse, nessuno percepiva problemi a parte il fatto che tra il 1981 ed il 1985 tutti comperavano titoli di stato (i famosi BOT) perchè comprare debito pubblico era divenuto un affare troppo ghiotto con aliquote di interesse che superavano il 20%. Quindi, dalla massaia al banchiere, tutti comperavano i BOT. Il risultato però di questo interessante investimento, era il togliere investimenti altrimenti destinati sia al mattone che al mercato dell' automobile, cosa che causò in quegli anni sia la crisi del "Mattone" che dell Auto.

    Eppure l' Italia andava ancora su.. a gonfie vele. Il primo rallentamento siapure sempre in salita, avvenne con la privatizzazione della Banca d'Italia, in quanto essa (1981 legge Andreatta) privatizzata ha incominciato a rifiutare il proprio ruolo pubblico di ente obbligato a comperare il debito rimasto invenduto nei mercati. I titoli di stato emessi e rimasti invenduti alle aste, venivano ricomperati dalla Banca d'Italia fino ad allora, producendo nuova valuta ed impedendo che nascesse quindi il fenomeno dello spread. Fino al 1981 qundi, li decideva il governo i tassi e non i mercati.

    E per convenzione riconosciuto che il 1981 rappresenta con la privatizzazione della Banca d'Italia, l' inizio della fine del miracolo economico italiano mentre, (aggiunge lo scrivente.) Maastricht, rappresentando il completamento del processo di smembramento di proprietà e virtuose leggi nazionali, è il sigillo definitivo alla distruzione dell' economia Italiana.

    Il debito "buono" ancora in soccorso all' economia

    E da notare che anche se esisteva il debito, esso era accumulato in forma di credito nelle banche, le quali anche loro contribuirono all' arricchimento degli italiani imprestando quel denaro per sviluppare ancora una volta industria e benessere generale.

    Insomma, il debito dello stato è stato, come dice Paolo Barnard la manna, la ricchezza dei cittadini e l' inflazione corretta dalla legge sulla scala mobile con base ISTAT, impediva l' abbassamento del potere d' acquisto dei cittadini, ovvero impediva la diminuzione dei redditi ma la Lira svalutata risultava formidabile per la competitività con l' estero, ovvero prodotti italiani di qualità ed a buoni prezzi.

    I dazi ed i confini controllati fino a Maastricht 1992 fecero da freno o cuscino all' import selvaggio made in Cina, India, terzo mondo e perciò anche il mercato interno rimase florido con le fabbriche italiane che producevano principalmente per gli italiani.

    Ma con l' avvento del neoliberismo ovvero il trattato di Maastricht tutto è cambiato!


    L' Unione Europea (Unione in Nulla) non ha accorpato mai nessun debito pubblico delle nazioni ed inoltre la banca centrale non ha mai svolto alcun ruolo sociale come la Banca d'Italia fece fino al 1981, ovvero di polmone economico a gestione del debito, ma ha generato solo sterile nuovo debito. Inoltre, sempre l' UE ha imposto regole che immobilizzano il governo e non consentono la gestione del debito, ma solo di chiedere soldi in prestito creando questa volta vero nuovo debito con l' estero (BCE).

    Nessun ruolo statale ha svolto l' unione Europea, essa si è solo ingrassata a spese delle economie nazionali ed adesso il calderone si è approssimato molto all' esplosione!

    Tutto ciò è storia vera, dal 1981 il primo grande attacco liberista che portò alla privatizzazione della Banca d'Italia ed partire dal trattato di Maastricht si sono tolti gli strumenti di stato per gestire il debito pubblico raccontando che sarebbe diminuito nelle sapienti mani UE, intanto però, continuava ad aumentare, mentre si susseguivano una carrellata di governi, proni, piegati alle nuove regole liberiste, il governo Amato del Partito socialista Italiano (antesignano del PD di Prodi) il quale nel 1992 ha imposto immediatamente lacrime e sangue, eliminando lo strumento correttivo della scala Mobile, introdotto già nel 1945 dal virtuoso governo De gasperi, nato per mantenere il valore dei salari , inoltre imponendo una decurtazione coercitiva del 6 per mille ad ogni conto corrente italiano per salvare lo SME, ovvero il sistema che avrebbe portato all Euro e che è stato finanziato con soldi pubblici, riserve in dollari ed Oro, anche essi imposti per creare l' ECU che diventerà il famigerato Euro ovvero una moneta finanziata dagli stati a titolo gratuito con soldi dei cittadini ed in mano ad una gestione privata.

    Quando del denaro viene elargito non a prestito ma a tempo indefinito si dice che è regalato. Enormi somme di denaro drenato dai cittadini e per chiarezza: donato.. regalato alle elite economiche.. per questo che loro, disprezzano i popoli, li defraudano credendoli esseri inferiori... scemi! Fatto sta che queste cose purtroppo non si insegnano ne a Scuola per far nascere coscienze critiche ne tantomeno si leggono nei giornali!

    Si scorge in questi eventi post Maastricht una repentina discesa del welfare popolare, una diminuzione di ricchezza e di diritti che continuerà con nuove lacrime e sangue richieste dalla legge Fornero, la quale lascerà un grande numero di esodati economicamente, imporrà nuovi contratti di lavoro con meno diritti e meno denaro: In Italia, non c'è un'individuazione del salario minimo, né da parte di una legge dedicata, né di una norma che deleghi questo compito alla contrattazione collettiva. In assenza di una legge sul salario minimo o sulla scala mobile, periodicamente rivalutate, le richieste di aumenti retributivi sono la più frequente causa di scioperi.

    Ancora lacrime e sangue si sono richieste agli italiani con la scusa di far diminuire il debito pubblico, avviando lo smembramento delle aziende di stato italiane. Il governo partorisce infatti il Decreto Legge dell 11 luglio 1992, n. 333 sulle privatizzazioni d ENEL, ENI ed altre grandi aziende per il quale ora è privato lo stato di un gettito economico enorme, compresi gli incassi dei pedaggi autostradali caduti illegittimamente in mani private. Intanto il debito aumentava la sua progressione in peggio.

    Letteralmente un golpe avviene al governo italiano nel 2011 che sospende Silvio berlusconi, a causa delle preoccupazioni-scusa sullo spread il quale viene sostituito da un adepto dell Euro-setta che si chiama Mario monti il quale tratta con l' UE sì per calmierare lo spread, il quale è stato artificialmente impiegato per ricattare il governo Berlusconi poco incline ad attuare le direttive UE. Durante il periodo di soli 17 mesi di Monti, lo spread cala eppure con al governo dei piegati alle regole UE il debito pubblico aumenta e proprio dopo il governo berlusconi, con le cure da cavallo dell Eurozona, tutti i piegati all Euro-regime conducono ad una brusca accelerazione del debito, quindi, Monti, Letta, Renzi, Gentiloni.. un disastro economico targato PD+Euro-setta!

    A partire da Maastricht ogni parametro economico italiano porterà un costante e vistoso segno - (meno!)



    Con l' Unione Europea ogni parametro economico italiano è sensibilmente peggiorato.

    Il debito in realtà non è un problema, il problema è l'Unione Europea che come i liberisti privatizzarono la Banca d'Italia, la BCE è una banca privata che rifiuta di svolgere qualsiasi ruolo pubblico se sconveniente. Per questo si incamerano denari a titolo gratuito e la BCE li offre a prestito con interesse.

    L' Unione Europea è la fabbrica del debito perchè si sono cambiate le regole. Non dimentichiamo che la BCE è una banca privata e paradossalmente si giova non dall' assistenza ai cittadini, bensì proprio dalla creazione di debito!

    Il ripristino della democrazia e dell autonomia monetaria FUORI dall' UE ed Eurozona è l' unica strada percorribile per ripristinare un economia funzionante e gestire nuovamente il debito pubblico.

    Ben inteso, il mostruoso debito pubblico italiano è al contempo un immane cassaforte di ricchezza in mano a chi fraudolentemente ha gestito e tratto profitto da queste speculazioni, quindi i soldi... ci sono.. e le banche, dopo le "vacche grasse" degli anni 80 speculando sul debito, con una economia allora florida ed ora stagnante, già sono in numero elevato fallite, basta quindi ri-statalizzare e fornire liquidità con nuova moneta ma controllata dal governo, insomma, ai veri colpevoli della crisi non sembra un reato quello di controllarne la contabilità che è l' anticamera di confiscare!

    Non è tollerabile quindi la propaganda che parli degli errori passati per farli ricadere sui cittadini perchè li hanno commessi e ci hanno lucrato solo le elite economiche italiane ed europee che sono rappresentate principalmente dalle banche... loro devono pagare, non i cittadini!

    Ad oggi con il debito anche in mano straniera è più complessa la questione, ma è sufficiente convertire tutto nella nuova valuta, e che ci rimettano pure poi le banche... sono le regole del mercato.. non più uno stato garantista sul sangue dei cittadini con le regole UE ma nuove regole equilibrate dove non solo i cittadini italiani perdono o pagano ma ... le banche di proprietà dei neoliberisti le quali hanno creato proprio questo disastro!

    La somma o il cumulo degli errori economici dell' Unione Europea sono come le falle in una nave, se superano un certo numero, essa non cola a picco immediatamente ma con certezza affonderà. Questi errori hanno arricchito moltissimo i propri promotori, ma al prezzo di esasperare l'' economia fino al prossimo crollo! L'euro-titanic affonderà!

    Per sintesi, abbiamo chiarito che il debito pubblico è stato un fattore economico estremamente positivo per lo sviluppo del paese, che gestito invece in mani private dal 1992, (togliendo al governo ogni strumento sul proprio controllo) è diventato una pericolosa mina vagante per il benessere popolare e strumento di propaganda per applicare sui cittadini ogni genere di prelievo economico in forma praticamente coercitiva e continuativa. L UE è causa del cambio di regole e della vessazione fiscale... una macchina di creazione di nuovo debito.

    A chi scrive : il debito va saldato.. pagato.., esiste un particolare tipo di investitori che deve essere tutelato, ma questa frase presa e detta integralmente, esce forse da semplice ignoranza in materia economica, ma a livello giornalistico, è molto peggio, si tratta di un atto di pubblicità fuorviante, basato sulla generale mancanza di conoscenza su cos'è realmente il debito pubblico e su come si e creato, insomma, una bieca mera azione di propaganda ! Non ci sono scuse, il debito, come il completo governo delle politiche economiche Italiane inclusa la moneta, devono ritornare nelle disponibilità sovrane ed indipendenti fuori dalle mani degli strozzini dell' Eurozona e dall'UE!

    ©2019 Boris Smirnov
    Io mi sono occupato di scrivere, di raccontare con rispetto ed attenzione ai dati certi, un pò di storia d' Italia... https://blog.libero.it/wp/euroexit/

    "Boris"

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Antisomarista
    Data Registrazione
    23 Jun 2016
    Messaggi
    8,855
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito Re: Debito pubblico: Propaganda UE o errori del passato?


    Negli anni fine 70 ed 80 il debito pubblico aumentò ma questo fatto, impiegando denari inerti nelle casse delle banche e di proprietà dei cittadini, creò una sorta di effetto "turbo-compressore" all' economia, che si, aumentava il debito ma la cosa velocizzava enormemente la costruzione di nuove infrastrutture ( Autostrade, ferrovie, ospedali, scuole ecc) richiamando di conseguenza ad una grande o fiorente attività anche l' indotto privato. Questa commistione di attività tra pubblico e privato produsse quello che in gergo tecnico si definisce volano virtuoso generatore di ricchezza.
    Il debito pubblico aumentò perchè il deficit aumentò, e dire che i denari dentro le banche sono inerti è una fesseria visto che i depositi vanno remunerati. E il deficit cresceva molto di più della variazione del PIL.

    Insomma, il debito dello stato è stato, come dice Paolo Barnard la manna, la ricchezza dei cittadini e l' inflazione corretta dalla legge sulla scala mobile con base ISTAT, impediva l' abbassamento del potere d' acquisto dei cittadini, ovvero impediva la diminuzione dei redditi ma la Lira svalutata risultava formidabile per la competitività con l' estero, ovvero prodotti italiani di qualità ed a buoni prezzi.
    Già citare quel pazzo di Bernard fa ridere e la scala mobile innescava un circolo vizioso che portava un ulteriore aumento dell'inflazione.
    Per quanto riguarda la competitività, essa era talmente formidabile che la bilancia commerciale negli anni 80 era quasi sempre in deficit


    Tutto ciò è storia vera, dal 1981 il primo grande attacco liberista che portò alla privatizzazione della Banca d'Italia ed partire dal trattato di Maastricht si sono tolti gli strumenti di stato per gestire il debito pubblico raccontando che sarebbe diminuito nelle sapienti mani UE, intanto però, continuava ad aumentare, mentre si susseguivano una carrellata di governi, proni, piegati alle nuove regole liberiste, il governo Amato del Partito socialista Italiano (antesignano del PD di Prodi) il quale nel 1992 ha imposto immediatamente lacrime e sangue, eliminando lo strumento correttivo della scala Mobile, introdotto già nel 1945 dal virtuoso governo De gasperi, nato per mantenere il valore dei salari , inoltre imponendo una decurtazione coercitiva del 6 per mille ad ogni conto corrente italiano per salvare lo SME, ovvero il sistema che avrebbe portato all Euro e che è stato finanziato con soldi pubblici, riserve in dollari ed Oro, anche essi imposti per creare l' ECU che diventerà il famigerato Euro ovvero una moneta finanziata dagli stati a titolo gratuito con soldi dei cittadini ed in mano ad una gestione privata.
    Ancora la stronzata della privatizzazione di bankitalia, sei monotematico. La scala mobile era stata abolita almeno parzialmente da Craxi dopo un referendum. Quanto al 6 per mille fu per salvare il paese.

    Ancora lacrime e sangue si sono richieste agli italiani con la scusa di far diminuire il debito pubblico, avviando lo smembramento delle aziende di stato italiane. Il governo partorisce infatti il Decreto Legge dell 11 luglio 1992, n. 333 sulle privatizzazioni d ENEL, ENI ed altre grandi aziende per il quale ora è privato lo stato di un gettito economico enorme, compresi gli incassi dei pedaggi autostradali caduti illegittimamente in mani private. Intanto il debito aumentava la sua progressione in peggio.
    Guarda che negli anni 80 le aziende pubbliche erano in perdita e lo stato doveva ripianare il tutto.

    Ben inteso, il mostruoso debito pubblico italiano è al contempo un immane cassaforte di ricchezza in mano a chi fraudolentemente ha gestito e tratto profitto da queste speculazioni, quindi i soldi... ci sono.. e le banche, dopo le "vacche grasse" degli anni 80 speculando sul debito, con una economia allora florida ed ora stagnante, già sono in numero elevato fallite, basta quindi ri-statalizzare e fornire liquidità con nuova moneta ma controllata dal governo, insomma, ai veri colpevoli della crisi non sembra un reato quello di controllarne la contabilità che è l' anticamera di confiscare!
    Una marea di deliri, parli di cose di cui non hai capito nulla.

    Per sintesi, abbiamo chiarito che il debito pubblico è stato un fattore economico estremamente positivo per lo sviluppo del paese, che gestito invece in mani private dal 1992, (togliendo al governo ogni strumento sul proprio controllo) è diventato una pericolosa mina vagante per il benessere popolare e strumento di propaganda per applicare sui cittadini ogni genere di prelievo economico in forma praticamente coercitiva e continuativa. L UE è causa del cambio di regole e della vessazione fiscale... una macchina di creazione di nuovo debito.
    Altro che chiarimenti, solo propaganda ignorante. Il rapporto debito/pil alto è un problema.

    A chi scrive : il debito va saldato.. pagato.., esiste un particolare tipo di investitori che deve essere tutelato, ma questa frase presa e detta integralmente, esce forse da semplice ignoranza in materia economica, ma a livello giornalistico, è molto peggio, si tratta di un atto di pubblicità fuorviante, basato sulla generale mancanza di conoscenza su cos'è realmente il debito pubblico e su come si e creato, insomma, una bieca mera azione di propaganda ! Non ci sono scuse, il debito, come il completo governo delle politiche economiche Italiane inclusa la moneta, devono ritornare nelle disponibilità sovrane ed indipendenti fuori dalle mani degli strozzini dell' Eurozona e dall'UE!
    Manco tu hai capito che cos'è e come si forma il debito pubblico.

  3. #3
    Baby Pensionato
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Purgatorio
    Messaggi
    39,721
    Mentioned
    65 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Debito pubblico: Propaganda UE o errori del passato?

    Il debito pubblico serve a comprare voti
    Boris-smirnov likes this.

  4. #4
    Klassenkampf ist alles!
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    27,443
    Mentioned
    481 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)

    Predefinito Re: Debito pubblico: Propaganda UE o errori del passato?

    Citazione Originariamente Scritto da Saturno Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione
    Per quanto riguarda la competitività, essa era talmente formidabile che la bilancia commerciale negli anni 80 era quasi sempre in deficit

    La bilancia commerciale era in deficit perchè GLI ITALIANI AVEVANO SOLDI DA SPENDERE! Se il mercato interno viene distrutto dall'austerità, grazie al c... che non fai deficit commerciale, esporti solo...
    animal, Juan87 and Boris-smirnov like this.
    "Una vecchia barzelletta sovietica, diceva, cos’è il deviazionismo? È andare dritti quando la linea va a zig zag. Ecco, io sono un deviazionista"

  5. #5
    Antisomarista
    Data Registrazione
    23 Jun 2016
    Messaggi
    8,855
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito Re: Debito pubblico: Propaganda UE o errori del passato?

    Citazione Originariamente Scritto da amaryllide Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione
    La bilancia commerciale era in deficit perchè GLI ITALIANI AVEVANO SOLDI DA SPENDERE! Se il mercato interno viene distrutto dall'austerità, grazie al c... che non fai deficit commerciale, esporti solo...
    I soldi da spendere venivano dai deficit. E le svalutazioni a che cosa servono se non migliorano la bilancia commerciale?

  6. #6
    Klassenkampf ist alles!
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    27,443
    Mentioned
    481 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)

    Predefinito Re: Debito pubblico: Propaganda UE o errori del passato?

    Citazione Originariamente Scritto da Saturno Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione
    I soldi da spendere venivano dai deficit.
    Chi più spende, più guadagna!
    Boris-smirnov likes this.
    "Una vecchia barzelletta sovietica, diceva, cos’è il deviazionismo? È andare dritti quando la linea va a zig zag. Ecco, io sono un deviazionista"

  7. #7
    Controinformazione-Anonym
    Data Registrazione
    28 Dec 2018
    Località
    Samarcanda
    Messaggi
    2,321
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Debito pubblico: Propaganda UE o errori del passato?

    Citazione Originariamente Scritto da Saturno Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione
    I soldi da spendere venivano dai deficit. E le svalutazioni a che cosa servono se non migliorano la bilancia commerciale?
    Migliorano l'Export!
    amaryllide and Halfshadow like this.
    Io mi sono occupato di scrivere, di raccontare con rispetto ed attenzione ai dati certi, un pò di storia d' Italia... https://blog.libero.it/wp/euroexit/

    "Boris"

  8. #8
    Controinformazione-Anonym
    Data Registrazione
    28 Dec 2018
    Località
    Samarcanda
    Messaggi
    2,321
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Debito pubblico: Propaganda UE o errori del passato?

    Citazione Originariamente Scritto da Saturno Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione
    Il debito pubblico aumentò perchè il deficit aumentò, e dire che i denari dentro le banche sono inerti è una fesseria visto che i depositi vanno remunerati. E il deficit cresceva molto di più della variazione del PIL.



    Già citare quel pazzo di Bernard fa ridere e la scala mobile innescava un circolo vizioso che portava un ulteriore aumento dell'inflazione.
    Per quanto riguarda la competitività, essa era talmente formidabile che la bilancia commerciale negli anni 80 era quasi sempre in deficit




    Ancora la stronzata della privatizzazione di bankitalia, sei monotematico. La scala mobile era stata abolita almeno parzialmente da Craxi dopo un referendum. Quanto al 6 per mille fu per salvare il paese.



    Guarda che negli anni 80 le aziende pubbliche erano in perdita e lo stato doveva ripianare il tutto.



    Una marea di deliri, parli di cose di cui non hai capito nulla.



    Altro che chiarimenti, solo propaganda ignorante. Il rapporto debito/pil alto è un problema.



    Manco tu hai capito che cos'è e come si forma il debito pubblico.
    Incomincio realmente a credere che tu sia un povero ignorante... Io racconto storia.. fatti inconfutabili ( e non ho scritto tutto cio che so.. ma un condensato) e tu me lo confuti con due paroline messe tanto per riempire la casella di testo.

    Leggi allora il mio medesimo articolo in versione integrale

    E se puoi leggi anche "Debito pubblico: Il segreto del perfetto inganno!"

    Ed anche "Debito pubblico: inganno politico o autentico problema"

    Tutto assolutamente scritto di mio pugno.

    Perche io mi baso su dati storici i quali devono appoggiare a risposta il perchè dei parametri economici recessivi italiani? Perchè nella storia è contenuta la realtà dei fatti non più ormai discutibili ma accaduti, circostanziati e testimoniati in quanto tali, così rimangono solo dei poverelli come te che tentano disordinatamente di rinnegare la realtà... come i moderni Nazis tedeschi... giovanissimi coglioni che vanno raccontando che la Shoah non è mai esistita.
    Halfshadow and amaryllide like this.
    Io mi sono occupato di scrivere, di raccontare con rispetto ed attenzione ai dati certi, un pò di storia d' Italia... https://blog.libero.it/wp/euroexit/

    "Boris"

  9. #9
    Controinformazione-Anonym
    Data Registrazione
    28 Dec 2018
    Località
    Samarcanda
    Messaggi
    2,321
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Debito pubblico: Propaganda UE o errori del passato?

    Citazione Originariamente Scritto da Saturno Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione
    Il debito pubblico aumentò perchè il deficit aumentò, e dire che i denari dentro le banche sono inerti è una fesseria visto che i depositi vanno remunerati. E il deficit cresceva molto di più della variazione del PIL.



    Già citare quel pazzo di Bernard fa ridere e la scala mobile innescava un circolo vizioso che portava un ulteriore aumento dell'inflazione.
    Per quanto riguarda la competitività, essa era talmente formidabile che la bilancia commerciale negli anni 80 era quasi sempre in deficit




    Ancora la stronzata della privatizzazione di bankitalia, sei monotematico. La scala mobile era stata abolita almeno parzialmente da Craxi dopo un referendum. Quanto al 6 per mille fu per salvare il paese.



    Guarda che negli anni 80 le aziende pubbliche erano in perdita e lo stato doveva ripianare il tutto.



    Una marea di deliri, parli di cose di cui non hai capito nulla.



    Altro che chiarimenti, solo propaganda ignorante. Il rapporto debito/pil alto è un problema.



    Manco tu hai capito che cos'è e come si forma il debito pubblico.

    Già citare quel pazzo di Bernard fa ridere e la scala mobile innescava un circolo vizioso che portava un ulteriore aumento dell'inflazione.
    Per quanto riguarda la competitività, essa era talmente formidabile che la bilancia commerciale negli anni 80 era quasi sempre in deficit




    Ancora la stronzata della privatizzazione di bankitalia, sei monotematico. La scala mobile era stata abolita almeno parzialmente da Craxi dopo un referendum. Quanto al 6 per mille fu per salvare il paese.

    Si.. si... il nulla per non spiegare nulla... di fatto il governo Craxi non aveva abrogato nulla ma modificato le aliquote di calcolo della scala mobile ed il 6 per mille per salvare da cosa.. dall esperimento di monete agganciate all ECU con cambio fisso? Il 6 Per mille è stata la prima manovra economica coercitiva immediatamente a ridosso della firma dei trattati di Maastricht! Si tratta di prelievi forzosi per contribuire a far nascere l'Unione Europea

    Guarda che negli anni 80 le aziende pubbliche erano in perdita e lo stato doveva ripianare il tutto.

    Balla colossale: e Benetton ed altri privati avrebbero da coglioni preso aziende in perdita? tu le comperi le aziende in perdita perche non capisci nulla?
    Queste sono le balle raccontate alla TV per fottere gli italiani e i poveretti che ti ascoltano




    Una marea di deliri, parli di cose di cui non hai capito nulla.

    Si.. sii mi hai salvato TU con la tua profonda informazione....

    Altro che chiarimenti, solo propaganda ignorante. Il rapporto debito/pil alto è un problema.

    E un problema adesso con l' Unione Europea che lo sta rifilando nel sedere dei cittadini perchè non vuole una banca con funzioni socialmente utili ma esclusivamente per guadagnarci.. infatti la BCE non si è mai presa alcun carico dei debiti pubblici nazionali come si fece all Unità d' Italia! Sveglia ignorante.. legggi!! leggiiii Leeegggii


    Manco tu hai capito che cos'è e come si forma il debito pubblico.

    Si.. si si .. poverino io non ce l'a faccio... grazie per avermi tu ben istruito..!


    Leggi allora il mio medesimo articolo in versione integrale

    E se puoi leggi anche "Debito pubblico: Il segreto del perfetto inganno!"

    Ed anche "Debito pubblico: inganno politico o autentico problema"

    Ripeto... leggi!
    Tutto assolutamente scritto di mio pugno.

    E se non vuoi leggere me apri qualche libro di storia e di economia!
    amaryllide and Halfshadow like this.
    Io mi sono occupato di scrivere, di raccontare con rispetto ed attenzione ai dati certi, un pò di storia d' Italia... https://blog.libero.it/wp/euroexit/

    "Boris"

  10. #10
    Controinformazione-Anonym
    Data Registrazione
    28 Dec 2018
    Località
    Samarcanda
    Messaggi
    2,321
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Debito pubblico: Propaganda UE o errori del passato?

    Scritto da saturno:

    Il debito pubblico aumentò perchè il deficit aumentò, e dire che i denari dentro le banche sono inerti è una fesseria visto che i depositi vanno remunerati. E il deficit cresceva molto di più della variazione del PIL.

    Il debito pubblico è stata una altalena dal 1861 il che vuoldire anche che diminuì senza interventi sfascia-economie targati UE. Vai a consultare grafico e testi.
    Per depositi inerti, non si intende non remunerati, ma comunque giacenti inerti.. o non capisci? i quali depositi, prelevati ed impiegati assumevano un ben altro quadro produttivo o forza di plusvalore aggiunto.



    Già citare quel pazzo di Bernard fa ridere e la scala mobile innescava un circolo vizioso che portava un ulteriore aumento dell'inflazione.
    Per quanto riguarda la competitività, essa era talmente formidabile che la bilancia commerciale negli anni 80 era quasi sempre in deficit


    Non Bernard ma.. Barnard.. la bilancia commerciale a deficit non è un debito reale o canonico come quello che ha il cittadino indebitato con la banca, in quanto il rapporto banca-cittadino deve entro i contrattati termini di rientro essere ri-equilibrato ovvero onorato, mentre lo stato creatore di moneta può mantenere un costante deficit, anche se la cosa produrrà inflazione. I benefìci saranno anticipati rispetto agli oneri (l'Inflazione) e ripeto.. attuando tutti gli strumenti correttivi dl caso, essa non sarà percepita affatto mantenendo grande benessere generale o collettivo.

    Insomma: cambieranno solo gli zeri o i numeretti stampati alla valuta a fronte della creazione di un sistema ricchissimo ed in costante ascesa! Tutti i governi europei ante UE hanno storicamente applicato questi parametri economici e vissuto il boom economico chi più chi meno ma fenomeno in tutte le nazioni assolutamente positivo, ... e tu invece vuoi insegnare che le collaudate regole sarebbero sbagliate, per proteggere gli strozzini UE nonostante che vedi con i tuoi occhi il disastro economico che ha prodotto sulle economie il cambio di regole?

    Studia!!!!!!
    Halfshadow likes this.
    Io mi sono occupato di scrivere, di raccontare con rispetto ed attenzione ai dati certi, un pò di storia d' Italia... https://blog.libero.it/wp/euroexit/

    "Boris"

 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 37
    Ultimo Messaggio: 25-03-19, 20:29
  2. Risposte: 138
    Ultimo Messaggio: 08-07-15, 14:21
  3. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 18-09-14, 15:09
  4. Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 30-06-14, 22:33
  5. Risposte: 40
    Ultimo Messaggio: 14-05-06, 21:51

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226