User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 21
Like Tree3Likes

Discussione: Stati Uniti multicolori: attraversata un'altra "linea di non ritorno".

  1. #1
    Voce dalla Madre Russia
    Data Registrazione
    11 Mar 2014
    Località
    Mosca, Russia
    Messaggi
    9,042
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    59

    Predefinito Stati Uniti multicolori: attraversata un'altra "linea di non ritorno".

    Stati Uniti multicolori: attraversata un'altra "linea di non ritorno".



    Secondo il Washington Post, gli Stati Uniti hanno attraversato un'altra importante linea demografica.

    Nel 2019, tra le persone che sono entrate per la prima volta nel mercato del lavoro, oltre il 50% erano coloro che non appartenevano al gruppo razziale e culturale «non-hispanic whites». Cioè, messi insieme bianchi anglosassoni, irlandesi, slavi, italiani ed ebrei non costituiscono più della metà delle nuove mani attive nel paese.

    La precedente importante linea demografica è stata superata nella prima metà degli anni 2010 - quando i «non-hispanic whites» sono diventati una minoranza tra i neonati americani.

    La portata del cambiamento etnoculturale vissuto dall'America nel secolo scorso è di gran lunga superiore a quella in Europa, Russia e da qualsialsi altra parte nel mondo. Vale la pena ricordare che a metà del 1800, i famigerati "protestanti bianchi" erano molto diffidenti nei confronti della minoranza irlandese, nella prima metà del 20 ° secolo nei confronti delle minoranze italiane ed ebraiche - poiché essi costituivano una maggioranza abbastanza uniforme e assoluta.

    Tuttavia, l'erosione di questa maggioranza, iniziata all'alba del 20 ° secolo, ha acquisito un carattere completamente irreversibile nel 21 ° secolo. Anche l '"incorporazione nei bianchi" delle minoranze precedentemente minoritarie non avrebbe invertito la tendenza.

    Tra le più grandi minoranze degli Stati Uniti ci sono gli ispanici (circa 60 milioni di abitanti), i neri e i mulatti (circa 40 milioni), il gruppo collettivo "Asian American" (circa 23 milioni, ma mostrano i tassi di crescita più esplosivi). Le minoranze totali oggi comprendono circa il 40-42% degli Stati Uniti.

    La dinamica è approssimativamente questa: nel 1970, erano il 16,5% di essi. Nel 1990 - 24,4%. Nel 2000 - 31%. C'è motivo di credere che i "bianchi non ispanici" diventeranno la minoranza assoluta prossimi 10-15 anni. Uno dei fattori chiave che spingono questa tendenza è il fatto di una riduzione principale del tasso di natalità nei bianchi (una diminuzione del tasso di natalità si osserva anche in altri gruppi, ma è minore).

    Ad eccezione degli "asiatici americani", quasi tutte le minoranze sono meno prospere dei bianchi, in relazione alle quali sostengono per lo più idee di sinistra di vari gradi di radicalismo. Ciò rafforza il confronto tra "America bianca in partenza" e il "nuova America di colore" e porta la diversità a un livello politico e ideologico (motivo per cui il tema dei rifugiati e degli immigrati clandestini non è solo un momentaneo clamore anti-Trump, ma una questione di scelta strategica dell'ulteriore formazione politica ed economica del paese).

    Infine, c'è un altro livello del problema. Gli Stati Uniti, creati principalmente da persone del Nord Europa, implementarono naturalmente i modelli di civiltà ereditati dal continente progenitore.

    Ora stiamo assistendo - e se vivremo un altro paio di decenni, assisteremo al completamento di questo processo - un esperimento senza precedenti nel trasferire l'eredità della "civiltà bianca" in una nuova, molto diversificata nel contesto culturale e della civiltà.

    La domanda che verrà risolta durante questo esperimento, per ragioni politicamente corrette, non può essere formulata ad alta voce nello stesso spazio pubblico americano - ma non si deve immaginare che gli intellettuali americani che leggono Lebon non se lo pongono nei spazi non pubblici.

    Suona così: se la "generazione di eredi" che non sono portatori del background della civiltà europea sarà in grado di sviluppare o mantenere la leadership americana radicata nell'Europa della civiltà (e non del presente, ma in qualche modo arcaica). O il egemone mondiale fara' il destino del Sudafrica, che aveva armi nucleari nei primi anni '80, e nel 2019 ha smesso di essere anche la principale economia africana e sta perdendo inarrestabilmente la sua posizione nella maggior parte delle classifiche sociali.
    Dicono che in Ucraina c'e' una guerra tra ucraini e russi.
    Non e' vero: gli ucraini e i russi combattono da entrambi le parti.
    In realta' e' la guerra tra i discendenti di quelli che hanno vinto nel 1945 e i discendenti di quelli che hanno perso.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    21 Sep 2016
    Messaggi
    15,407
    Mentioned
    35 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Stati Uniti multicolori: attraversata un'altra "linea di non ritorno".

    essere ebrei e' una religione non una razza.
    cibo italiano no buono
    cibo africano migliore
    wifi non funziona
    centro di citta e' lontano

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    21 Sep 2016
    Messaggi
    15,407
    Mentioned
    35 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Stati Uniti multicolori: attraversata un'altra "linea di non ritorno".

    il termine melting pot . e' stato coniato per gli usa . un miscuglio di razze
    cibo italiano no buono
    cibo africano migliore
    wifi non funziona
    centro di citta e' lontano

  4. #4
    Baby Pensionato
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Purgatorio
    Messaggi
    37,922
    Mentioned
    55 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Stati Uniti multicolori: attraversata un'altra "linea di non ritorno".

    Sicuro che gli italiani siano considerati bianchi?

  5. #5
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    28 May 2019
    Messaggi
    1,838
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Stati Uniti multicolori: attraversata un'altra "linea di non ritorno".

    Citazione Originariamente Scritto da Shiiva Visualizza Messaggio
    Stati Uniti multicolori: attraversata un'altra "linea di non ritorno".



    Secondo il Washington Post, gli Stati Uniti hanno attraversato un'altra importante linea demografica.

    Nel 2019, tra le persone che sono entrate per la prima volta nel mercato del lavoro, oltre il 50% erano coloro che non appartenevano al gruppo razziale e culturale «non-hispanic whites». Cioè, messi insieme bianchi anglosassoni, irlandesi, slavi, italiani ed ebrei non costituiscono più della metà delle nuove mani attive nel paese.

    La precedente importante linea demografica è stata superata nella prima metà degli anni 2010 - quando i «non-hispanic whites» sono diventati una minoranza tra i neonati americani.

    La portata del cambiamento etnoculturale vissuto dall'America nel secolo scorso è di gran lunga superiore a quella in Europa, Russia e da qualsialsi altra parte nel mondo. Vale la pena ricordare che a metà del 1800, i famigerati "protestanti bianchi" erano molto diffidenti nei confronti della minoranza irlandese, nella prima metà del 20 ° secolo nei confronti delle minoranze italiane ed ebraiche - poiché essi costituivano una maggioranza abbastanza uniforme e assoluta.

    Tuttavia, l'erosione di questa maggioranza, iniziata all'alba del 20 ° secolo, ha acquisito un carattere completamente irreversibile nel 21 ° secolo. Anche l '"incorporazione nei bianchi" delle minoranze precedentemente minoritarie non avrebbe invertito la tendenza.

    Tra le più grandi minoranze degli Stati Uniti ci sono gli ispanici (circa 60 milioni di abitanti), i neri e i mulatti (circa 40 milioni), il gruppo collettivo "Asian American" (circa 23 milioni, ma mostrano i tassi di crescita più esplosivi). Le minoranze totali oggi comprendono circa il 40-42% degli Stati Uniti.

    La dinamica è approssimativamente questa: nel 1970, erano il 16,5% di essi. Nel 1990 - 24,4%. Nel 2000 - 31%. C'è motivo di credere che i "bianchi non ispanici" diventeranno la minoranza assoluta prossimi 10-15 anni. Uno dei fattori chiave che spingono questa tendenza è il fatto di una riduzione principale del tasso di natalità nei bianchi (una diminuzione del tasso di natalità si osserva anche in altri gruppi, ma è minore).

    Ad eccezione degli "asiatici americani", quasi tutte le minoranze sono meno prospere dei bianchi, in relazione alle quali sostengono per lo più idee di sinistra di vari gradi di radicalismo. Ciò rafforza il confronto tra "America bianca in partenza" e il "nuova America di colore" e porta la diversità a un livello politico e ideologico (motivo per cui il tema dei rifugiati e degli immigrati clandestini non è solo un momentaneo clamore anti-Trump, ma una questione di scelta strategica dell'ulteriore formazione politica ed economica del paese).

    Infine, c'è un altro livello del problema. Gli Stati Uniti, creati principalmente da persone del Nord Europa, implementarono naturalmente i modelli di civiltà ereditati dal continente progenitore.

    Ora stiamo assistendo - e se vivremo un altro paio di decenni, assisteremo al completamento di questo processo - un esperimento senza precedenti nel trasferire l'eredità della "civiltà bianca" in una nuova, molto diversificata nel contesto culturale e della civiltà.

    La domanda che verrà risolta durante questo esperimento, per ragioni politicamente corrette, non può essere formulata ad alta voce nello stesso spazio pubblico americano - ma non si deve immaginare che gli intellettuali americani che leggono Lebon non se lo pongono nei spazi non pubblici.

    Suona così: se la "generazione di eredi" che non sono portatori del background della civiltà europea sarà in grado di sviluppare o mantenere la leadership americana radicata nell'Europa della civiltà (e non del presente, ma in qualche modo arcaica). O il egemone mondiale fara' il destino del Sudafrica, che aveva armi nucleari nei primi anni '80, e nel 2019 ha smesso di essere anche la principale economia africana e sta perdendo inarrestabilmente la sua posizione nella maggior parte delle classifiche sociali.
    Si torna ai vecchi tempi, una volta, prima che i neri fuggissero al nord, le proporzioni tra bianchi e neri nel sud erano spaventose. Il concetto di minoranza e maggioranza è relativo, quel che conta è il potere.

  6. #6
    Cromag
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    37,639
    Mentioned
    293 Post(s)
    Tagged
    50 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Re: Stati Uniti multicolori: attraversata un'altra "linea di non ritorno".

    Diventeranno una repubblica delle banane, come ogni altro paese latino-americano...
    del resto se lo sono cercato loro, dando troppa libertà al capitalismo...
    monorazziale likes this.
    Salvini, finto sovranista e vero neocon (sionista, americanista, ricchista)
    Maduro ce l'ha duro e ve lo mett'ar culo!

  7. #7
    Voce dalla Madre Russia
    Data Registrazione
    11 Mar 2014
    Località
    Mosca, Russia
    Messaggi
    9,042
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    59

    Predefinito Re: Stati Uniti multicolori: attraversata un'altra "linea di non ritorno".

    Citazione Originariamente Scritto da ciano.scuro Visualizza Messaggio
    Si torna ai vecchi tempi, una volta, prima che i neri fuggissero al nord, le proporzioni tra bianchi e neri nel sud erano spaventose. Il concetto di minoranza e maggioranza è relativo, quel che conta è il potere.
    Nell'articolo si parla di demografia, non dell'altro, per cui contano solo i numeri, maggioranza e minoranza qua' sono termini matematici.

    Se invece parlare del cambiamento culturale, devo dire che per me la cultura nera negli USA ha gia' divorata quella bianca. Basta immaginare Hillary Clinton con pelle nera e tutte le sue pazzie diventano molti piu' sensate...
    Dicono che in Ucraina c'e' una guerra tra ucraini e russi.
    Non e' vero: gli ucraini e i russi combattono da entrambi le parti.
    In realta' e' la guerra tra i discendenti di quelli che hanno vinto nel 1945 e i discendenti di quelli che hanno perso.

  8. #8
    Voce dalla Madre Russia
    Data Registrazione
    11 Mar 2014
    Località
    Mosca, Russia
    Messaggi
    9,042
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    59

    Predefinito Re: Stati Uniti multicolori: attraversata un'altra "linea di non ritorno".

    Citazione Originariamente Scritto da Robert Visualizza Messaggio
    Diventeranno una repubblica delle banane, come ogni altro paese latino-americano...
    del resto se lo sono cercato loro, dando troppa libertà al capitalismo...
    Credevo che le banane crescono piu' a sud.
    Dicono che in Ucraina c'e' una guerra tra ucraini e russi.
    Non e' vero: gli ucraini e i russi combattono da entrambi le parti.
    In realta' e' la guerra tra i discendenti di quelli che hanno vinto nel 1945 e i discendenti di quelli che hanno perso.

  9. #9
    Voce dalla Madre Russia
    Data Registrazione
    11 Mar 2014
    Località
    Mosca, Russia
    Messaggi
    9,042
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    59

    Predefinito Re: Stati Uniti multicolori: attraversata un'altra "linea di non ritorno".

    Citazione Originariamente Scritto da bimbogigi Visualizza Messaggio
    essere ebrei e' una religione non una razza.
    Hai mai visto un'ebreo di pelle nera o gialla?
    Dicono che in Ucraina c'e' una guerra tra ucraini e russi.
    Non e' vero: gli ucraini e i russi combattono da entrambi le parti.
    In realta' e' la guerra tra i discendenti di quelli che hanno vinto nel 1945 e i discendenti di quelli che hanno perso.

  10. #10
    Anticonformista
    Data Registrazione
    02 May 2006
    Località
    Il paradigma prostituente
    Messaggi
    49,462
    Mentioned
    848 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito Re: Stati Uniti multicolori: attraversata un'altra "linea di non ritorno".

    Citazione Originariamente Scritto da Shiiva Visualizza Messaggio
    Hai mai visto un'ebreo di pelle nera o gialla?
    Si
    "Enivrez-vous (...) Pour ne pas sentir l'horrible fardeau du Temps qui brise vos épaules et vous penche vers la terre, il faut vous enivrer sans trêve. (...) De vin, de poésie ou de vertu, à votre guise. Mais enivrez-vous."

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Stati Uniti: Centinaia di studenti sauditi si sono uniti all'ISIS
    Di LupoSciolto° nel forum Anticapitalismo, Sovranità, Socialismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-06-17, 12:53
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-10-14, 12:00
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-08-13, 13:26
  4. Un'altra sconfitta degli Stati Uniti in SudAmerica
    Di yurj nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-07-02, 22:14

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226