User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 20
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Quando si fa il passo più lungo della gamba.

    Quando si fa il passo più lungo della gamba
    Il “”Fatto quotidiano”” andrebbe istruito

    Sta per rovinare tutto.

    Quando si fa un articolo bisogna capire i risvolti.

    Ricordare che qui tutti mangiate perché vi è la lega che tiene fermi i Padani. .
    O si taglia o il caos

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quando si fa il passo più lungo della gamba.

    “”Il Fatto quotidiano”” ha fatto il passo più lungo della gamba.
    Perché inconsapevolmente e per leggerezza ha scoperchiato una pentola che per il mantenimento della Unità d'italia non si deve trattare.


    La Lega ci mette il marchio | Il Fatto Quotidiano

    17 settembre 2010

    La Lega ci mette il marchio
    Il "Sole delle alpi" della scuola di Adro non è un simbolo locale: è stato registrato nel 1999 dal Carroccio.
    “La Lega non c’entra” ripete Oscar Lancini, il sindaco di Adro. “Quello non è un simbolo leghista, il sole delle Alpi è sempre stato un simbolo del paese”. Per questo, spiega, compare in ogni angolo della scuola pubblica che ha recentemente inaugurato. Dall’ingresso al tetto, dai banchi ai bagni. Su muri, porte, posacenere e cartelli. Campeggia persino sulle finestre, dove una fila di bambini stilizzati si tengono per mano uniti dal simbolo. Ma per Lancini quel simbolo non è affatto di parte né tanto meno il logo del Carroccio. E invece lo è. Dal 1999 Il sole delle Alpi è un marchio registrato dalla società editoriale Nord Scarl che controlla l’universo mediatico del Carroccio, dal quotidiano La Padania alla radio di via Bellerio, ed è presieduta dal quartier generale leghista: Federico Bricolo, Roberto Cota, Rosy Mauro, Stefano Stefani, Giancarlo Giorgetti e Marco Reguzzoni. Per citare l’attuale cda. Nata, ovviamente, sotto la guida del “capo” Umberto Bossi, che ne è stato sindaco dal primo giorno. Insomma quel simbolo è roba loro.

    Nel 1999 Editoriale Nord Scarl ottiene la registrazione all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi della descrizione verbale del logo: “Sole delle alpi costituito da sei (raggi) disposti all’interno di un cerchio il cui raggio fornisce la cadenzatura dell’intera costituzione. I vertici dei sei petali intersecano i vertici di un ipotetico esagono iscritto nel cerchio”. Nel 2001 viene registrato, sempre dalla stessa società, il “marchio figurativo”, cioè il simbolo vero e proprio, tale e quale quello che oggi invade ogni angolo della scuola di Adro. La prima richiesta di registrazione risale al 1996, quando tra i sindaci figura anche il Senatùr e l’editoriale pubblicava “Soldi sporchi al Nord”, un libro di denuncia contro imprenditori diventati miliardari grazie ai rapporti con il crimine organizzato. Nel testo, ampio spazio era dedicato a Marcello Dell’Utri mentre Silvio Berlusconi si conquistò addirittura l’intero ultimo capitolo, dall’eloquente titolo “Berlusconi è mafioso? Diciassette buone occasioni”. Sulla copertina ancora non c’era il sole delle Alpi. Perché ancora dovevano impossessarsene. Infatti se l’Alberto da Giussano è stato copiato dal simbolo delle biciclette Legnano, e poi spacciato come liberatore e guida del popolo Padano, il sole a sei punte è un antico emblema euroasiatico diffuso dal VI secolo avanti Cristo, e presente in India come nel Nord Europa, oltre che in alcune chiese tra Toscana e Puglia, a Ischia e a Roma. Ma è piaciuto così tanto in via Bellerio da spingere i leghisti a registrarlo come marchio. Difficile dunque sostenere che non sia un simbolo del carroccio, come fa il sindaco di Adro. L’Editoriale Nord se ne è appropriata, registrandolo. E’ un marchio, cioè un segno distintivo di chi lo registra, protetto dal diritto perché è un bene privato.

    Segue...............

    .
    Ultima modifica di jotsecondo; 17-09-10 alle 22:15
    O si taglia o il caos

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quando si fa il passo più lungo della gamba.

    Movimento politico Lega Nord per l'indipendenza della Padania: programmi ed iniziative del partito

    Statuto della Lega Nord. Art.3-Simbolo

    Il simbolo della LEAGANORD-PER L'INDIPENDENZA DELLA PADANIA è costituito da un cerchio con all'interno il Sole delle Alpi, rappresentato da sei petali disposti all'interno di un secondo cerchio e la figura di Alberto da Giussano, così come rappresentato nel monumento di Legnano; sullo scudo è disegnata la figura del leone alato con spada e libro chiuso, nella parte inferiore è la parola Padania ; il tutto contornato, nella parte superiore, dalla scritta Lega Nord.
    Tale simbolo è anche contrassegno elettorale per le elezioni politiche ed europee, mentre per l'elezioni amministrative ; ciascuno Sezione Nazionale può inserire, alternativamente, in basso o sul lato sinistro del guerriero ed in orizzontale , il nome della rispettiva Sezione Nazionale.
    Il Consiglio Federale potrà, per tutti i tipi di elezione , apportare al simbolo ed al contrassegno, le modifiche ritenute più opportune , avuto riguardo anche alle norme di legge in materia. In particolare potrà deliberare cdi presentare contrassegni elettorali sia con la denominazione “Lega Nord” sia con l'aggiunta di tutte le sue varianti regionali. Tutti i simboli usati nel tempo dal Movimento o dai movimenti in esso confluiti, o che in esso confluiranno, anche se non più utilizzati, o modificati o sostituiti, fanno parte del patrimonio della lega Nord.
    O si taglia o il caos

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quando si fa il passo più lungo della gamba.

    Nascono dei dubbi.

    il Simbolo del Sole delle Alpi che viene indicato nell'articolo n° 3 dello statuto è di proprietà della Lega Nord.?
    Oppure appartiene ad una altra società senza scopo di lucro?.

    Societa che come dice il giornale ha nel suo “””cda””” uomini della lega.

    Pertanto la registrazione secondo il giornale risale al 1996.

    Ma chi è il padrone del simbolo, la lega o altra associazione?

    Una volta vi era una ditta individuale “Editoriale lombarda “” iscritta il 23 febbraio 1984 con il numero 180311 presso la camera commerciale di Varese.



    .
    O si taglia o il caos

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    369
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quando si fa il passo più lungo della gamba.

    Citazione Originariamente Scritto da jotsecondo Visualizza Messaggio
    Nascono dei dubbi.

    il Simbolo del Sole delle Alpi che viene indicato nell'articolo n° 3 dello statuto è di proprietà della Lega Nord.?
    Oppure appartiene ad una altra società senza scopo di lucro?.

    Societa che come dice il giornale ha nel suo “””cda””” uomini della lega.

    Pertanto la registrazione secondo il giornale risale al 1996.

    Ma chi è il padrone del simbolo, la lega o altra associazione?

    Una volta vi era una ditta individuale “Editoriale lombarda “” iscritta il 23 febbraio 1984 con il numero 180311 presso la camera commerciale di Varese.
    mi corre l'obbligo di ricordare quanto segue:
    1) il cosiddetto "sole delle Alpi" è in realtà un simbolo mediterraneo e si ritrova un pò dappertutto nei monumenti di ogni religione e persino ebraici.
    2) tale simbolo era in realtà un "marchio" di maestri lapicidi che scolpivano i manufatti e rappresentava una scuola architettonica
    3) tale simbolo è presente in modo massiccio nelle zone Apuane di impostazione Longobarda (Teodolinda - Paolo Diacono) come per esempio sulla fiancata del Duomo di Carrara o sugli affreschi esterni dei palazzi nobiliari di Massa e via di seguito fino alla Garfagnana e Lunigiana.
    4) dunque tale simbolo NON PUO' essere brevettato poichè trattasi di patrimonio culturale prerinascimentale quando non addirittura Apuano o Longobardo.
    5) osservandone la frequenza, Gianfranco Miglio lo propose a Bossi come distintivo della ipotetica "Repubblica del Nord" ribattezzandolo "Sole delle Alpi", mentre originariamente era definito "rosa delle Alpi" cioè la stilzzazione del fiore di Rododendro (che dal greco dovrebbe per l'appunto significare "albero della rosa" ovviamente di montagna, cioè anche delle Alpi. Ed è proprio da lì che forse i maestri intagliatori lo derivarono per farne il proprio "logo" in analogia a molti altri marchi consimili dei "maestri comacini".
    6) va comunque tenuto conto anche del fatto che, fin dal Neolitico, l'alba del solstizio d'estate (oggi 21 Giugno) vede il sole transitare attraverso il foro del Monte Forato (cfr. notizie su internet località Pruno) prospiciente a Seravezza (LU), che in torno alle 5,30 del mattino (e per pochi minuti - circa un quarto d'ora)crea per l'osservatore in loco, posto sul lato a mare del monte, la sensazione di un "sole delle Alpi" arancione/rosso inscritto in un cerchio rosso più scuro.... tanto che talune associazioni di derivazione Estense (Modena/Reggio/Lucca) ne hanno fatto un proprio logo (sole Alpi rosso in cerchio rosso)

    Dunque il fatto che la Lega lo abbia registrato (impossibile brevettarlo!!!!) come proprio marchio elettorale e lo abbia fatto diventare verde rappresenta ancora una volta un ennesimo "scippo" di cose altrui per uso proprio.
    tuttavia oggi nell'immaginario collettivo si è sovrapposto il marchio Lega a quello del significato originario.....dunque ancora una vota si deve constatare come la gente Cisalpina abbia completamente dimenticato la propria cultura originaria.

    l'episodio poi della scuola che riempie l'intero fabbricato con "rose alpine" rappresenta un ulteriore "depistaggio" a favore del colonialismo romano.
    vb
    Ultima modifica di montecristo2006; 18-09-10 alle 12:50

  6. #6
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,701
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quando si fa il passo più lungo della gamba.

    vero :
    NON può essere un simbolo di partito (che oltretutto non difende più nessun territorio Padano) perchè il Sole delle Alpi è un simbolo storico con con un significato forse anche religioso ... l'ho trovato in due chiese della provincia di Varese che sono monumenti datati tra il 1000-1200 d.c.

    da precisare che contrariamente a quello che si vuole far credere è sempre stato di colore rosso, come afferma anche Gilberto Oneto in vari scritti

    allego un foto da me fatta all'abside di una chiesa con il telefonino (mi scuso per la qualità ma non c'era luce)

    Ultima modifica di sciadurel; 18-09-10 alle 13:14

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quando si fa il passo più lungo della gamba.

    “”Il fatto quotidiano”” ha fatto un bel pasticcio.

    Adesso tutti parlano dl simbolo.

    La lega deve pregare che nessun giornalista vada in fondo a questa storia.

    La storia del simbolo inizia giovedì 12 aprile 1984 quando davanti un notaio si fondava la “”lega autonomista Lombarda””

    Erano soci Maroni Emanuela, Moroni Marino, Bossi Umberto, Brivio Pier luigi, Leoni Giuseppe e Sogliaghi Emilio Benito Rodolfo (odontotecnico?).

    Presidente Sogliaghi e segretario Bossi.

    Si citava il simbolo con il profilo della Lombardia e la figura di Alberto di Giussano derivata dal monumento.

    Infatti i fondatori della lega autonomista lombarda avevano paura di fare un plagio mettendo come simbolo l'Alberto di Giussano.
    Tale Simbolo era il marchio della fabbrica di biciclette Legnano.

    Non sapendo come fare chiesero consiglio agli autonomisti piemontesi come comportarsi per aggirare l'ostacolo

    Bisognava dire che il simbolo era la fotografia del monumento di Alberto da Giussano.
    Ecco perché nel descrivere il simbolo si parlava di monumento.
    Per fare risaltare questo particolare il piede destro della figura di Alberto da Giussano appoggiava su una pietra.
    Questa pietra vi era ancora nel simbolo nei primi anni 90.

    Il 9 dicembre 1986 di fronte al notaio Luigi Giani di Varese, Arizzi Augusto portava un verbale di assemblea in cui si dichiarava che la Lega Lumbarda fondata nel 12 aprile 1984 ( quando aveva cambiato nome che era stato fondata come Lombarda?) diventava “Lega Lombarda””

    E' in questa frammisto tra “””lega Lumbarda””” e “””Lega Lombarda”” che potrebbe nascere il vero padrone del simbolo.

    Che disgrazia!!!!!!
    Cosa ha mai fatto il giornale “”Il fatto quotidiano””?
    E' andato ad iniziare l'operazione che potrebbe scoperchiare chi è il padrone del simbolo.

    Adesso roma deve intervenire affinché non si facciano altre ricerche.
    Deve far stare tutti in riga perché la legione ascara del Nord ( lega) deve operare con tranquillità.

    roma deve difendere la lega.
    Proprio in questi giorni che la lega si è dimostrata figlia fedele e devota con la mamma roma regalandogli il titolo di capitale.

    Bossi che completa l'opera di Mazzini..
    Il ciclo palladiano si chiude. La lega ha raggiunto il suo obbiettivo più importante .
    O si taglia o il caos

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quando si fa il passo più lungo della gamba.

    Citazione Originariamente Scritto da montecristo2006 Visualizza Messaggio
    mi corre l'obbligo di ricordare quanto segue:
    1) il cosiddetto "sole delle Alpi" è in realtà un simbolo mediterraneo e si ritrova un pò dappertutto nei monumenti di ogni religione e persino ebraici.
    2) tale simbolo era in realtà un "marchio" di maestri lapicidi che scolpivano i manufatti e rappresentava una scuola architettonica
    3) tale simbolo è presente in modo massiccio nelle zone Apuane di impostazione Longobarda (Teodolinda - Paolo Diacono) come per esempio sulla fiancata del Duomo di Carrara o sugli affreschi esterni dei palazzi nobiliari di Massa e via di seguito fino alla Garfagnana e Lunigiana.
    4) dunque tale simbolo NON PUO' essere brevettato poichè trattasi di patrimonio culturale prerinascimentale quando non addirittura Apuano o Longobardo.
    5) osservandone la frequenza, Gianfranco Miglio lo propose a Bossi come distintivo della ipotetica "Repubblica del Nord" ribattezzandolo "Sole delle Alpi", mentre originariamente era definito "rosa delle Alpi" cioè la stilzzazione del fiore di Rododendro (che dal greco dovrebbe per l'appunto significare "albero della rosa" ovviamente di montagna, cioè anche delle Alpi. Ed è proprio da lì che forse i maestri intagliatori lo derivarono per farne il proprio "logo" in analogia a molti altri marchi consimili dei "maestri comacini".
    6) va comunque tenuto conto anche del fatto che, fin dal Neolitico, l'alba del solstizio d'estate (oggi 21 Giugno) vede il sole transitare attraverso il foro del Monte Forato (cfr. notizie su internet località Pruno) prospiciente a Seravezza (LU), che in torno alle 5,30 del mattino (e per pochi minuti - circa un quarto d'ora)crea per l'osservatore in loco, posto sul lato a mare del monte, la sensazione di un "sole delle Alpi" arancione/rosso inscritto in un cerchio rosso più scuro.... tanto che talune associazioni di derivazione Estense (Modena/Reggio/Lucca) ne hanno fatto un proprio logo (sole Alpi rosso in cerchio rosso)

    Dunque il fatto che la Lega lo abbia registrato (impossibile brevettarlo!!!!) come proprio marchio elettorale e lo abbia fatto diventare verde rappresenta ancora una volta un ennesimo "scippo" di cose altrui per uso proprio.
    tuttavia oggi nell'immaginario collettivo si è sovrapposto il marchio Lega a quello del significato originario.....dunque ancora una vota si deve constatare come la gente Cisalpina abbia completamente dimenticato la propria cultura originaria.

    l'episodio poi della scuola che riempie l'intero fabbricato con "rose alpine" rappresenta un ulteriore "depistaggio" a favore del colonialismo romano.
    vb
    Lo sbaglio della lega fu quello di denigrare involontariamente e per scarsa capacità politica il simbolo che venne chiamato il “”sole delle Alpi-

    Tale simbolo si trova nel mondo indoeuropeo ed anche nell'Africa settentrionale.
    E' un simbolo di valore magico.

    Pertanto non dovrebbe essere classificato come Sole delle Alpi, perché appartiene anche ad altri popoli.

    Tuttavia se si voleva insistere su questo simbolo la lega non doveva citare, per faciloneria, una delle sue solite gaffe.
    Nella descrizione del simbolo indicato come Sole delle Alpi (articolo 3 dello statuto) viene descritto come rappresentato da 6 petali disposti all'interno di un cerchio .

    Ora se una figura ha dei petali ne deriva che non è un sole ma è una figura ispirata da un vegetale.

    Se si voleva evitare questo accostamento si poteva dire: formato da 6 ellissi lenticolari schiacciate sulle due punte, con una delle punte sul centro e la punta opposta in contato con un cerchio.

    O usando altra descrizione similare è più comprensibile. .

    Però come descritto appare come un simbolo vegetale. Ossia involontariamente (o come lapsus) si indica una pianta che nell'antichità aveva valore magico in quanto serviva agli sciamani per alleviare il dolore.
    E adesso mandano i soldati italiani a morire affinché tale vegetale abbia un basso costo.

    Adesso intorno a quel simbolo, che col tempo nella politica lasciava a desiderare, la lega potrebbe fare una battaglia di rivalutazione.

    Purché non si tocchi e non si parli chi è il proprietario. .

    saluti ( qui la cosa diventa interessante)
    O si taglia o il caos

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    369
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quando si fa il passo più lungo della gamba.

    Citazione Originariamente Scritto da jotsecondo Visualizza Messaggio
    Lo sbaglio della lega fu quello di denigrare involontariamente e per scarsa capacità politica il simbolo che venne chiamato il “”sole delle Alpi-

    Tale simbolo si trova nel mondo indoeuropeo ed anche nell'Africa settentrionale.
    E' un simbolo di valore magico.

    Ora se una figura ha dei petali ne deriva che non è un sole ma è una figura ispirata da un vegetale.

    Se si voleva evitare questo accostamento si poteva dire: formato da 6 ellissi lenticolari schiacciate sulle due punte, con una delle punte sul centro e la punta opposta in contato con un cerchio.

    Però come descritto appare come un simbolo vegetale.
    quanto a questo argomento "vegetale" concordo ovviamente richiamando più il "rododendro" (rosa alpina) che il papavero.
    trattasi infatti di simbolo lapicida (cioè di lavoranti della pietra) più che di simbolo alchemico o farmaceutico.

    quanto alla vetustà del simbolo ed al colore rosso segnalo che sulla facciata della chiesa di Pruno (Seravezza - Lucca) prospiciente al Monte Forato vi sono incisi due "soli dell Alpi" l'uno di fattura incerta risalente probabilmente al nelolitico (la pietra con l'incisione è stata incorporata all'atto della costruzione) l'altro più definito risalente (quasi fosse una "bella copia") al 720 dopo cristo nel periodo Longobardo. La Chiesetta fu edificata da un duca Longobardo (prego controllare località Pruno (Lucca) e "solstizio d'estate" - Monte Forato). La zona fu governata per secoli dai Longobardi di Teodolinda prima e degli Obertenghi poi (diventati successivamente Cybo-Malaspina - vedasi Lunigiana/Garfagnana/Apuani ecc...)....è certo che nel sostizio d'estate il sole forma un "sole delle Alpi" rosso passando nel foro del Monte Forato dando ancora oggi origine a varie forme di riti esoterici sui quali non mi soffermo, risalenti al neolitico Apuano.

    Quanto al Guerriero di Legnano la storia è MOLTO più complessa di quel che sembra.
    Sintetizzo.

    Pare che gruppi di Ufficiali in Congedo, tra cui anche taluni del gruppo UNUCI di Varese si interessassero al problema della "invenzione" di nuove forme di politica realizzando piccole correnti di gruppi autonomistici fra le quali anche (in Piemonte) quella di Arnasita Piemonteisa poi Union Piemonteisa.
    Dalla gemmazione dell'Arnasita Piemonteisa nacque la Lega Lombarda in Varese. Il giornalino locale UNUCI di Varese aveva come emblema il Guerriero di Legnano essendo in realtà (nella identica forma odierna) il simbolo della divisione Legnano dell'Esercito Italiano.....(prego controllare sul sito Esercito - Divisione Legnano ed UNUCI Varese di qualche anno fa).

    Dunque Bossi non inventò nulla. Trovò già pronta tattica e strategia di lungo periodo...semplicemente fu insediato come referente (in sostanza una sorta di "centralinista") che avesse il coraggio e l'ardimento per portare avanti un movimento in odore di rivoluzione imminente.
    Altri NON poterono comparire ufficialmente...poichè (non dimentichiamolo) i movimenti autonimisti della prima ora erano considerati più pericolosi delle BR e gli aderenti furono sottoposti a vessazioni di ogni tipo, ivi compresi dispettucci vari come veri o falsi incidenti d'auto.....

    Poi Bossi scelse di percorrere un'altra strada rinnegando amici, colleghi e fondatori "buttandoli fra le mani del nemico".

    Infine non dimentichiamo che tra i fondatori della Lega Nord nel Febbraio 1991 a Pieve Emanuele era presenta anche Ambrogio Viviani già comandante di reparti della Centauro e della Legnano e successivamente della Folgore e dei servizi d'informazione militari.
    ciao
    vb

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    369
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quando si fa il passo più lungo della gamba.

    per capire meglio il discorso del "sole delle Alpi" di colore rosso, conviene iniziare con la consultazione di foto del solstizio d'estate telative al monte forato qui
    Alba sul Forato
    e qui
    http://www.youtube.com/watch?v=x7PRuAqwr6w&NR=1

    ciao
    vb
    Ultima modifica di montecristo2006; 18-09-10 alle 20:59

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Quando si parte per un lungo viaggio - SL Forum
    Di viola nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 20-09-09, 13:48
  2. Altra entrata a gamba tesa in politica della chiesa.
    Di Ricardinho nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 392
    Ultimo Messaggio: 07-04-08, 11:26
  3. L'intervento a gamba tesa della Chiesa
    Di Neva nel forum Salute e Medicina
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-02-08, 21:48
  4. A quando il lungo raggio di Air Malta?
    Di Artic nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 03-12-03, 09:46
  5. Risposte: 35
    Ultimo Messaggio: 17-01-03, 10:48

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226