User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18
Like Tree3Likes

Discussione: Perché non bisogna considerare l'antisovietismo est europeo.

  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    28 May 2019
    Messaggi
    3,012
    Mentioned
    24 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Perché non bisogna considerare l'antisovietismo est europeo.

    Si tratta di pura analisi storica, sono ovviamente anticomunista, ma noto spesso persone cercare di elaborare analisi storiche, ed esprimere considerazioni sull'occupazione sovietica dell'est Europa sulla base dell'anticomunismo est europeo.
    https://www.google.com/amp/s/amp.scm...-hailing-adolf


    Nulla da ridire, bene l'anticomunismo, ma si tratta fondamentalmente di gente che pur di ottenere del facile orgoglio si getta in assurdità. Già vedere masse di slavi neonazisti dovrebbe porre dei dubbi, che dei polacchi poi si travestano da SS e cantino Sieg Heil il giorno del compleanno di Hitler (tra i partecipanti un importante capo dei nazionalisti polacchi) direi che ci obbliga a non considerare minimamente le tendenze politiche di quei popoli in favore di una qualsiasi analisi politica.
    C'è stata da poco una riunione di movimenti neonazisti in Polonia, 150000 partecipanti tra cui Forza Nuova.
    La cosa mi ha incuriosito e pare che l'est Europa sia piena di forsennati che si travestano ed inneggiano a chi li voleva letteralmente sterminare ed in parte l'ha fatto, disprezzando invece chi non solo li ha salvati, i sovietici, ma anche dimenticando che costoro li avevano anche liberati anche da millenni di colonialismo razziale da parte di una classe dirigente di aristocratici e borghesi di origine germanico-tedesca risalente ai tempi delle Crociate del Nord, delle Guerre Svedesi ed in genere della Drang Nach Osten germanica.
    Io sono eterissimo, ma con un trans ci andrei se il suddetto fosse molto femminile ed ovviamente passivo.
    Quindi dipende uno cosa deve farci col trans
    Pestis nigra

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    21 Sep 2013
    Località
    Lamezia Terme
    Messaggi
    6,568
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Re: Perché non bisogna considerare l'antisovietismo est europeo.

    Non è una novità che l'Est Europa sia un covo di malati mentali sottosviluppati

    L'Urss fu una breve eccezione positiva solo perché fu un prodotto dell'anima orientale della Russia e non di quella slava, come ricordava giustamente lo stesso Solzhenytsin che pur io disprezzo
    La destra è pericolosa, una minaccia esistenziale per l'Umanità

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    28 May 2019
    Messaggi
    3,012
    Mentioned
    24 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Perché non bisogna considerare l'antisovietismo est europeo.

    Citazione Originariamente Scritto da il tuo nemico Visualizza Messaggio
    Non è una novità che l'Est Europa sia un covo di malati mentali sottosviluppati

    L'Urss fu una breve eccezione positiva solo perché fu un prodotto dell'anima orientale della Russia e non di quella slava, come ricordava giustamente lo stesso Solzhenytsin che pur io disprezzo
    No. Credo sia stato il panslavismo diffuso negli anni poco precedenti la prese del potere da parte dei bolscevichi. Sulla scia del nazionalismo/razzismo scientifico che animava tutti gli europei del tempo anche gli slavi produssero la loro panideologia. Contestualizziamo, gli slavi sono nemici, tendenzialmente oggi (Balcani un esempio) lo furono ai tempi della seconda guerra mondiale (nazionalisti ucraini e polacchi, mentre venivano sterminati dai tedeschi trovavano il tempo per farsi guerre di confine su strisce di terra minime) praticamente non appena ottennero l'indipendenza cercarono chi più chi meno di strappare terre agli altri. Anche la Grande Guerra in effetti presentava popoli slavi che si combattevano a vicenda. Perché affermò questo? Perché secondo me entrando in quel mondo ideologico nazionalista conservatore (ANCHE panslavista) si sono accorti di essere dominati da aristocrazie/borghesie straniere quando non anche stati stranieri (Austroungheria e Germania imperiale). Per il resto ti do ragione, l'antislavismo tedesco ed il fatto che persino in quel momento avessero modo di confrontarsi ed il fatto che oggi piuttosto che far parte del mondo russo preferiscano andare nell'orbita tedesca a fare da schiavi per le aziende tedesche, proprio come i loro antenati erano schiavi dei tedeschi un tempo dovrebbe far riflettere sulla loro intelligenza. Per me il comunismo è un prodotto ebraico, interamente ebraico, da sempre il rivoluzionario di professione è un borghese (e quindi abbastanza ricco per istruirsi) "emarginato" perché emarginato? Per questioni razziali, come gli ebrei, per questioni sessuali gli omosessuali, spesso figli di stranieri proprio di un altra nazione etc.. Ma principalmente appunto emarginati. Far parte della borghesia storicamente significa far parte dello stato, essere lo stato contro tutti quelli che dall'ideologia dello stato nazionale ottocentesco nonvecentesco sono percepiti come nemici, cioè coloro il cui interesse fanno le istituzioni "borghesi". Un esempio, se sei tedesco nel 1900 le istituzioni "borghesi" fanno gli interessi di coloro che sono bianchi, tedeschi, aristocratici o borghesi (eterosessuali) sfruttando ed emarginando coloro che non sono bianchi, che non sono tedeschi, che non sono aristocratici e o borghesi (che non sono eterosessuali). Se ti manca una sola di queste caratteristiche sei fuori, nel senso che non solo sarai contro la patria, ma la patria stessa ti sarà contro! Guarda che a prescindere dal comunismo l'opinione sugli abitanti delle periferie operaie non era positiva, come non lo è oggi. Ed è per questo che gli ebrei fanno la rivoluzione in Russia, Molotov fu felicissimo quando Stalin decise di rimuovere alcuni ebrei dal suo ministero per potere rapportarsi con la Germania (che altrimenti non voleva sentir parlare di alcun patto di non aggressione) e questo perché il fatto che ci fossero troppi ebrei demonizzava agli occhi dei reazionari occidentali l'URSS. Fatto sta che da Rosà Luxemburg, passando per Bela Kun, Rathenau, Lenin stesso e così via il comunismo era guidato dagli ebrei che nell'Europa di fine ottocento ed iniziò novecento erano così discriminati da non potere obiettivamente assumere altra ideologia, specie nell'Europa orientale e nella Mitteleuropa. Gli ebrei "comandavano" il socialismo oltre ad averlo creato (Karl Marx, Engels) perché come il proletariato economicamente emarginato, pur ricchi erano razzialmente emarginati. E siccome essere ricchi significa potersi istruire e siccome istruirsi significa dotarsi di strumenti che ci rendono capaci di assumere una visione del mondo (quindi anche politica) che ci permetta di sopravvivere e vivere possibilmente sempre meglio è inevitabile che questa massa di stranieri discriminati ed istruiti abbia elaborato e portato avanti una ideologia/teoria programmatica di emancipazione da quel mondo nei loro confronti (ed ovunque anche perché non esistendo Israele non avevano dove andare) così discriminatorio. Il tutto ovviamente mettendosi a cavallo nel tempo dei loro naturali compagni di lotta meno istruiti e da guidare ma discriminati come loro cioe: proletari bianchi e razze colorate. Il marxismo secondo me in Giappone prima del secondo dopo guerra fu debole per questo, era una nazione molto simile alle moderne nazioni occidentali ma priva di ebrei o di simili minoranze, poi le cose cambiano i burakkumin si istruiscono (I burakkumin sono una specie di zingari giapponesi, emarginati poveri o comunque non istruiti, allorché gli ebrei sono da sempre emarginati "ricchi") ed in effetti c'è gente che è disprezzata ma nel nuovo clima democratico si istruisce ed abbraccia una ideologia che ne fa gli interessi. Che poi il comunismo abbia storicamente successo tra gli slavi è anche comprensibile, gli slavi erano genericamente stati colonizzato e dominati da italiani e tedeschi (in Italia li si vendeva pure come schiavi durante l'antico regime) le popolazioni istrio-dalmate erano la versione italiana dei volksdeutsch tedeschi, ricchi borghesi o aristocratici che dominavano masse di proletari (speso contadini) slavi, in più genericamente il razzismo scientifico che all'epoca andava per la maggiore descriveva ovunque gli slavi come razza inferiore/idiots, dungervolken dicevano da sempre i tedeschi, untermenschen diranno i nazisti. Con il comunismo gli slavi ovunque trovano guide ed una ideologia che permetterà loro di liberarsi da italiani e tedeschi e soprattutto di salvarsi dall'invasione reazionaria e genocida che Italiani e Tedeschi portano avanti contro di loro, l'operazione Barbarossa, operazione portata avanti proprio dopo la proclamazione del principio di autodeterminazione dei popoli che permetterà a questi popoli di avere dei propri stati e di fare delle riforme agrarie (contro quei padroni italo-tedeschi).
    Io sono eterissimo, ma con un trans ci andrei se il suddetto fosse molto femminile ed ovviamente passivo.
    Quindi dipende uno cosa deve farci col trans
    Pestis nigra

  4. #4
    Klassenkampf ist alles!
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    27,394
    Mentioned
    474 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)

    Predefinito Re: Perché non bisogna considerare l'antisovietismo est europeo.

    Citazione Originariamente Scritto da ciano.scuro Visualizza Messaggio
    da sempre il rivoluzionario di professione è un borghese (e quindi abbastanza ricco per istruirsi) "emarginato" perché emarginato? Per questioni razziali, come gli ebrei, per questioni sessuali gli omosessuali, spesso figli di stranieri proprio di un altra nazione etc.. Ma principalmente appunto emarginati.
    Di emarginati non c'erano solo gli ebrei. Ma di seguaci di una religione sostanzialmente mondana, sì. E' questo che li rendeva così facili ad accendersi per il comunismo. Il leader comunista occidentale "medio" è un cristiano, quindi sostanzialmente non è capace di pensare da vero rivoluzionario, tant'è vero che socialisti e comunisti col tempo diventano sempre più riformisti. La rivoluzione la può pensare solo chi pensa che il mondo migliore debba essere QUI ED ORA, e non in un futuro così indeterminato che alla fine tra un prete che parla di paradiso e un "socialista" occidentale che parla di presa del potere con riforme graduali che si compiranno tra mille anni la differenza è minima.
    https://youtu.be/zoAwgB2hDl4?t=95
    Il capolavoro dei borghesi è stato convertire gli ebrei a un'ideologia blut und boden come il sionsmo. Ormai gli ebrei di ebraico non hanno più niente
    il tuo nemico likes this.
    "Una vecchia barzelletta sovietica, diceva, cos’è il deviazionismo? È andare dritti quando la linea va a zig zag. Ecco, io sono un deviazionista"

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    28 May 2019
    Messaggi
    3,012
    Mentioned
    24 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Perché non bisogna considerare l'antisovietismo est europeo.

    Citazione Originariamente Scritto da amaryllide Visualizza Messaggio
    Di emarginati non c'erano solo gli ebrei. Ma di seguaci di una religione sostanzialmente mondana, sì. E' questo che li rendeva così facili ad accendersi per il comunismo. Il leader comunista occidentale "medio" è un cristiano, quindi sostanzialmente non è capace di pensare da vero rivoluzionario, tant'è vero che socialisti e comunisti col tempo diventano sempre più riformisti. La rivoluzione la può pensare solo chi pensa che il mondo migliore debba essere QUI ED ORA, e non in un futuro così indeterminato che alla fine tra un prete che parla di paradiso e un "socialista" occidentale che parla di presa del potere con riforme graduali che si compiranno tra mille anni la differenza è minima.
    https://youtu.be/zoAwgB2hDl4?t=95
    Il capolavoro dei borghesi è stato convertire gli ebrei a un'ideologia blut und boden come il sionsmo. Ormai gli ebrei di ebraico non hanno più niente
    Vero quello che ho mancato di sottolineare. Escludendo Stati Uniti ed Inghilterra dove le riforme sociali ed elettorali erano in parte già avvenute il socialismo non ha mai preso piede i proletariato li hanno lottato nel sistema ed inseriti nelle trade unions già concesse. Rimangono Francia, Spagna ed Italia. In Italia e Spagna il pregiudizio antiebraico era meno affermato tant'è che in Italia all'inizio ci sono molti ebrei nel fascismo. In Francia però gli ebrei partecipano molto al movimento socialista Leon Blum ne è un esempio arcinoto. Quello che dici è vero, fondamentalmente gli ebrei sono stati parzialmente normalizzati nel senso che gli è stato dato Israele come proprio stato, e li sono diventati un popolo come gli altri e cioè un popolo dotato di una propria posizione di forza che quindi non necessitava più di battersi contro la discriminazione, diverso il caso degli ebrei rimasti in Europa che comunque si sono molto appollaiato, molti sono ferocemente di destra liberale perché apprezzano un occidente duro contro i popoli del mondo in via di sviluppo e quindi a vantaggio loro contro i popoli arabo-musulmani, alcuni sono anche ferocemente leghisti. Sono degli ingannati è palese ma non serve specificare oltre e perché. Quanto a quelli di sinistra hanno aderito comodamente alle posizioni della New Left individualista, quel tipo di sinistra (la sinistra liberale più o meno "estremista") che ha messo da parte tutta la storia di lotta proletaria avvenuta nel secolo scorso aderendo quindi alla narrazione che il Capitale ha elargito a partire dagli anni 90 e cioè la narrazione di un comunismo malvagio ed oppressori ed un mondo occidentale in lotta contro chi minava la libertà dei popoli (vai a chiedere a costoro e vedrai quanti sanno che la NATO è nata nel 49 ed è stata per quasi 20 anni un alleanza di paesi segregazionisti:USa, colonialisti/segregazionisti: Inghilterra e Francia, e Fascisti: Portogallo [ebbene si, il dittatore fascista Salazar fu tra i fondatori della NATO], chiedi anche a costoro come la lotta contro segregazione e colonialismo è stata portata avanti dal blocco sovietico e dopo la decolonizzazione chiedi loro come nella parte sud dell'Africa è avvenuta una guerra plurinazionale tra Sud Africa [apartheid] ed i movimenti di liberazione neri Angolani, Mozambicani e Sud Africani stessi e chiedi loro di come l'occidente supportasse ferocemente il Sud Africa mentre il blocco sovietico supportava i neri in lotta).

    Non solo gli ebrei sono stati convertiti a servire la reazione, praticamente tutta la sinistra.
    Se osservi bene stanno tutti lì a chiedersi come Salvini abbia preso piede ed addossato colpe ai "sovranisti", io credo sia perché se osservassero gli eventi per intero si renderebbero conto che essere progressisti oggi significa più che mai essere rivoluzionari (rivoluzione come atto di guerra, atto violento).
    Ricordi come è nato Internet? Da arpa et e cioè come tecnologia militare che è stata allargata al pubblico guarda caso proprio in seguito negli anni 90, dopo di che si sono avute innovazioni tecnologiche una dopo l'altra, telefoni cellulari sempre più piccoli, Smartphone, rete 2g, 3g, 4g.
    Perché? Cosa succedea? Semplice, hanno creato un nuovo nemico, che era strettamente etnico gli arabo musulmani e dopo l'11 settembre per ben vent'anni si sono dati alla War on Terror (termine scaturito da George Bush) ed in vent'anni di innovazioni tecnologiche Co tinue e di continua propaganda hanno mano a mano cambiato il paradigma culturale delle destre che nutrendosi di questa propaganda e di questa guerra sono diventate Razziste, curioso eh? In America poi hanno la War on Drugs termine portato avanti sempre da Bush e chiaramente le vittime sono state i sud americani. Ti viene davvero difficile comprendere come siano apparsi i sovranisti e perché vincano? Dopo la seconda guerra mondiale i mandanti del nazismo il Capitale che qui ti esemplifica come il signor Krupp, ecco Krupp responsabile di SCHIAVISMO ai tempi del Terzo Reich ufficialmente si è fatto SOLO 6 mesi di galera.
    Assurdo no? 6 mesi di galera per un crimine così grande e vasto (saprai che durante la guerra le maggiori industrie tedesche utilizzavano enorme quantità di manodopera schiavi le cioè i prigionieri dei Lager) dopo la guerra imprese come la Daimler hanno fatto lauti affari in Sud Africa e del resto l'occidente reggeva la propria economia fino al 65 sul lavoro di razze oppresse in Africa negli Usa, in Asia. La sinistra di oggi, la New Left si è fatta abbindolare da tutto questo e dalla propaganda che presenta le grandi aziende in continua promozione di politiche progressiste non rendendosi conto che il neocolonialismo è oppressione e che ovviamente tali politiche sono solo facciata, pubblicità propaganda che tra le altre cose ha creato questa sinistra "Capital-friendly".
    In ogni caso gli anni 90 ripeto sono ben comprensibili come anni di ricostituzione dell'opinione pubblica durante i quali si dava la visione di un mondo promettente, politicamente, socialmente, scientificamente, medicalmente. Tutto prometteva, Fukuyama parlò perfino di "fine della storia".
    20 anni di guerra e propaganda dopo avere illuso il mondo per tutto il decennio precedente che il Male fosse stato estirpato per sempre dalla terra. 20 di guerra e propaganda.
    Viene poi l'ultima parte, la crisi, e le rivoluzioni colorate che guarda caso hanno distrutto solo le realtà obiettivamente più progressiste (almeno erano laiche e diciamo anche socialisteggianti) del mondo arabo Tunisia, Libia, Egitto hanno attaccato poi la Siria, ti ricordo che Saddam era stato già abbattuto) lasciando i toccati i grandi monarchi come quelli del mondo musulmano, le realtà più reazionarie, dall'Arabia Saudita al Marocco.
    Cosa succede? Boom, la propaganda era in corso già da un pezzo (War on Terror) bastava scatenare delle tragedie su cui concentrare il mondo (principalmente i paesi in cui appunto sono avvenute le Rivoluzioni Colorate) ed ovviamente creare delle zone di caos e cioè dei corridoi attraverso chiunque si sarebbe fiondato, sia coloro che in quei paesi delle Rivoluzioni colorate vivevano ma anche tanti migranti economici che vengono qui assetati di schiavitù propria nei confronti del Capitale (in altre parole estremamente desiderosi di vivere nel mondo occidentale). E la sinistra, la Nuova Sinistra, la New Left invece di cavalcare l'onda magnifica postale davanti accusando gli immigrati reazionari che qui vengono per fare i crumiri ed i criminali (lumpenproletariat, un termine che voi a sinistra avete non dimenticato, ma letteralmente rimosso) e cioè re-marxistizzando il proletariato prendendo la guida delle popolazioni più progressiste ha preferito lasciare il campo alla destra che ha potuto così radicalizzarsi. Persino voi marxisti del forum siete filo-migranteschi. Siete gente che ha preso le parti del sottoproletariato CONSEGNANDO il proletariato alla Destra! E questo non lo dico come gli allocchi che pensano che per questo i "sovranisti" siano i loro eroi protettori, la New Left ha lasciato cadere il proletariato in questo inganno, e se ne vedono i risultati, estremisti di destra che salgono al potere tranciando sanguinariamente il welfare costituitosi negli anni della Guerra Fredda. E ovvio che dietro c'è il Capitale che vuole più potere e più libertà, si tratta per loro praticamente di recuperare quel diritto di sfruttare che prima avevano e che hanno limitato negli anni della guerra fredda solo per impedire che le masse aderissero al marxismo.


    Piccola sponda di ragionamento, mie osservazioni:
    Tanto in occidente concedendo il welfare, quanto con le altre razze, il Capitale (che non è un o ma sono tanti quante sono le nazioni, anche se si possono alleate come hanno fatto da quando è nata la minaccia marxista che è intrinsecamente globale) è necessariamente reazionario in quanto si regge sugli stati-nazione e con questi opprime non solo i proletariati nazionali, ma anche i popoli più deboli, ed è per questo che promuovono adesso la destra reazionaria e cioè il loro vero volto, per potere opprimente non solo i proletariati nazionali, ma utilizzando questi nelle istituzioni armate anche i popoli deboli: colonialismo vero e proprio, decolonizzare è stato come cedere welfare in occidente, serviva ad impedire che i neri e gli asiatici diventassero marxisti come ad esempio in Angola e Mozambico è chiaro che spedire li degli eserciti coloniali e sfruttarli da colonizzato conviene di più.
    Io sono eterissimo, ma con un trans ci andrei se il suddetto fosse molto femminile ed ovviamente passivo.
    Quindi dipende uno cosa deve farci col trans
    Pestis nigra

  6. #6
    Klassenkampf ist alles!
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    27,394
    Mentioned
    474 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)

    Predefinito Re: Perché non bisogna considerare l'antisovietismo est europeo.

    Citazione Originariamente Scritto da ciano.scuro Visualizza Messaggio
    gli immigrati reazionari che qui vengono per fare i crumiri ed i criminali (lumpenproletariat, un termine che voi a sinistra avete non dimenticato, ma letteralmente rimosso)
    Mai dimenticato. Come non ho mai dimenticato che gli immigrati NON solo lumpenproletariat ,ma PROLETARI.
    "Una vecchia barzelletta sovietica, diceva, cos’è il deviazionismo? È andare dritti quando la linea va a zig zag. Ecco, io sono un deviazionista"

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    28 May 2019
    Messaggi
    3,012
    Mentioned
    24 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Perché non bisogna considerare l'antisovietismo est europeo.

    Citazione Originariamente Scritto da amaryllide Visualizza Messaggio
    Mai dimenticato. Come non ho mai dimenticato che gli immigrati NON solo lumpenproletariat ,ma PROLETARI.
    Si lo sono, sono culturalmente reazionari ed accettano il lavoro dei padroni non solidarizzando con il proletariato, oltre ad essere spesso criminali. Va aggiunto poi che se vengono qui è appunto con l'idea di far parte di questo sistema. Ma ormai la frittata è fatta, avreste potuto ri-marxistizzare le masse ma ormai se le sta prendendo il Capitale. Altrimenti cos'è il lumpenproletariat per te?
    Le loro tendenze criminali non possono non essere notate. Guarda gli zingari, ai tempi del socialismo reale li si trattava cosi:

    The Romani were seen in post-World War II communist-ruled eastern and central Europe as an example of the lumpen proletariat and were, therefore, subject to an aggressive policy of assimilation.

    Ovviamente questo in un contesto di preso potere, li si assimila perché non possono più fare da aiuto per i padri ormai assenti, ma in una società ancora capitalista sono da escludere dal movimento operaio.
    In ogni caso fatti vostri. Ormai siete tutti fuori di sennò, volete fare la rivoluzione con gli spacciatori magrebini e le prostitute slave e non con i proletari italiani (non che vi sia ormai possibile).
    Anche se mi viene in mente che i rivoluzionari bolscevichi reclutatarono e fecero leva sul lumpenproletariat per scopi rivoluzionari (Stalin nella fattispecie aveva rapporti con il sottobosco criminale russo, saprai ovviamente che il Socialista Rivoluzionario finanziava la propria stampa illegale con rapine e persino pirateria nel Mar Nero) usando poi i vory "criminali professionali" come guardie dei gulag. Ma dubito che oggi si possa fare qualcosa del genere.
    Sparviero likes this.
    Io sono eterissimo, ma con un trans ci andrei se il suddetto fosse molto femminile ed ovviamente passivo.
    Quindi dipende uno cosa deve farci col trans
    Pestis nigra

  8. #8
    Klassenkampf ist alles!
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    27,394
    Mentioned
    474 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)

    Predefinito Re: Perché non bisogna considerare l'antisovietismo est europeo.

    Citazione Originariamente Scritto da ciano.scuro Visualizza Messaggio
    Si lo sono,.
    cut the crap. Con buona pace del Crapun, una balla ripetuta mille volte resta una balla.
    il tuo nemico likes this.
    "Una vecchia barzelletta sovietica, diceva, cos’è il deviazionismo? È andare dritti quando la linea va a zig zag. Ecco, io sono un deviazionista"

  9. #9
    La Bestia©
    Data Registrazione
    12 Dec 2015
    Località
    Arciconfraternita di Santo Manganello
    Messaggi
    34,049
    Mentioned
    557 Post(s)
    Tagged
    32 Thread(s)

    Predefinito Re: Perché non bisogna considerare l'antisovietismo est europeo.

    Citazione Originariamente Scritto da amaryllide Visualizza Messaggio
    Il capolavoro dei borghesi è stato convertire gli ebrei a un'ideologia blut und boden come il sionsmo. Ormai gli ebrei di ebraico non hanno più niente
    Sfizioso, eh?
    E pensa che tanti non se ne sono neanche accorti.

  10. #10
    Populista Illiberale ☠
    Data Registrazione
    05 Sep 2015
    Messaggi
    15,314
    Mentioned
    51 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Perché non bisogna considerare l'antisovietismo est europeo.

    Citazione Originariamente Scritto da ciano.scuro Visualizza Messaggio
    Si tratta di pura analisi storica, sono ovviamente anticomunista, ma noto spesso persone cercare di elaborare analisi storiche, ed esprimere considerazioni sull'occupazione sovietica dell'est Europa sulla base dell'anticomunismo est europeo.
    https://www.google.com/amp/s/amp.scm...-hailing-adolf


    Nulla da ridire, bene l'anticomunismo, ma si tratta fondamentalmente di gente che pur di ottenere del facile orgoglio si getta in assurdità. Già vedere masse di slavi neonazisti dovrebbe porre dei dubbi, che dei polacchi poi si travestano da SS e cantino Sieg Heil il giorno del compleanno di Hitler (tra i partecipanti un importante capo dei nazionalisti polacchi) direi che ci obbliga a non considerare minimamente le tendenze politiche di quei popoli in favore di una qualsiasi analisi politica.
    C'è stata da poco una riunione di movimenti neonazisti in Polonia, 150000 partecipanti tra cui Forza Nuova.
    La cosa mi ha incuriosito e pare che l'est Europa sia piena di forsennati che si travestano ed inneggiano a chi li voleva letteralmente sterminare ed in parte l'ha fatto, disprezzando invece chi non solo li ha salvati, i sovietici, ma anche dimenticando che costoro li avevano anche liberati anche da millenni di colonialismo razziale da parte di una classe dirigente di aristocratici e borghesi di origine germanico-tedesca risalente ai tempi delle Crociate del Nord, delle Guerre Svedesi ed in genere della Drang Nach Osten germanica.
    gli ha liberati con il massacro di Katyn,

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Ormai possiamo considerare Fini passato all'altra sponda
    Di msdfli nel forum Destra Radicale
    Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 15-09-09, 23:53
  2. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 05-09-09, 12:38
  3. Risposte: 82
    Ultimo Messaggio: 23-07-09, 12:47
  4. quando si fanno i sondaggi bisogna considerare anche.....
    Di diego10 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-05-07, 18:30
  5. L'embrione non si può ancora considerare persona umana
    Di benfy nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 22-01-07, 13:32

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226