User Tag List

Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 63
Like Tree34Likes

Discussione: i veneti si confermano i terroni del nord

  1. #1
    Moderatori anghe noi...
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    56,768
    Mentioned
    69 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: i veneti si confermano i terroni del nord

    Sottoscriviamo in toto, egregio, salvo il piccolo particolare che Venezia non è il Veneto.

    Trattasi infatti di una piccola enclave di benestanti faccendieri superprivilegiati e arroganti chiusi nel loro piccolo mondo cui una esagerata pubblicità (che paghiamo tutti) conferisce tuttora un alone mistico che nasconde l'olezzo nauseabondo di fogna a cielo aperto che promana da calli e da canali.



    Kobra (Democritico)
    Quando lo Stato non fa l'interesse del Cittadino,
    è il Cittadino che diventa Stato.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    19 Jan 2013
    Messaggi
    4,017
    Mentioned
    22 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: i veneti si confermano i terroni del nord

    Citazione Originariamente Scritto da 21k Visualizza Messaggio
    Quindi mentre auspichiamo che i vari Etna e Vesuvio diano ulteriore prova della forza della natura godiamoci questa onda giustiziera con la speranza che si trovi a suo agio per quelle calle da non andarsene più ma semmai invitare maggiori acque.
    L'unica cosa in cui si spera è che qualcuno ti regali la dignità di sparire da qui che . Mi chiedo come sia possibile leggere in un forum simili porcherie. È normale che un tizio del genere possa scrivere simili porcate?
    tancredi and Wu Wei like this.

  3. #3
    Moderatori anghe noi...
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    56,768
    Mentioned
    69 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: i veneti si confermano i terroni del nord

    Citazione Originariamente Scritto da nuovorizzonte Visualizza Messaggio
    L'unica cosa in cui si spera è che qualcuno ti regali la dignità di sparire da qui che . Mi chiedo come sia possibile leggere in un forum simili porcherie. È normale che un tizio del genere possa scrivere simili porcate?
    Qualche giorno fa qualcuno ha scritto che a Vauro, dichiaratamente COMUNISTA, non dovrebbe essere permesso di esprimere pareri tanto meno satirici.

    A noi Vauro fa letteralmente schifo... ma non ci sogneremmo mai di impedirgli di esprimersi.

    E voi CHI diavolo siete per giudicare gli altri?



    Kobra (Democritico)
    Quando lo Stato non fa l'interesse del Cittadino,
    è il Cittadino che diventa Stato.

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    07 Nov 2016
    Messaggi
    1,155
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: i veneti si confermano i terroni del nord

    Quanti piagnistei questi giorni, il Veneto versa allo Stato sui 14 miliardi l'anno, secondo molti meridionali e non dovrebbero pure arrangiarsi, praticamente non possono neanche richiedere allo Stato una parte minimale di quanto versano ogni anno lol
    Menelik likes this.

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Oct 2018
    Messaggi
    12,618
    Mentioned
    266 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    7

    Predefinito Re: i veneti si confermano i terroni del nord

    Citazione Originariamente Scritto da nuovorizzonte Visualizza Messaggio
    L'unica cosa in cui si spera è che qualcuno ti regali la dignità di sparire da qui che . Mi chiedo come sia possibile leggere in un forum simili porcherie. È normale che un tizio del genere possa scrivere simili porcate?
    Se non ti stanno bene alcuni post, puoi sempre evitare di leggerli ma soprattutto di commentarli
    Kobra likes this.

  6. #6
    Populista Illiberale ☠
    Data Registrazione
    05 Sep 2015
    Messaggi
    15,314
    Mentioned
    51 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: i veneti si confermano i terroni del nord

    ormai possono farlo, il nord è diventato una colonia del meridione
    Indra88 likes this.

  7. #7
    Al-Insān al-Kāmil
    Data Registrazione
    19 Aug 2014
    Località
    Libero Stato Arancione
    Messaggi
    17,908
    Mentioned
    160 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: i veneti si confermano i terroni del nord

    se i veneziani avessero una dignità rifiuterebbero questa mancetta umiliante
    Ottomano

  8. #8
    Moderatori anghe noi...
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    56,768
    Mentioned
    69 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: i veneti si confermano i terroni del nord

    Citazione Originariamente Scritto da Indra88 Visualizza Messaggio
    se i veneziani avessero una dignità rifiuterebbero questa mancetta umiliante
    20 mila prodeuri una ... "mancetta"?

    Dov'è che si firma per avere la residenza a Venezia?



    Kobra (Democritico)
    Quando lo Stato non fa l'interesse del Cittadino,
    è il Cittadino che diventa Stato.

  9. #9
    Al-Insān al-Kāmil
    Data Registrazione
    19 Aug 2014
    Località
    Libero Stato Arancione
    Messaggi
    17,908
    Mentioned
    160 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: i veneti si confermano i terroni del nord

    CONTRO VENEZIA PASSATISTA

    Noi ripudiamo l’antica Venezia estenuata e sfatta da voluttà secolari, che noi pure amammo e possedemmo in un gran sogno nostalgico.

    Ripudiamo la Venezia dei forestieri, mercato di antiquari falsificatori, calamita dello snobismo e dell’imbecillità universali, letto sfondato da carovane di amanti, semicupio ingemmato per cortigiane cosmopolite, cloaca massima del passatismo.

    Noi vogliamo guarire e cicatrizzare questa città putrescente, piaga magnifica del passato. Noi vogliamo rianimare e nobilitare il popolo veneziano, decaduto dalla sua antica grandezza, morfinizzato da una vigliaccheria stomachevole ed avvilito dall’abitudine dei suoi piccoli commerci loschi.

    Noi vogliamo preparare la nascita di una Venezia industriale e militare che possa dominare il mare Adriatico, gran lago italiano.

    Affrettiamoci a colmare i piccoli canali puzzolenti con le macerie dei vecchi palazzi crollanti e lebbrosi.

    Bruciamo le gondole, poltrone a dondolo per cretini, e innalziamo fino al cielo l’imponente geometria dei ponti metallici e degli opifici chiomati di fumo, per abolire le curve cascanti delle vecchie architetture.

    Venga finalmente il regno della divina Luce Elettrica, a liberare Venezia dal suo venale chiaro di luna da camera ammobigliata.



    * * *



    DISCORSO FUTURISTA DI MARINETTI AI VENEZIANI

    Veneziani! Quando gridammo: “Uccidiamo il chiaro di luna!” noi pensammo a te, vecchia Venezia fradicia di romanticismo!

    Ma ora la voce nostra si amplifica, e soggiungiamo ad alte note “Liberiamo il mondo dalla tirannia dell’amore! Siamo sazi di avventure erotiche, di lussuria, di sentimentalismo e di nostalgia!”

    Perché dunque ostinarti Venezia, a offrirci donne velate ad ogni svolto crepuscolare dei tuoi canali?

    Basta! Basta!...Finiscila di sussurrare osceni inviti a tutti i passanti della terra o Venezia, vecchia ruffiana, che sotto la tua pesante mantiglia di mosaici, ancora ti accanisci ad apprestare estenuanti notti romantiche, querule serenate e paurose imboscate!

    Io pure amai, o Venezia, la sontuosa penombra del tuo Canal Grande, impregnata di lussurie rare, e il pallore febbrile delle tue belle, che scivolano giù dai balconi per scale intrecciate di lampi, di fili di pioggia e di raggi di luna, fra i tintinni di spade incrociate...

    Ma basta! Tutta questa roba assurda, abbominevole e irritante ci dà la nausea! E vogliamo ormai che le lampade elettriche dalle mille punte di luce taglino e strappino brutalmente le tue tenebre misteriose, ammalianti e persuasive!

    Il tuo Canal Grande allargato e scavato, diventerà fatalmente un gran porto mercantile. Treni e tramvai lanciati per le grandi vie costruite sui canali finalmente colmati vi porteranno cataste di mercanzie, tra una folla sagace, ricca e affaccendata d’industriali e di commercianti!...

    Non urlate contro la pretesa bruttezza delle locomotive dei tramvai degli automobili e delle biciclette in cui noi troviamo le prime linee della grande estetica futurista. Potranno sempre servire a schiacciare qualche lurido e grottesco professore nordico dal cappelluccio tirolese.

    Ma voi volete prostrarvi davanti a tutti i forestieri,e siete di una servilità ripugnante!

    Veneziani! Veneziani! Perché voler essere ancora sempre i fedeli schiavi del passato, i lerci custodi del più grande bordello della storia, gl’infermieri del più triste ospedale del mondo, ove languono anime mortalmente corrotte dalla lue del sentimentalismo?

    Oh! le immagini non mi mancano, se voglio definire la vostra inerzia vanitosa e sciocca come quella di un figlio di grand’uomo o di un marito di cantante celebre! I vostri gondolieri, non potrei forse paragonarli a dei becchini intenti a scavare cadenzatamente delle fosse in un cimitero inondato?

    Ma nulla può offendervi, poiché la vostra umiltà è smisurata!

    Si sa, d’altronde, che voi avete la saggia preoccupazione di arricchire la Società dei Grandi Alberghi, e che appunto per questa vi ostinate ad imputridire senza muovervi!

    Eppure, voi foste un tempo invincibili guerrieri e artisti geniali, navigatori audaci, ingegnosi industriali e commercianti instancabili... E siete divenuti camerieri d’albergo, ciceroni, lenoni, antiquarî, frodatori, fabbricanti di vecchi quadri, pittori plagiari e copisti. Avete dunque dimenticato di essere anzitutto degl’Italiani, e che questa parola, nella lingua della storia, vuol dire: costruttori dell’avvenire?

    Oh! non vi difendete coll’accusar gli effetti avvilenti dello scirocco! Era ben questo vento torrido e bellicoso, che gonfiava le vele degli eroi di Lepanto! Questo stesso vento africano accelererà ad un tratto, in un meriggio infernale, la sorda opera delle acque corrosive che minano la vostra città venerabile.

    Oh! come balleremo, quel giorno! Oh! come plaudiremo alle lagune, per incitarle alla distruzione! E che immenso ballo tondo danzeremo in giro all’illustre ruina! Saremo tutti pazzamente allegri, noi,gli ultimi studenti ribelli di questo mondo troppo saggio!

    Così, o Veneziani, noi cantammo, danzammo e ridemmo davanti all’agonia dell’isola di File, che morì come un sorcio decrepito dietro la diga d’Assuan, immensa trappola dalle botole elettriche, nella quale il genio futurista dell’Inghilterra imprigiona le fuggenti acque sacre del Nilo!

    Alzate pure le spalle, e gridatemi che sono un barbaro, incapace di gustare la divina poesia che ondeggia sulle vostre isole incantatrici!

    Via! non avete motivo di esserne molto orgogliosi!...

    Liberate Torcello, Burano, l’Isola dei Morti,da tutta la letteratura ammalata e da tutta l’immensa fantasticheria romantica di cui le hanno velate i poeti avvelenati dalla febbre di Venezia, e potrete, ridendo con me considerare quelle isole come mucchi di sterco che i mammouth lasciarono cadere qua e là nell’attraversare a guado le vostre preistoriche lagune!

    Ma voi le contemplate stupidamente, felici di marcire nella vostra acqua sporca, per arricchire senza fine la Società dei Grandi Alberghi, che prepara con cura le notti eleganti di tutti i grandi sulla terra!

    Certo, non è cosa da poco, l’eccitarli all’amore. Sia pure vostro ospite un Imperatore, bisogna che egli navighi lungamente nel sudiciume di questo immenso acquaio pieno di cocci istoriati, bisogna che i suoi gondolieri zappino coi remi parecchi chilometri di escrementi liquefatti, in un divino odor di latrina passando accanto a barche ricolme di belle immondizie, tra equivoci cartocci galleggianti, per poter giungere da vero Imperatore alla sua mèta, contento di sé e del suo scettro imperiale!

    Ecco, ecco quale fu la vostra gloria fino ad oggi, o Veneziani!

    Vergognatevene! Vergognatevene! e gettatevi supini gli uni sugli altri, come sacchi pieni di sabbia per formare il bastione, sul confine, mentre noi prepareremo una grande e forte Venezia industriale, commerciale e militare sull’Adriatico, gran lago italiano!
    monorazziale and Sparviero like this.
    Ottomano

  10. #10
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    26 Oct 2014
    Messaggi
    6,125
    Mentioned
    26 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: i veneti si confermano i terroni del nord

    Citazione Originariamente Scritto da Indra88 Visualizza Messaggio
    se i veneziani avessero una dignità rifiuterebbero questa mancetta umiliante
    se fossero furbi si sarebbe gia staccati dall itaglia
    Mister Libertarian likes this.
    qui in una chiesa un ragazzo prega inginocchiato un dio che non conosce,che non puo sentire,non gridera,non versera lacrime,si domanda solo il mio viaggio è finito o è appena cominciato

 

 
Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 06-05-07, 17:20
  2. Movimento Giovani Veneti/Movimento Dhoveni Veneti
    Di Batti nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-05-07, 00:13
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-05-07, 19:10

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226