https://entrainfantasia.blogspot.com...-e-natura.html

Nei suoi film vengono rappresentate tutte le principali problematiche relative alla tecnologia e al suo utilizzo bellico, sottolineando con estrema precisione che la ricerca è ammaliante e molto interessante. Penso che non esista al mondo un regista che abbia mai trattato così profondamente questi temi, e nella maniera da renderli accessibile ad un pubblico di qualsiasi età.
La visione finale dell'autore giapponese che è racchiusa solamente nel fumetto in sette libri (belli lunghi da leggere) non è affatto positiva: il suo racconto + situato in un futuro in cui la capacità di generare tecnologie nuove è svanita e tutto il mondo è in decadenza in quanto gli uomini, anime dannate, sono riusciti a distruggere il pianeta inquinandolo e nonostante gli sforzi, nei secoli, gli esseri umani e anche alcune piante ed animali si sono abituati a vivere in un ambiente inquinato e quindi non sarebbero più capaci di sopravvivere in un ambiente sano. Un pò quello che succede a quelli che si isolano nelle città e appena fanno un viaggetto si ammalano. A me hanno colpito molto, i film sono creati per dare speranza ai giovani e nel fumetto si trova la visione complessa espressa in immagini.

Da sostenitore di un certo tipo di tecnologia non posso che iniziare a pormi seriamente domande su ciò che stiamo producendo con la ricerca, soprattutto quando la ricerca è portata avanti da governi bellicosi. A parte questo volevo approfondire ulteriormente il discorso parlando di uno degli esponenti più alla moda sulla faccenda della tecnica, Umberto Galimberti, che mi sembra un ottimo oratore, nonostante ci sia molta depressione in quello che dice, parlando con allineamento psicanalitico (secondo me uno che della natura vera ne sa poco, e anche in relazione al mondo animale ne sa poco).... tuttavia anche le sue idee sono da prendere in considerazione se si parla di tecnica all'interno della civiltà umana.

https://www.youtube.com/watch?v=bsprMRnqHFQ&t=960s

Tutte le cose hanno un inizio e una fine, quale sarà la fine della tecnologia? si fermerà con l'uomo?