Forlì - Bossi tuona: "Romagna libera"

RomagnaNOI - News - Forlì - Bossi tuona: "Romagna libera"

Il Senatùr rilancia sulla scissione dall'Emilia, presenta in tal senso il disegno di legge di Gianluca Pini e conclude: "alla fine le Regioni vincono e l'autonomia la conquistano"

FORLI' - Il leader della Lega Nord, Umberto Bossi, ha rilanciato la Romagna Regione durante un comizio alla festa del suo partito a Forlì, nel corso del quale decine di militanti lo hanno anche festeggiato con uno striscione in occasione del suo compleanno che ricorrerà domani. Il leader della Lega ha ricordato che Gianluca Pini ha presentato un disegno di legge per l'autonomia della Romagna.

"La Romagna - ha detto il ministro delle Riforme per il federalismo - l'ho sempre avuta nel cuore, bisognerà mobilitare la prima commissione Affari costituzionali per ottenere l'autonomia della Romagna attraverso un referendum dei soli romagnoli".

Più in generale Bossi ha spiegato che "alla fine le Regioni vincono e l'autonomia la conquistano. Se le Regioni chiedono democraticamente l'autonomia, i ministri devono darla. Chi butta via i soldi non deve ottenere più niente. Ci sono un sacco di Regioni - ha continuato - che fanno così, ma il federalismo fiscale modifica questi rapporti sbagliati".

Al termine del suo discorso, dientro al palco è sceso uno striscione con scritto: "Buon compleanno Umberto sei nel nostro cuore. Lega Nord Romagna". Dopo gli interventi di Rosy Mauro e Roberto Castelli, Bossi ha preso ancora la parola sul tema delle espulsioni dei rom decise dal governo francese: "Sarkosy - ha concluso - ha fatto bene a fare quello che ha fatto. Dovremmo farlo anche noi laddove ci sono esagerazioni. Maroni si sta muovendo in questa direzione".