User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
Like Tree7Likes

Discussione: Sostengono la Palestina, ma non la sanno trovare sulla carta geografica

  1. #1
    Intollerante
    Data Registrazione
    23 Jul 2015
    Messaggi
    7,812
    Mentioned
    444 Post(s)
    Tagged
    21 Thread(s)

    Predefinito Sostengono la Palestina, ma non la sanno trovare sulla carta geografica

    Una recente indagine condotta tra gli studenti dell’Università Berkeley della California ha rivelato che molti studenti che sostengono di difendere la causa palestinese in realtà hanno una conoscenza estremamente scarsa degli elementi basilari del conflitto israelo-palestinese.

    Ron E. Hassner, titolare della cattedra di Studi Israeliani “Helen Diller Family” presso l’Università Berkeley, ha recentemente testato 230 studenti dell’ateneo. Nonostante la maggior parte degli studenti affermino di essere “profondamente preoccupati” per l’occupazione israeliana dei territori palestinesi, il 75% di loro non è in grado di localizzare i territori in questione sulla carta geografica, e l’84% non è in grado di indicare il decennio (per non dire l’anno) in cui è iniziata l’occupazione. Lo ha riferito lo stesso Hassner in un articolo in cui riferisce i risultati dell’inchiesta. Incredibilmente, aggiunge Hassner, il 25% degli studenti più “appassionati” ha collocato i territori palestinesi a ovest del Libano, praticamente nel mezzo del Mar Mediterraneo.

    La maggior parte degli studenti, inoltre, mostra di non avere la minima idea di quante persone vivano effettivamente in Israele. Solo il 17% di loro ha dato una risposta corretta, mentre gli altri hanno ipotizzato cifre fantasiose molto lontane dalla realtà, spaziando da soli 100.000 abitanti fino a ben 150 milioni.

    Particolarmente interessante il fatto che coloro che professano posizioni più moderate sul conflitto sono anche quelli che dimostrano di possedere una maggiore conoscenza dei dati della questione. Spiega Hassner che sono proprio gli studenti con posizioni più moderate quelli che dimostrano con maggiore probabilità di saperne di più, e sono anche quelli che tendono più degli altri ad ammettere di avere lacune nelle loro conoscenze. Al contrario, gli studenti con convinzioni più forti sulla questione palestinese sono anche quelli più sicuri di sé, cioè i meno propensi a lasciare in bianco le risposte e più pronti a sottoscrivere risposte molto azzardate.

    L’indagine non si è limitata al conflitto israelo-palestinese. Agli studenti è stato anche chiesto di valutare su una scala da 1 a 5 il loro livello di interesse e coinvolgimento circa diciotto questioni chiave mediorientali: dai rapporti Usa-Iran, alla guerra civile nello Yemen e in Siria, alla guerra dei droni. Ebbene, la maggior parte degli studenti ha dato un voto molto alto alla crisi israelo-palestinese. “Ma questa fascinazione per la questione palestinese – nota Hassner – non sembra essere motivata da una più generale preoccupazione umanitaria per le lotte di liberazione nazionale”. Gli stessi studenti, infatti, hanno espresso forte indifferenza verso altri casi come la lotta curda per l’indipendenza in Iraq, l’occupazione marocchina del Sahara occidentale e l’occupazione turca della parte settentrionale di Cipro.

    “Come può essere che così tanti studenti affermino di preoccuparsi così profondamente di un conflitto di cui sanno così poco? – si chiede Hassner – È forte la tentazione di ipotizzare che le attuali tendenze politiche nei campus esigano dagli studenti di esprimere opinioni forti su questioni divisive, indipendentemente dal loro grado di conoscenza o comprensione. Il mio sondaggio non può confermare o smentire questa impressione. Ma certamente indica che conoscenza e moderazione vanno di pari passo. Le domande a cui gli studenti hanno risposto in modo più accurato riguardavano la Turchia, l’Arabia Saudita e il Marocco, tutti paesi per i quali esprimevano un interesse moderato, ma non estremo. Se la disinformazione è allo stesso tempo causa e conseguenza dell’estremismo politico – conclude Hassner – allora l’antidoto è un buon insegnamento, che a sua volta richiede la presenza di studiosi che siano esemplari per eccellenza accademica e professionalità non faziosa. E di studenti che non siano disposti a permettere alle loro passioni politiche di ostacolare studio e conoscenza.

    https://www.israele.net/sostengono-l...rta-geografica
    Molte donne, io penso, resistono al femminismo perché è un'agonia essere pienamente coscienti della brutale misoginia che permea la cultura, la società e le relazioni personali.


    (Andrea Dworkin)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Nov 2009
    Località
    new york
    Messaggi
    63,585
    Mentioned
    491 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Sostengono la Palestina, ma non la sanno trovare sulla carta geografica

    Non sono messi tanto male allora, considerando che.....

    https://www.lastampa.it/cultura/2019...ica-1.38047663

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    21 Sep 2016
    Messaggi
    17,496
    Mentioned
    40 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Sostengono la Palestina, ma non la sanno trovare sulla carta geografica

    Citazione Originariamente Scritto da paulhowe Visualizza Messaggio
    Non sono messi tanto male allora, considerando che.....

    https://www.lastampa.it/cultura/2019...ica-1.38047663
    con questo gli mericani diventano piu intelligenti ?
    amaryllide likes this.
    cibo italiano no buono
    cibo africano migliore
    wifi non funziona
    centro di citta e' lontano

  4. #4
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    22 Oct 2015
    Messaggi
    19,297
    Mentioned
    81 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Sostengono la Palestina, ma non la sanno trovare sulla carta geografica

    "ma non la sanno trovare sulla carta geografica"

    invece gli altri paesi.....
    Sparviero and amaryllide like this.
    in europa c'è chi paga e chi prende....


    http://www.europarl.europa.eu/news/i...i-stati-membri

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    21 Sep 2016
    Messaggi
    17,496
    Mentioned
    40 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Sostengono la Palestina, ma non la sanno trovare sulla carta geografica

    @paulhowe


    da glp ...

    There is no excuse for the US when students in Beijing-Shanghai-Jiangsu-Zhejiang (B-S-J-Z) performed near four grade levels ahead of US students in mathematics.

    The 10% most disadvantaged students in Beijing-Shanghai-Jiangsu-Zhejiang (B-S-J-Z) or in Macao or Estonia… those students actually do as well or better than the average student in the US.


    https://www.psychologytoday.com/us/b...a-2018-results

    US Students Continue to Lag in PISA 2018 Results
    Here's what parents, teachers, and legislators need to know.
    Posted Dec 03, 2019

    SHARE
    TWEET
    EMAIL
    COMMENTS
    Teru Clavel
    Source: Teru Clavel
    The Programme for International Student Assessment (PISA) is a survey given to 15-year-old students around the world every three years, which tests the core subjects of reading, mathematics, and science. In 2018, 79 countries and economies participated, representing about 32 million 15-year-olds.

    Here is what US parents, teachers, corporate leaders, legislators, and anyone else who cares about education and the future of our country must know.

    Our US scores show that our education system is flatlining. We are not keeping up with our global counterparts, though the world is becoming increasingly interconnected and interdependent. We performed slightly above the OECD average in reading and science (our scores have remained unchanged in almost two decades while our counterparts' scores rose) but performed well below average in mathematics.
    “Mathematics is an area where American students have always struggled… [they are] significantly below the OECD average… performance overall is quite steady,” said Andreas Schleicher, Division Head of the OECD PISA. I believe that we must require teachers who majored in mathematics or even with graduate degrees in mathematics in our classrooms to stem our falling math outcomes. And, we must depend less on technology to teach our children math. Last, yes they must learn basic mathematics by rote instruction and memorization. There is no excuse for the US when students in Beijing-Shanghai-Jiangsu-Zhejiang (B-S-J-Z) performed near four grade levels ahead of US students in mathematics. B-S-J-Z represents a population of 184 million, half of that of the United States!
    “The 10% most disadvantaged students in Beijing-Shanghai-Jiangsu-Zhejiang (B-S-J-Z) or in Macao or Estonia… those students actually do as well or better than the average student in the US. So clearly some countries do better with their disadvantaged students, where you see less variability with students from the most privileged backgrounds,” said Andreas Schleicher.
    Our productivity is below the OECD average and must be improved. This measures the time spent learning versus learning outcomes. Finland, Germany, Switzerland well outperform the US, for example. The bottom line is the US must analyze the quality of our instruction versus the quantity of learning time spent.
    “Where students saw more teacher enthusiasm, they also talked about a better disciplinary climate and also more perseverance to motivate complex tasks… Teacher enthusiasm is related to learning outcomes but also to the general school and disciplinary climate in the classroom,” said Andreas Schleicher.
    The following teacher behaviors hinder learning and reading performance: not meeting the individual needs of students, teacher absenteeism, staff resisting change, teachers not being well prepared for class, teachers being too strict with students. These factors are directly related to student learning outcomes.
    Students’ life satisfaction: Where there was a better disciplinary climate, students were happier with their lives even after accounting for social background. When there was a more cooperative learning style, students were more satisfied. The US has a more competitive learning environment than cooperative. The US ranks almost last in this category, well behind countries like Japan and China, against the common US perception. I believe this is in part due to our opaque college admissions system (the Varsity Blues scandal being emblematic) and our increasingly extreme capitalism.
    In the US, while both boys and girls may do equally well in science and math, if you are a boy you are much more likely to work as a science and engineering professional than if you are a girl. We practice gender aspirations by subject areas. This must change.
    If you go to Beijing-Shanghai-Jiangsu-Zhejiang (B-S-J-Z), those students from disadvantaged backgrounds have an even higher growth mindset than do students from privileged backgrounds! Not so in the US. We must learn in the US that a “can do” mindset determines our academic success and our emotional health.
    The idea of “academic resilience.” How you can perform despite coming from disadvantage? The US lags well behind. And it relates to growth mindset, because this is correlated with parents' emotional support, teachers’ enthusiasm, self-efficacy, disciplinary climate in the schools, and with a growth mindset. These are factors that predict resilience among immigrant students.
    Holding a growth mindset is positively related to better academic performance in almost every education system. This is especially true for 15-year-old students in the United States. Students who disagreed or strongly disagreed with the statement: “Your intelligence is something about you that you can’t change very much” scored 58 points higher in reading than students who agreed or strongly agreed with the statement, after accounting for students’ and schools’ socio-economic profile (OECD average: 32 score points higher).”
    Social segregation takes place across our US public schools and there is comparatively great variability among our public schools. Again, this represents our funding model which results in inequitable educational experiences.
    The US is not good with aligning resources with needs.
    article continues after advertisement

    As I discussed with Fareed Zakaria on Sunday, December 3rd from my personal and professional findings discussed in World Class, we must address:

    Our funding model and how to make it equitable
    Raising our teacher training and professional development standards
    Having higher expectations and a growth mindset
    PISA Related Links:

    PISA
    Executive Summary
    Complete Report
    ​Overview of US Performance
    ​Overview of Reports and Country Specific Reports
    ​PISA exam questions​
    References

    OECD (2019) Programme for International Student Assessment. https://www.o
    amaryllide likes this.
    cibo italiano no buono
    cibo africano migliore
    wifi non funziona
    centro di citta e' lontano

  6. #6
    Klassenkampf ist alles!
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    27,392
    Mentioned
    474 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)

    Predefinito Re: Sostengono la Palestina, ma non la sanno trovare sulla carta geografica

    Citazione Originariamente Scritto da Rotwang Visualizza Messaggio
    Ron E. Hassner, titolare della cattedra di Studi Israeliani
    https://www.israele.net/
    Sparviero and Ivan like this.
    "Una vecchia barzelletta sovietica, diceva, cos’è il deviazionismo? È andare dritti quando la linea va a zig zag. Ecco, io sono un deviazionista"

  7. #7
    Disilluso cronico
    Data Registrazione
    25 Nov 2009
    Località
    All your base are belong to us
    Messaggi
    14,184
    Mentioned
    118 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito Re: Sostengono la Palestina, ma non la sanno trovare sulla carta geografica

    Beh, anche un orologio rotto può segnare l'ora giusta due volte al giorno.

    Francamente la cosa manca di sorprendermi: quante volte si sono visti marce e sit-in di protesta da parte di persone che non sapevano a favore di chi o cosa stessero protestando. certe grandi, coinvolgenti passioni politiche e/o sociali sono il più delle volte questioni di moda, o di puro seguire il gregge...
    .
    L'ultimo uomo ad essere entrato in Parlamento con intenzioni oneste.

    Non basta negare le idee degli altri per avere il diritto di dire "Io ho un'idea". (G. Guareschi)

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    09 Jan 2013
    Messaggi
    2,959
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Sostengono la Palestina, ma non la sanno trovare sulla carta geografica

    qualcuno può spiegarmi cosa vuol dire "Israele"?
    Continuate a dire questa parola strana ma proprio non la conosco!

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    09 Jan 2013
    Messaggi
    2,959
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Sostengono la Palestina, ma non la sanno trovare sulla carta geografica

    Quando si fa un intervista cieca a delle persone che manifestano il loro pensiero ma che lo fanno soprattutto per il piacere di potersi esprimere liberamente non si può pretendere che queste persone diano delle risposte ragionate.
    Bene che vada una risposta ogni tanto sarà ragionata , la maggior parte sarà casuale e ciò dipenderà da come presenti il questionario. Telefonico o una bella fxxa? molte domande o poche? Le domande lunghe o corte?
    Ma molte volte io rispondo sbagliato apposta... ovvio che rispondere 150milioni è una provocazione !
    Non si può da un sondaggio pensare di comprendere l'intelligenza o la cultura sociale di un popolo...
    Rispondi tu alle domande ...senza guardare in internet...! quanto è grande israele? Quanti abitanti ha? I rapporti da 1-5 degli USA in IRAN, IRAQ, AFGHANISTAN, LIBIA, GRAN BRETAGNA .
    Per la posizione, dimmi sempre senza guardare su Internet ...sai dirmi dove è posizionata La Città del Vaticano?
    Cosa ne pensi della lotta per l'indipendenza dell'Alto adige ?

  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    08 Sep 2009
    Messaggi
    23,914
    Mentioned
    95 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Sostengono la Palestina, ma non la sanno trovare sulla carta geografica

    Sostengono la Palestina, ma non la sanno trovare sulla carta geografica
    Cittadini degli Stati Uniti che non sanno trovare un Paese a caso sulla mappa? Sai che novità, sanno dov'è il loro giusto perché hanno i piedi piantati sopra...
    Citazione Originariamente Scritto da Guy Fawkes Visualizza Messaggio
    Beh, anche un orologio rotto può segnare l'ora giusta due volte al giorno.

    Francamente la cosa manca di sorprendermi: quante volte si sono visti marce e sit-in di protesta da parte di persone che non sapevano a favore di chi o cosa stessero protestando. certe grandi, coinvolgenti passioni politiche e/o sociali sono il più delle volte questioni di moda, o di puro seguire il gregge...
    Ultima modifica di Halberdier; 05-12-19 alle 22:41

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 12-03-07, 20:35
  2. Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 31-10-05, 01:12
  3. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 31-01-04, 01:27
  4. Riflessioni alla luce di una vecchia carta geografica
    Di gianniguelfi nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 19-10-03, 00:40

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226