User Tag List

Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 47
Like Tree20Likes

Discussione: Italia: enorme divario tra ricchi e poveri, soprattutto al Sud.

  1. #1
    Anticristiano militante ⊕
    Data Registrazione
    02 Jun 2014
    Località
    Landa anti-democratica.
    Messaggi
    6,171
    Mentioned
    77 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Italia: enorme divario tra ricchi e poveri, soprattutto al Sud.

    di F. Q. | 12 GENNAIO 2020

    L’Italia è il peggiore tra gli Stati europei più popolosi per differenza di reddito tra i ricchi e i poveri: nel nostro Paese il 20% della popolazione con i redditi più alti può contare su entrate più di sei volte superiori a quelle di coloro che sono nel 20% più in difficoltà. Una forbice che nell’ultimo decennio si è allargata: la differenza era di 5,21 volte nel 2008, è diventata appunto di 6,09 volte nel 2018. I dati sul gap tra le diverse fasce di reddito sono stati aggiornati dall’Eurostat e fotografano la situazione dell’Italia prima del 2019. La lettura delle statistiche evidenzia anche una differenza tra il Nord e il Sud: il minor divario tra ricchi e poveri si registra in Regioni come Friuli Venezia Giulia (4,1) e Provincia di Bolzano (4), mentre la forbice è a livelli record in Campania e Sicilia, dove il 20% benestante ha un reddito 7,4 volte superiore al quintile più disagiato della posizione.

    Nel 2018 il governo aveva rafforzato il Reddito di Inclusione in favore della povertà, con circa 300 milioni, ma a giudicare dai dati forniti dall’istituto di statistica europeo non sarebbe riuscito a contrastare l’aumento del gap tra i ricchi e i poveri. La crescita della distanza tra i due gruppi, a scorrere la tabella dei vari anni, appare quasi inesorabile. Dal 2008, l’anno in cui è scoppiata la crisi negli Usa che ha lambito l’Europa solo nella parte finale dell’anno, il differenziale tra ricchi e poveri è aumentato di una ulteriore unità: se allora valeva 5,21 volte, nel 2016 si era saliti al 6,27 volte (un record), per poi ridiscendere al 5,92 del 2017 e sfondare di nuovo la soglia del sei, a 6,09 volte, nel 2018. Nell’ultimo decennio, insomma, i poveri sono sempre più poveri e i ricchi sempre più ricchi. I dati dell’Eurostat non arrivano al 2019 e quindi non valutano ancora il possibile impatto del reddito di cittadinanza.

    Oltre alla tendenza, per l’Italia non arrivano buone notizie nemmeno dal confronto con il resto d’Europa. L’allargamento della forbice tra ricchi e poveri nel nostro Paesi lo si vede guardando alle medie: nell’eurozona il divario complessivo è di 5,07 volte, quello dell’Ue a 28 di 5,17 volte. L’Italia è ben più su, messa poco peggio della Spagna (6,03 volte), mentre è molto minore la disuguaglianza in Germania (5,07 volte) e soprattutto nella vicina Francia (4,23 volte). L’Italia è la peggiore, per ampiezza del gap, tra le nazioni più popolose. Nella lista dei 28 aderenti – guidata da Serbia, Bulgaria e Romania, con un divario rispettivamente di 8,58, 7,66 e 7,21 volte – si piazza al settimo posto. Fanno peggio di noi solo altri 4 Paesi: Lituania, Albania, Lettonia e Macedonia.

    La lettura dei dati mostra inoltre un ascensore sociale bloccato, un maggior livellamento tra i pensionati ma anche che la differenza tra ricchi e poveri non ‘discrimina’ tra uomini e donne. La difficoltà di passare da una classe all’altra è segnata dai dati sugli under65: nell’età da lavoro il ‘gap’ ricchi-poveri è più alto, di 6,55 volte. Tra i pensionati, invece, si attesta a 4,86 volte. Povertà e ricchezza comunque non guardano al ‘gender gap’: il divario di 6,10 punti degli uomini si affianca quello di 6,8 volte delle donne.

    Il dato per regioni evidenzia che il divario, oltre che tra ricchi e poveri, è anche tra Nord e Sud. O meglio: nelle Regioni storicamente benestanti, è anche meno larga la forbice tra chi ha di più e chi ha di meno. In questo caso le informazioni si fermano al 2017, anno in cui il minor divario si registra a Bolzano (4 volte la differenza tra i redditi) e in Friuli (4,1), seguite da Veneto e Umbria (4,2 volte). Il Lazio segna un indice del 6,5, la Lombardia si ferma a 5,4 mentre Sicilia e la Campania registrano i divari più ampi: il 20% dei più ricchi ha un reddito che è 7,4 volte tanto la corrispondente fascia dei più poveri. In Calabria il divario è di 7,1 volte, in Sardegna di 6,7. Al Sud fanno meglio Basilicata e Puglia, dove la forbice è calcolata in un divario di 5,5 volte.


    https://www.ilfattoquotidiano.it/202...cilia/5666430/
    Kavalerists likes this.
    "L'odio, il piacere della perversità, la brama di rapina e di dominio, e tutto quello che solitamente è chiamato malvagio, (...) ha(n) finora conservato, in una misura comprovata, la nostra razza." [La Gaia Scienza, I, 1]

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista
    Data Registrazione
    23 Jan 2018
    Messaggi
    816
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Italia: enorme divario tra ricchi e poveri, soprattutto al Sud.

    Questo è il risultato del RDC!!! chi aveva mezza intenzione di lavorare, la ha persa.!!

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    28 May 2019
    Messaggi
    3,207
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Italia: enorme divario tra ricchi e poveri, soprattutto al Sud.

    Bene così. Gli italiani non si meritano che per loro si crei lavoro.

    Riconoscano questi signori di aver sbagliato quando distruggevano il criterio del merito e del principio della selezione. Riconoscano di aver commesso un falso quando, per screditare l'iniziativa privata – cui ora si deve tornare per salvarci dalla bancarotta –, ne incarnavano – in letteratura, nel cinema, in teatro, nel giornalismo – i protagonisti o in biechi sopraffattori e ladroni, o in ridicoli manichini. Riconoscano che l'imprenditoria pubblica è peggiore anche di questa caricatura, e la sua economia un fallimento. Riconoscano di aver commesso un delitto quando, per combattere l'"arroganza del Potere", offrivano giustificazioni e incoraggiamenti all'arroganza dell'eversione che ha condotto lo Stato allo sfascio. Riconoscano che per aprire la scuola a tutti l'hanno resa inutile a tutti. Riconoscano di essere stati in malafede quando, contro l'evidenza, sostenevano che la violenza veniva unicamente da destra per avallare la "strategia della tensione" accampata dalle sinistre collettiviste. Riconoscano di aver commesso, e di commettere tuttora un sopruso fascista, bollando di fasciste e cercando di ghettizzare tutte le voci di dissenso da questo andazzo. Ecco cosa il "privato" in rivolta (in rivolta, non in Travolta) si aspetta di sentire da queste Maddalene pentite, altro che le elucubrazioni su Gaber, i revivals, e il panettone.

    Indro Montanelli nel 1979 sul riflusso nel privato



    Proletari parassiti e succhiasangue. Avete voluto il SSN, la scuola democratica e lo statuto dei lavoratori ed ora piangete e votate Lega umiliati e dimentichi del vostro passato. Ma è proprio così che ve la faremo pagare.
    Io sono eterissimo, ma con un trans ci andrei se il suddetto fosse molto femminile ed ovviamente passivo.
    Quindi dipende uno cosa deve farci col trans
    Pestis nigra

  4. #4
    Agnostico
    Data Registrazione
    15 Apr 2009
    Messaggi
    26,208
    Mentioned
    61 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Italia: enorme divario tra ricchi e poveri, soprattutto al Sud.

    Citazione Originariamente Scritto da il_gufo Visualizza Messaggio
    Questo è il risultato del RDC!!! chi aveva mezza intenzione di lavorare, la ha persa.!!
    Prima del RdC l'Italia aveva il miglior indice Gini. Quanti geni che abbiamo in italia. E la maggior parte scrivono su TP...
    AlleModena89 likes this.
    "Voi non avete fermato il vento gli fate solo perdere tempo"
    www.forumviola.it

  5. #5
    GRILLINO/A SEI VOMITEVOLE
    Data Registrazione
    15 Oct 2018
    Messaggi
    14,156
    Inserzioni Blog
    7
    Mentioned
    301 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Italia: enorme divario tra ricchi e poveri, soprattutto al Sud.

    Citazione Originariamente Scritto da il_gufo Visualizza Messaggio
    Questo è il risultato del RDC!!! chi aveva mezza intenzione di lavorare, la ha persa.!!
    No dai, bisogna anche ammettere che il RdC è servito ad incrementare la vendita di divani...


  6. #6
    Populista Illiberale ☠
    Data Registrazione
    05 Sep 2015
    Messaggi
    15,651
    Mentioned
    51 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Italia: enorme divario tra ricchi e poveri, soprattutto al Sud.

    l'italia si sta ukrainizzando, vi troverete a fare i badanti senza nemmeno accorgervene
    Ivan and AlleModena89 like this.

  7. #7
    Super Troll
    Data Registrazione
    13 Oct 2010
    Località
    cagliari
    Messaggi
    51,983
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    49 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Italia: enorme divario tra ricchi e poveri, soprattutto al Sud.

    Citazione Originariamente Scritto da ciano.scuro Visualizza Messaggio
    Bene così. Gli italiani non si meritano che per loro si crei lavoro.

    Riconoscano questi signori di aver sbagliato quando distruggevano il criterio del merito e del principio della selezione. Riconoscano di aver commesso un falso quando, per screditare l'iniziativa privata – cui ora si deve tornare per salvarci dalla bancarotta –, ne incarnavano – in letteratura, nel cinema, in teatro, nel giornalismo – i protagonisti o in biechi sopraffattori e ladroni, o in ridicoli manichini. Riconoscano che l'imprenditoria pubblica è peggiore anche di questa caricatura, e la sua economia un fallimento. Riconoscano di aver commesso un delitto quando, per combattere l'"arroganza del Potere", offrivano giustificazioni e incoraggiamenti all'arroganza dell'eversione che ha condotto lo Stato allo sfascio. Riconoscano che per aprire la scuola a tutti l'hanno resa inutile a tutti. Riconoscano di essere stati in malafede quando, contro l'evidenza, sostenevano che la violenza veniva unicamente da destra per avallare la "strategia della tensione" accampata dalle sinistre collettiviste. Riconoscano di aver commesso, e di commettere tuttora un sopruso fascista, bollando di fasciste e cercando di ghettizzare tutte le voci di dissenso da questo andazzo. Ecco cosa il "privato" in rivolta (in rivolta, non in Travolta) si aspetta di sentire da queste Maddalene pentite, altro che le elucubrazioni su Gaber, i revivals, e il panettone.

    Indro Montanelli nel 1979 sul riflusso nel privato



    Proletari parassiti e succhiasangue. Avete voluto il SSN, la scuola democratica e lo statuto dei lavoratori ed ora piangete e votate Lega umiliati e dimentichi del vostro passato. Ma è proprio così che ve la faremo pagare.
    lasciando cadere i ponti e le gallerie??? e vendendo l'anima ai paradisi fiscali??
    don Peppe likes this.
    se l'europa non cambia sistema conviene andarsene...altrimenti ci ridurrà come e peggio della grecia.

  8. #8
    Forumista
    Data Registrazione
    23 Jan 2018
    Messaggi
    816
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Italia: enorme divario tra ricchi e poveri, soprattutto al Sud.

    Citazione Originariamente Scritto da medisco Visualizza Messaggio
    Prima del RdC l'Italia aveva il miglior indice Gini. Quanti geni che abbiamo in italia. E la maggior parte scrivono su TP...
    Ci sarà un motivo se le grandi multinazionali aprono di solito al nord..... a Milano.
    Poi magari a furia di incentivi a pioggia e a fondo perduto aprono pure una filiale al sud... per poi chiuderla non appena finiti i soldini pubblici.
    RigorMontis likes this.

  9. #9
    Forumista
    Data Registrazione
    23 Jan 2018
    Messaggi
    816
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Italia: enorme divario tra ricchi e poveri, soprattutto al Sud.

    Citazione Originariamente Scritto da RigorMontis Visualizza Messaggio
    No dai, bisogna anche ammettere che il RdC è servito ad incrementare la vendita di divani...

    Acco perché aprono un negozio di Divani e Sofa in ogni citta......
    RigorMontis and AlleModena89 like this.

  10. #10
    Socialista Democratico
    Data Registrazione
    12 Dec 2014
    Messaggi
    22,466
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    79 Post(s)
    Tagged
    27 Thread(s)

    Predefinito Re: Italia: enorme divario tra ricchi e poveri, soprattutto al Sud.

    Un fascista che si interessa della disuguaglianza economica? Sei ridicolo @Pestis nigra
    nuovorizzonte likes this.

 

 
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 77
    Ultimo Messaggio: 12-05-19, 13:56
  2. Italia 2017: i ricchi sempre più ricchi, i poveri sempre più poveri
    Di Josef Scveik nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 15-07-17, 13:08
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 26-12-14, 16:46
  4. Ocse: in Italia aumenta divario tra ricchi e poveri
    Di Ludis nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 03-05-11, 22:39
  5. E' di 130 volte il divario tra ricchi e poveri
    Di 22Ottobre nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 14-08-07, 15:18

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226