User Tag List

Pagina 3 di 6 PrimaPrima ... 234 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 51
Like Tree16Likes

Discussione: Il tramonto del Dodecaneso italiano (1943-1947)

  1. #21
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    56,593
    Mentioned
    1073 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Il tramonto del Dodecaneso italiano (1943-1947)

    Citazione Originariamente Scritto da massena Visualizza Messaggio
    chiese lui o gli fu ordinato di chiedere?
    Insomma, i capri espiatori furono badoglio (che si vendico' per bene) e de vecchi. L'intoccabile rimase al suo posto fino alla completa distruzione della nazione.
    De Vecchi era impopolare a Rodi perche' arrogante, stravagante e amante dello sfarzo e dello squadrismo che faceva applicare nelle isole con durezza: si scontro' molto duramente con Badoglio sulla questione dei rifornimenti, il Diario di Ciano e' impietoso nei suoi confronti anche se forse De Vecchi non aveva tutti i torti. Difficile sapere dove sta la verita', Comunque da quello che so fu lui a chiedere l'esonero che ottenne il 27 novembre 1940 dopo uno scontro furioso con Mussolini, era uno dei pochissimi che potevano dare del tu al duce.
    Ciano diceva che ogni tre minuti nasceva un imbecille e De Vecchi era precisamente questo e che ogni volta che aveva ricoperto degli incarichi aveva provocato danni
    a casa ho un libro raro: la biografia di De Vecchi: posso cercare il motivo scatenante della sua richiesta d'esonero
    massena likes this.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #22
    duca di rivoli
    Data Registrazione
    27 May 2009
    Località
    LOMBARDIA - Alpi
    Messaggi
    15,929
    Mentioned
    66 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Il tramonto del Dodecaneso italiano (1943-1947)

    effettivamente so poco del quadrumviro.
    se hai qualche spunto interessante proseguiamo...

  3. #23
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    56,593
    Mentioned
    1073 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Il tramonto del Dodecaneso italiano (1943-1947)

    Citazione Originariamente Scritto da massena Visualizza Messaggio
    effettivamente so poco del quadrumviro.
    se hai qualche spunto interessante proseguiamo...
    Bè De Vecchi era un monarchico sfegatato e un fascista della prima ora, durante la marcia su Roma fu lui a rassicurare gli ambienti militari e fu ricevuto piu' volte dal re e lo rassicuro' che il fascismo al potere sarebbe rismasto fedele alla monarchia

    Con Mussolini il rapporto fu sempre burrascoso e per molti anni ricopri' cariche lontano da Roma proprio a causa di questo conflitto col Duce

    fu governatore della Somalia 1923-28
    poi primo ambasciatore italiano in vaticano 1929-36
    e infine a Rodi come governatore del Dodecaneso dal 1936 al 1940
    per poi rimanere senza incarichi fino al 25 luglio 1943
    Il 25 luglio al Gran consiglio di cui era membro di diritto perchè quadrumviro mosse una severa requisitoria contro Musoslini e fu ricompenstao col comando di una divisione costiera in Toscana (la zona di Piombino)
    l'8 settembre 1943 consegno' Piombino ai tedeschi rinunciando a ogni resistenza
    Fu condanato a morte dalla RSI ma, fervente cattolico ed ex ambasciatore italiano in Vaticano dove aveva diversi "agganci", venne protetto dal Vaticano che lo nascose in diversi conventi fino a quando nel 1947 riusci' a imbarcarsi per il Sudamerica con un passaporto falso
    Torno' in Italia nel 1949 dopo che la sua condanna a 5 anni per avere organizzato la marcia su Roma fu cancellata dalla Cassazione
    Fu colpito da ictus e trascorse gli ultimi 10 anni paralizzato e incapace di parlare
    mori' nel 1959

  4. #24
    .
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    23,929
    Mentioned
    135 Post(s)
    Tagged
    44 Thread(s)

    Predefinito Re: Il tramonto del Dodecaneso italiano (1943-1947)

    Citazione Originariamente Scritto da amaryllide Visualizza Messaggio
    il revisionismo filofascista dei postcomunisti come Salvatores e Violante non ha nessun fondamento negli eventi reali. "astio e livore" ce li siamo ampiamente guadagnati. OXI!
    Perché, dove avrei detto il contrario, oppure fatto intendere che sia immotivato e ingiustificabile?
    Ma leggere senza farsi prendere dalle isterie ideologiche è così difficile?
    Ho solo rimarcato che la mancata valorizzazione di certe strutture da parte dei locali è stata, per decenni, autolesionistica.
    Di Salvatores, Violante, sottomarini etc. non ho interesse alcuno a dibatterne.

  5. #25
    duca di rivoli
    Data Registrazione
    27 May 2009
    Località
    LOMBARDIA - Alpi
    Messaggi
    15,929
    Mentioned
    66 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Il tramonto del Dodecaneso italiano (1943-1947)

    e poi diciamo la verità: l'architettura di "quel" periodo è eccellente.
    paga solo il difetto che è stata fatta con materiali non eccelsi e va costantemente manutenuta. quella "coloniale" è ancora meglio. in libia c'erano delle meraviglie (come gli alberghi per i funzionari e i primi turisti) che Gheddafi ha volutamente lasciato marcire perché segno della dominazione straniera.

  6. #26
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    56,593
    Mentioned
    1073 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Il tramonto del Dodecaneso italiano (1943-1947)

    Citazione Originariamente Scritto da massena Visualizza Messaggio
    effettivamente so poco del quadrumviro.
    se hai qualche spunto interessante proseguiamo...
    la sua biografia difende il suo operato ed è poco obbiettiva, comunque il problema sembra fosse il fatto che De Vecchi si senti' isolato e trascurato dal governo centrale e Badoglio che considerava quella zona come secondaria nel teatro di guerra non invio' adeguati rinforzi e viveri necessari per condurre una guerra

  7. #27
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    6,314
    Mentioned
    23 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il tramonto del Dodecaneso italiano (1943-1947)

    Citazione Originariamente Scritto da FrancoAntonio Visualizza Messaggio
    la sua biografia difende il suo operato ed è poco obbiettiva, comunque il problema sembra fosse il fatto che De Vecchi si senti' isolato e trascurato dal governo centrale e Badoglio che considerava quella zona come secondaria nel teatro di guerra non invio' adeguati rinforzi e viveri necessari per condurre una guerra
    vabbé, su questo difficile dargli torto, Badoglio considerò secondaria Roma....

  8. #28
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    56,593
    Mentioned
    1073 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Il tramonto del Dodecaneso italiano (1943-1947)

    Citazione Originariamente Scritto da Biordo Visualizza Messaggio
    vabbé, su questo difficile dargli torto, Badoglio considerò secondaria Roma....
    certo ma in quel momento il problema è che l'Italia non poteva andare a rinforzare il Dodecaneso e disperdere forze e materiali visto che stava arretrando di brutto al confine tra Grecia e Albania

  9. #29
    duca di rivoli
    Data Registrazione
    27 May 2009
    Località
    LOMBARDIA - Alpi
    Messaggi
    15,929
    Mentioned
    66 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Il tramonto del Dodecaneso italiano (1943-1947)

    Citazione Originariamente Scritto da FrancoAntonio Visualizza Messaggio
    certo ma in quel momento il problema è che l'Italia non poteva andare a rinforzare il Dodecaneso e disperdere forze e materiali visto che stava arretrando di brutto al confine tra Grecia e Albania
    a leggere gli avvenimenti di quell'inverno c'è da piangere.
    le abbiamo prese ovunque, ma la cosa più bruciante è proprio la grecia.
    è stato un continuo tappare falle e mandare rinforzi a pezzettini, spesso via aereo (anche quelli prestati dai tedeschi) e quindi senza equipaggiamento e armamento pesante. migliaia di morti e feriti, e decine di migliaia di sbandati nelle retrovie mentre i soliti alpini resistevano e facevano il muro nei luoghi più minacciati come a Tepeleni o nella valle del Devoli. Il fatto è che un reparto spesso veniva distrutto alla prima azione, magari con poche perdite, ma con la fine della capacità combattiva per esaurimento delle forze e della volontà di tutti, dai comandanti alla truppa. questi sldati poi finivano ad intasare le retrovie e per riorganizzarli e rivestirli occorrevano settimane o mesi.
    Mentre i greci, che erano praticamente nudi, erano esaltati per le vittorie, e avanzavano a piccoli passi ma avanzavano sempre.
    il povero Cavallero (dopo la figuraccia di Soddu) doveva tenere la calma al fronte con le continue richieste da Roma di offensive "politiche" e "risolutive" mentre il fronte rischiava di crollare con la conquista greca di tepeleni e la via libera per il mare a Valona. il grande stratega romano non capiva nulla di strategia e logistica e pretendeva di dirigere le armate da Roma con continue comunicazioni sempre più ridicole, visti i modi e i risultati.
    alla fine siamo arrivati ad avere mezzo milione di soldati al fronte e una superiorità schiacciante, ma la mossa dei tedeschi ci ha pure impedito di avere una vittoria nostra, che ormai era imminente.

    vabbe, almeno in africa (Nord e AOI) e nel Mediterraneo ci legnavano gli inglesi, non un povero popolo balcanico.
    "inglesi" per modo di dite, dato che predominavano comunque le truppe di colore come gli indiani (una divisione su due in cirenaica e una su due in AOI), gli africani e altra gente che veniva dalle colonie. anche le truppe del congo belga si sono vantate di aver catturato 5 generali italiani...

  10. #30
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    56,593
    Mentioned
    1073 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Il tramonto del Dodecaneso italiano (1943-1947)

    Citazione Originariamente Scritto da massena Visualizza Messaggio
    a leggere gli avvenimenti di quell'inverno c'è da piangere.
    le abbiamo prese ovunque, ma la cosa più bruciante è proprio la grecia.
    è stato un continuo tappare falle e mandare rinforzi a pezzettini, spesso via aereo (anche quelli prestati dai tedeschi) e quindi senza equipaggiamento e armamento pesante. migliaia di morti e feriti, e decine di migliaia di sbandati nelle retrovie mentre i soliti alpini resistevano e facevano il muro nei luoghi più minacciati come a Tepeleni o nella valle del Devoli. Il fatto è che un reparto spesso veniva distrutto alla prima azione, magari con poche perdite, ma con la fine della capacità combattiva per esaurimento delle forze e della volontà di tutti, dai comandanti alla truppa. questi sldati poi finivano ad intasare le retrovie e per riorganizzarli e rivestirli occorrevano settimane o mesi.
    Mentre i greci, che erano praticamente nudi, erano esaltati per le vittorie, e avanzavano a piccoli passi ma avanzavano sempre.
    il povero Cavallero (dopo la figuraccia di Soddu) doveva tenere la calma al fronte con le continue richieste da Roma di offensive "politiche" e "risolutive" mentre il fronte rischiava di crollare con la conquista greca di tepeleni e la via libera per il mare a Valona. il grande stratega romano non capiva nulla di strategia e logistica e pretendeva di dirigere le armate da Roma con continue comunicazioni sempre più ridicole, visti i modi e i risultati.
    alla fine siamo arrivati ad avere mezzo milione di soldati al fronte e una superiorità schiacciante, ma la mossa dei tedeschi ci ha pure impedito di avere una vittoria nostra, che ormai era imminente.

    vabbe, almeno in africa (Nord e AOI) e nel Mediterraneo ci legnavano gli inglesi, non un povero popolo balcanico.
    "inglesi" per modo di dite, dato che predominavano comunque le truppe di colore come gli indiani (una divisione su due in cirenaica e una su due in AOI), gli africani e altra gente che veniva dalle colonie. anche le truppe del congo belga si sono vantate di aver catturato 5 generali italiani...
    Questione anche di mentalita' : gli alti ufficiali italiani avevano ancora la mentalita' della divisione delle classi: dovevano mangiare buoni piatti, avete buoni alloggiamenti al sicuro (Graziani in Africa aveva il suo QG a centinaia di chilometri dal fronte e a prova di bombardamenti in una catacomba) ogni sera erano bisbocce e mangiate e bevute.

    Niente a che vedere con la vita sacrificata del soldato in prima linea.

    Ho un libro di un inglese che aveva combattuto in.Libia e che faceva parte di commandos che operavano nelle retrovie nemiche : il suo stupore nel vedere ufficiali italiani bere, mangiare, far festa e il cospiquo numero di prostitute presenti.

    Fu Rommel che contrariamente ai nostri ufficiali stava sempre in prima linea e condivideva il magro rancio dei soldati

 

 
Pagina 3 di 6 PrimaPrima ... 234 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Il separatismo siciliano (1943-1947)
    Di Rotwang nel forum Storia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-06-18, 14:15
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-09-13, 20:32
  3. Dodecaneso, 1947
    Di Cattivo nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 22-12-11, 23:38
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-10-10, 18:47
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-01-08, 16:41

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226