User Tag List

Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 60
Like Tree8Likes

Discussione: Tempo dell'anima

  1. #1
    Forumista junior
    Data Registrazione
    13 Nov 2019
    Messaggi
    20
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Tempo dell'anima

    La fondamentale differenza tra credenti ed atei sta nella presunzione di una vita dopo la morte.
    E' pure assodato, per i credenti, che sia l'anima a salire, o scendere, nel luogo in cui proseguire la vita eterna.
    Ecco, su questo punto, vorrei capire il punto di vista dei credenti su quali anime ci siano andate, o meglio, di chi è stata la prima anima, posto che nessuno, nemmeno i credenti piu beceri, ormai dubitano della discendenza dell'homo sapiens sapiens dalle scimmie, proprio come le vediamo oggi.
    Cioè, l'uomo di 50 o 100mila anni fa, aveva un'anima? Se ce l'aveva, era un'anima responsabile, nutrita di principi morali o era un animale dedito alla pura sopravvivenza, intesa come morale
    Se invece non ce l'aveva, quando è successo che sia nato il primo uomo con l'anima? E si è formata di colpo oppure poco a poco, magari mentre gli cadevano i peli?
    Ricordo che le prima tracce di scrittura, cioè di comunicazione per i posteri, è di ca 8000 anni fa, prima non si sa niente del loro atteggiamento verso l'eternità.
    Ah, è una curiosità, se non avete una risposta, non perderò il sonno per questo

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    emv
    emv è offline
    Moderatore Cattolico
    Data Registrazione
    06 Jun 2009
    Messaggi
    5,536
    Mentioned
    84 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Tempo dell'anima

    Citazione Originariamente Scritto da fradall Visualizza Messaggio
    La fondamentale differenza tra credenti ed atei sta nella presunzione di una vita dopo la morte.
    E' pure assodato, per i credenti, che sia l'anima a salire, o scendere, nel luogo in cui proseguire la vita eterna.
    Ecco, su questo punto, vorrei capire il punto di vista dei credenti su quali anime ci siano andate, o meglio, di chi è stata la prima anima, posto che nessuno, nemmeno i credenti piu beceri, ormai dubitano della discendenza dell'homo sapiens sapiens dalle scimmie, proprio come le vediamo oggi.
    Cioè, l'uomo di 50 o 100mila anni fa, aveva un'anima? Se ce l'aveva, era un'anima responsabile, nutrita di principi morali o era un animale dedito alla pura sopravvivenza, intesa come morale
    Se invece non ce l'aveva, quando è successo che sia nato il primo uomo con l'anima? E si è formata di colpo oppure poco a poco, magari mentre gli cadevano i peli?
    Ricordo che le prima tracce di scrittura, cioè di comunicazione per i posteri, è di ca 8000 anni fa, prima non si sa niente del loro atteggiamento verso l'eternità.
    Ah, è una curiosità, se non avete una risposta, non perderò il sonno per questo

    Basta che vai a vedere di quando sono le prime testimonianze di un culto dei morti (penso almeno 10.000 anni e forse di più) e hai la risposta, perchè la religione ha inizio così, dal punto di vista dei reperti. Poi la Bibbia ci dice che già Caino e Abele praticavano la religione offrendo sacrifici, e ovviamente anche Adamo, ma da dei bracieri non poteva rimanere nulla che si differenzi dal consumo dei cibi.


    La Chiesa ci obbliga a credere che la creazione dell'uomo è speciale ma non obbliga a credere quello che nemmeno la Bibbia dice. Basta che leggi i due racconti della Genesi per capire che le differenze dei due racconti di per sè ammettono un raggio di libertà di pensiero, e questo è stato detto chiaramente dalla Chiesa con decreti ed encicliche nel 1909 e ribadito nel 1950 e 1965 e ancora dopo.

    Ci viene detto di credere alla creazione speciale dell'essere umano e all'unità del genere umano. Poi i tempi e i modi non interessano anche se non tutti i tempi e tutti i modi possono essere compatibili ma c'è ampio spazio di ipotesi scientifiche.

    Quanto all'anima razionale la Bibbia ti risponde nel secondo racconto. Un racconto chiaramente popolare e pieno di immagini simboliche e con la premessa che essendo un racconto morale ha per fine l'uomo, nel quale viene creato prima degli altri animali e della vegetazione. E' chiaramente un insegnamento morale, questo la Chiesa lo ha sempre detto. Altrimenti la Chiesa non avrebbe messo nel Canone due testi così diversi! Infatti il primo racconto, che è sacerdotale, teologico, rispetta l'ordine di creazione reale (gli animali e la vegetazione vengono prima dell'uomo). Ma il secondo racconto va letto con attenzione:


    Gen. Capitolo 2


    7 allora il Signore Dio plasmò l'uomo con polvere del suolo e soffiò nelle sue narici un alito di vita e l'uomo divenne un essere vivente.

    Non dice quanto tempo passa in questa formazione, ok? E nessuno può negare che siamo proprio fatti di quei minerali contenuti nella terra e di acqua.
    Un'espressione per i tempi molto razionale e molto scientifica, non avevano microscopi e non sapevano cosa fossero gli elementi chimici, ok?

    Tanto per farti un parallelo, il racconto dei greci sulla nascita degli uomini: i Titani divorarono il dio Dionisio e poi vennero inceneriti da Zeus, dalle loro ceneri di materia mista dei titani e di dionisio nacquero gli uomini.

    Mi pare che il racconto biblico fosse leggermente più razionale non trovi?

    Poi fa attenzione, passano otto versetti in cui Dio fa molte altre cose. Ne sarà passato di tempo, no? Tutto quello che vuoi, che dice la scienza. Se uno si immagina che Dio crea in un lampo le cose è un fanciullo lui, non la Bibbia. La Bibbia non dice che fece apparire di colpo gli animali ecc... come un mago. L'ha detto anche Papa Francesco. Creare non è far apparire.

    Quindi:

    16 Il Signore Dio diede questo comando all'uomo: «Tu potrai mangiare di tutti gli alberi del giardino.



    Sono passati otto versetti e un sacco di tempo da quando Dio ha creato l'uomo donandogli certamente l'anima sensitiva, comune a tutti gli animali, a quando gli ha parlato, momento in cui godeva dell'anima razionale, che gli può essere stata donata in un secondo momento, o attraverso un meccanismo intrinseco come un seme gettato nella terra che dopo un certo tempo sboccia o per intervento diretto.

    Non c'è nulla di becero nella religione cattolica, come vedi è tutto molto razionale.

    Poi come ci saranno credenti beceri sappi che si sono anche non credenti beceri.
    "Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo" Mt 28, 19


  3. #3
    Forumista junior
    Data Registrazione
    13 Nov 2019
    Messaggi
    20
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Tempo dell'anima

    Citazione Originariamente Scritto da emv Visualizza Messaggio
    Basta che vai a vedere di quando sono le prime testimonianze di un culto dei morti (penso almeno 10.000 anni e forse di più) e hai la risposta, perchè la religione ha inizio così, dal punto di vista dei reperti. Poi la Bibbia ci dice che già Caino e Abele praticavano la religione offrendo sacrifici, e ovviamente anche Adamo, ma da dei bracieri non poteva rimanere nulla che si differenzi dal consumo dei cibi.

    Ecco l'origine delle religioni e della fede, la necessità per la mente umana di rifiutare la morte come scomparsa della vita, degli affetti, delle speranze di quanto ad essa collegata. E' un atto di autodifesa, creare un mondo dopo la morte, ovviamente eterno. Chi lo ha teorizzato, attraverso libri o racconti fantastici, pratiche ieratiche e chissà che altro, lo ha dipinto, per le menti semplici come gratificante di fronte a pratiche e culti particolari, e naturalmente spaventoso per chi trasgredisce al verbo divino. Il cervello infantile , crescendo in un ambiente saturo di immagini confortanti o terrificanti, ne fa una ragione di vita, sopratutto se non ha un rapporto con una verità più ragionata.
    Adesso questa verità ragionata è disponibile, cosi come una cultura che si è mediamente elevata da rappresentarla come una alternativa credibile, e da qui il formidabile aumento dell'ateismo, sopratutto fra le generazioni recenti.
    Che bibbia e vangeli siano libri morali, che esprimono racconti fantastici, cosi come il corano, piuttosto che i racconti greci, e tutti gli altri libri morali, lo penso anch'io, anzi lo dicono tutti ormai, Ma mica da molto tempo, e addirittura per molte religioni non ancora.



    Non c'è nulla di becero nella religione cattolica, come vedi è tutto molto razionale.

    Un sacco di frasi che al raziocinio richiedono di chiudere occhi, orecchie e pure il naso, di fronte alla realtà dimostrata e dimostrabile. Pensa che Hitler è riuscito, in un popolo come quello tedesco, con un elevato livello medio di cultura, ad instillare l'odio per gli ebrei come credo nazionale, in una sola diecina d'anni. Ci ha messo costrizione e violenza, ma sopratutto propaganda, e ci è riuscito davvero; i tanti esempi di resistenza al razzismo nazista hanno rappresentato una minoranza, la massa di fondo dei tedeschi è diventata antisemita.
    Figurati cosa può fare una religione, quando diventa maggioritaria, in secoli di lavoro, su masse analfabete e timorose, e con metodi perfino piu violenti; perfino il pensiero agnostico, vissuto nel proprio intimo, diventa un atto di violenza su se stessi, condizionati come sono stati e siamo.

    Poi come ci saranno credenti beceri sappi che si sono anche non credenti beceri.
    Ho visto le parenti di san gennaro durante l'esposizione delle ampolle; le scene di fanatismo e di pura isteria a cui si abbandonano meritano davvero l'appellativo becero. Magari mi puoi fare l'esempio tu di un ateo becero.

    Siccome ho avuto l'impressione che tu mi consideri anticattolico, e perciò incline a sostenere gli eretici, sappi che non è affatto cosi. Li considero tutti sullo stesso piano, soggetti alla stessa deviazione mentale che deriva dalla nascita e dalla crescita in un mondo che per secoli ha convissuto con una verità imposta, prima e anche adesso fisicamente e da sempre mediaticamente. Più o meno come la lingua per un bambino, che impara quella che sente e che vede dalla nascita.
    Se devo concludere, e concludo davvero, lo faccio in un modo che ti inorridirà, ma è la sostanza del pensiero ateo.

    SONO TUTTE BALLE!

    meno male che i nipoti dei miei nipoti nasceranno e vivranno in un mondo in cui il pensiero sarà più libero da condizionamenti, sopratutto religiosi

  4. #4
    Forumista junior
    Data Registrazione
    13 Nov 2019
    Messaggi
    20
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Tempo dell'anima

    Citazione Originariamente Scritto da emv Visualizza Messaggio
    Basta che vai a vedere di quando sono le prime testimonianze di un culto dei morti (penso almeno 10.000 anni e forse di più) e hai la risposta, perchè la religione ha inizio così, dal punto di vista dei reperti. Poi la Bibbia ci dice che già Caino e Abele praticavano la religione offrendo sacrifici, e ovviamente anche Adamo, ma da dei bracieri non poteva rimanere nulla che si differenzi dal consumo dei cibi.

    Ecco l'origine delle religioni e della fede, la necessità per la mente umana di rifiutare la morte come scomparsa della vita, degli affetti, delle speranze di quanto ad essa collegata. E' un atto di autodifesa, creare un mondo dopo la morte, ovviamente eterno. Chi lo ha teorizzato, attraverso libri o racconti fantastici, pratiche ieratiche e chissà che altro, lo ha dipinto, per le menti semplici come gratificante di fronte a pratiche e culti particolari, e naturalmente spaventoso per chi trasgredisce al verbo divino. Il cervello infantile , crescendo in un ambiente saturo di immagini confortanti o terrificanti, ne fa una ragione di vita, sopratutto se non ha un rapporto con una verità più ragionata.
    Adesso questa verità ragionata è disponibile, cosi come una cultura che si è mediamente elevata da rappresentarla come una alternativa credibile, e da qui il formidabile aumento dell'ateismo, sopratutto fra le generazioni recenti.
    Che bibbia e vangeli siano libri morali, che esprimono racconti fantastici, cosi come il corano, piuttosto che i racconti greci, e tutti gli altri libri morali, lo penso anch'io, anzi lo dicono tutti ormai, Ma mica da molto tempo, e addirittura per molte religioni non ancora.



    Non c'è nulla di becero nella religione cattolica, come vedi è tutto molto razionale.

    Un sacco di frasi che al raziocinio richiedono di chiudere occhi, orecchie e pure il naso, di fronte alla realtà dimostrata e dimostrabile. Pensa che Hitler è riuscito, in un popolo come quello tedesco, con un elevato livello medio di cultura, ad instillare l'odio per gli ebrei come credo nazionale, in una sola diecina d'anni. Ci ha messo costrizione e violenza, ma sopratutto propaganda, e ci è riuscito davvero; i tanti esempi di resistenza al razzismo nazista hanno rappresentato una minoranza, la massa di fondo dei tedeschi è diventata antisemita.
    Figurati cosa può fare una religione, quando diventa maggioritaria, in secoli di lavoro, su masse analfabete e timorose, e con metodi perfino piu violenti; perfino il pensiero agnostico, vissuto nel proprio intimo, diventa un atto di violenza su se stessi, condizionati come sono stati e siamo.

    Poi come ci saranno credenti beceri sappi che si sono anche non credenti beceri.
    Ho visto le parenti di san gennaro durante l'esposizione delle ampolle; le scene di fanatismo e di pura isteria a cui si abbandonano meritano davvero l'appellativo becero. Magari mi puoi fare l'esempio tu di un ateo becero.

    Siccome ho avuto l'impressione che tu mi consideri anticattolico, e perciò incline a sostenere gli eretici, sappi che non è affatto cosi. Li considero tutti sullo stesso piano, soggetti alla stessa deviazione mentale che deriva dalla nascita e dalla crescita in un mondo che per secoli ha convissuto con una verità imposta, prima e anche adesso fisicamente e da sempre mediaticamente. Più o meno come la lingua per un bambino, che impara quella che sente e che vede dalla nascita.
    Se devo concludere, e concludo davvero, lo faccio in un modo che ti inorridirà, ma è la sostanza del pensiero ateo.

    SONO TUTTE BALLE!

    meno male che i nipoti dei miei nipoti nasceranno e vivranno in un mondo in cui il pensiero sarà più libero da condizionamenti, sopratutto religiosi

  5. #5
    emv
    emv è offline
    Moderatore Cattolico
    Data Registrazione
    06 Jun 2009
    Messaggi
    5,536
    Mentioned
    84 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Tempo dell'anima

    Citazione Originariamente Scritto da fradall Visualizza Messaggio
    Ho visto le parenti di san gennaro durante l'esposizione delle ampolle; le scene di fanatismo e di pura isteria a cui si abbandonano meritano davvero l'appellativo becero. Magari mi puoi fare l'esempio tu di un ateo becero.

    Siccome ho avuto l'impressione che tu mi consideri anticattolico, e perciò incline a sostenere gli eretici, sappi che non è affatto cosi. Li considero tutti sullo stesso piano, soggetti alla stessa deviazione mentale che deriva dalla nascita e dalla crescita in un mondo che per secoli ha convissuto con una verità imposta, prima e anche adesso fisicamente e da sempre mediaticamente. Più o meno come la lingua per un bambino, che impara quella che sente e che vede dalla nascita.
    Se devo concludere, e concludo davvero, lo faccio in un modo che ti inorridirà, ma è la sostanza del pensiero ateo.

    SONO TUTTE BALLE!

    meno male che i nipoti dei miei nipoti nasceranno e vivranno in un mondo in cui il pensiero sarà più libero da condizionamenti, sopratutto religiosi
    Inorridisco se prima posti una domanda e poi perentoriamente rispondi che sono tutte le balle, quindi non solo quanto scritto con un certo impegno ma anche qualsiasi cosa avrei potuto scrivere.



    Se tutto quello che sai vedere di un fenomeno complesso come la religione sono gli aspetti più popolari, adatti a certe persone un po' ingenue e primitive, vuol dire che non sei adatto per discorsi troppo elevati come anima sensitiva e anima razionale.
    "Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo" Mt 28, 19


  6. #6
    Forumista junior
    Data Registrazione
    13 Nov 2019
    Messaggi
    20
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Tempo dell'anima

    Citazione Originariamente Scritto da emv Visualizza Messaggio
    Inorridisco se prima posti una domanda e poi perentoriamente rispondi che sono tutte le balle, quindi non solo quanto scritto con un certo impegno ma anche qualsiasi cosa avrei potuto scrivere.



    Se tutto quello che sai vedere di un fenomeno complesso come la religione sono gli aspetti più popolari, adatti a certe persone un po' ingenue e primitive, vuol dire che non sei adatto per discorsi troppo elevati come anima sensitiva e anima razionale.

    Guarda che dicendo che sono tutte balle, io ho voluto esprimere proprio il tuo pensiero, magari espresso nel buio dei tuoi pensieri nascosti, ma tremendamente reale, visto che lo hai esplicitato finora
    Come commenti infatti il culto di Osiris, davanti ad una foto delle piramidi, che pure per 3000 anni è stata giurata come verità assoluta da oltre 100 generazioni di di egizi, o la mitologia greca e romana di fronte ai templi di Agrigento, altri 1000 anni di verità assolute, o i maestosi templi delle religioni precolombiane, o le religioni celtiche, quella degli assiri, e chissà quante altre, tutte ormai oggetto di sole ricerche archeologiche, ma che hanno condizionato vita , pensiero e azioni di miliardi di persone.
    Inoltre ci sono le grandi religioni attuali, col loro corredo di misticismo, miracoli, e realitvi seguiti di centinaia di milini di credenti, piu o meno.
    Se non pensi che siano state o sono tutte balle, mi sembreresti incoerente, e, scusami, anche ipocrita.
    Forse sei meno drastica di fronte alle almeno 16 maggiori deviazioni cristiane ( che definisci eretiche), che riguardano almeno metà dei cosiddetti cristiani attualmente esistenti, ed anche la tante minoritarie, che ne sorgono ogni giorno; di questi magari pensi soltanto che sbaglino nella loro interpretazione evangelica, anche se sono oltre un miliardo di persone.
    Nel dire che sono tutte balle, e lo pensi anche tu per tutti quelli che sono morti o che aspettano di farlo "nell'errore", ho solo anticipato, di qualche secolo o forse meno, quello che penseranno gli esperti di archeologia delle religioni quando studieranno i tuoi "reperti", e penseranno che erano tutte balle...
    Buona fortuna

  7. #7
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    5,421
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Tempo dell'anima

    Bella risposta: questi cristiani si credono sempre i portatori della verità assolutà e li segnano tutta la loro miseria, rimanendo espressioni di credenze legate a certi momenti storici ed inevitabilmente non essendo in grado di superare i cicli storici limitati a tempi relativamente brevi, figli della contingenza e dell'arroganza...........

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    19 Oct 2015
    Messaggi
    834
    Mentioned
    21 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Tempo dell'anima

    Citazione Originariamente Scritto da emv Visualizza Messaggio
    - La Chiesa ci obbliga a credere che la creazione dell'uomo è speciale ma non obbliga a credere quello che nemmeno la Bibbia dice. --


    Guarda... chi si rivede ( Tovarisch : compagno !)



    Strana questa tua risposta.. -

    Gli atti di fede della tua religione, espressi e contemplati nei celeberrimi "Credo" (ovvero il sedicente Symbolum e il niceno-costantinopolitano) proprio nei rispettivi articoli finali prospettano, al credente, che il suo corpo.. RI-tornerebbe vivente.

    Quindi quello che era polvere _ per magia e/o a seguito dell' incommensurabile potenza del divinAbba' _ si dovrebbe RI-comporre e cio' per poter incontrare, sulle magiche Nubi celesti, il divinRedentore del mondo (cosi' almeno secondo l' artefice dottrinario di Tarso).

    Ora dovresti sapere che per secoli e secoli l' ebraismo prima (dopo l' ultimo esilio) e il giudaismo poi.. MAI ha prospettato una vita post-mortem !

    SOLO a seguito dell' avvento dei Maccabei (al tempo di Antioco IV) e il successivo pseudoDaniele _ solo da allora.. il giudaismo (a seguito della contaminazione ellenista) evoca una resurrezione (per i SOLO credenti nell' iddioVivente).

    Questa nuova dottrina sara' fatta propria dai farisei (ma decisamente rifiutata dai sadducei !) - e guarda la combinazione ... quel fantasioso dottrinario Tarso apparteneva proprio ai farisei...eccc...ecccc....ecccc.....



    -----------------------------------


    Tu scrivi: Basta che leggi i due racconti della Genesi per capire che le differenze dei due racconti di per sè ammettono un raggio di libertà di pensiero...



    Tu come credente, dovresti sapere che il Primo racconto della Genesi è stato redatto DOPO l' ultimo esilio babilonese _ poichè il racconto originario (quello dei discendenti dei rapaci nomadi che vagano nel deserto _ i famigerati Kahbiru) è il 2 racconto / e che è simile alle saghe delle cosmogonie dei Paesi circostanti !!

    Che poi tu come devoto della santa ekklesia.. prenda per oro colato quanto detto Dal "corpo mistico" del Redentore del mondo _ va benissimo per te !

    Ma è finito quel nefasto periodo della chiesa Trionfante _ che obbligava (con le buone e/o le cattive) a trangugiare quei rospi dogmatici come assoluta verita' !!


    ---------------------------



    Tu scrivi: Non c'è nulla di becero nella religione cattolica....




    Come no..

    Certo adesso _ nel nostro tempo _ "ella" vuol apparire premurosa, comprensiva, paterna..
    - in verita' è come il camaleonte che si adatta alla Nuova realta' !

    Ma quanta nostalgia per quei tempi fulgidi.. ove la "sposa del Salvatore" mostrava e attuava la sua proverbiale ferocia - Contro chiunque - si permetteva di contestare e/o criticare la sua sublime (.. si fa per dire) illuminata sapienza !

    -

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    19 Oct 2015
    Messaggi
    834
    Mentioned
    21 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Tempo dell'anima

    Citazione Originariamente Scritto da sideros Visualizza Messaggio
    - non essendo in grado di superare i cicli storici limitati a tempi relativamente brevi, figli della contingenza e dell'arroganza...........


    hai dimenticato.. la Crudelta' !

  10. #10
    Forumista
    Data Registrazione
    18 Oct 2019
    Località
    Roma
    Messaggi
    174
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Tempo dell'anima

    Citazione Originariamente Scritto da fradall Visualizza Messaggio
    Ho visto le parenti di san gennaro durante l'esposizione delle ampolle; le scene di fanatismo e di pura isteria a cui si abbandonano meritano davvero l'appellativo becero. Magari mi puoi fare l'esempio tu di un ateo becero.

    Siccome ho avuto l'impressione che tu mi consideri anticattolico, e perciò incline a sostenere gli eretici, sappi che non è affatto cosi. Li considero tutti sullo stesso piano, soggetti alla stessa deviazione mentale che deriva dalla nascita e dalla crescita in un mondo che per secoli ha convissuto con una verità imposta, prima e anche adesso fisicamente e da sempre mediaticamente. Più o meno come la lingua per un bambino, che impara quella che sente e che vede dalla nascita.
    Se devo concludere, e concludo davvero, lo faccio in un modo che ti inorridirà, ma è la sostanza del pensiero ateo.

    SONO TUTTE BALLE!

    meno male che i nipoti dei miei nipoti nasceranno e vivranno in un mondo in cui il pensiero sarà più libero da condizionamenti, sopratutto religiosi
    @ Fradall.

    Ma se non hai niente da dire di costruttivo a noi cattolici, perchè scrivi in questa sezione di spiritualità? Le donne che assistono al fenomeno del sangue di San Gennaro sono come menadi, poi siamo beceri e sono tutte balle, ma questo forum ha innumerevoli sezioni, perché devi maltrattarci? Puo' darsi che ci sentiamo meglio andando a Messa o leggendo i salmi, non siamo mica tutti cretini noi cristiani, pure se si narra che cretino derivi appunto da cristiano...
    emv likes this.

 

 
Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 29-07-11, 14:59
  2. Luigi Tenco, i colori dell'anima
    Di Ottobre Nero nel forum Musica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-01-11, 10:53
  3. La sorte dell'anima umana subito dopo la morte del corpo
    Di Timoteo nel forum Tradizionalismo
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 03-10-10, 18:54
  4. Omosessualità, malattia dell'anima
    Di Miles nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-09-09, 14:06
  5. La musica dell'anima
    Di sideros nel forum Paganesimo e Politeismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-07-09, 16:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226