User Tag List

Pagina 41 di 44 PrimaPrima ... 31404142 ... UltimaUltima
Risultati da 401 a 410 di 434
Like Tree107Likes

Discussione: I diritti civili sono più importanti di quelli sociali!

  1. #401
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    14 Dec 2015
    Messaggi
    905
    Mentioned
    108 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: I diritti civili sono più importanti di quelli sociali!

    @Guy Fawkes @Iohannes68

    Le espropriazioni devono essere illegali. Se il governo vuole avere il tuo terreno che venga da te con un'offerta. Se non accetti l'offerta, vorrà dire che alzerà l'offerta fintanto che non accetterai. Se l'offerta è buona, difficilmente il padrone di casa la rifiuterà (coi soldi si può avere tutto!)... male che vada il governo dovrà trovare un altro modo per fare quello che vuole fare. Mettiamo per esempio che quello che vuole fare è una ferrovia: se i cittadini rifiutano l'offerta, allora la ferrovia si farà passare sotto terra o in una montagna, oppure (se possibile) le si farà fare un altro giro.

    Comunque lo stato deve pianificare accuratamente il territorio, in maniera tale che non ci siano problemi. Deve esserci sempre il suolo pubblico sufficiente per realizzare future opere. Se non è capace a pianificare il territorio, il problema è suo... e chi sbaglia paga.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #402
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    14 Dec 2015
    Messaggi
    905
    Mentioned
    108 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: I diritti civili sono più importanti di quelli sociali!

    Citazione Originariamente Scritto da Benacus Visualizza Messaggio
    Si ma tu puoi anche approvare il matrimonio omosessuale, l'adozione gay e tutto quello che vuoi - ma se la gente è senza lavoro e non ha i soldi per mantenersi e farsi una famiglia, quindi figuriamoci adottare un bambino, non ha alcuna importanza che tu sia gay perché la povertà non ti schiva solo perché appartieni ad una minoranza e ancor meno gliene frega se hai tutti i diritti civili del mondo.

    PRIMA vengono i diritti sociali e POI vengono quelli civili. Preferirei di gran lunga vivere in una dittatura comunista ma avere diritto alla casa e al lavoro che vivere in un oasi di libertà civili con la consapevolezza che se perdo il lavoro la banca mi pignora la casa e mi sbatte in mezzo ad una strada.
    @Benacus

    Nascere in una dittatura comunista è la peggior cosa che ti possa succedere, perché lo stato può darti una casa e in cambio pretendere che tu vada a lavorare in maniera... e se ti rifiuti può farti fucilare.

    Quindi ti rispondo: assolutamente no! Dovendo scegliere, meglio se mai vivere in uno stato come gli USA, dove ci sono diritti civili ma pochi diritti sociali. Dobbiamo ricordarci infatti che in uno stato liberale i cittadini sono liberi di organizzarsi tra loro... e lo fanno! Cioè, voi veramente pensate che in USA uno si debba per forza pagare le cure sanitarie di tasca propria? Non è così, ci sono le assicurazioni sanitarie, per esempio: https://libertyhealthshare.org/healt...BoCiXoQAvD_BwE

    Ci sono poi fondazioni private che aiutano le persone... quindi se uno non ha soldi per pagarsi il premio dell'assicurazione sanitaria, si rivolge a queste fondazioni.

    Anche io preferisco gli stati liberali dove ci sono ANCHE diritti sociali, ma l'idea fascio-comunista che si possano sgretolare i diritti civili in favore di quelli sociali è un'idea del cazzo.

    Comunque generalmente negli stati con un'economia libera non ci sono grossi problemi di povertà, perché c'è una forte imprenditoria che offre molti posti di lavoro. La concorrenza poi fa abbassare i prezzi dei bisogni di prima necessità a un livello spesso ridicolo.
    L'estate scorsa ho trovato voli Ryanair da Milano a Malaga per 18 euro: anche una persona povera ormai può permettersi di prendere un volo.

  3. #403
    Forumista
    Data Registrazione
    29 Feb 2016
    Messaggi
    725
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: I diritti civili sono più importanti di quelli sociali!

    Citazione Originariamente Scritto da Karl Popper Visualizza Messaggio
    @Benacus

    Nascere in una dittatura comunista è la peggior cosa che ti possa succedere, perché lo stato può darti una casa e in cambio pretendere che tu vada a lavorare in maniera... e se ti rifiuti può farti fucilare.

    Quindi ti rispondo: assolutamente no! Dovendo scegliere, meglio se mai vivere in uno stato come gli USA, dove ci sono diritti civili ma pochi diritti sociali. Dobbiamo ricordarci infatti che in uno stato liberale i cittadini sono liberi di organizzarsi tra loro... e lo fanno! Cioè, voi veramente pensate che in USA uno si debba per forza pagare le cure sanitarie di tasca propria? Non è così, ci sono le assicurazioni sanitarie, per esempio: https://libertyhealthshare.org/healt...BoCiXoQAvD_BwE

    Ci sono poi fondazioni private che aiutano le persone... quindi se uno non ha soldi per pagarsi il premio dell'assicurazione sanitaria, si rivolge a queste fondazioni.

    Anche io preferisco gli stati liberali dove ci sono ANCHE diritti sociali, ma l'idea fascio-comunista che si possano sgretolare i diritti civili in favore di quelli sociali è un'idea del cazzo.

    Comunque generalmente negli stati con un'economia libera non ci sono grossi problemi di povertà, perché c'è una forte imprenditoria che offre molti posti di lavoro. La concorrenza poi fa abbassare i prezzi dei bisogni di prima necessità a un livello spesso ridicolo.
    L'estate scorsa ho trovato voli Ryanair da Milano a Malaga per 18 euro: anche una persona povera ormai può permettersi di prendere un volo.
    Qui nasci libero, ma non ti danno la casa, magari ti laurei anche.. ma non c'è lavoro, quindi o emigri o finisci a lavorare in un mcdonald's o a fare le pizze, con tutto il rispetto per le pizze e per chi lavora al mcdonald's. E se non trovi lavoro? A volte resisti, altre volte ti impicchi o ti spari o ti lanci sotto un treno, come hanno fatto centinaia di persone negli anni scorsi in Italia, nel silenzio assordante della politica e anche della stampa. Per loro non li avevate i diritti civili?
    Sparviero likes this.

  4. #404
    Disilluso cronico
    Data Registrazione
    25 Nov 2009
    Località
    All your base are belong to us
    Messaggi
    14,556
    Mentioned
    129 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito Re: I diritti civili sono più importanti di quelli sociali!

    Citazione Originariamente Scritto da Karl Popper Visualizza Messaggio
    Le espropriazioni devono essere illegali. Se il governo vuole avere il tuo terreno che venga da te con un'offerta. Se non accetti l'offerta, vorrà dire che alzerà l'offerta fintanto che non accetterai. Se l'offerta è buona, difficilmente il padrone di casa la rifiuterà (coi soldi si può avere tutto!)... male che vada il governo dovrà trovare un altro modo per fare quello che vuole fare. Mettiamo per esempio che quello che vuole fare è una ferrovia: se i cittadini rifiutano l'offerta, allora la ferrovia si farà passare sotto terra o in una montagna, oppure (se possibile) le si farà fare un altro giro.
    Il governo esiste per tutelare il bene comune, cosa che non è possibile fare usando gli strumenti del diritto privato, il cui scopo è la tutela di diritti ed interessi particolari, non di quello generale.
    Citazione Originariamente Scritto da Karl Popper Visualizza Messaggio
    Comunque lo stato deve pianificare accuratamente il territorio, in maniera tale che non ci siano problemi. Deve esserci sempre il suolo pubblico sufficiente per realizzare future opere. Se non è capace a pianificare il territorio, il problema è suo... e chi sbaglia paga.
    Puoi pianificare quanto vuoi ma i limiti fisici e geologici non cambiano per decreto. I costi maggiori ed i tempi più lunghi, anche in caso esista effettivamente la possibilità di far passare quell'opera altrove, andrebbero a scapito della collettività.
    Citazione Originariamente Scritto da Karl Popper Visualizza Messaggio
    Il bilanciamento risiede nel liberalismo sociale, che unisce diritti civili e diritti sociali in una maniera armoniosa, cioè difendendo i diritti sociali in una maniera tale che non vadano in violazione dei diritti individuali.
    Come molti sistemi, ritiene di farlo nel miglior modo possibile, ma che lo faccia effettivamente è tutto da verificare.
    Citazione Originariamente Scritto da Iohannes68 Visualizza Messaggio
    Quelli sono diritti politici, non civili. A me, per esmepio, se mi togli il diritto di voto, non è che mi incazzo più di tanto, tanto sono sempre in minoranza E comunque io, per essere chiari, io preferisco un Mubarak, che non mi favotare ma mi garantisce la libertà di andare in una chiesa copta piuttosto cha un Morsi, democraticamente eletto, che mi concede le elezioni, poi le elezioni le vincono i fratelli misulmani e Morsi chiude le chiese copte.
    I diritti politici SONO libertà civili e personali, e rinunciarvi significa mettersi mani e piedi nelle mani di qualcuno che potrebbe cambiare idea, oppure morire ed essere sostituito da qualcuno peggiore di lui, con il risultato che ci si troverebbe ad aver perso ogni libertà in cambio di garanzie che possono sparire dall'oggi al domani, finendo così per perdere tutto.
    Citazione Originariamente Scritto da Iohannes68 Visualizza Messaggio
    Io parlo di LIBERALISMO non di democrazia.
    Io temo il governo illiberale, democratico o autoritario che sia. La plebaglia illiberale, che democraticamente è d'accordo con provveedimenti illberali, è pericolosa come e più di un dittatore illiberale.
    Anch'io temo un simile governo, il problema è che temo anche lo stato liberale dove l'autorità centrale non esiste o non ha forza per imporre la propria volontà, e quindi gruppi o singoli individui dotati della forza sufficiente (carisma, potere economico, influenza, possesso di armi) possono fare quello che vogliono.
    Citazione Originariamente Scritto da Iohannes68 Visualizza Messaggio
    Dai, stiamo facendo un gioco. Devi scegliere, le opzioni sono solo due: sistema texano (difficili gli espropri, impossibili i rastrellamenti) o il sistema "comune" (facili sia gli espropri che i rastrellamenti). O uno o l'altro. Tertium non datur.
    Al contrario, gli estremi sono sempre da evitare, in medio stat virtus: gli espropri devono essere possibili, ma solo entro un quadro di diritti garantiti e di protezioni legali contro eventuali abusi, mentre quello che impedisce rastrellamenti potrebbe benissimo impedire retate di violatori della legge, criminali comuni o magari mafiosi o membri si un'organizzazione terroristica che i locali proteggerebbero solo perché vecchie conoscenze o membri della famiglia...
    In ogni caso dire che i sistemi solo solo due è negare sia la storia passata (ricca di esempi ben al di fuori di tali due ipotesi) che le possibilità future.
    .
    L'ultimo uomo ad essere entrato in Parlamento con intenzioni oneste.

    Non basta negare le idee degli altri per avere il diritto di dire "Io ho un'idea". (G. Guareschi)

  5. #405
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 Dec 2010
    Messaggi
    1,166
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I diritti civili sono più importanti di quelli sociali!

    Citazione Originariamente Scritto da Guy Fawkes Visualizza Messaggio
    Non OGNI ordinamento sociale, certamente: solo tutti quelli che pretendano di non mediare tra le esigenze ed i desideri di tutte le parti della popolazione. Ogni volta che le decisioni vengono riservate ad un gruppo ristretto, ed anche la maggioranza può esserlo quando esclude dal procedimento di decisione le minoranze, allora non può parlarsi di democrazia come la intendiamo.

    Corretto, il problema sorge quando le inevitabili conseguenze negative, i problemi vengono sempre scaricati addosso allo stesso gruppo; quando sono sempre le stesse voci, quelle di un gruppo definito (minoranza religiosa, linguistica, etnica...) che non sono ascoltate, le loro esigenze non considerate, i loro problemi ignorati.
    0[/url]
    se ho ben capito tu dici che un governo non è liberale ( o democratico) se non è equo, giusto Come diceva Grozio il re è legittimo se segue la legge ( e la morale naturale) ed è un tiranno se non le segue
    A me pare pero che cosi si sovrappongono due piani diversi. Un governo puo fare azioni eque giuste opportune che promuovono il bene di tutti oppure no : allora lo giudichiamo un buon governo o un cattivo governo secondo la nostra prospettiva ovviamrnte .. La scelta di chi deve governare invece è un piano diverso; ci sono faraoni imperatori oligarchie democrazie teocrazie ed infiniti modelli che possono agire bene o male
    Non è che noi possiamo definire democrazie i governi di Traiano o Carlo magno o di Pietro il grande perche furono giudicati ottimi governanti dai contemporanei e ancora oggi dagli storici. Nemmeno possiamo definire non democratici governi come i nostri che stanno governando malissimo in assoluta confusione e provvisorieta. Una cosa è il giudizio di merito sempre dipendente da un criterio di giudizio altro invece è una definizione oggettiva di forma di governo Posso variamente giudicare l’opera di Traiano ma certamente non posso dire che fosse una democrazia, cosi come posso giudicare variamente la DC ma certamente era una democrazia

  6. #406
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 Dec 2010
    Messaggi
    1,166
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I diritti civili sono più importanti di quelli sociali!

    Citazione Originariamente Scritto da Iohannes68 Visualizza Messaggio
    @massimo

    Tieni presente che, per loro natura, in alcune società non si potranno mai adottare provvedimenti illiberali. Ti faccio un esmepio pratico.

    Io sono texano. Vivo in un ranch e sono armato fino ai denti. Il mio hobby è ammazzare tutte le persone non gradite che entrano nella mia proprietà senza il mio permesso. Condivido questo hobby con i miei vicini, con i quali ogni anno organizziamo una gara: chi ha ammazzato più intrusi, gli altri gli pagano da bere.

    Ora, io sono calvinista e mia moglie è ebrea. Viene approvata una riforma illiberale (tipo le leggi razziali) e adesso bisogna fare una retata per portare gli ebrei in un campo di concentramento. A Roma, a fine 43, hanno arrestato 1500 ebrei in un paio d'ore, senza colpo ferire. Immagina una cosa del genere nel mio ranch. Io sto guardando il baseball, con i piedi sul tavolino, in una mano ho una birra e nell'altra il mio fucile d'assalto (per vincere la gara con i miei amici...). Lo sceriffo bussa al citofono. Ne viene fuori il seguente colloquio.

    - Io: chi è?

    - Sceriffo: sono lo sceriffo.

    - Io: che vuoi?

    - Sceriffo: devo prendere tua moglie e portarla in un campo di concentramento.

    - Io: non ho capito.

    - Sceriffo: devo prendere tua moglie e portarla in un campo di concentramento.

    - Io: e perché?

    - Sceriffo: perché è ebrea.

    - Io: e quindi?

    - Sceriffo: hanno fatto una riforma, tutti gli ebrei devono esserec deportati in un campo di concentramento.

    - Io: mah... che strane riforme che fa "lo stato"... aspetta che la vado a chiamare... (dopo un paio di minuti) ha detto che non ci vuole andare nel campo di concentramento e che ci devi portare quel mignottone di tua moglie. Adesso allontanati dalla mia proprietà, altrimenti ti ammazzo.

    A questo punto che fa lo sceriffo secondo te? Torna per prelevare mia moglie oppure fa finta di niente? Calcola che se vuole prelevare mia moglie, ci sarà uno scontro a fuoco, lui morirà sicuramente, e moriranno tutti quelli che entreranno nella mia proprietà senza il mio permesso. A ciò aggiungi i miei amici, anche loro armati fino ai denti: secondo te non interveranno per difendere la moglie del loro amico?

    Insomma, per portare via mia moglie, ci sarà una vera e propria ecatombe. A occhio, un migliaio di morti. Per fare in Texas un rastrellamento come hanno fatto a Roma (1500 ebrei arrestati in un paio d'ore), ci saranno un milione e mezzo di morti.

    Ora, alla luce di ciò, secondo te, in Texas saranno mai presi provvedimenti illiberali?
    In questo Texas fantascientifico che descrivi tutti i provvedimenti e non solo alcuni saranno illiberali: liberta, benessere, progresso sicurezza di vita fioriscono dove vi sono regole che tutti rispettano Se ammettiamo che ciascuno posso imporre le sue personali vedute e ragioni con la violenza necessariamente regnera caos miseria e ogni male In nessuna societa si ammette che il singolo possa usare al forza se non è d’accordo con le regole che la regolano Solo ececzionalmante si ammette che ci si possa ribellare a provvediementi chiaramente ingiusti

  7. #407
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 Dec 2010
    Messaggi
    1,166
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I diritti civili sono più importanti di quelli sociali!

    Citazione Originariamente Scritto da Bandierarossa Visualizza Messaggio
    Certamente permettere ai cittadini di essere armati rende meno semplice per il governo centrale imporre leggi impopolari.

    Ma credo che negli USA il governo federale non guarderebbe in faccia a nessuno.




    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    In realta il metodo piu efficace per impedire provvedimenti impopolari sono le elezioni democratiche. Le rivolte violente sono necessarie solo quando queste non ci sono La idea di rivoluzione violente in pratica non esistono piu nei paesi democratici Perche ricorrere alla tragedia di una guerra civile se possiamo cacciare un governo comodamente e pacificamente con una semplice scheda elettorale Infatti si dice che in fondo la democrazia è un modo per cambiare le teste senza tagliarle

  8. #408
    Disilluso cronico
    Data Registrazione
    25 Nov 2009
    Località
    All your base are belong to us
    Messaggi
    14,556
    Mentioned
    129 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito Re: I diritti civili sono più importanti di quelli sociali!

    Citazione Originariamente Scritto da massimo Visualizza Messaggio
    se ho ben capito tu dici che un governo non è liberale ( o democratico) se non è equo, giusto Come diceva Grozio il re è legittimo se segue la legge ( e la morale naturale) ed è un tiranno se non le segue
    A me pare pero che cosi si sovrappongono due piani diversi. Un governo puo fare azioni eque giuste opportune che promuovono il bene di tutti oppure no : allora lo giudichiamo un buon governo o un cattivo governo secondo la nostra prospettiva ovviamrnte .. La scelta di chi deve governare invece è un piano diverso; ci sono faraoni imperatori oligarchie democrazie teocrazie ed infiniti modelli che possono agire bene o male
    Non è che noi possiamo definire democrazie i governi di Traiano o Carlo magno o di Pietro il grande perche furono giudicati ottimi governanti dai contemporanei e ancora oggi dagli storici. Nemmeno possiamo definire non democratici governi come i nostri che stanno governando malissimo in assoluta confusione e provvisorieta. Una cosa è il giudizio di merito sempre dipendente da un criterio di giudizio altro invece è una definizione oggettiva di forma di governo Posso variamente giudicare l’opera di Traiano ma certamente non posso dire che fosse una democrazia, cosi come posso giudicare variamente la DC ma certamente era una democrazia
    Ovviamente i governi di Traiano, Pietro il Grande o Carlo Magno non possono essere considerati ne democratici ne liberali.
    Democrazia consiste nella non esclusione dal procedimento del potere di alcuna delle componenti del popolo, e in cui il potere in definitiva non risponde a se stesso (sia quindi AUTOCRATICO, come nei tre esempi sopra) ma al popolo stesso.
    Poi ci sono governi competenti ed incompetenti tanto tra le democrazie quanto tra le autocrazie: qual è pertanto il vantaggio della democrazia?
    Semplicemente la possibilità, nel caso il popolo si renda conto dell'incompetenza del governante, di poterlo bloccare e, nel caso, sostituirlo molto più agevolmente che negli altri casi; è questo il senso che giustifica le vecchia frase "La democrazia è la peggior forma di governo possibile, fatta eccezione per tutte le altre sperimentate finora".
    .
    L'ultimo uomo ad essere entrato in Parlamento con intenzioni oneste.

    Non basta negare le idee degli altri per avere il diritto di dire "Io ho un'idea". (G. Guareschi)

  9. #409
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 Dec 2010
    Messaggi
    1,166
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I diritti civili sono più importanti di quelli sociali!

    Citazione Originariamente Scritto da Karl Popper Visualizza Messaggio
    @Iohannes68 @massimo

    Infatti i liberali considerano il poter possedere armi come un diritto fondamentale, proprio allo scopo di autodifendersi da una dittatura. In Svizzera (uno dei paesi più liberali del mondo) tutti i maschi che fanno militare possono portarsi a casa il fucile d'assalto una volta terminato il servizio.

    Il numero di morti per armi di fuoco in Svizzera è basso, ma diventerebbe molto alto se a qualche governo venisse l'idea di mettersi a fare rastrellamenti.

    Alla categorie più a rischio (tipo i pedofili, che possono subire facilmente violenze anche per strada) dovrebbe essere concesso anche il porto d'armi.
    In svizzera si permette di portare i fucili a casa perche dato l’alto grado di demcrazia si è ben sicuri che non saranno mai usati ne per fini politici ne per rapine
    Davvero originale l idea di armare i pedofili : allora perche non i rapinatori? in fondo la rapina mi sembra meno grave

  10. #410
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 Dec 2010
    Messaggi
    1,166
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I diritti civili sono più importanti di quelli sociali!

    Citazione Originariamente Scritto da Iohannes68 Visualizza Messaggio
    https://it.wikipedia.org/wiki/Rastre...ghetto_di_Roma

    In 8 ore i nazisti hanno arrestato 1259 cittadini innocenti. Zero perdite da parte dei nazisti. Niente di nente, neanche un ferito. Sono entrati nelle case di cittadini innocenti così, come niente fosse, e li hanno portati via in tutta tranquillità.

    ati...
    è ben noto perche gli ebrei nono opposero alcuna resistenza Per millenni le piccole minoranze di ebrei sapevano bene che sarebbero state inevitabilmente sconfitte in scontri violenti: per questo era meglio non opporre resistenza e aspettare che la bufera si calmasse cosa che avveniva dopo un po. Mica potevano mai ucciderli tutti E invece si sbagliarono, anzi tutto il mondo si sbaglio perche veramente i nazisti li sterminarono La shoa fu possibile perche, come dice la parola stessa, era cosa imprevedibile per la sua enormità

 

 
Pagina 41 di 44 PrimaPrima ... 31404142 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Sono più importanti i morti di Auschwitz o quelli delle foibe?
    Di 22gradi nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 167
    Ultimo Messaggio: 25-03-19, 20:45
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03-09-12, 10:12
  3. Risposte: 94
    Ultimo Messaggio: 28-02-10, 14:08
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 21-10-08, 21:18
  5. Diritti e conflitti interessi ignorati ma più importanti
    Di swaption nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 23-07-02, 01:45

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226