User Tag List

Pagina 2 di 7 PrimaPrima 123 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 65
Like Tree82Likes

Discussione: «Maiala, cessa e vacca». Oggi l’odio perseguita le donne online

  1. #11
    Epicureo
    Data Registrazione
    09 Jun 2019
    Località
    Liguria/Basso Piemonte
    Messaggi
    4,026
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    66 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: «Maiala, cessa e vacca». Oggi l’odio perseguita le donne online

    Rotwang il tuo avatar violento equivale alla gioia armata di Rodger.
    E tenebris tantis tam clarum extollere lumen / qui primus potuisti inlustrans commoda vitae, / te sequor [Epicurus], o Graiae gentis decus, inque tuis nunc / ficta pedum pono pressis vestigia signis. - Lucretius, De rerum natura

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #12
    Epicureo
    Data Registrazione
    09 Jun 2019
    Località
    Liguria/Basso Piemonte
    Messaggi
    4,026
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    66 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: «Maiala, cessa e vacca». Oggi l’odio perseguita le donne online

    Femmina








    Vacca maiala cessa




    DAMNATIO MEMORIAE!!!!!!!!!
    Kavalerists likes this.
    E tenebris tantis tam clarum extollere lumen / qui primus potuisti inlustrans commoda vitae, / te sequor [Epicurus], o Graiae gentis decus, inque tuis nunc / ficta pedum pono pressis vestigia signis. - Lucretius, De rerum natura

  3. #13
    Gianicolo, 1849
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    38,766
    Mentioned
    601 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)

    Predefinito Re: «Maiala, cessa e vacca». Oggi l’odio perseguita le donne online

    Citazione Originariamente Scritto da gameover71 Visualizza Messaggio
    Oltre il 50% di quegli insulti vengono da altre donne, ma il nostro amico Rotwang che nella sezione Politica Europea fa apologia dello sterminio del popolo russo, non lo scrive.
    Perchè vuole sterminare i Russi

    Guarda che io sono del Komitet Gosudarstvennoj Bezopasnosti


    Herr Doktor likes this.
    Io sono al bando da circoli, logge e sagrestie.
    Ma col mio carattere e i miei gusti me ne consolo facilmente.

  4. #14
    Forumista storico
    Data Registrazione
    23 Jan 2011
    Messaggi
    37,681
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    176 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: «Maiala, cessa e vacca». Oggi l’odio perseguita le donne online

    azz...andate in pace...na sera na cena na note e na neti..

    animal and 22gradi like this.
    " l' uomo ha una tale passione per il sistema
    e la deduzione logica che è disposto ad alterare la verità,
    per non vedere il visibile, a non udire l' udibile,
    pur di legittimare la propria logica."
    Dostoevskij.

  5. #15
    Epicureo
    Data Registrazione
    09 Jun 2019
    Località
    Liguria/Basso Piemonte
    Messaggi
    4,026
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    66 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: «Maiala, cessa e vacca». Oggi l’odio perseguita le donne online

    Da quella religiosa pace un Nume parla!

    Schifose nel bordello




    @Rotwang




    Due articoli di Massimo Fini per le signore sopra

    https://www.ariannaeditrice.it/artic...articolo=31561



    Le donne sono una razza nemica. Bisognerebbe capirlo subito. Invece ci si mette una vita, quando non serve più. Mascherate da «sesso debole» sono quello forte. Attrezzate per partorire sono molto più robuste dell’uomo e vivono sette anni di più, anche se vanno in pensione prima. Hanno la lingua biforcuta. L’uomo è diretto, la donna trasversale. L’uomo è lineare, la donna serpentina. Per l’uomo la linea più breve per congiungere due punti è la retta, per la donna l’arabesco. Lei è insondabile, sfuggente, imprevedibile. Al suo confronto il maschio è un bambino elementare che, a parità di condizioni, lei si fa su come vuole. E se, nonostante tutto, si trova in difficoltà, allora ci sono le lacrime, eterno e impareggiabile strumento di seduzione, d’inganno e di ricatto femminile. Al primo singhiozzo bisognerebbe estrarre la pistola, invece ci si arrende senza condizioni.

    Sul sesso hanno fondato il loro potere mettendoci dalla parte della domanda, anche se la cosa, a ben vedere, interessa e piace molto più a lei che a lui. Il suo godimento — quando le cose funzionano — è totale, il nostro solo settoriale, al limite mentale («Hanno sempre da guadagnarci con quella loro bocca pelosa» scrive Sartre). La donna è baccante, orgiastica, dionisiaca, caotica, per lei nessuna regola, nessun principio può valere più di un istinto vitale. E quindi totalmente inaffidabile. Per questo, per secoli o millenni, l’uomo ha cercato di irreggimentarla, di circoscriverla, di limitarla, perché nessuna società regolata può basarsi sul caso femminile. Ma adesso che si sono finalmente «liberate» sono diventate davvero insopportabili. Sono micragnose, burocratiche, causidiche su ogni loro preteso diritto. Han perso, per qualche carrieruccia da segretaria, ogni femminilità, ogni dolcezza, ogni istinto materno nei confronti del marito o compagno che sia, e spesso anche dei figli quando si degnano ancora di farli. Stan lì a «chiagne» ogni momento sulla loro condizione di inferiorità e sono piene zeppe di privilegi, a cominciare dal diritto di famiglia dove, nel 95% dei casi di separazione, si tengono figli e casa, mentre il marito è l’unico soggetto che può essere sbattuto da un giorno all’altro sulla strada. E pretendono da costui, ridotto a un bilocale al Pilastro, alla Garbatella, a Sesto San Giovanni, lo stesso tenore di vita di prima.

    Non fan che provocare, sculando in bikini, in tanga, in mini («si vede tutto e di più» cantano gli 883), ma se in ufficio le fai un’innocente carezza sui capelli è già molestia sessuale, se dopo che ti ha dato il suo cellulare la chiami due volte è già stalking, se in strada, vedendola passare con aria imperiale, le fai un fischio, cosa di cui dovrebbero essere solo contente e che rimpiangeranno quando non accadrà più siamo già ai limiti dello stupro. Basta. Meglio soddisfarsi da soli dietro una siepe.


    https://web.archive.org/web/20180410...e-per-la-donna


    Giovedì mattina ho partecipato ad Agorà, la bella trasmissione di Rai Tre condotta da Andrea Vianello. Tema:la violenza sulle donne. Erano presenti Mara Carfagna (Pdl), Rosa Calipari (moglie di) Pd, e il vecchio sociologo, a me caro, Franco Ferrarotti.

    Ho centrato il mio discorso su un'osservazione di D.H. Lawrence che, almeno a me sembra, coglie l'origine profonda di questa violenza. Scrive Lawrence in 'La verga di Aronne': “Quasi tutti gli uomini, nel momento stesso in cui impongono i loro egoistici diritti di maschi padroni, tacitamente accettano il fatto della superiorità della donna come apportatrice di vita. Tacitamente credono nel culto di ciò che è femminile. E per quanto possano reagire contro questa credenza, detestando le loro donne, ricorrendo alle prostitute, all'alcol e a qualsiasi altra cosa, in ribellione contro questo grande dogma ignominioso della sacra superiorità della donna, pure non fanno ancor sempre che profanare il dio della loro vera fede. Profanando la donna essi continuano, per quanto negativamente, a concederle il loro culto”. Insomma l'aggressività dell'uomo nei confronti della donna dipende da un incoffessato e inconfessabile 'inferiority complex' . Lawrence scrive ai primi del Novecento e si riferisce agli uomini dell'aristocrazia e dell'alta borghesia e alle loro modalità per umiliare la donna, ma il discorso vale per qualsiasi ceto anche se le modalità sono meno sottili, più dirette e brutali. Ho aggiunto che oggi l'uomo, privato della possibilità di esercitare il suo ruolo virile (non può più provarsi in guerra, sostituito dalle macchine, non c'è più il servizio militare né il nazionalismo passionale, la forza fisica, con tecnologia, non conta più nulla) sente in modo particolarmente acuto questa sua inadeguatezza nei confronti della donna che un ruolo, quello di procreare, comunque lo conserva, anche se non ne fa più lo scopo della sua vita, e questo può far scattare, per contraccolpo, un surplus di aggressività. Non mi pareva un discorso contro la donna. Al contrario. La Carfagna e la Calipari mi hanno accusato di 'giustificazionismo'. Mi ha colpito il tono di sufficienza della Calipari (“le tesi di Fini non mi interessano”) eppure se oggi è parlamentare non lo deve di certo alle sue preclare virtù, ma a quelle, virili, di suo marito che le portò fino alle estreme conseguenze.

    La Carfagna, dimentica, fra l'altro, che l'avevo difesa da un attacco realmente maschilista del suo collega in Pdl, l'inguardabile Paolo Guzzanti, riferendosi a un mio ormai famoso articolo pubblicato sul Fatto (“Le donne sono una razza nemica”, ha affermato che “le parole sono pietre” e che istigavo alla violenza sulle donne. Ho obbiettato che la pretesa di eliminare tutte le opinioni eterodosse è una pratica fascista anche se oggi si chiama democrazia. Stuart Mill, che era un liberale un po' più consistente di sora Carfagna, scrive “E' necessario anche proteggersi dalla tirannia dell'opinione e del sentimento predominanti” 'Sulla libertà' ).

    Infine, anche se il campo è minatissimo perchè attiene proprio alla libertà individuale, troppo spesso le ragazze di oggi si comportano da 'vispe terese'. Citerò, per tutti, il caso, di qualche anno fa, di tre donzelle che, sulle montagne di Abruzzo, passarono tutte sculettanti davanti a un pastore di pecore macedone che, non sapendo né leggere né scrivere, ma riconoscendo solo i propri istinti, le inchiappettò. Girare al largo dei 'pastori macedoni', pieni di alcol e coca, con i freni inibitori abbassati come le loro brache,che circolano nelle zone d'ombra intorno alle discoteche, non è pruderie moralistica, ma elementare prudenza. Altrimenti si finisce come quei due idioti che sono andati a provocare in Orissa.
    vanni fucci likes this.
    E tenebris tantis tam clarum extollere lumen / qui primus potuisti inlustrans commoda vitae, / te sequor [Epicurus], o Graiae gentis decus, inque tuis nunc / ficta pedum pono pressis vestigia signis. - Lucretius, De rerum natura

  6. #16
    Governi alternativi
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    55,209
    Inserzioni Blog
    9
    Mentioned
    565 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)

    Predefinito Re: «Maiala, cessa e vacca». Oggi l’odio perseguita le donne online

    Facciamo prima a elencare chi non è soggetto dell'odio online.
    Ecco l'elenco:
    (void)

  7. #17
    email non funzionante
    Data Registrazione
    09 Jan 2013
    Messaggi
    3,029
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: «Maiala, cessa e vacca». Oggi l’odio perseguita le donne online

    ma le donne come e quanto perseguitano gli uomini!
    quando nei forum , nelle chat leggiamo parole come porci, impotenti,e via dicendo con il seguito di commenti sulla sessualità onanistica o di coppia omosex forse che le donne usano linguaggi migliori e se non sono le donne a usare queste parole , forse questo linguaggio volgare non è dato dal sesso uomo o donna ma dal mezzo di comunicazione?

  8. #18
    Intollerante
    Data Registrazione
    23 Jul 2015
    Messaggi
    8,272
    Mentioned
    513 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)

    Predefinito Re: «Maiala, cessa e vacca». Oggi l’odio perseguita le donne online

    Citazione Originariamente Scritto da PINOCCHIO Visualizza Messaggio
    ma le donne come e quanto perseguitano gli uomini!
    quando nei forum , nelle chat leggiamo parole come porci, impotenti,e via dicendo con il seguito di commenti sulla sessualità onanistica o di coppia omosex forse che le donne usano linguaggi migliori e se non sono le donne a usare queste parole , forse questo linguaggio volgare non è dato dal sesso uomo o donna ma dal mezzo di comunicazione?
    Hanno ragione ad insultarvi, voi le ammazzate.

  9. #19
    Epicureo
    Data Registrazione
    09 Jun 2019
    Località
    Liguria/Basso Piemonte
    Messaggi
    4,026
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    66 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: «Maiala, cessa e vacca». Oggi l’odio perseguita le donne online

    Citazione Originariamente Scritto da Rotwang Visualizza Messaggio
    Hanno ragione ad insultarvi, voi le ammazzate.
    Io no
    E tenebris tantis tam clarum extollere lumen / qui primus potuisti inlustrans commoda vitae, / te sequor [Epicurus], o Graiae gentis decus, inque tuis nunc / ficta pedum pono pressis vestigia signis. - Lucretius, De rerum natura

  10. #20
    Supermod Viola
    Data Registrazione
    30 Dec 2012
    Località
    Roma
    Messaggi
    35,140
    Mentioned
    1663 Post(s)
    Tagged
    58 Thread(s)

    Predefinito Re: «Maiala, cessa e vacca». Oggi l’odio perseguita le donne online

    Citazione Originariamente Scritto da Rotwang Visualizza Messaggio
    Hanno ragione ad insultarvi, voi le ammazzate.
    ma sei serio?
    Herr Doktor and vanni fucci like this.
    Se non hai il coraggio di mordere, non ringhiare.

 

 
Pagina 2 di 7 PrimaPrima 123 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Maremma Maiala.
    Di il tuo nemico nel forum Fondoscala
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 26-09-13, 10:10
  2. che cena maiala!!!
    Di Perdu nel forum Fondoscala
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 17-03-11, 21:29
  3. Basta con le donne vacca!!!
    Di Orazio Coclite nel forum Destra Radicale
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 04-10-04, 14:04
  4. Odio, sempre odio, fortissimamente odio
    Di Turambar nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 60
    Ultimo Messaggio: 22-09-04, 20:21
  5. Risposte: 101
    Ultimo Messaggio: 23-08-04, 00:15

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226