User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
Like Tree22Likes

Discussione: MONZA, STUDENTI SUICIDI/ Una stanchezza di vivere che interroga il “paese dei morti”

  1. #1
    De-globalizzazione
    Data Registrazione
    19 Aug 2014
    Località
    Libero Stato Arancione
    Messaggi
    19,349
    Mentioned
    184 Post(s)
    Tagged
    6 Thread(s)

    Predefinito MONZA, STUDENTI SUICIDI/ Una stanchezza di vivere che interroga il “paese dei morti”

    Due studenti del Liceo Frisi di Monza si sono suicidati nell’arco di 15 giorni. Chi li ha lasciati soli, chi non ha preso sul serio il loro bisogno?

    Non credo ci sia dolore più grande della morte di un figlio. E più grande ancora se il figlio muore come i ragazzi del Liceo Frisi di Monza: due bravi ragazzi, seri, studiosi, impegnati, morti perché erano stanchi di vivere. E allora bisogna parlarne con infinito rispetto, infinita cautela, infinita discrezione.

    Ma una cosa bisogna pur dirla: come fanno i ragazzi a crescere in un mondo come quello che noi – noi adulti – abbiamo costruito?

    Per spiegarmi, prendo in prestito un’immagine del mio amico Franco Nembrini. Quando legge Pinocchio, Franco si sofferma sempre sul capitolo in cui il burattino, spinto dalla fame, si avventura nella notte in cerca di un boccone di pane. Arrivato al paese vicino, Pinocchio “trovò tutto buio e tutto deserto. Le botteghe erano chiuse; le porte di casa chiuse; le finestre chiuse, e nella strada nemmeno un cane. Pareva il paese dei morti”. E il paese dei morti, chiosa Franco, è l’immagine che i nostri ragazzi hanno del mondo degli adulti. Perché, quando un ragazzo comincia a muoversi nel mondo con la sua fame, col suo desiderio di un significato, col bisogno di qualcosa che dia senso alla vita, che adulti si trova davanti (il più delle volte, certo, grazie a Dio le eccezioni ci sono; ma sono appunto eccezioni)? Adulti lieti, adulti appassionati alla vita, adulti che vien voglia di imitare, di prendere a modello, di “spiare” per scoprire come fanno a essere così contenti?

    Ahinoi, no. Il più delle volte, i nostri ragazzi si trovano davanti adulti scontenti, brontoloni, musoni. Adulti intenti a lamentarsi di tutto – del governo, del tempo, del lavoro, della cattiveria dei tempi… Adulti intenti a difendersi dal mondo, che insegnano ai figli a fare altrettanto (“e hanno messo dei sacchi di sabbia / vicino alla finestra”, cantava profetico Lucio Dalla). Adulti “autorevoli” – giornalisti, insegnanti, politici – che fanno a gara a chi disegna gli scenari più apocalittici, più catastrofici, dai cambiamenti climatici alla fine della civiltà occidentale a chi più ne ha più ne metta. Adulti che, nel migliore dei casi, come unico antidoto alla cattiveria dei tempi e del mondo indicano la strada del successo individuale – “studia, studia, perché solo chi studia fa carriera” – o di un moralismo tanto benintenzionato quanto astratto – le educazioni civiche, le lotte contro i bullismi e per le integrazioni e via moraleggiando. “Il paese dei morti”, appunto.

    Soprattutto, i ragazzi non trovano nessuno che prenda sul serio il loro bisogno più grande, più vero. Il bisogno umano fondamentale, il bisogno di un senso per la vita, di una ragione grande, bella, nobile per cui valga la pena di fare anche tutte le altre cose, il bisogno di una risposta all’altezza della dimensione infinita del loro desiderio di bene, di bello, di vero. Chi, oggi, è disposto a prendere sul serio questa domanda umana fondamentale, a coinvolgersi con i ragazzi nel cammino per rispondere, a mostrare nella letizia del volto – nella letizia del volto, non nella rivendicazione acida – che c’è una strada che si può percorrere insieme?

    Nessuno prende sul serio le domande vere dei ragazzi. Tanto che, senza un interlocutore che li aiuti almeno a formularle, spesso non hanno nemmeno le parole per esprimerle. Nessuno più parla dei desideri elementari di bene, di bello, di vero, e i ragazzi nemmeno più sanno almeno gridarli. Sentono solo, da qualche parte, tra cuore e ragione, un’inquietudine che nessuno studio, nessun successo, nessun impegno civile e politico può soddisfare.

    E allora, quando questo buco senza nome si fa troppo grande, confusamente sentono che senza una risposta a queste domande la vita non ha senso. E allora qualcuno – molti, la stragrande maggioranza – accetta di vivere nel paese dei morti, di rinunciare a quelle domande, di adeguarsi. E qualcun altro decide, come i due studenti del Frisi, che una vita senza senso non ha senso che sia vissuta.

    E allora forse i due studenti del Frisi sono morti perché, nel paese dei morti, erano gli unici vivi.

    https://www.ilsussidiario.net/news/m...morti/1985545/
    بِسْمِ ٱللَّهِ ٱلرَّحْمَٰنِ ٱلرَّحِيمِ هَلْ أَتَىٰ عَلَى ٱلْإِنسَٰنِ حِينٌ مِّنَ ٱلدَّهْرِ لَمْ يَكُن شَيْـًٔا مَّذْكُورًا

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    ... sempre più nera...
    Data Registrazione
    09 Mar 2010
    Messaggi
    37,215
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    83 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: MONZA, STUDENTI SUICIDI/ Una stanchezza di vivere che interroga il “paese dei mor

    E allora forse i due studenti del Frisi sono morti perché, nel paese dei morti, erano gli unici vivi.
    Sono d’accordo.
    Una società di zombi.
    Una società in cui tutto è usa e getta.
    Ognuno dipinge il quadro della propria vita con i colori delle proprie scelte

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    21 Sep 2016
    Messaggi
    18,766
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: MONZA, STUDENTI SUICIDI/ Una stanchezza di vivere che interroga il “paese dei mor

    assistenti sociali solo per immigrati ... per me e' stato cosi
    Sparviero, 22gradi and animal like this.
    cibo italiano no buono
    cibo africano migliore
    wifi non funziona
    centro di citta e' lontano

  4. #4
    nativo italico
    Data Registrazione
    04 Oct 2018
    Località
    identitario egualitario
    Messaggi
    625
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: MONZA, STUDENTI SUICIDI/ Una stanchezza di vivere che interroga il “paese dei mor

    La Massoneria ci ha ridotto ad essere schiavi (salariati) senza Dio ( senza un proposito).Occorre una rivoluzione a un tempo politica e religiosa che si liberi di questi demoni incappucciati in gonnellino.
    animal and Perseo like this.

  5. #5
    De-globalizzazione
    Data Registrazione
    19 Aug 2014
    Località
    Libero Stato Arancione
    Messaggi
    19,349
    Mentioned
    184 Post(s)
    Tagged
    6 Thread(s)

    Predefinito Re: MONZA, STUDENTI SUICIDI/ Una stanchezza di vivere che interroga il “paese dei mor

    i progressisti muti su queste cose

    loro vogliono solo sentirsi dire che l' unica cosa che conta è lo spread, che se fai le riforme tutto si sistema, che il progresso ci salverà ecc
    animal and fante di denari like this.
    بِسْمِ ٱللَّهِ ٱلرَّحْمَٰنِ ٱلرَّحِيمِ هَلْ أَتَىٰ عَلَى ٱلْإِنسَٰنِ حِينٌ مِّنَ ٱلدَّهْرِ لَمْ يَكُن شَيْـًٔا مَّذْكُورًا

  6. #6
    Flexitariano
    Data Registrazione
    16 Jul 2014
    Località
    Italia. Land of Brodi.
    Messaggi
    39,179
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    927 Post(s)
    Tagged
    39 Thread(s)

    Predefinito Re: MONZA, STUDENTI SUICIDI/ Una stanchezza di vivere che interroga il “paese dei mor

    Citazione Originariamente Scritto da bimbogigi Visualizza Messaggio
    assistenti sociali solo per immigrati ... per me e' stato cosi
    Sarebbe importante capire cosa ti hanno fatto, ovviamente rispettando la tua privacy.
    Te come italiano non solo non vieni aiutato ma se hai un figlio minore bisogna vedere come pensano di "gestirtelo".
    L'Italia fa acqua da tutte le parti pronta ad affondare ma nessuno ci ha insegnato a fare i palombari.
    "La Gloria non la cerco per me stesso ma per la mia Nazione" (22gradi)

  7. #7
    .
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    23,852
    Mentioned
    135 Post(s)
    Tagged
    44 Thread(s)

    Predefinito Re: MONZA, STUDENTI SUICIDI/ Una stanchezza di vivere che interroga il “paese dei mor

    Può darsi, ipotizzo, che il secondo suicidio sia stato compiuto dal compagno di liceo sotto l'impressione che il primo gli ha sicuramente provocato. Come a tutti gli altri allievi e docenti di quel liceo.
    Certo, tutto ciò è sgomentevole e arrischiarsi in analisi sulle motivazioni generali e su quelle personali profonde è temerario.
    Comunque, in generale, ho vissuto abbastanza da avvertire, attualmente, un clima complessivo di stanchezza, languore, estenuazione, vuoto che, nella mia migliore età, mai avrei immaginato di dover constatare.
    Kavalerists and acquazzurra like this.

  8. #8
    →←
    Data Registrazione
    20 Apr 2015
    Messaggi
    6,340
    Mentioned
    81 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: MONZA, STUDENTI SUICIDI/ Una stanchezza di vivere che interroga il “paese dei mor

    Citazione Originariamente Scritto da Indra88 Visualizza Messaggio
    i progressisti muti su queste cose

    loro vogliono solo sentirsi dire che l' unica cosa che conta è lo spread, che se fai le riforme tutto si sistema, che il progresso ci salverà ecc

    Tempi degenerativi che vivisezionano l'anima in parti non uguali.

    La classe politica e mediatica italiana è composta da progressisti e buonisti a tempo perso: i primi odiano il prossimo loro, gli altri non riconoscono i pericoli. Insieme sono un’arma di distruzione di massa.
    Indra88 likes this.
    Est amissam non dubitent dicere.

  9. #9
    ... sempre più nera...
    Data Registrazione
    09 Mar 2010
    Messaggi
    37,215
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    83 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: MONZA, STUDENTI SUICIDI/ Una stanchezza di vivere che interroga il “paese dei mor

    Citazione Originariamente Scritto da Ivan Visualizza Messaggio
    Può darsi, ipotizzo, che il secondo suicidio sia stato compiuto dal compagno di liceo sotto l'impressione che il primo gli ha sicuramente provocato. Come a tutti gli altri allievi e docenti di quel liceo.
    Certo, tutto ciò è sgomentevole e arrischiarsi in analisi sulle motivazioni generali e su quelle personali profonde è temerario.
    Comunque, in generale, ho vissuto abbastanza da avvertire, attualmente, un clima complessivo di stanchezza, languore, estenuazione, vuoto che, nella mia migliore età, mai avrei immaginato di dover constatare.
    Bisogna tornare al pensiero etico, ridare valore alla persona, ritornare a valori sani, alla famiglia, al rispetto.
    Non siamo numeri, non siamo cose, abbiamo un’anima e va nutrita.
    Blake and Lanciafiamme like this.
    Ognuno dipinge il quadro della propria vita con i colori delle proprie scelte

  10. #10
    La Bestia©
    Data Registrazione
    12 Dec 2015
    Località
    Arciconfraternita di Santo Manganello
    Messaggi
    35,900
    Mentioned
    631 Post(s)
    Tagged
    39 Thread(s)

    Predefinito Re: MONZA, STUDENTI SUICIDI/ Una stanchezza di vivere che interroga il “paese dei mor

    Situazioni inevitabili in una nazione senza Dio, senza razza, senza idee.

    Gli uomini non sono fatti per vivere come maiali.
    Blake, Mike, Lanciafiamme and 1 others like this.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Un amore che da segni di stanchezza
    Di cireno nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 05-02-19, 18:06
  2. Alla fine per stanchezza arriverà Casini
    Di Florian nel forum Conservatorismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-09-11, 18:22
  3. Stanchezza del weekend...
    Di Skarm nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 04-03-06, 14:54
  4. Stanchezza
    Di alemaggia nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 15-02-06, 21:51
  5. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 30-09-05, 21:56

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226