User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    27 Jun 2012
    Messaggi
    2,975
    Mentioned
    22 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Le missioni Apollo “lunatiche”: pellicole, radiazioni, fotocamere.

    Nelle missioni Apollo “lunatiche” sono state usate normali fotocamere Hasselblad serie V, le uniche modifiche hanno riguardato la verniciatura in bianco, la soppressione del box reflex e il cambio dei lubrificanti.
    Le pellicole erano normali Kodak in commercio.
    Come da documento NASA si vede che viene indicato che sulla Luna sono presenti 600 rad dovuti al vento solare, l’unita’ di misura usata non appare corretta, ma dobbiamo accettarla.



    Sulla Terra siamo protetti dalla presenza dell’atmosfera e dalle fasce di Van Allen che impediscono alla grande maggioranza delle particelle pericolose del vento solare di colpirci e ci protegge anche dai raggi cosmici, quando si e’ sulla Luna si e’ investiti in pieno da tutto.
    Dopo una ricerca, non semplice, ho trovato che i raggi cosmici valgono 100 rad, mentre il vento solare investe in pieno la faccia illuminata della Luna, i raggi cosmici sono omidirezionale, quindi la Luna protegge gli eventuali astronauti dal 50% delle radiazioni, siamo a quota 650 rad.
    Per fare un confronto ho cercato il livello di radiazioni presente a Chernobyl dopo l’esplosione: nei pressi dell’impianto, a secondo del luogo, c’erano dai 100 ai 400 rad, meno che sulla Luna.
    Sul sito della Kodak viene mostrato l’effetto delle radiazioni, molto blande, sulle pellicole degli scanner negli aeroporti.



    Come potete vedere la pellicola risulta palesemente compromessa.
    Il fotografo russo kostin si era recato a Chernobyl per fare fotografie all’impianto usando normali pellicole e normali fotocamere.
    Mentre arrivava in elicottero ha fatto uno scatto di prova a colori, protetto dall’elicottero militare blindato, i risultati sono pessimi come si vede.



    Successivamente ha scattato in B/N nei pressi della centrale, le pellicole in B/N sono meno sensibili di quelle a colori.












    Come potete notare i risultati sono orridi, mentre se guardate le fotografie, che ci raccontano, scattate sulla Luna, sono perfette, sembrano scattate sulla Terra. SONO scattate sulla Terra.
    Considerate che tutta la superfice della Luna, essendo investita costantemente da raggi cosmici e vento solare, e’ radioattiva.
    Altra immensa coglionata, solo i NASA believer possono crederci, appartengono alla religione che io chiamo “allunaggismo senza limitismo”.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    08 Jan 2013
    Messaggi
    22,053
    Mentioned
    48 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Le missioni Apollo “lunatiche”: pellicole, radiazioni, fotocamere.

    oltretutto la luna è solo una lampadina, come fai a fare una missione su una lampadina.
    Il saggio sa di essere stupido, è lo stupido invece che crede di essere saggio

  3. #3
    Liberale Cattivo
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    34,076
    Mentioned
    234 Post(s)
    Tagged
    36 Thread(s)

    Predefinito Re: Le missioni Apollo “lunatiche”: pellicole, radiazioni, fotocamere.

    Certo paragonare la terrazza della centrale nucleare di Chernobyl alla luna..
    "I socialisti sono come Cristoforo Colombo: partono senza sapere dove vanno. Quando arrivano non sanno dove sono. Tutto questo con i soldi degli altri."

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    27 Jun 2012
    Messaggi
    2,975
    Mentioned
    22 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Le missioni Apollo “lunatiche”: pellicole, radiazioni, fotocamere.

    Citazione Originariamente Scritto da Supermario Visualizza Messaggio
    Certo paragonare la terrazza della centrale nucleare di Chernobyl alla luna..
    E’ una questione di livello assoluto delle radiazioni e di esposizione alle stesse. I liquidatori restavano esposti, dipendentemente da dove si trovavano, fra i 40 secondi e i 2 minuti. Kostin era con loro, conseguentemente la sua pellicola e’ rimasta esposta per quel tempo.
    Nelle missioni Apollo “lunatiche” le pellicole sono rimaste in preda alle radiazioni moltissime ore, quando non giorni interi. In nessuna delle fotografie scattate “sulla Luna” c’e’, non dico grana grossa, la minima velatura. Decisamente improbabile, considerando che le blande radiazioni, in livello e in tempo, degli scanner aeroportuali velano, quando non rendono quasi inservibili, i film cinefotografici.
    Sulla Terra siamo protetti dall’atmosfera e primariamente dalle fasce di Van Allen. Oltre l’atmosfera, ma sotto le fasce, dove orbita la stazione spaziale internazionale, il livello di radiazioni e’ molto basso, poco superiore che sulla Terra. Oltre le fasce c’e’ “l’inferno”:



    l’illustazione mostra come il “furioso” vento solare spazza tutto quello che incontra, il magnetismo terrestre viene grandemente deformato. Se il magnetismo non fosse sufficientemente robusto il vento solare spazzerebbe via l’atmosfera, come e’ successo a Mercurio. Fuori dalle fasce, oltre che dal vento solare (letale), si e’ esposti anche alle radiazioni cosmiche, pure queste letali.
    Le radiazioni cosmiche sono omnidirezionali, quindi la massa della Luna protegge dal 50% di queste, essendo gli astronauti, sedicentemente, sbarcati sulla faccia illuminata del nostro satellite sarebbero, se mai vi si fossero posati, stati investiti in pieno dal vento solare, “protetti” da una tuta simile a una “maglietta di lana”. Osservate questa fotografia:



    E’ la tuta “maglietta di lana” che avrebbe dovuto proteggerli da un ambiente infernale, con livelli di radiazioni letali e sbalzi termici apocalittici.
    Osserviamo ora questa fotografia:



    Si tratta dell’astronauta statunitense Michael Lopez Alegria, che nel 2007 effettua una “passeggiata” fuori dalla ISS. Sono passati 38 anni dalla “maglietta di lana” si presume che in questo tempo la tecnologia sia avanzata parecchio, invece notiamo che per una innocua, in termini di radiazioni, “passeggiata” la tuta appare ad occhio molto piu’ massiccia, ancora una volta ci troviamo davanti, se fossero reali le missioni “lunatiche”, ad un incredibile ARRETRAMENTO tecnologico. Ho scelto questa fotografia perche’ si vede bene che l’astronauta impugna una reflex Nikon di serie. Che appare pero’ fasciata completamente, obiettivo compreso, da un materiale che sembra lo stesso della tuta, questa protezione non serve contro le radiazioni, bassissime, serve certamente a proteggerla dalle escursioni termiche. Mentre per le missioni “lunatiche” l’Hasselblad di serie con film di serie e’ stata mandata a “mani nude” ad affrontare un ambiente denso di radiazioni e di sbalzi termici estremi. Ci sono solo 2 possibilita’:
    1) le missioni Apollo “lunatiche” sono delle C.G. (Coglionate Galattiche).
    2) e’ stato effettuato un utilizzo massiccio della magia.
    Chi crede alle missioni Apollo sulla Luna o e’ tecnicamente ignorante a livelli parossistici, oppure appartiene alla religione dell’”allunaggismo senza limitismo”. A chi crede, a chi ha fede, come gli “allunaggisti”, non servono a niente ragionamenti logico consequenziali, continueranno a credere in spregio della realta’.

  5. #5
    https://www.pcosta.net
    Data Registrazione
    29 Dec 2011
    Messaggi
    8,188
    Inserzioni Blog
    18
    Mentioned
    573 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)

    Predefinito Re: Le missioni Apollo “lunatiche”: pellicole, radiazioni, fotocamere.

    Citazione Originariamente Scritto da HiroTome Visualizza Messaggio
    Nelle missioni Apollo “lunatiche” sono state usate normali fotocamere Hasselblad serie V, le uniche modifiche hanno riguardato la verniciatura in bianco, la soppressione del box reflex e il cambio dei lubrificanti.
    Le pellicole erano normali Kodak in commercio.
    Come da documento NASA si vede che viene indicato che sulla Luna sono presenti 600 rad dovuti al vento solare, l’unita’ di misura usata non appare corretta, ma dobbiamo accettarla.


    Veramente qui c'è scritto che le Hasselblad V erano schermate per proteggere la pellicola fino a 600 RAD, non che quella è una misura della radiazione presente sulla Luna ("parameters for lunar exploration camera").

    In effetti, per usare unità di misura più adatte come il milliSievert, sulla Luna le radiazioni cosmiche sono misurate tra i 110 mSv e 380 mSv a seconda del periodo d'attività solare.

    "the annual exposure caused by GCR [galactic cosmic rays] on the lunar surface is roughly 380 mSv (solar minimum) and 110 mSv (solar maximum). "
    (https://www.sciencedirect.com/scienc...32063312002085)


    Secondo Wikipedia (https://en.wikipedia.org/wiki/Orders...de_(radiation) a Chernobyl i livelli assorbiti dai primi che entrarono per sistemare le cose (e che fecero quelle foto un po' sgranate) arrivarono fino a 16.000 microSv/ora, cioè 16 mSv/ora che in un anno fanno 140.000 mSv/anno, abbastanza di più dei 380 mSv/anno che si beccarono le foto dell'Apollo 11, arrivato in un periodo di minimo solare e massima radiazione.

 

 

Discussioni Simili

  1. Le missioni Apollo “lunatiche”: il rientro
    Di HiroTome nel forum Ipotesi di Complotto
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-02-20, 15:33
  2. Le missioni Apollo “lunatiche”: l’allunaggio
    Di HiroTome nel forum Ipotesi di Complotto
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-02-20, 15:18
  3. Le missioni Apollo “lunatiche”: i motori
    Di HiroTome nel forum Ipotesi di Complotto
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-02-20, 15:02
  4. missioni apollo e fascia van allen
    Di tafazzo nel forum X-Forum
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 05-03-17, 22:00
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-12-16, 21:19

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226