beh innanzi tuto chiedo scusa a chi aveva avviato la parte I.

come si sa il rischio del diffondersi del virus non è tanto per la mortalità in se stessa, ma perchè porta alla saturazione delle sale rianimazione e terapie intensive.
bene un paio di giorni fa "è nato" il quesito di come stabilire precedenze in caso non ci fosssero posti disponibili.
direi che non pochi forumisti hanno dato una gran bella indicazione (probabilmente neppure consapevolmente, ma non fa nulla)

per molti di questiquesta "malattia" è poco più di un influenza, che le misure di precauzione prese sono non solo esagerate ma completamente assurde.

bene , problema risolto.

chi dovesse necessitare di un reparto di un posto in rianimazione (per qualkunque motivo) ma risultasse avesse continuato a utilizzare gli stessi stili di vita di prima delle misure chieste dal governo (e dalle regioni) viene autamaticamente messo in coda, e se mancassero pori vengono "TOLTI" dal reparto rianimazione per lasciare il posto a chi comunque ha rispettato quanto rihiesto da direttive di regioni e governo.
facile no ?
beh, in parte almeno avremmo risolto il problema.