User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    04 Jun 2009
    Località
    Mein Reich ist in der Luft
    Messaggi
    11,094
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Iran, supervirus contro i computer del centro atomico

    Iran, supervirus contro i computer del centro atomico



    E' un software militare: viene da Israele?


    CORRISPONDENTE DA NEW YORK

    Circola online almeno dal giugno 2009, è programmato per attaccare strutture industriali non collegate a Internet, ha contagiato centinaia di computer che si trovano soprattutto in Iran e ha un unico obiettivo che potrebbe essere la centrale nucleare di Bushehr: il virus Stuxnet è al centro di un giallo cybernetico che sovrappone informatica e spionaggio, attirando l’attenzione degli esperti di sicurezza digitale perché si tratta del primo esempio di questo genere.

    La scoperta di Stuxnet risale a giugno e, secondo la Bbc, sarebbe stato un centro di sorveglianza elettronica in Bielorussia - ovvero collegato con l’alleata Russia - a trovarsi di fronte a un virus «che finora nessuno di noi riteneva potesse esistere», come ha spiegato l’esperto di cybersicurezza tedesco Ralph Langer al «Christian Science Monitor». È servito oltre un mese per riuscire a identificare la rarità del malware, come vengono definiti i virus, perché si presenta come un imponente ammasso di codici ipersofisticati che grazie a una miriade di trucchi operativi tende a realizzare falsi attacchi per celare le proprie, vere, intenzioni. La sorpresa è stata grande quando, come dichiara Liam O’Murchu di Symantec, ci si è accorti che l’intento di Stuxnet non è infiltrarsi nei computer collegati online per rubare informazioni, dati o denaro - come fanno in maniere differenti i virus informatici confezionati dagli hackers - bensì ha uno specifico obiettivo: infettare computer con il sistema operativo Windows attraverso chiavette Ubs per raggiungere sistemi di produzione industriale realizzati dall’azienda tedesca Siemens e riprogrammarli dal di dentro.

    In concreto questo significa che il virus Stuxnet circola online, si posiziona nei computer in attesa di trovare delle chiavette Ubs sulle quali si posiziona per adoperarle come ponte verso altri computer, non collegati a Internet, con sistemi operativi Windows. Scommettendo di raggiungere prima o poi la meta desiderata. Dagli accertamenti finora svolti emerge che Stuxnet in questa maniera è riuscito a infettare sistemi industriali in Pakistan, India, Indonesia, Germania, Canada e Stati Uniti, ma la nazione più colpita è senza dubbio l’Iran. Poiché in nessuno dei Paesi finora investiti si è registrato il rischio di collasso di un sistema industriale, la supposizione degli esperti di cyberguerra è che l’obiettivo di Stuxnet si trovi dunque sul territorio della Repubblica Islamica. Da qui la ridda di ipotesi che porta alcuni tecnici a supporre che possa trattarsi della centrale nucleare costruita dai tecnici russi a Bushehr e da poco inaugurata. Sebbene Siemens neghi di aver venduto alcun tipo di macchinario.

    «Una volta raggiunto l’obiettivo Stunex è programmato per accendere e spegnere i motori, monitorare il processo di raffreddamento e attivare le procedure di abbassamento della temperatura se si superano certi valori», spiega O’Murchu alla Bbc lasciando intendere che tali attività inducono a ipotizzare che si tratti del funzionamento di un reattore. L’analista di computer industriali Ralph Langer ritiene che «sulla base delle prove finora raccolte possiamo definire Stuxnet come il tentativo di un sabotaggio diretto sulla base di una profonda conoscenza del funzionamento dell’obiettivo».

    Da qui l’ipotesi che l’origine del cyberattacco possa essere una nazione e l’obiettivo in Iran porta a guardare verso gli Stati Uniti o Israele visto che entrambi dispongono di formidabili strutture informatiche create per difendersi da attacchi cybernetici, e di conseguenza anche per lanciarli. In tale cornice è interessante notare la coincidenza con la preparazione del summit della Nato di fine novembre a Lisbona perché la delegazione americana sta premendo per inserire nel nuovo «concetto strategico» anche la necessità di sviluppare armamenti cybernetici capaci di combattere i conflitti del XXI secolo contro nemici invisibili.


    Iran, supervirus contro i computer del centro atomico - LASTAMPA.it
    ████████

    ████████

    Gli umori corrodono il marmo

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Iran, supervirus contro i computer del centro atomico

    Ma passino a Linux no?

  3. #3
    Cancellato
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    33,712
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Iran, supervirus contro i computer del centro atomico

    Guerra senza limiti...

  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    04 Jun 2009
    Località
    Mein Reich ist in der Luft
    Messaggi
    11,094
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Iran, supervirus contro i computer del centro atomico

    Citazione Originariamente Scritto da Nazionalistaeuropeo Visualizza Messaggio
    Ma passino a Linux no?


    Credo che i sistemi nucleari avanzati siano fatti con sistemi unix avanzatissimi, figuratevi se i russi usano winzoz...
    ████████

    ████████

    Gli umori corrodono il marmo

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    22,354
    Mentioned
    135 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Iran, supervirus contro i computer del centro atomico

    Citazione Originariamente Scritto da Nazionalistaeuropeo Visualizza Messaggio
    Ma passino a Linux no?
    Chi dispone di abbastanza moneta provi a passare ad Apple :gratgrat: , il suo sistema operativo è figlio di unix , per chi ci lavora pesantemente con i computer è la scelta che mi ha consigliato un amico che vende macchine windows e mi aiutò a passare a linux , che non fu propio come raccontano .
    Il Silenzio per sua natura è perfetto , ogni discorso, per sua natura , è perfettibile .

 

 

Discussioni Simili

  1. Iran, supervirus contro i computer del centro atomico
    Di Majorana nel forum Politica Estera
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 17-11-10, 16:56
  2. Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 04-03-07, 15:04
  3. Le trame di Cheney per un attacco atomico contro l'Iran
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 09-10-06, 10:55
  4. Risposte: 67
    Ultimo Messaggio: 14-04-06, 11:05
  5. RIARMO ATOMICO (contro l'Iran?)
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-10-05, 17:40

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226