User Tag List

Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 567 UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 61
Like Tree15Likes

Discussione: Le ragioni dello xenophobo : cap. 1) la pauperofobia

  1. #51
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    65,213
    Mentioned
    1152 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Le ragioni dello xenophobo : cap. 1) la pauperofobia

    Citazione Originariamente Scritto da brunik Visualizza Messaggio
    Oggi parliamo di pauperologia, domani analizzeremo la variante opposta dela xenofobia, l'uberofobia (dal latino uber, ricchezza): l’odio invidioso contro chi è più ricco di me.

    Quello nel mondo misterioso ed affascinante della xenofobia è un percorso che intendo compiere in piu' puntate, come fa Piero Angela.
    dovresti parlare del complotto internazionale massonico della sostituzione etnica, è piu' appropriato

    e del perchè le potenze mondiali vogliono imporre all'Italia prendere la miseria del mondo sul suo territorio, fare da retrobottega dove mettere l'immondizia

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #52
    duca di rivoli
    Data Registrazione
    27 May 2009
    Località
    LOMBARDIA - Alpi
    Messaggi
    17,970
    Mentioned
    87 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Le ragioni dello xenophobo : cap. 1) la pauperofobia

    Brunik candidato al Nobel
    brunik likes this.

  3. #53
    Viva l'Italia
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    82,224
    Inserzioni Blog
    19
    Mentioned
    267 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Le ragioni dello xenophobo : cap. 1) la pauperofobia

    Citazione Originariamente Scritto da FrancoAntonio Visualizza Messaggio
    altro esame clamorosamente falso, io amo l'Africa e le varie culture, a casa loro pero', non esportati

    E cosa c'entra con la totale mancanza di autostima di questa destra? Detto ciò, tu sei un esportato. Quinbdi il senso di questa tua affermazione è doppiamente sconclusionato.
    Il sonno della ragione genera mostri.


    Divergevano due strade in un bosco, ed io...io presi la meno battuta, e di qui tutta la differenza è venuta.

  4. #54
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    12,548
    Mentioned
    16 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Le ragioni dello xenophobo : cap. 1) la pauperofobia

    Se le due cose fossero correlate la pauperofilia dovrebbe essere connessa alla xenofilia. In realtà gli xenofili sono pauperofobi pure loro....del resto chi volete che sia pauperofilo?

  5. #55
    proceduralista etico
    Data Registrazione
    04 Nov 2019
    Messaggi
    2,339
    Mentioned
    63 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Le ragioni dello xenophobo : cap. 1) la pauperofobia

    Citazione Originariamente Scritto da Forrest Gump Visualizza Messaggio
    Se il permesso glielo do io, è sicuro che serve a quello riportato nel titolo del provvedimento. Se glielo dà la sinistra, domandiamoci se lo scopo di far emergere il nero e sconfiggere il caporalato non sia una balla. Esempio pratico: gli italiani non hanno certo bisogno di regolarizzazione, e allora com'è che lavorano in nero e sono reclutati dai caporali?? Secondo: tra due mesi ti posterò l'immagine degli accampamenti e tendopoli degli immigrati che raccolgono i pomodori. E tu vedendoli ancora lì mi dovrai dare ragione: non è stata una regolarizzazione a scopo umanitario, continuano a cagare nei campi e a lavarsi con l'acqua sporca. E allora, compagno progressista?
    Il caporalato trova terreno fertile tra i lavoratori che non sanno o non possono difendersi, è assai più probabile che ciò succeda tra gli stranieri irregolari che non tra gli italiani
    Il terrapiattismo è una conclusione inevitabile per noi nazisti. (G. Manfrini)

  6. #56
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    10 Jul 2009
    Messaggi
    10,705
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Le ragioni dello xenophobo : cap. 1) la pauperofobia

    Citazione Originariamente Scritto da brunik Visualizza Messaggio
    Amici, su un sito specializzato in psichiatria c'è un interessante intervento che, vista la lunghezza, cercheremo di riportare in piu' puntate

    LA XENOPHOBIA E' UNA MALATTIA? | www.psychiatryonline.it

    In breve, gli psichiatri cercano di capire cosa frulla nella testa dei malati xenophobi.

    Un primo elemento che caratterizza lo xenophobo è la paura della povertà.

    Avete presente quando noi che siamo sani vediamo qualcosa di schifoso che ci fa vomitare come se l'avessimo ingerito? Basta la vista per farci venire lo stimolo di vomitare, il cervello reagisce come se quella cosa schifosa l'avessimo nello stomaco.

    Ecco, a loro quando vedono uno straniero (povero, non ricco) succede la stessa cosa di quello che succede a noi se vediamo una mosca nel piatto.

    odiano gli stranieri perchè hanno la paura irrazionale di diventare poveri (infatti odiano gli stranieri poveri, mica quelli ricchi, infatti tifano Inter anche se il centravanti è Lukaku che non stimola in loro alcun senso di vomito)

    Infatti l'errore piu' comune che facciamo è quello di chiamarli razzisti. Non sono assolutamente razzisti, anzi, come avremo modo di verificare nelle prossime puntate, si ritengono di una razza inferiore, non superiore.

    Dobbiamo imparare a chiamarli XENOFOBI, cioè gente che ha paura di qualcosa




    Le ragioni “malate”
    Non molto tempo fa incontrai in treno un americano, che viveva in Italia da sedici anni. Una delle prime cose che mi disse con aria irritata è che ora non si trovava più bene in Italia, e stava pensando seriamente di tornarsene negli States. Chiesi: “Forse ne ha piene le tasche della corruzione, della crisi economica che dura da anni, dall’inefficienza della pubblica amministrazione, delle mafie che si sono infiltrate dappertutto…” No, mi disse l’americano: “Ormai l’Italia si sta riempiendo di indiani, arabi, cinesi... Non è più l’Italia di una volta.” Mi misi a ridere, perché lui stesso era un immigrato in Italia. Ebbi però l’ingenuità filosofica di dirgli: “E lei vuole tornare in America dove di immigrati ce ne sono molti di più. Anzi, gli Stati Uniti è una nazione tutta di immigrati.” L’americano scontento non si scompose: “L’immigrazione va bene in America, ma in Italia ci devono essere solo italiani!”
    Strana questa idea degli italiani come entità omogenea e pura. Dal Medio Evo in poi sono “migrati” da noi ostrogoti, longobardi, bizantini, normanni, albanesi, arabi in Sicilia, spagnoli, catalani, francesi, austriaci. Queste invasioni sono una delle ragioni della grande varietà regionale in Italia.
    Ho incontrato altre persone complementari, per così dire, a questo immigrato in Italia che detesta gli immigrati. Ho conosciuto molti italiani che emigrarono da giovani in America, che hanno dovuto battersi con il durissimo Immigration Office USA, e che per lo più sono riusciti a ottenere la cittadinanza statunitense sposando una ragazza americana di solito di origini italiane. Questi anziani che vivono a loro agio in America mi ripetono la stessa cosa: “Ogni volta che vado in Italia, vedo sempre più immigrati. E’ una vergogna!” Per loro l’Italia deve restare la collina o borgo o museo della loro gioventù.
    Le persone di cultura cosmopolita – come certamente sono quasi tutti quelli che mi stanno leggendo o ascoltando – difficilmente nascondono il profondo disprezzo che nutrono per razzisti e xenofobi. Così la xenofobia è descritta come una sorta di malattia mentale da psichiatri e psicoanalisti, come mero pregiudizio dai sociologi, come “ideologia” dai marxisti. Insomma, gli xenofobi sono descritti come malati, psicologici o sociologici. Ma forse noi “sani” dovremmo cercare di capire le ragioni di questi malati – capire non significa condividere o perdonare, significa non accontentarsi della comoda e pigra ripulsa morale. Certo i sentimenti di quegli immigrati xenofobi di cui abbiamo parlato ci appaiono incoerenti, ma, in fondo, ogni modo di pensare, per quanto possa apparire aberrante, ha una sua “logica”. Bisogna svelarla. Il cuore xenofobo ha le sue ragioni che la Ragione non conosce. Ad esempio, bisogna capire perché quasi sempre gli xenofobi europei sono anche anti-europeisti e vorrebbero uscire dall’euro. Non solo non vogliono stranieri in casa propria, non vogliono nemmeno che degli stranieri cessino di esserlo in una grande casa comune. Questo perché il povero, di danaro e di cultura, sente che il proprio territorio è la sola vera ricchezza che gli resta. Mentre il ricco, di soldi e di sapere, ha tesori altrove, il povero li ha invece attorno a sé.

    Il ricco e il povero
    Ci sono varie declinazioni di xenofobia. Quella più diffusa è la pauperofobia. Di rado in Italia si parla male degli stranieri ricchi, dei tedeschi che comprano un casale antico in Toscana o degli americani che si stabiliscono a Milano per lavorare nell’industria della moda. In Italia si è contro marocchini, bangla-deshi, albanesi, moldavi, rom, rumeni, … perché sono poveri e fanno i lavori più umili. L’adagio anti-razzista più stupido – e più diffuso - è quello di chi predica: “non bisogna diffidare di qualcuno semplicemente perché ha un colore di pelle diverso dal tuo!” Ma se un nero viene disprezzato, non è per il colore della sua pelle: perché di solito è povero. La xenofobia più popolare oggi è in realtà orrore per il povero. Le violenze dell’aprile 2015 in Sud Africa non hanno colpito affatto i bianchi che vivono in quel paese, la classe agiata, ma altri africani neri che vengono dai paesi vicini; africani poveri perseguitano africani ancora più poveri.
    Se si ascolta quel che dicono questi “malati”, si capisce che per loro il povero, soprattutto se è straniero, puzza. E disgusta. La xenofobia è una epifania politica del vomito. In effetti, rimettiamo non solo quando vogliamo espellere dal nostro stomaco qualcosa di disgustoso, ma anche quando vediamo, davanti a noi, qualcosa di schifoso. Gli occhi “mangiano” ciò che guardano, quindi la sola vista di ciò che repelle è già invasione del nostro corpo interno, e va rigettato. Oggi, non osiamo ammettere che la povertà ci disgusta. Vedo un livore di odio in molte persone quando inciampano per strada su barboni, mendicanti, immigrati sbrindellati: la presenza visibile degli indigenti è un attacco al cuore della propria rispettabilità. Come se trovarci vicini a poveri o degradati impoverisse e degradasse anche noi.
    tu brunik per esempio , hai la fobia di un astemio?

  7. #57
    In hoc papero vinces
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    57,700
    Inserzioni Blog
    9
    Mentioned
    592 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)

    Predefinito Re: Le ragioni dello xenophobo : cap. 1) la pauperofobia

    Facciamo un esempio:
    normalmente in questo periodo l'italia ha il dieci per cento di disoccupazione
    con il lockdown la situazione peggiora ulteriormente
    ci sono migliaia di italiani che cercano lavoro come braccianti per tirare su qualche soldo
    il governo vara la regolarizzazione di seicentomila migranti irregolari che sostituiranno gli italiani nelle raccolte dei prodotti agricoli
    la regolarizzazione è varata via dpcm, cioè senza nè dibattito parlamentare nè tantomeno commissioni nè ancora tantomeno voto parlamentare
    Hanno ragione gli italiani a sentirsi depauperati o no?
    Far ragionare un idiota non è impossibile, è inutile

  8. #58
    brescianofobo
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Bergamo, Italy
    Messaggi
    121,921
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    553 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)

    Predefinito Re: Le ragioni dello xenophobo : cap. 1) la pauperofobia

    Citazione Originariamente Scritto da Marximiliano Visualizza Messaggio
    Facciamo un esempio:
    normalmente in questo periodo l'italia ha il dieci per cento di disoccupazione
    con il lockdown la situazione peggiora ulteriormente
    ci sono migliaia di italiani che cercano lavoro come braccianti per tirare su qualche soldo
    il governo vara la regolarizzazione di seicentomila migranti irregolari che sostituiranno gli italiani nelle raccolte dei prodotti agricoli
    la regolarizzazione è varata via dpcm, cioè senza nè dibattito parlamentare nè tantomeno commissioni nè ancora tantomeno voto parlamentare
    Hanno ragione gli italiani a sentirsi depauperati o no?
    c'è quel verbo SOSTITUIRANNO GLI ITALIANI che non va bene nel tuo ragionamento, già gli altri anni lavoravano gli stranieri, pur con il 10% di disoccupazione (il 20% nel sud) i pomodori mica li raccoglievano i disoccupati italiani.

    Che poi la regolarizzazione dei 600.000 riguarda anche le colf e le badanti, tutti lavori che il 10% di disoccupati (che prima del jobs act erano il 15%) si sono ben guardati dal fare.

    Comunque il thread non è sul decreto ma sulle ragioni si agitano nel subconscio degli xenofobi.

    Gli stranieri che portano via il lavoro agli italiani sono i calciatori, non i raccoglitori di pomodori o le badanti.

    Se tu vedessi Lukaku vestito da barbone seduto su una panchina che reazione avresti?
    lo rimpiangerete, Renzi, KOGLIONI

  9. #59
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    65,213
    Mentioned
    1152 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Le ragioni dello xenophobo : cap. 1) la pauperofobia

    Citazione Originariamente Scritto da THE MATRIX Visualizza Messaggio
    E cosa c'entra con la totale mancanza di autostima di questa destra? Detto ciò, tu sei un esportato. Quinbdi il senso di questa tua affermazione è doppiamente sconclusionato.
    sapessi quante volte ho tentato di tornare in Italia con una lavoro anche meno importante di quello che faccio ora, chisse ne frega del salario se il costo della vita è inferiore, si tutti mi volevano ma con contratti a termine di 12 mesi

  10. #60
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Messaggi
    19,289
    Mentioned
    17 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Le ragioni dello xenophobo : cap. 1) la pauperofobia

    dovevi scrivere pauperophobia

 

 
Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 567 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Io paura di governo xenophobo
    Di (---) nel forum Fondoscala
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 10-03-18, 22:46
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22-07-14, 20:16
  3. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 02-02-10, 19:59
  4. I nuovi CAP: rivoluzione in regione
    Di Sant'Eusebio nel forum Emilia-Romagna
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-04-09, 20:17
  5. Le ragioni di Silvio.Le ragioni del ponte.
    Di sacher.tonino nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-08-03, 09:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226