User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
Like Tree1Likes
  • 1 Post By Leviathan

Discussione: condono edilizio in arrivo?

  1. #1
    anti bufale
    Data Registrazione
    12 Jan 2011
    Messaggi
    39,667
    Mentioned
    117 Post(s)
    Tagged
    13 Thread(s)

    Predefinito condono edilizio in arrivo?

    Nelle bozze del decreto Semplificazioni spunta quella che secondo Leu ha tutta l’aria dell'”ennesima sanatoria” e per il coordinatore dei Verdi Angelo Bonelli “è una norma furba e scandalosa” che ricalca il condono varato dalla Regione Sicilia nel 2016 e poi dichiarato incostituzionale. E, a meno di modifiche, “consentirà ai Comuni di modificare i piani urbanistici per regolarizzare tutti gli abusivi“. Così il percorso del provvedimento, atteso in consiglio dei ministri entro la fine sella settimana, si complica. Il nodo è all’articolo 10, dedicato a “Semplificazioni ed altre misure in materia edilizia”. Tra il resto, prevede che gli abusi edilizi che non abbiano comportato un aumento del carico urbanistico siano puniti solo con una sanzione amministrativa e che la violazione si prescriva in dieci anni.





    La spiegazione contenuta nella bozza è che punire gli abusi minori solo con una sanzione pecuniaria risolverebbe “un significativo contenzioso bagatellare” e sbloccherebbe il mercato immobiliare “spesso ostacolato da non conformità meramente interne, o comunque minime”, oltre a consentire di “concentrare le risorse dei pubblici uffici sulla repressione degli abusi significativi, ossia quelli comportanti un aumento, seppur minimo, del carico urbanistico, ovvero incidenti su vincoli specifici”. Non sarebbero più reato, dunque, gli interventi fatti senza autorizzazione, a patto che all’epoca non fossero condizionati alla vecchia concessione edilizia prevista fino al 2001, che richiedeva il pagamento di un contributo per le spese di urbanizzazione.

    Non solo: la bozza riferisce di un “significativo confronto si è sviluppato (in particolare con il Ministero per i beni e le attività culturali) sulla previsione di estendere l’accertamento di conformità alla pianificazione urbanistica vigente – già previsto dall’art. 36 del T.U. per le opere che, pur essendo state realizzate senza titolo formale, erano e sono tuttavia conformi alla pianificazione urbanistica sia al momento della loro realizzazione sia a quello attuale (cd. doppia conformità) – anche alle opere che sono conformi al piano regolatore solo all’attualità, ma che non lo erano al momento della loro iniziale realizzazione“. Accertamento che non estinguerebbe i reati ma si limiterebbe “a riscontrare l’attuale conformità dell’opera”. Escludendo così la demolizione. Una norma analoga era stata inserita nella legge regionale siciliana 16/2016 e la Corte costituzionale, su ricorso del governo Renzi, nel settembre 2017 l’aveva bocciata in quanto “surrettizio condono edilizio” ricordando che la giurisprudenza richiede la doppia conformità delle opere “dovendo escludersi la possibilità di una legittimazione postuma di opere originariamente abusive che, solo successivamente, in applicazione della c.d. sanatoria giurisprudenziale, o impropria, siano divenute conformi alle norme edilizie ovvero agli strumenti di pianificazione urbanistica”.
    Nella bozza si argomenta che “la giurisprudenza ha sempre cercato di trovare una soluzione a casi in cui la demolizione è generalmente percepita come impraticabile, spesso contrastante con l’interesse pubblico, e che comunque si pone il tema dell’incommerciabilità di immobili interamente conformi alla pianificazione odierna e dunque passibili, ove demoliti, di essere ricostruiti identicamente“. Tuttavia su questa tema si dà atto che è ancora in corso una trattativa con il ministero dei Beni culturali riguardo all’eventualità di limitare questa “conformità giurisprudenziale” ai soli immobili già realizzati alla data di entrata in vigore della norma, ai casi in cui l’immobile sia realizzato secondo la normativa tecnica attuale o sia adeguabile e ai soli casi di non incidenza su regimi vincolistici oppure in cui sia accertata la piena conformità alle esigenze tutelate dal vincolo.
    “Non avrei mai immaginato che questo governo facesse proprie le proposte del leader della Lega Salvini di un condono edilizio nel nostro paese”, denuncia il coordinatore nazionale dei Verdi, secondo cui la modifica dell’art.36 della legge 380/2001 “consente la sanatoria per gli immobili edificati abusivamente che risulteranno conformi ai piani regolatori alla data di presentazione della domanda”. In questo modo “si consente la sanatoria edilizia modificando la destinazione urbanistica con una variante fatta dal sindaco”. La norma è identica a quella approvata dalla giunta regionale della Sicilia ai tempi del presidente Crocetta e bocciata dal governo nazionale per incostituzionalità nella precedente legislatura: è una norma furba e scandalosa che consentirà ai comuni di modificare i piani urbanistici per regolarizzare tutti gli abusivi”. “E’ desolante – afferma Bonelli – che con l’alibi pretestuoso e falso del rilancio dell’economia si presenti una norma che prevede un condono edilizio premiando furbi e facendo pagare i costi economici delle opere di urbanizzazione ai cittadini onesti che hanno rispettato le leggi. Spero e chiedo che il governo ci ripensi e levi questa norma criminogena“.
    Dal canto suo la senatrice di Leu Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto, ha commentato dicendo che “va benissimo tutto ciò che semplifica la vita dei cittadini e che elimina lacci burocratici che ostacolano senza alcun motivo l’operato delle aziende”, ma “va invece malissimo tutto quel che implica sanatorie di fatto o mani libere sul territorio”. Quindi sì a “semplificare tutto ciò che agevola la riconversione ecologica, il passaggio alle energie rinnovabili, l’economia circolare”, ma “dietro l’alibi della semplificazione non possono nascondersi passi indietro sulla tutela dell’ambiente, deregolamentazioni sul consumo di suolo o ennesime sanatorie”.

    https://www.ilfattoquotidiano.it/202...toria/5851360/
    i post di Capitano e Blacksheep sono patrimonio dell'UNESCO!!!
    Quelli in grassetto profumano di fascio!

    IL TANCREDI, OSSIA IL NUOVO NAZISMO SQUADRISTA EUROPEO!!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatori anghe noi...
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    59,916
    Mentioned
    101 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: condono edilizio in arrivo?

    Azz... La nostra solita sfiga: non abbiamo nulla da condonare.



    Kobra (Democritico)
    Se hai la necessità di scegliere tra un uomo e un cobra,
    preferisci chi striscia.
    E se ti serve un amico, trovati un cane.

  3. #3
    anti bufale
    Data Registrazione
    12 Jan 2011
    Messaggi
    39,667
    Mentioned
    117 Post(s)
    Tagged
    13 Thread(s)

    Predefinito Re: condono edilizio in arrivo?

    i piddioti, dall'alto della loro immensa stupidità, hanno ragliato per mesi sull'inesistente condono di Ischia

    Ora che c'è nè uno vero, tacciono
    Indra88 likes this.
    i post di Capitano e Blacksheep sono patrimonio dell'UNESCO!!!
    Quelli in grassetto profumano di fascio!

    IL TANCREDI, OSSIA IL NUOVO NAZISMO SQUADRISTA EUROPEO!!

  4. #4
    member vetch
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Bologna
    Messaggi
    19,438
    Mentioned
    56 Post(s)
    Tagged
    42 Thread(s)

    Predefinito Re: condono edilizio in arrivo?

    Ti pareva che non mettessero di mezzo Salvini ? Io penso che se si ritirasse dalla politica, si assisterebbe a una raffica di suicidi.

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Dec 2010
    Messaggi
    17,916
    Mentioned
    26 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: condono edilizio in arrivo?

    Citazione Originariamente Scritto da Leviathan Visualizza Messaggio
    Nelle bozze del decreto Semplificazioni spunta quella che secondo Leu ha tutta l’aria dell'”ennesima sanatoria” e per il coordinatore dei Verdi Angelo Bonelli “è una norma furba e scandalosa” che ricalca il condono varato dalla Regione Sicilia nel 2016 e poi dichiarato incostituzionale. E, a meno di modifiche, “consentirà ai Comuni di modificare i piani urbanistici per regolarizzare tutti gli abusivi“. Così il percorso del provvedimento, atteso in consiglio dei ministri entro la fine sella settimana, si complica. Il nodo è all’articolo 10, dedicato a “Semplificazioni ed altre misure in materia edilizia”. Tra il resto, prevede che gli abusi edilizi che non abbiano comportato un aumento del carico urbanistico siano puniti solo con una sanzione amministrativa e che la violazione si prescriva in dieci anni.





    La spiegazione contenuta nella bozza è che punire gli abusi minori solo con una sanzione pecuniaria risolverebbe “un significativo contenzioso bagatellare” e sbloccherebbe il mercato immobiliare “spesso ostacolato da non conformità meramente interne, o comunque minime”, oltre a consentire di “concentrare le risorse dei pubblici uffici sulla repressione degli abusi significativi, ossia quelli comportanti un aumento, seppur minimo, del carico urbanistico, ovvero incidenti su vincoli specifici”. Non sarebbero più reato, dunque, gli interventi fatti senza autorizzazione, a patto che all’epoca non fossero condizionati alla vecchia concessione edilizia prevista fino al 2001, che richiedeva il pagamento di un contributo per le spese di urbanizzazione.

    Non solo: la bozza riferisce di un “significativo confronto si è sviluppato (in particolare con il Ministero per i beni e le attività culturali) sulla previsione di estendere l’accertamento di conformità alla pianificazione urbanistica vigente – già previsto dall’art. 36 del T.U. per le opere che, pur essendo state realizzate senza titolo formale, erano e sono tuttavia conformi alla pianificazione urbanistica sia al momento della loro realizzazione sia a quello attuale (cd. doppia conformità) – anche alle opere che sono conformi al piano regolatore solo all’attualità, ma che non lo erano al momento della loro iniziale realizzazione“. Accertamento che non estinguerebbe i reati ma si limiterebbe “a riscontrare l’attuale conformità dell’opera”. Escludendo così la demolizione. Una norma analoga era stata inserita nella legge regionale siciliana 16/2016 e la Corte costituzionale, su ricorso del governo Renzi, nel settembre 2017 l’aveva bocciata in quanto “surrettizio condono edilizio” ricordando che la giurisprudenza richiede la doppia conformità delle opere “dovendo escludersi la possibilità di una legittimazione postuma di opere originariamente abusive che, solo successivamente, in applicazione della c.d. sanatoria giurisprudenziale, o impropria, siano divenute conformi alle norme edilizie ovvero agli strumenti di pianificazione urbanistica”.
    Nella bozza si argomenta che “la giurisprudenza ha sempre cercato di trovare una soluzione a casi in cui la demolizione è generalmente percepita come impraticabile, spesso contrastante con l’interesse pubblico, e che comunque si pone il tema dell’incommerciabilità di immobili interamente conformi alla pianificazione odierna e dunque passibili, ove demoliti, di essere ricostruiti identicamente“. Tuttavia su questa tema si dà atto che è ancora in corso una trattativa con il ministero dei Beni culturali riguardo all’eventualità di limitare questa “conformità giurisprudenziale” ai soli immobili già realizzati alla data di entrata in vigore della norma, ai casi in cui l’immobile sia realizzato secondo la normativa tecnica attuale o sia adeguabile e ai soli casi di non incidenza su regimi vincolistici oppure in cui sia accertata la piena conformità alle esigenze tutelate dal vincolo.
    “Non avrei mai immaginato che questo governo facesse proprie le proposte del leader della Lega Salvini di un condono edilizio nel nostro paese”, denuncia il coordinatore nazionale dei Verdi, secondo cui la modifica dell’art.36 della legge 380/2001 “consente la sanatoria per gli immobili edificati abusivamente che risulteranno conformi ai piani regolatori alla data di presentazione della domanda”. In questo modo “si consente la sanatoria edilizia modificando la destinazione urbanistica con una variante fatta dal sindaco”. La norma è identica a quella approvata dalla giunta regionale della Sicilia ai tempi del presidente Crocetta e bocciata dal governo nazionale per incostituzionalità nella precedente legislatura: è una norma furba e scandalosa che consentirà ai comuni di modificare i piani urbanistici per regolarizzare tutti gli abusivi”. “E’ desolante – afferma Bonelli – che con l’alibi pretestuoso e falso del rilancio dell’economia si presenti una norma che prevede un condono edilizio premiando furbi e facendo pagare i costi economici delle opere di urbanizzazione ai cittadini onesti che hanno rispettato le leggi. Spero e chiedo che il governo ci ripensi e levi questa norma criminogena“.
    Dal canto suo la senatrice di Leu Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto, ha commentato dicendo che “va benissimo tutto ciò che semplifica la vita dei cittadini e che elimina lacci burocratici che ostacolano senza alcun motivo l’operato delle aziende”, ma “va invece malissimo tutto quel che implica sanatorie di fatto o mani libere sul territorio”. Quindi sì a “semplificare tutto ciò che agevola la riconversione ecologica, il passaggio alle energie rinnovabili, l’economia circolare”, ma “dietro l’alibi della semplificazione non possono nascondersi passi indietro sulla tutela dell’ambiente, deregolamentazioni sul consumo di suolo o ennesime sanatorie”.

    https://www.ilfattoquotidiano.it/202...toria/5851360/
    Fatte proprie le idee di Salvini? il che significa che se non si hanno idee le si copia senza esclusione di parte? ah be se è così ..basta saperlo!

  6. #6
    Ecoterrorista
    Data Registrazione
    19 Aug 2014
    Località
    Nel giallo della Rosa sempiterna
    Messaggi
    23,271
    Mentioned
    244 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)

    Predefinito Re: condono edilizio in arrivo?

    penta-svergognati
    Le tasse sono immorali e l' evasore è un patriota_Milton Friedman

    Scusate vi devo salutare perché devo andare a puttane_Silvio Berlusconi

 

 

Discussioni Simili

  1. Manovra, in bozza il condono edilizio Per i politici solo un mini-taglio
    Di robert jordan nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 117
    Ultimo Messaggio: 25-05-10, 23:25
  2. Manovra, spunta condono edilizio
    Di Ochtopus nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 68
    Ultimo Messaggio: 24-05-10, 08:57
  3. Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 12-03-10, 19:47
  4. Condono edilizio, cartoline dal fronte
    Di nofuture nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 31-01-10, 17:38
  5. condono condono condono
    Di etnia salentina nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 25-04-06, 11:22

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226