User Tag List

Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 68
  1. #1
    Social liberal
    Data Registrazione
    26 May 2020
    Messaggi
    1,549
     Likes dati
    285
     Like avuti
    278
    Mentioned
    93 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Se odiare è un diritto, allora perché non possiamo odiare gli omofobi?

    In questa discussione i destroidi scrivono cose che si contraddicono tra loro.

    Da un lato dicono che odiare è un diritto, dall'altro si lamentano del fatto che gli omosessuali odino determinati siti web e politici e che li segnino in rosso in un'estensione del browser.
    I destroidi pensano che siccome odiano gli omosessuali e i trans allora è legittimo, da parte loro, desiderare limitazioni delle libertà a danno di essi ("se pensano di insegnare nelle scuole elementari gli spacco la faccia", "non devono sposarsi", "non devono baciarsi in pubblico") e quindi non si capisce perché, in base al loro modo di ragionare, non sarebbe legittimo, da parte di chi odia gli omofobi, fare leggi contro la loro libertà.

    In realtà la questione è la seguente: ogni persona ha diritto a fare sesso con chi vuole nella propria camera da letto e ogni persona ha diritto di provare privatamente schifo per una determinata pratica o inclinazione sessuale. Entrambe le parti hanno il diritto di esistere e il dovere di non aggredirsi le une con le altre.

    Io sono favorevole a leggi per punire chi discrimina, sfotte, insulta o umilia persone omosessuali solo per via del loro orientamento, in quanto ritengo che se una persona fa queste cose allora significa che è passata dai pensieri ai fatti, quindi la sua omofobia non è più un fatto privato. Gli omofobi hanno il dovere di tenere il loro odio nella loro stanzetta, esattamente come si chiede agli omosessuali (e a chiunque) di scopare nella stanzetta e non in mezzo alla strada. L'omofobia può essere accettata solo se resta privata.
    Secondo i liberal-liberisti una persona non fa nulla di male fintanto che non aggredisce gli altri, ma il maestro Alighieri ci insegna che anche gli avari finiscono all'inferno insieme ai fascisti violenti.

  2. #2
    Moderatori anghe noi...
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    64,860
     Likes dati
    7,828
     Like avuti
    13,348
    Mentioned
    193 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Se odiare è un diritto, allora perché non possiamo odiare gli omofobi?

    A parte che il diritto di odiare è una mostruosità morale e giuridica, ammesso però che debba essere così, se il diritto all'odio è reciproco non vediamo quale sia il prblema.


    Kobra (Democritico)
    Se hai la necessità di scegliere tra un uomo e un cobra,
    preferisci chi striscia.
    E se ti serve un amico, trovati un cane.

  3. #3
    Cancellato/a
    Data Registrazione
    08 Jan 2013
    Messaggi
    26,864
     Likes dati
    13,898
     Like avuti
    8,083
    Mentioned
    91 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Se odiare è un diritto, allora perché non possiamo odiare gli omofobi?

    che poi non ha senso odiare eterosessuali o omosessuali.
    questo non vuol dire che uno non possa avere le proprie idee a riguardo ad esempi su adozioni.

    a livello sessuale il vero pericolo sta nei pedofili praticanti sia fisicamente che nel mondo "virtuale"

  4. #4
    Moderatori anghe noi...
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    64,860
     Likes dati
    7,828
     Like avuti
    13,348
    Mentioned
    193 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Se odiare è un diritto, allora perché non possiamo odiare gli omofobi?

    Siamo alle solite del solito piagnisteo dei soliti diversamente normali che si sentono perseguitati mentre qui nessuno si interessa di loro essendo ben più oberati da altri pensieri.



    Kobra (Democritico)
    Se hai la necessità di scegliere tra un uomo e un cobra,
    preferisci chi striscia.
    E se ti serve un amico, trovati un cane.

  5. #5
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    29 Jul 2013
    Località
    Tegetthoffstraße
    Messaggi
    7,161
     Likes dati
    327
     Like avuti
    3,368
    Mentioned
    69 Post(s)
    Tagged
    57 Thread(s)

    Predefinito Re: Se odiare è un diritto, allora perché non possiamo odiare gli omofobi?

    esiste l'omofobia?
    Garante del tessuto democratico del Paese

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    13 Jul 2013
    Messaggi
    15,610
     Likes dati
    3,491
     Like avuti
    14,323
    Mentioned
    181 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Se odiare è un diritto, allora perché non possiamo odiare gli omofobi?

    Citazione Originariamente Scritto da Giustizia&Libertà Visualizza Messaggio
    In questa discussione i destroidi scrivono cose che si contraddicono tra loro.

    Da un lato dicono che odiare è un diritto, dall'altro si lamentano del fatto che gli omosessuali odino determinati siti web e politici e che li segnino in rosso in un'estensione del browser.
    I destroidi pensano che siccome odiano gli omosessuali e i trans allora è legittimo, da parte loro, desiderare limitazioni delle libertà a danno di essi ("se pensano di insegnare nelle scuole elementari gli spacco la faccia", "non devono sposarsi", "non devono baciarsi in pubblico") e quindi non si capisce perché, in base al loro modo di ragionare, non sarebbe legittimo, da parte di chi odia gli omofobi, fare leggi contro la loro libertà.

    In realtà la questione è la seguente: ogni persona ha diritto a fare sesso con chi vuole nella propria camera da letto e ogni persona ha diritto di provare privatamente schifo per una determinata pratica o inclinazione sessuale. Entrambe le parti hanno il diritto di esistere e il dovere di non aggredirsi le une con le altre.

    Io sono favorevole a leggi per punire chi discrimina, sfotte, insulta o umilia persone omosessuali solo per via del loro orientamento, in quanto ritengo che se una persona fa queste cose allora significa che è passata dai pensieri ai fatti, quindi la sua omofobia non è più un fatto privato. Gli omofobi hanno il dovere di tenere il loro odio nella loro stanzetta, esattamente come si chiede agli omosessuali (e a chiunque) di scopare nella stanzetta e non in mezzo alla strada. L'omofobia può essere accettata solo se resta privata.
    non fare il furbetto, voi non volete punire chi odia ma chi esprime leggittime opinioni di critica verso il genderismo che volete imporre come modello sociale..

    " Questa crisi, questo disastro (europeo) e' artificiale ed in sostanza ha quattro lettere: l' euro." (Joseph Stiglitz , Premio Nobel Economia )

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    06 Sep 2013
    Messaggi
    60,394
     Likes dati
    7,100
     Like avuti
    9,816
    Mentioned
    868 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)

    Predefinito Re: Se odiare è un diritto, allora perché non possiamo odiare gli omofobi?

    Non è giusto odiare la feccia fascistoide proprio perchè questo renderebbe loro un livello e una dignità che non hanno. Essendo una sorta di subumani che trovano nell'odio un metodo con cui i loro pochi neuroni riescono a comporre un pensiero odiarli non avrebbe senso, io ritengo ci si debba limitare ad un realistico disprezzo, accompagnato da ovvio disgusto.
    Le plus grand soin d’un bon gouvernement devrait être d’habituer peu à peu les peuples à se passer de lui.

  8. #8
    Super Troll
    Data Registrazione
    14 Aug 2009
    Messaggi
    54,551
     Likes dati
    25,145
     Like avuti
    18,887
    Mentioned
    102 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Se odiare è un diritto, allora perché non possiamo odiare gli omofobi?

    Citazione Originariamente Scritto da Kobra Visualizza Messaggio
    A parte che il diritto di odiare è una mostruosità morale e giuridica, ammesso però che debba essere così, se il diritto all'odio è reciproco non vediamo quale sia il prblema.


    Kobra (Democritico)
    ma sai l'odio è un sentimento, si possono annullare i sentimenti???
    clash bankrobber

  9. #9
    Social liberal
    Data Registrazione
    26 May 2020
    Messaggi
    1,549
     Likes dati
    285
     Like avuti
    278
    Mentioned
    93 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Se odiare è un diritto, allora perché non possiamo odiare gli omofobi?

    Citazione Originariamente Scritto da Kobra Visualizza Messaggio
    Siamo alle solite del solito piagnisteo dei soliti diversamente normali che si sentono perseguitati mentre qui nessuno si interessa di loro essendo ben più oberati da altri pensieri.
    @Kobra essere sfottuti, derisi e discriminati significa essere perseguitati e queste cose per gli omosessuali sono all'ordine del giorno.

    Solitamente chi non realizza questa ovvietà ha le fette di salame sugli occhi, che hanno la funzione di non vedere la merda omofoba riflessa nello specchio. Tu per quale motivo ti sei messo le fette di salame sugli occhi?

    Non si capisce quali siano i pensieri più importanti da cui saresti oberato. Uno stato civile prima di tutto si occupa di conrastare la violenza, poi viene tutto il resto. L'omofobia è violenza, quindi è nella lista delle priorità assolute. Infatti l'unico vero motivo per cui diamo tutto questo potere allo stato è che ci serve per proteggerci dalla violenza: tolta questa funzione e poche altre possiamo anche farne a meno.
    Secondo i liberal-liberisti una persona non fa nulla di male fintanto che non aggredisce gli altri, ma il maestro Alighieri ci insegna che anche gli avari finiscono all'inferno insieme ai fascisti violenti.

  10. #10
    Gianicolo, 1849
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    43,712
     Likes dati
    10,446
     Like avuti
    27,157
    Mentioned
    868 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)

    Predefinito Re: Se odiare è un diritto, allora perché non possiamo odiare gli omofobi?

    Citazione Originariamente Scritto da Giustizia&Libertà Visualizza Messaggio
    In questa discussione i destroidi scrivono cose che si contraddicono tra loro.

    Da un lato dicono che odiare è un diritto, dall'altro si lamentano del fatto che gli omosessuali odino determinati siti web e politici e che li segnino in rosso in un'estensione del browser.
    I destroidi pensano che siccome odiano gli omosessuali e i trans allora è legittimo, da parte loro, desiderare limitazioni delle libertà a danno di essi ("se pensano di insegnare nelle scuole elementari gli spacco la faccia", "non devono sposarsi", "non devono baciarsi in pubblico") e quindi non si capisce perché, in base al loro modo di ragionare, non sarebbe legittimo, da parte di chi odia gli omofobi, fare leggi contro la loro libertà.

    In realtà la questione è la seguente: ogni persona ha diritto a fare sesso con chi vuole nella propria camera da letto e ogni persona ha diritto di provare privatamente schifo per una determinata pratica o inclinazione sessuale. Entrambe le parti hanno il diritto di esistere e il dovere di non aggredirsi le une con le altre.

    Io sono favorevole a leggi per punire chi discrimina, sfotte, insulta o umilia persone omosessuali solo per via del loro orientamento, in quanto ritengo che se una persona fa queste cose allora significa che è passata dai pensieri ai fatti, quindi la sua omofobia non è più un fatto privato. Gli omofobi hanno il dovere di tenere il loro odio nella loro stanzetta, esattamente come si chiede agli omosessuali (e a chiunque) di scopare nella stanzetta e non in mezzo alla strada. L'omofobia può essere accettata solo se resta privata.
    In terza liceo (Scientifico) il mio insegnante d Filosofia (Storia della Filosofia) era Gay. Amico personale di Pier Paolo Pasolini (se ne vantava, lo aveva aiutato a scrivere non ricordo cosa) era un uomo di mezza età sobrio e serissimo. Di lui ricordo una bella frase: "Cercate di peccare", ma oltre questo nell'esternazione di una visione diciamo "Alternativa" dell'esistenza non è mai andato. E mai si è parlato di "omosessualità" tranne che il fatto evidente che lui lo era, ma era così bravo, discreto e intelligente da farci nettamente percepire l'esistenza di un "universo Gay"

    Ma che i Gay non possono insegnare, chi lo ha detto mai?
    Noi giovanissimi anni '70 avevamo chiarissimo, per insondabili e misteriose via, dell'omosessualità latente di Michelangelo, o della bisessualità di Giulio Cesare o dell'omosessualità conclamata di Pier Paolo Pasolini. E anche della sessualità di Dante e Petrarca o quella sofferente di Leopardi...
    Insomma l'omosessualità "faceva già" parte del nostro percorso scolastico, mica siamo selvaggi.

    Ma che minchia c'entra tutto questo con le Drag Queen, Cristina Prenestina o qualche altro pagliaccione di cui fortunatamente possiamo sapere l'esistenza via web?
    Non è che travestendosi da gallinaccio ti elevi verso Marcel Proust o Tomas Mann;
    Ma volendo anche i pagliaccioni potrebbero liberamente andare a proporsi al Liceo (al 4^ o 5^ anno ) o meglio ancora all'Università, però guarda caso loro vogliono sempre andare fra i bimbetti impuberi, e qui sono botte.

    A Castel Sant'Angelo (già Mole Adriana) ho cominciato a portarci i nipotini che avranno avuto sei o sette anni, gli ho fatto vedere la cella di Galileo, le baliste e i cannoni antichi, il gabbiano goloso chiamato Adriano, etc. etc.
    Ma per raccontargli che Adriano fosse l'amante da Antinoo ho aspettato che di anni ne avessero 10/12;

    Riferendoci ad oggi quindi l'omosessualità soffre della generale decadenza dell'intelletto in alcune frange importanti del sistema di valori occidentali riducendo uno stato chè già fu di Socrate o Alessandro Magno ad esternazione di povera gente che mascherandosi come a Carnevale pensa di elevare il proprio status sociale donandosi una caratterizzazione che evidentemente gli manca nella vita reale.
    Ma se sei una canna vuota tale rimani anche se ti esibisci nel Coitazio a Tergo ( un mio amico fraterno, ora il mio medico, lo chiamava così )


    Ultima modifica di Grifo; 22-07-20 alle 08:04
    Io sono al bando da circoli, logge e sagrestie.
    Ma col mio carattere e i miei gusti me ne consolo facilmente.

 

 
Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. I locali childfree e il sacrosanto diritto di odiare i bambini
    Di Orco Bisorco nel forum Destra Radicale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 11-03-16, 13:57
  2. Risposte: 280
    Ultimo Messaggio: 13-11-12, 16:23
  3. Come Ci Si Sente Ad Odiare?
    Di marelibero nel forum Destra Radicale
    Risposte: 96
    Ultimo Messaggio: 22-11-05, 23:31
  4. Amare e odiare
    Di pensiero nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 18-09-04, 15:31
  5. Perchè i Padani li puoi solo odiare e sperare che finiscano alla rieducazione...
    Di legio_taurinensis nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 26-04-04, 17:23

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •