User Tag List

Pagina 2 di 5 PrimaPrima 123 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 42
Like Tree7Likes

Discussione: Lo "statista" cambia strategia ... e diventa più istituzionale.

  1. #11
    Ho un sospetto
    Data Registrazione
    19 Aug 2014
    Località
    Nel giallo della Rosa sempiterna
    Messaggi
    26,226
    Mentioned
    322 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)

    Predefinito Re: Lo "statista" cambia strategia ... e diventa più istituzionale.

    i giudici non lo condanneranno sono troppo sputtanati e senza autorità

    semmai mi pare di vedere una specie di investitura da parte anche delle sinistre che sembrano vederlo come prossimo, inevitabile, premier(il cdx è vicente con tutte le leggi elettorali possibili), vedevo perfino il nazi-buonista riotta essere non poco accomodante e quasi quasi scaricare giuseppi

    https://www.msn.com/it-it/video/amic...ti/vp-BB19At9y
    Grifo likes this.
    L'aggressore è sempre amante della pace; egli preferirebbe conquistare il tuo paese senza opposizione_Karl von Clausewitz

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #12
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    66,378
    Mentioned
    1177 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Lo "statista" cambia strategia ... e diventa più istituzionale.

    Citazione Originariamente Scritto da FrancoAntonio Visualizza Messaggio
    il mio ideale è uno che democraticamente tiena la barra su una riforma delle istituzioni verso il premierato e il federalsimo, la vera salvezza di questo paese
    si infatti pensavo usassi la terza persona per rivolgerti a me

  3. #13
    duca di rivoli
    Data Registrazione
    27 May 2009
    Località
    LOMBARDIA - Alpi
    Messaggi
    18,111
    Mentioned
    91 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Lo "statista" cambia strategia ... e diventa più istituzionale.

    Citazione Originariamente Scritto da FrancoAntonio Visualizza Messaggio
    se diventa istituzionale non compie piu' il dovere per cui è stato eletto, io di leader annaquati ne ho visti anche troppi, allora voto Renzi oppure un Tajani qualunque o Calenda
    scusa se mi faccio un po' i cavoli tuoi, ma non abiti all'estero?
    al massimo potrai scegliere se votare che so, macron, le pen o il candidato dei socialisti.

  4. #14
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    66,378
    Mentioned
    1177 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Lo "statista" cambia strategia ... e diventa più istituzionale.

    Citazione Originariamente Scritto da massena Visualizza Messaggio
    scusa se mi faccio un po' i cavoli tuoi, ma non abiti all'estero?
    al massimo potrai scegliere se votare che so, macron, le pen o il candidato dei socialisti.
    No resto italianissimo e voto in Italia, mai voluto.prendere nazionalita' estere tu non puoi immaginare come sono fan dell'Italia quelli come noi, i miei famigliari uguale altro che ius soli! Qui ci sono giovani italiani, mio figlio compreso che adorano l'Italia e sono orgogliosissimi di avee il passaporto italiano al liceo italiano 15-18 ore di lezioni in italiano a settimana , se gli parli di ius soli si mettono a ridere (che tra l'altro qui non esiste)

    E' per quello che vorremmo governi autorevoli, che si fanno rispettare e non si facciano umiliare ogni giorno dalla UE e che trasformano l'Italia in un campo profughi

  5. #15
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    66,378
    Mentioned
    1177 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Lo "statista" cambia strategia ... e diventa più istituzionale.

    Citazione Originariamente Scritto da massena Visualizza Messaggio
    scusa se mi faccio un po' i cavoli tuoi, ma non abiti all'estero?
    al massimo potrai scegliere se votare che so, macron, le pen o il candidato dei socialisti.
    E poi la politica italiana e' in movimento, e' divertente, divrtentissima all'estero si vota ogni 4 o 5 anni e chi vince governa

    in Italia un senatore resta chiuso in.bagno o resta negli imbottigliamenti e il.governo puo' cadere

  6. #16
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    04 Oct 2018
    Messaggi
    7,716
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    266 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Lo "statista" cambia strategia ... e diventa più istituzionale.

    ARRIVA LA LEGA “POPOLARE” – IL VICE SEGRETARIO DELLA LEGA AMMETTE CHE STA LAVORANDO A UN DIALOGO CON LA MERKEL: “CHE CI PIACCIA O NO, L’EUROPA ESISTE E VA DOVE VA IL PPE. SE UNA DISCOTECA È APERTA, SI PUÒ PUR SEMPRE ENTRARE A VEDERE, CONOSCERE GENTE. POI SE DENTRO C'È UNA RAGAZZA CHE PIACE…” – IL RIPOSIZIONAMENTO SERVE A RENDERE PRESENTABILE IL CAPITONE, CHE SE VUOLE CONTARE QUALCOSA DEVE SMETTERLA DI ACCOPPIARSI CON LA LE PEN E I NEONAZISTI TEDESCHI. ANCHE PERCHÉ NEL FRATTEMPO LA MELONI SI È PRESA LA SCENA DIVENTANDO PRESIDENTE DEI “CONSERVATORI E RIFORMISTI”
    Allora non sono solo rumors. Giancarlo Giorgetti vuole davvero una Lega che parla con il Partito popolare europeo (Ppe). Lo dice da un po’: il Carroccio deve uscire dall’angolino sovranista in cui si è infilato nel maggio dell’anno scorso. Adesso però non usa più veli. Dal palco di Catania, durante la kermesse al porto che ha radunato tutto lo stato maggiore del centrodestra e migliaia di sostenitori per dare supporto a Matteo Salvini in vista del processo sul caso Gregoretti questo sabato, Giorgetti va dritto al punto.
    “Penso che un partito come la Lega che governa, direttamente e indirettamente, 15 Regioni italiane abbia non soltanto il diritto, ma il dovere di dialogare con si candida a guidare la Cdu, il Ppe e l’Europa” ha detto il vice durante l’incontro. Non sono parole casuali, ma una road map disegnata dal primo consigliere del leader e dal responsabile Esteri del partito, volto di punta della vecchia e nuova guardia.
    “Dico come la penso io. Che ci piaccia o no, l’Europa esiste. L’Europa va dove va il Ppe, e il Ppe va dove va la Cdu tedesca”. La rivoluzione della Lega passa anche da Bruxelles. Lì inizia il re-styling che può accreditarla di fronte alle cancellerie (non solo) europee non più come partito di opposizione, “anti”, ma come forza di governo. Inutile bussare alla porta di Palazzo Chigi se in Europa non si tocca palla.
    Dice Giorgetti: “Premesso che i matrimoni si fanno in due, se io dicessi che non me ne frega niente della Cdu e del Ppe direi una cretinata. Noi siamo un partito che governa bene e ha governato bene, quindi siamo uno dei protagonisti della politica europea”.
    Non è certo una boutade quella del numero due della Lega. Già nelle scorse settimane, all’indomani dello stop inferto dai risultati delle regionali, Giorgetti aveva fatto capire che un cambio di passo era necessario.
    Come quando ha avvertito i suoi del rischio di finire etichettati come eterni filorussi agli occhi degli alleati, dopo quel voto della truppa leghista all’Europarlamento contro la risoluzione che condannava l’avvelenamento di Alexei Navalny. E non è l’unico ad avvertire il rischio “stigma”.
    Perfino l’ex ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio, che certo non è tacciabile di appartenere alla schiera dei “moderati”, ha ammesso a Formiche.net che quel voto in solitaria “forse si poteva evitare”.
    L’idea di aprire un canale con il Ppe comincia a fare proseliti fra i generali del Carroccio. In una recente intervista alla Fondazione De Gasperi (fondazione che, tra l’altro, fa riferimento proprio al Ppe), il presidente del Copasir Raffaele Volpi ha confessato che “forse bisogna nuovamente considerare quali sono gli spazi comuni”.
    Salvini per ora tira il freno. “Ho chiesto il voto degli italiani per cambiare l’Europa e la cambio con la Merkel?”, ha sbottato da Barbara D’Urso pochi giorni fa. Fra i suoi però cresce l’apprensione per la cavalcata europea di Giorgia Meloni, appena eletta presidente dei Conservatori europei, forte di un balzo nei sondaggi che un po’ deve anche alla svolta moderata di questi mesi.
    https://www.dagospia.com/rubrica-3/p...ega-248725.htm

    Finiti quei tempi?

  7. #17
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    66,378
    Mentioned
    1177 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Lo "statista" cambia strategia ... e diventa più istituzionale.

    Citazione Originariamente Scritto da incerto Visualizza Messaggio
    ARRIVA LA LEGA “POPOLARE” – IL VICE SEGRETARIO DELLA LEGA AMMETTE CHE STA LAVORANDO A UN DIALOGO CON LA MERKEL: “CHE CI PIACCIA O NO, L’EUROPA ESISTE E VA DOVE VA IL PPE. SE UNA DISCOTECA È APERTA, SI PUÒ PUR SEMPRE ENTRARE A VEDERE, CONOSCERE GENTE. POI SE DENTRO C'È UNA RAGAZZA CHE PIACE…” – IL RIPOSIZIONAMENTO SERVE A RENDERE PRESENTABILE IL CAPITONE, CHE SE VUOLE CONTARE QUALCOSA DEVE SMETTERLA DI ACCOPPIARSI CON LA LE PEN E I NEONAZISTI TEDESCHI. ANCHE PERCHÉ NEL FRATTEMPO LA MELONI SI È PRESA LA SCENA DIVENTANDO PRESIDENTE DEI “CONSERVATORI E RIFORMISTI”
    Allora non sono solo rumors. Giancarlo Giorgetti vuole davvero una Lega che parla con il Partito popolare europeo (Ppe). Lo dice da un po’: il Carroccio deve uscire dall’angolino sovranista in cui si è infilato nel maggio dell’anno scorso. Adesso però non usa più veli. Dal palco di Catania, durante la kermesse al porto che ha radunato tutto lo stato maggiore del centrodestra e migliaia di sostenitori per dare supporto a Matteo Salvini in vista del processo sul caso Gregoretti questo sabato, Giorgetti va dritto al punto.
    “Penso che un partito come la Lega che governa, direttamente e indirettamente, 15 Regioni italiane abbia non soltanto il diritto, ma il dovere di dialogare con si candida a guidare la Cdu, il Ppe e l’Europa” ha detto il vice durante l’incontro. Non sono parole casuali, ma una road map disegnata dal primo consigliere del leader e dal responsabile Esteri del partito, volto di punta della vecchia e nuova guardia.
    “Dico come la penso io. Che ci piaccia o no, l’Europa esiste. L’Europa va dove va il Ppe, e il Ppe va dove va la Cdu tedesca”. La rivoluzione della Lega passa anche da Bruxelles. Lì inizia il re-styling che può accreditarla di fronte alle cancellerie (non solo) europee non più come partito di opposizione, “anti”, ma come forza di governo. Inutile bussare alla porta di Palazzo Chigi se in Europa non si tocca palla.
    Dice Giorgetti: “Premesso che i matrimoni si fanno in due, se io dicessi che non me ne frega niente della Cdu e del Ppe direi una cretinata. Noi siamo un partito che governa bene e ha governato bene, quindi siamo uno dei protagonisti della politica europea”.
    Non è certo una boutade quella del numero due della Lega. Già nelle scorse settimane, all’indomani dello stop inferto dai risultati delle regionali, Giorgetti aveva fatto capire che un cambio di passo era necessario.
    Come quando ha avvertito i suoi del rischio di finire etichettati come eterni filorussi agli occhi degli alleati, dopo quel voto della truppa leghista all’Europarlamento contro la risoluzione che condannava l’avvelenamento di Alexei Navalny. E non è l’unico ad avvertire il rischio “stigma”.
    Perfino l’ex ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio, che certo non è tacciabile di appartenere alla schiera dei “moderati”, ha ammesso a Formiche.net che quel voto in solitaria “forse si poteva evitare”.
    L’idea di aprire un canale con il Ppe comincia a fare proseliti fra i generali del Carroccio. In una recente intervista alla Fondazione De Gasperi (fondazione che, tra l’altro, fa riferimento proprio al Ppe), il presidente del Copasir Raffaele Volpi ha confessato che “forse bisogna nuovamente considerare quali sono gli spazi comuni”.
    Salvini per ora tira il freno. “Ho chiesto il voto degli italiani per cambiare l’Europa e la cambio con la Merkel?”, ha sbottato da Barbara D’Urso pochi giorni fa. Fra i suoi però cresce l’apprensione per la cavalcata europea di Giorgia Meloni, appena eletta presidente dei Conservatori europei, forte di un balzo nei sondaggi che un po’ deve anche alla svolta moderata di questi mesi.
    https://www.dagospia.com/rubrica-3/p...ega-248725.htm

    Finiti quei tempi?
    Una cosa non esclude l'altra, gia' nel 2011 la UE ha dimostrato di essere potentissima col ricatto dello spread e di potere cambiare i governi con un golpe (perche' di questo si tratta, senza se e senza ma).a questo punto o si va avanti e si rischia la galera e l'esclusione,oppure si fa buon viso a cattivo gioco si mangia qualche tartina a Bruxelles e si fa qualche complimeno alle burocrati europee cercando di mantenere una coerenza politica

    Il gioco non e' facile ma io non sono contrario.
    Bisogna stare attenti a non annacquarsi e a tenete alte le proprie idee

    la UE non e' detto che cancelli il sovranismo, come sperano i benpensanti, al contrario lo puo' legittimate e finalmente riconoscere che non e' ne' fascismo e ne' dittatura ma un movimento perfettamente democratico

    Che di eroi con un potenziale enorme ma che sono.scontrati contro istituzioni piu' forti di loro facendo muro contro muro e sono.finiti in rovina ci.sono pieni i cimiteri...

    I sovranisti al potere col benestare o senza l'ostilita' della UE?

    Come disse Enrico IV? Parigi val bene una messa

    Palazzo Chigi val bene un sacrificio

  8. #18
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    66,378
    Mentioned
    1177 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Lo "statista" cambia strategia ... e diventa più istituzionale.

    L'euro e' una grossa stronzata inadatto all'economia italiana, troppo forte perche' su misura per l'economia tedesca ma toglierlo dopo vent'anni procurerebbe un impoverimento del potere d'acquisto degli italiani. E la Lega infatti.non insiste su questo punto

    Mi piacerebbe che i benpensanti eurentusiasti ammettessero che l'euro e' stato un pessimo affare per la fragile economia italiana si poteva stare benissimo.nella UE mantenendo la sovranita' della moneta

  9. #19
    Gianicolo, 1849
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    43,587
    Mentioned
    849 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)

    Predefinito Re: Lo "statista" cambia strategia ... e diventa più istituzionale.

    Cazzate, se la Lega ritorna bossiana ritorna pure al 3%

    Certi argomenti non devono neppure essere sfiorati, a Bossi e Zaia gli facessero un Bucintoro di plastica con cui discendere il Fiume Eridano con le bottiglie di Acqua Sacra.
    Non frega un cazzo a nessuno
    Io sono al bando da circoli, logge e sagrestie.
    Ma col mio carattere e i miei gusti me ne consolo facilmente.

  10. #20
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    66,378
    Mentioned
    1177 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Lo "statista" cambia strategia ... e diventa più istituzionale.

    Citazione Originariamente Scritto da Grifo Visualizza Messaggio
    Cazzate, se la Lega ritorna bossiana ritorna pure al 3%

    Certi argomenti non devono neppure essere sfiorati, a Bossi e Zaia gli facessero un Bucintoro di plastica con cui discendere il Fiume Eridano con le bottiglie di Acqua Sacra.
    Non frega un cazzo a nessuno
    Infatti, la Lega se non continua a essere nazionale resta un partito di nicchia
    Amph and Grifo like this.

 

 
Pagina 2 di 5 PrimaPrima 123 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 192
    Ultimo Messaggio: 15-06-20, 17:22
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-05-15, 23:08
  3. Silvio cambia simbolo. Il nome diventa "Italia"
    Di Von Righelli nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 206
    Ultimo Messaggio: 13-01-11, 13:50
  4. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06-04-08, 09:20
  5. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 26-06-04, 14:51

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226