User Tag List

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 21
Like Tree9Likes

Discussione: Maria Chiara morta per overdose, l'eroina era il regalo di compleanno.

  1. #11
    Semplificare!
    Data Registrazione
    18 Dec 2010
    Messaggi
    14,461
    Mentioned
    114 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Maria Chiara morta per overdose, l'eroina era il regalo di compleanno.

    Citazione Originariamente Scritto da Pestis nigra Visualizza Messaggio
    Cessa tossica; saluti.
    Fosse andata in palestra a pomparsi invece che a bucarsi le vene.
    Non conosci la pietà.
    Cristo è un ****** e pregare lui è come pregare la *****.
    Hai cattivo gusto. Peggio per te!


    (Pestis nigra)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #12
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 Mar 2011
    Messaggi
    5,730
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Maria Chiara morta per overdose, l'eroina era il regalo di compleanno.

    Citazione Originariamente Scritto da FRUGALE Visualizza Messaggio
    Non conosci la pietà.
    Come tutti gli anarchici sociopatico per definizione...

  3. #13
    ἀναρχία
    Data Registrazione
    07 Jun 2019
    Località
    Pianeta Terra
    Messaggi
    9,808
    Inserzioni Blog
    7
    Mentioned
    189 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Maria Chiara morta per overdose, l'eroina era il regalo di compleanno.

    Citazione Originariamente Scritto da ugobagna Visualizza Messaggio
    Come tutti gli anarchici sociopatico per definizione...
    Minchia ma non ne azzecchi una!
    Pestis è più fascista dei fascisti. È nazista
    OGNI GERARCHIA È UN INVITO ALLA RIVOLUZIONE

    D'ogni legge nemico e di ogni fede

  4. #14
    Anticristiano militante ⊕
    Data Registrazione
    02 Jun 2014
    Località
    Landa anti-democratica 👌.
    Messaggi
    7,504
    Mentioned
    124 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Maria Chiara morta per overdose, l'eroina era il regalo di compleanno.

    Citazione Originariamente Scritto da Wu Wei Visualizza Messaggio
    Per te sono tutte cesse. Non è che sotto sotto ti piace il fringuello?
    Io son bisessuale, l'ho detto tante volte!
    Sempre attivo, però.

    Citazione Originariamente Scritto da Wu Wei Visualizza Messaggio
    Minchia ma non ne azzecchi una!
    Pestis è più fascista dei fascisti. È nazista
    A parte una certa fascinazione ritualistica ed estetica, non ho niente di nazionalsocialista. Gli ebrei mi stanno anche simpatici, alla fine.
    A livello economico sono molto più a sinistra.
    "L'odio, il piacere della perversità, la brama di rapina e di dominio, e tutto quello che solitamente è chiamato malvagio, (...) ha(n) finora conservato, in una misura comprovata, la nostra razza." [La Gaia Scienza, I, 1]

    👌

  5. #15
    Dissidente frainteso
    Data Registrazione
    02 Jun 2019
    Località
    Mugabeland - nuova terra del piccolo Pupi
    Messaggi
    1,540
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Maria Chiara morta per overdose, l'eroina era il regalo di compleanno.

    “Qualche calcio in culo a qualche giornalista servo infame cominceremo a tirarlo. Diamogli almeno un motivo per dire che siamo cattivi.”
    Il Capitano

  6. #16
    In hoc papero vinces
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    58,052
    Inserzioni Blog
    9
    Mentioned
    602 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)

    Predefinito Re: Maria Chiara morta per overdose, l'eroina era il regalo di compleanno.

    Bel regalo di merda
    Wu Wei and FRUGALE like this.
    Far ragionare un idiota non è impossibile, è inutile

  7. #17
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 Mar 2011
    Messaggi
    5,730
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Maria Chiara morta per overdose, l'eroina era il regalo di compleanno.

    Citazione Originariamente Scritto da Wu Wei Visualizza Messaggio
    Minchia ma non ne azzecchi una!
    Pestis è più fascista dei fascisti. È nazista
    Si, ti ho confuso con lui, ma tanto stavi esprimendo lo stesso concetto, solo in maniera più eufemistica...

  8. #18
    ἀναρχία
    Data Registrazione
    07 Jun 2019
    Località
    Pianeta Terra
    Messaggi
    9,808
    Inserzioni Blog
    7
    Mentioned
    189 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Maria Chiara morta per overdose, l'eroina era il regalo di compleanno.

    Citazione Originariamente Scritto da ugobagna Visualizza Messaggio
    Si, ti ho confuso con lui, ma tanto stavi esprimendo lo stesso concetto, solo in maniera più eufemistica...
    Ecco. Posso nuovamente confermare che non capisci un cazzo
    OGNI GERARCHIA È UN INVITO ALLA RIVOLUZIONE

    D'ogni legge nemico e di ogni fede

  9. #19
    Dissidente frainteso
    Data Registrazione
    02 Jun 2019
    Località
    Mugabeland - nuova terra del piccolo Pupi
    Messaggi
    1,540
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito I risultati della guerra anti-canne...

    IN 2 ANNI L’EROINA È AUMENTATA DEL 103% E LE MORTI DEL 10%. MA L’ITALIA COMBATTE LA CANNABIS.

    DI ANTONELLA SERRECCHIA 23 LUGLIO 2019

    Sono 80, hanno un’età media di 39 anni e sono perlopiù uomini. 58 di loro erano in compagnia, 12 da soli e dei restanti 10 non si sa come siano morti. Sono le persone decedute per overdose da eroina dal primo gennaio 2019 a oggi, in appena sei mesi. Ce ne sono poi altri 21, morti per colpa di una sostanza non identificata, ma che è probabile che in molti casi fosse la stessa. Altre 68 sono le morti sospette.

    I decessi per overdose di eroina rappresentano oggi in Italia circa il 60% del totale dei morti per droga e l’anno scorso sono stati 161, in crescita per il secondo anno consecutivo. Sono diversi mesi infatti che sui giornali si parla del “ritorno dell’eroina”, una sostanza che si pensava appartenesse ormai al secolo scorso, relegata in libri cult come Noi i ragazzi dello zoo di Berlino e alle pubblicità progresso degli anni Novanta. Immagini come quella diffusa a inizio anno, dei due giovani che fumano eroina su un vagone della metropolitana di Milano, sembrano davvero riportarci a un immaginario vecchio di decenni, di ragazzi che muoiono d’overdose nei bagni della stazione. Ma è una visione naïf.

    Sono in molti, infatti, gli esperti che sostengono che ci stiamo raccontando una grande favola collettiva e che, in realtà, l’eroina non se n’è mai andata. Come spiega a Tutta la città ne parla il dottor Salvatore Giancane, tossicologo e specialista nel trattamento delle tossicodipendenze, per un certo periodo di tempo questa sostanza è passata in secondo piano, sostituita da una diversa, più adatta ai tempi e soprattutto molto redditizia per le organizzazioni criminali: la cocaina. Oggi le cose stanno cambiando per due motivi. Prima di tutto, sono cambiate le esigenze dei consumatori: quella che negli anni Ottanta e Novanta era voglia di aumentare la propria concentrazione, resistenza o performance in generale, oggi si è trasformata in una necessità di evasione dalla realtà. In secondo luogo, gli ultimi sviluppi sul piano geopolitico hanno fatto sì che in Afghanistan, il Paese da cui proviene la maggior parte dell’eroina spacciata in Italia, aumentasse l’offerta e diminuissero i prezzi. Oggi infatti procurarsi una dose è molto economico, specialmente nei “supermercati della droga” come Rogoredo a Milano o Tor Bella Monaca a Roma, dove può costare anche meno di un pacchetto di sigarette – 2, 4, 5 euro. Così, nel nostro Paese, i sequestri di eroina sono aumentati negli ultimi 2 anni di oltre il 103%.

    Proprio la diminuzione del prezzo dell’eroina sul mercato è uno dei fattori che potrebbe aver fatto sì che questa droga si diffondesse sempre di più tra i giovani. Secondo quanto ricostruito in uno studio del Cnr già nel 2014, l’età media in cui i ragazzi provano questa sostanza per la prima volta si è abbassata a 14 anni, e un’inchiesta de L’Espresso ha mostrato come, negli ultimi 5 anni, la presa in carico ai servizi sociali di minori tossicodipendenti sia quasi raddoppiata. Questo avviene anche perché, spesso, sulle piazze di spaccio questa droga viene venduta per essere consumata insieme alle altre, quelle leggere, o per limitare gli effetti della cocaina. Il fatto che non sia più necessario commettere crimini, come furti o rapine, per procurarsela – proprio per via del costo irrisorio – ha abbassato poi notevolmente le possibilità che i consumatori vengano “scoperti”, da parenti o amici o dalle forze dell’ordine, e quindi anche accompagnati in un percorso di riabilitazione.

    Secondo un’analisi dell’Economist, l’eroina è la sostanza che crea la dipendenza più dannosa per sé e per gli altri (gli è stato assegnato un punteggio di 55 su una scala ipotetica di 100) – dopo l’alcool (più di 70 su 100). Seguono il crack, le metanfetamine, la cocaina, il tabacco. La cannabis ha un effetto negativo calcolato con un valore di 20 su 100. In Italia, però, specialmente in seguito alla legge 49 del 21 febbraio 2006, nota come Fini-Giovanardi, si è fatta un po’ di confusione sui reali effetti delle varie sostanze stupefacenti, equiparando le controindicazioni di droghe leggere e pesanti. Questo, secondo il dottor Giancane, ha creato un problema enorme. “Dire ai ragazzi per tanto tempo che le droghe sono tutte uguali non è servito ad alzare il livello di attenzione, ma ha banalizzato le altre droghe. Il messaggio ‘le droghe sono tutte uguali’ è un messaggio devastante,” ha dichiarato a Radio tre. Diciamo ai ragazzi che la cannabis è il preludio della tossicodipendenza e del fallimento nella vita, ma poi loro non riscontrano questo dato nell’esperienza quotidiana, personale e di amici, e quindi sono propensi a credere che gli allarmismi lanciati sulle altre droghe siano altrettanto esagerati. Questo non riguarda solo l’eroina: un altro grosso problema dell’attuale consumo di stupefacenti tra i giovani, infatti, è che essi tendono a consumare anche farmaci legali usati per curare patologie gravi, acquistati sul mercato nero. Questi, mischiati con altre sostanze o con l’alcool, possono dare una “botta” simile a quella dell’eroina. Il problema, però, è che i ragazzi ne sottovalutano gli effetti proprio perché pensano di assumere sostanze controllate e si illudono di poterne gestire le conseguenze perché sono loro a “crearsi” la propria dose.

    Questo abbassamento generale della guardia ha poi fatto sì che dal 2005 i fondi nazionali per i progetti di supporto alle tossicodipendenze si interrompessero. Oggi, ad esempio, non ci sono più soldi per svolgere le lezioni che gli operatori delle aziende sanitarie tenevano nelle scuole, per sensibilizzare i giovani al consumo consapevole delle sostanze stupefacenti. A livello regionale le situazioni sono diverse, ma la tendenza è la stessa. In Lombardia, sede come detto di una delle più grosse piazze di spaccio europee, in circa 7 anni i finanziamenti sono diminuiti dell’80%.

    Tutti questi motivi costituiscono la ragione per cui, come ricostruisce Dataroom, il numero di decessi per eroina – che è stato in calo per 16 anni, dal 2000 al 2016 – nel 2017 è ricominciato a salire, determinando un aumento di quasi il 10% in un solo anno. Nonostante l’evidenza, l’approccio dell’attuale governo sembra però avere lo stesso impianto ideologico di quello che, solo 5 anni fa, è stato dichiarato incostituzionale. Addirittura, il ministro dell’Interno Matteo Salvini pone nello stesso calderone droghe leggere, pesanti e sostanze che con la droga non hanno nulla a che vedere, come la cannabis light. “Domani stesso darò indicazione a tutti i responsabili della pubblica sicurezza e delle forze dell’ordine in Italia di andare a controllare, uno per uno – per quanto mi riguarda con l’obiettivo di chiuderli – tutti i presunti negozi turistici di cannabis che vanno sigillati dal primo all’ultimo perché sono un incentivo all’uso e allo spaccio di sostanze stupefacenti.”

    Quello di cui parla Salvini, in realtà, non trova riscontro nei dati. Secondo il primo studio pubblicato in merito, realizzato dalla European Economic Review che ha incrociato i dati della polizia sui sequestri di cannabis con quelli della presenza dei famosi “negozi turistici”, esiste addirittura un circolo virtuoso che determina una diminuzione del giro d’affari illegale: nelle 106 province prese in analisi si è registrata una diminuzione dell’11-12% dei sequestri per ogni punto vendita e dell’8% nella disponibilità di hashish. Lo studio suggerisce inoltre che le organizzazioni criminali – che vedono nello spaccio la loro principale fonte di guadagno – dall’introduzione dei cannabis light shop abbiano perso circa 200 milioni l’anno.

    I soldi che il ministro sta dedicando alla lotta contro i mulini a vento potrebbero essere stanziati per combattere il reale problema delle tossicodipendenze. Per esempio attraverso seri corsi nelle scuole, il contrasto alla criminalità organizzata italiana e straniera che importa questo genere di sostanze, ma anche approcci definiti di “riduzione del danno”, ovvero una serie di strategie atte a contenere le conseguenze negative del consumo di stupefacenti, come la trasmissione di malattie e le morti per overdose. Il primo Paese che ha utilizzato questo approccio è l’Olanda, nel 1984, che ha implementato un programma di distribuzione di siringhe sterilizzate, seguita poi dalla Svizzera, che nell’86 ha aperto la prima “stanza del consumo” a Berna. Centri di questo genere non puntano a convincere i consumatori a smettere, ma a fornire loro le condizioni più sicure per fare uso delle sostanze stupefacenti, limitando i danni e sensibilizzandoli a un consumo consapevole.

    Il Drop In di Collegno, vicino Torino, è un esperimento di questo genere. Si trova in un parco pubblico e fornisce ai consumatori siringhe e aghi sterilizzati, acqua e il Narcan, un farmaco utile a fermare l’overdose. Fanno anche test sulle sostanze stupefacenti, comunicando ai consumatori l’effettiva percentuale di droga e quella di “taglio” presente nella dose. Come questo ce ne sono altri 152 in tutto lo stivale, così come rilevato da una ricerca curata da Arcigay, Cica e Gruppo Abele nel 2017. Secondo i dati da loro raccolti sono 33mila le persone che hanno avuto accesso a questi servizi e circa la metà hanno meno di 25 anni. Come racconta Riccardo Facci, presidente del Cnca, la cara vecchia “guerra alla droga” si è rivelata un fallimento a tutte le latitudini, spesso trasformata in una lotta contro i consumatori più che contro le organizzazioni criminali e i grandi spacciatori. Forse sarebbe ora di cambiare impronta, prima che sia troppo tardi.


    https://thevision.com/attualita/eroina-aumento-italia/
    Wu Wei likes this.
    “Qualche calcio in culo a qualche giornalista servo infame cominceremo a tirarlo. Diamogli almeno un motivo per dire che siamo cattivi.”
    Il Capitano

  10. #20
    Dissidente frainteso
    Data Registrazione
    02 Jun 2019
    Località
    Mugabeland - nuova terra del piccolo Pupi
    Messaggi
    1,540
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ormai a farsi le canne siamo rimasti io e qualche sfigato ultratrentenne...ora basta

    24 OTTOBRE 2019 13:49
    Cocaina, in Italia consumo in aumento del 15% negli ultimi tre anni
    Unʼanalisi su 120 città nel mondo evidenzia un trend in crescita. Europa spaccata in due: al nord prevalgono le droghe sintetiche

    Da Milano a Palermo, passando per Bologna e Bari, si consuma sempre più cocaina. Solo nel capoluogo lombardo, da gennaio 2018 sono stati sequestrati quasi 400 chili di "bianca", grazie ad attività di controllo sul territorio e indagini delle forze dell'ordine. Sul territorio nazionale, dal 2016 ad oggi il consumo è aumentato del 15%: a dare l'allarme è un report pubblicato dalla rivista Addiction sulle droghe diffuse in tutto il mondo. Condotto dal 2011 al 2017, lo studio confronta il consumo di stupefacenti in 37 nazioni (120 città) attraverso l'analisi delle urine nelle reti fognarie urbane. E' una tecnica messa a punto dall'istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri nel 2005.
    Trend in aumento - La benzoilecgonina , principio attivo della cocaina, è risultato di gran lunga il più diffuso nelle fognature delle città italiane, ma anche in Svizzera, Germania, Gran Bretagna e penisola iberica. "Nel nostro Paese - spiega Sara Castiglioni dell'istituto Negri - il monitoraggio è stato effettuato principalmente nella città di Milano: la cocaina risulta la sostanza più utilizzata, con consumi minori di metanfetamina ed ecstasy e quasi nulli di amfetamina. Il trend è rimasto stabile dal 2011 al 2015 ma è aumentato nel 2016-2017: siamo passati da 281-331 milligrammi ogni mille abitanti al giorno nel periodo 2011-2013 a 329-373 mg nel periodo 2014-2017. Dati analoghi li abbiamo registrati a Bologna, Bari, Potenza e Palermo e confermano i risultati del capoluogo meneghino".

    Un'Europa spaccata in due - Grazie al metodo Mario Negri, la rivista Addiction è stata in grado di tracciare una geografia del consumo di stupefacenti: la cocaina continua a prevalere nell'Europa meridionale ed occidentale, mentre droghe sintetiche come anfetamine e MDMA hanno le concentrazioni maggiori nei Paesi nordici, Germania e Olanda su tutti. Un rilevamento importante emerso dallo studio è l'espansione dell'uso di metanfetamine dai Paesi dell'Est verso l'Europa settentrionale, con concentrazione elevate anche in Finlandia e Norvegia.

    Un'analisi "oggettiva" - "La metodologia applicata - aggiunge Ettore Zuccato dell’Istituto Negri - si è confermata in grado di fornire stime oggettive e dirette dei consumi di droghe a livello di popolazione. Lo studio delle urine presenti nei reflui urbani è in grado di fornire regolarmente dati più aggiornati rispetto alle indagini epidemiologiche effettuate a livello nazionale a cadenza annuale o biennale”. Lo studio europeo è stato condotto da una rete di gruppi di ricerca guidati dalla Fondazione Irccs Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e dall’Istituto norvegese per la ricerca sulle acque, col supporto dell’agenzia europea sulle droghe.

    https://www.tgcom24.mediaset.it/cron...-201902a.shtml
    “Qualche calcio in culo a qualche giornalista servo infame cominceremo a tirarlo. Diamogli almeno un motivo per dire che siamo cattivi.”
    Il Capitano

 

 
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 04-10-18, 14:56
  2. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 10-06-17, 10:49
  3. Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 11-12-16, 12:10
  4. E' morta Rosa Parks eroina anti-segregazione
    Di Metapapero nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 25-10-05, 16:28
  5. E' morta Rosa Parks eroina anti-segregazione
    Di Metapapero nel forum Politica Estera
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-10-05, 12:21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226