User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    68,804
    Mentioned
    1208 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito L'amore ai tempi della cortina di ferro

    Nel 1956, la Guerra Fredda stava diventando sempre più “calda”: i sovietici reprimevano con la forza il tentativo ungherese di affrancarsi dall’Unione Sovietica, in Israele infuriava la seconda guerra arabo-israeliana e la crisi di Suez tra inglesi ed egiziani stava per trasformarsi in occupazione.

    In questo clima tutt’altro che pacifico, Melbourne stava per ospitare la XVI edizione dei Giochi Olimpici, edizione che, ovviamente, vedrà una durissima competizione tra gli atleti dei due blocchi anche al solo scopo propagandistico. I giochi ebbero inizio il 22 novembre e, se il clima iniziale fu esaltato da notizie come il ritorno della Germania in quanto nazione unita (gareggiò sotto un’unica bandiera, composta dal tricolore che conosciamo oggi, unito al logo delle olimpiadi), man mano che la competizione arrivava alle sue fasi finali, i rapporti tra gli atleti degenerarono, fino ad arrivare a vere e proprie risse o a partite sospese per la eccessiva foga e violenza (famosa fu la partita di pallanuoto tra URSS e Ungheria, nota come “bagno di sangue di Melbourne”, terminata con la vittoria a tavolino dell’Ungheria e con l’acqua della piscina tinta di rosso per le ferite riportate dagli atleti).

    In questo contesto sempre più teso, si arrivò alle fasi finali delle gare di atletica dove americani e russi si giocavano la vittoria nel medagliere. Durante il riscaldamento, la discobola cecoslovacca Olga Fikotová perse l’equilibrio e finì letteralmente tra le braccia del martellista americano Harold Connolly che, afferrandola al volo, riuscì ad evitarle la caduta. I due rimasero fermi a guardarsi negli occhi per qualche istante, erano quasi emulatori perfetti di una statua speculare in cui al peso del martello veniva contrapposta la leggerezza del disco. Essendo stati notati dagli altri, colti dall’imbarazzo, si separarono, sorrisero e andarono a gareggiare. Il villaggio olimpico era una specie di unicum in quel mondo diviso a metà poiché tutti gli atleti, senza distinzione di sesso, vivevano e condividevano gli stessi spazi; fu così che, superato l’imbarazzo iniziale, l’americano e la cecoslovacca cominciarono a parlare, a conoscersi, a confidarsi. Il loro avvicinamento non sfuggì alle federazioni che chiesero formalmente ai due di evitare il protrarsi di questo atteggiamento. I due tuttavia rifiutarono e finirono per essere isolati anche dagli altri atleti del villaggio. Arrivarono le finali e i due atleti, forse spinti proprio da quell’energia che solo l’amore sa dare, ottennero risultati importantissimi: Olga, con una meravigliosa prestazione, vinse l’oro, l’unico del suo paese in quell’edizione, stabilendo anche un nuovo record del mondo, mentre Harold non solo vinse l’oro nello scontro diretto più atteso con il suo rivale sovietico Mikhail Krivonosov, ma stabilì anche il primo dei suoi sei diversi record del mondo.

    I trionfi non facilitarono l’unione dei due atleti ma anzi la ostacolarono portando Olga e Harold sotto i riflettori del successo e sotto le pesantissime accuse della federazione cecoslovacca che non solo ridusse fortemente il premio per la Fikotová ma “erroneamente” le fece recapitare un orologio da uomo come ringraziamento. Le olimpiadi finirono e mentre Harold tornò in America, Olga fu imbarcata con l’inganno su una nave diretta a Vladivostok! Lei, coperta solo dai vestiti estivi adatti al clima australiano, dovette affrontare prima i -50° della Russia Orientale e poi un lunghissimo viaggio in treno fino a Praga. Arrivata in patria, l’accoglienza fu più fredda del clima sovietico: marchiata come una traditrice, spogliata di ogni riconoscimento, fu costretta a vivere ai margini della società. Ma in suo soccorso andò proprio Harold che, recatosi a Praga come ambasciatore americano per supervisionare e migliorare le strutture di allenamento della Capitale Cecoslovacca, la trovò e gli fece la fatidica proposta.

    Non era così facile: per sposare uno straniero serviva un permesso scritto del Presidente Anthony Zatopoky che, ovviamente, non concesse tale facilitazione ma, in aiuto dei due fidanzati arrivò Emil Zàtopek, maratoneta amico della coppia, che riuscì ad ottenere il permesso per il matrimonio e Olga ottenne anche i documenti firmati per l’espatrio negli Stati Uniti, un vero e proprio biglietto di sola andata per l’Ovest. La dimostrazione che questa non sia una favola è l’assenza di un vero e proprio “lieto fine”: nel 1972 infatti il matrimonio tra Harold ed Olga finì e i due divorziarono, dopo aver messo al mondo ben quattro figli. Olga dirà a proposito della fine del loro matrimonio:

    … Harold amava troppo l’atletica, era sposato più col suo martello che con me! … beh ecco credo che quando due esseri ne fanno uno solo, quando si è semplicemente uno in due, ecco quello è il vero amore!.

    I due rimasero comunque uniti da un profondo affetto fino alla morte di Harold nel 2010.
    Olga, ancora in vita, ha raccontato della sua storia d’amore con Harold e delle Olimpiadi di Melbourne del 1956 nel libro “The Rings of destiny”.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    68,804
    Mentioned
    1208 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: L'amore ai tempi della cortina di ferro

    e ancora si tratta di due privilegiati che avevano vinto delle medaglie d'oro

 

 

Discussioni Simili

  1. Brennero, la nuova cortina di ferro
    Di Gianky nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 10-10-13, 18:15
  2. l'ultimo muro della cortina di ferro sta per cadere
    Di trenta81 nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 20-12-07, 00:49
  3. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 03-01-07, 01:15
  4. La Cortina di Ferro americana.
    Di stellarossa1959 nel forum Politica Estera
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 07-06-06, 19:18
  5. la cortina di ferro e l´islam
    Di diego10 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-11-05, 14:37

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226