User Tag List

Pagina 9 di 10 PrimaPrima ... 8910 UltimaUltima
Risultati da 81 a 90 di 92
Like Tree67Likes

Discussione: Italexit lancia corso di formazione economica online : le date

  1. #81
    Socialista Democratico
    Data Registrazione
    12 Dec 2014
    Messaggi
    25,619
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    193 Post(s)
    Tagged
    27 Thread(s)

    Predefinito Re: Italexit lancia corso di formazione economica online : le date

    @Boris-smirnov l’hai letti i contenuti che ho postato di critica costruttiva alla MMT?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #82
    Socialista Democratico
    Data Registrazione
    12 Dec 2014
    Messaggi
    25,619
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    193 Post(s)
    Tagged
    27 Thread(s)

    Predefinito Re: Italexit lancia corso di formazione economica online : le date

    Citazione Originariamente Scritto da Sinistra Anti-PD Visualizza Messaggio
    @Boris-smirnov l’hai letti i contenuti che ho postato di critica costruttiva alla MMT?
    Tu @Leviathan come risponderesti?

  3. #83
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 May 2012
    Messaggi
    40,044
    Mentioned
    176 Post(s)
    Tagged
    6 Thread(s)

    Predefinito Re: Italexit lancia corso di formazione economica online : le date

    Citazione Originariamente Scritto da Sinistra Anti-PD Visualizza Messaggio
    Altra importante osservazione:

    “La politica chiave che i sostenitori della MMT hanno avanzato da questa premessa teorica è quella che chiamano un lavoro governativo garantito. A tutti verrà garantito un lavoro se lo desiderano o ne hanno bisogno; il governo impiegherà i disoccupati su progetti; o li pagherà affinché ottengano un lavoro. La maggior parte delle persone lavora per società capitaliste o per il governo, ma la disoccupazione rimane e può riguardare una parte considerevole della forza-lavoro. Quindi il governo dovrebbe agire come un ‘datore di lavoro di ultima istanza’. Non sostituirà le società capitaliste, ma raccoglierà quelli in età lavorativa che il capitale non è riuscito a impiegare. Come dice Randall Wray: “Sarebbe come creare una scorta di lavoro”. Potresti definirlo una rete di protezione del governo in favore del capitalismo (per usare la parola corrente che domina i negoziati sulla Brexit tra il Regno Unito e l’UE).

    Bill Mitchell è un eminente economista MMT australiano e ha promosso instancabilmente campagne per la garanzia governativa sul lavoro. Egli la descrive come “un programma di impiego pubblico a tempo indeterminato che offre un lavoro a un salario di mera sussistenza (minimo) a chiunque desideri lavorare ma non trova lavoro… I posti di lavoro garantiti hanno salari minimi che non sono in concorrenza con la struttura salariale del settore di mercato. Non potendo competere con il mercato privato, il lavoro garantito eviterebbe le tendenze inflazionistiche del keynesismo vecchio stile, che tentava di mantenere il pieno utilizzo delle risorse tramite posti di lavoro tradizionali”.

    Garantire un lavoro per tutti sembra fantastico. Ma a quanto pare, non sarà un lavoro che percepisce un salario con cui le persone possono vivere. No, sarà solo un “salario minimo” per assicurarsi che non sia “in concorrenza con la struttura salariale del settore privato”. In altre parole, aziende come Amazon o WalMart, o le piccole attività commerciali, continueranno a essere in grado di pagare ai propri lavoratori salari molto bassi (pari o quasi al minimo) senza interferenze da parte di alcun lavoro garantito, poiché tali posti di lavoro saranno retribuiti di meno.

    Pertanto, i posti di lavoro garantiti rappresentano una rete di protezione per il settore privato; senza rimpiazzarlo. Ecco di nuovo Bill Mitchell: “Il governo gestisce una scorta di posti di lavoro per assorbire i lavoratori che non sono in grado di trovare un impiego nel settore privato. La scorta si espande (diminuisce) quando l’attività del settore privato diminuisce (si espande). Il lavoro garantito svolge questa funzione di assorbimento per ridurre al minimo i costi associati all’andamento dell’economia. Così il governo assorbe continuamente i lavoratori cacciati dal settore privato. Ai dipendenti ‘di scorta’ verrebbe pagato il salario minimo, che definisce un salario minimo per l’economia”.

    In un certo senso, questo mi ricorda l’idea del reddito di base universale (Universal basic income – Ubi). Anche l’Ubi è una sorta di rete di protezione del capitalismo, fornendo un reddito di base alle persone anche se non lavorano. Il lavoro garantito, invece, offre un salario minimo se vuoi lavorare. Ma entrambi non minacciano o sostituiscono la struttura salariale del settore capitalista o le decisioni del capitalista su chi impiegare e a quali condizioni. Come dice Mitchell: “Per evitare di disturbare la struttura salariale del settore privato e garantire che il lavoro garantito sia coerente con un’inflazione stabile, il tasso salariale del lavoro garantito è meglio fissarlo al livello del salario minimo”.

    E che tipo di lavoro darà? Per definizione, non saranno posti di lavoro qualificati in quanto il governo assumerà gli esclusi dal mercato. Ma questi saranno comunque utili in progetti non-profit come la costruzione di strade, ponti, ecc: “molte attività socialmente utili tra cui progetti di rinnovamento urbano e altri ambientali ed edilizi (rimboschimento, stabilizzazione delle dune di sabbia, controllo dell’erosione della valle del fiume e simili), l’assistenza personale ai pensionati e altri programmi comunitari. Ad esempio, gli artisti creativi potrebbero contribuire all’educazione pubblica come inttrattenitori peripatetici”.


    Il lavoro garantito, dunque, serve a fornire posti di lavoro solo al salario minimo. Ciò mi ricorda anche le famigerate “riforme” del lavoro Hartz in Germania all’inizio degli anni 2000 che hanno creato programmi per i disoccupati al minimo salariale. Il tasso di disoccupazione è diminuito, ma i salari reali sono rimasti fermi. Mentre la disoccupazione è al livello più basso dalla riunificazione tedesca nel 1990, circa il 9,7% dei tedeschi in attività vive ancora al di sotto della soglia di povertà, definita come reddito pari a circa 940 euro al mese o meno. In effetti, i lavoratori poveri sono aumentati rispetto al 7,5% del 2006 e oggi, secondo i dati di Eurostat, la loro quota è addirittura maggiore della media UE che è del 9,5%.”
    cosa vuol dire salario minimo e quanto sarebbe ad esempio in italia?
    Presidente fan Club Moderatrice Viola.

  4. #84
    Controinformazione-Anonym
    Data Registrazione
    28 Dec 2018
    Località
    Samarcanda
    Messaggi
    4,893
    Mentioned
    59 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Italexit lancia corso di formazione economica online : le date

    Citazione Originariamente Scritto da Sinistra Anti-PD Visualizza Messaggio
    @Boris-smirnov l’hai letti i contenuti che ho postato di critica costruttiva alla MMT?
    @Sinistra Anti-PD

    Si! Ed ho apprezzato.

    La MMT dice cose sacrosantamente giuste, ma sconfina in una certa (apparente) ingenuità di propositi-metodi.

    Anche gli USA, raggiunsero la piena occupazione, ma oltre ad essere stato ripristinato un equilibrio sistemico (decapitando la FED) e mettendo al guinzaglio le banche, oltre a tutte le altre azioni a sostegno dell' economia, nel 1941 è entrata in guerra, cosa che impegnò il sistema industriale americano a fondo e contribuì grandemente anche questo stato straordinario di cose, a creare uno stato di reale piena occupazione.

    Nessun economista ne pensatore serio, desidera un sistema pseudo-comunista dove tutto è garantito ( la storia dimostra che sia nei sistemi iper-sociali esistono problemi di sostenibilità finanziaria, ma anche nei governi di stampo comunista, la povertà più o meno diffusa, è dentro al ventaglio di condizioni sociali di un tale sistema.)

    Invece, una commistione di soluzioni che la MMT ben enuncia e vedo che tu riporti insieme alle tue considerazioni utili, somiglia moltissimo a ciò che io insisto e sostengo a "spada tratta" Ed è il ripristino della democrazia e delle regole in materia di economia politica, ante Maastricht, ante privatizzazione di BdI, Moneta sovrana..., politiche energetiche alla Enrico Mattei, nazionalizzazione non di tutto, ma delle banche e delle aziende strategiche, per ri-creare quel formidabile polmone occupazionale scomparso con lo smantellamento degli stati nazionali.

    Io sostengo il sistema MMT perchè è quasi uno specchio di ciò che l Italia già fu.

    Gentile utente Sinistra anti PD, il tuo nome è gia una garanzia che sei una persona fondamentalmente onesta perchè, sinistra significa dalla parte del popolo e anti PD significa dissociarsi dal tradimento piddino ai fondamenti di sinistra.

    Non sono sicuro di comprenderti realmente, ma ho l' impressione che tu ti preoccupi di cose giuste ma anche di non sfavorire il liberismo.

    Io, eviterò giri di parole per dire che se l' economia tira per la popolazione, anche i liberisti possono trarne ulteriormente profitti, ovvero, arricchire di più!

    Io sono contro il liberismo che legifera per appropriarsi di tutto, e questo avviene proprio oggi, sotto gli occhi di tutti.

    Nemmeno è sufficiente la redistribuzione della ricchezza, e nemmeno forzosamente funzionerebbe, perchè inizierebbero fughe e trasformazioni di capitali, per non sottostare a simili nuove imposizioni.

    E fondamentale invece, ripristinare le giuste regole... quelle sono garanzia di una ripresa economica per tutti, senza mandare in sofferenza alcuna, nemmeno le classi abbienti.
    Io mi sono occupato di scrivere, di raccontare con rispetto ed attenzione ai dati certi, un pò di storia d' Italia.. il mio Blog: Perchè uscire dall Unione europea e dall Euro

    "Boris"

  5. #85
    Controinformazione-Anonym
    Data Registrazione
    28 Dec 2018
    Località
    Samarcanda
    Messaggi
    4,893
    Mentioned
    59 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Italexit lancia corso di formazione economica online : le date

    Ps Il lavoro garantito a tutti è fattibile, ma non è un concetto sistemicamente perfetto, è meglio un sistema ( all italiana con regole anni 60) dove c' è grande spazio per la assistenza sociale, ma il lavoro, anche se c'è non sara affatto garantito ai cittadini indisponibili a lavorare. E bene occupare quanti più possibile senza lavoro, mediante opere pubbliche, ma un reddito di cittadinanza senza contropartita in lavoro, sarebbe un danno al sistema.. un danno a chi già lavora.
    Io mi sono occupato di scrivere, di raccontare con rispetto ed attenzione ai dati certi, un pò di storia d' Italia.. il mio Blog: Perchè uscire dall Unione europea e dall Euro

    "Boris"

  6. #86
    anti bufale
    Data Registrazione
    12 Jan 2011
    Messaggi
    41,325
    Mentioned
    135 Post(s)
    Tagged
    13 Thread(s)

    Predefinito Re: Italexit lancia corso di formazione economica online : le date

    Citazione Originariamente Scritto da Sinistra Anti-PD Visualizza Messaggio
    Tu @Leviathan come risponderesti?
    voglio approfondire ulteriormente la cosa, più avanti c'è nel corso

  7. #87
    Socialista Democratico
    Data Registrazione
    12 Dec 2014
    Messaggi
    25,619
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    193 Post(s)
    Tagged
    27 Thread(s)

    Predefinito Re: Italexit lancia corso di formazione economica online : le date

    Citazione Originariamente Scritto da Boris-smirnov Visualizza Messaggio
    @Sinistra Anti-PD

    Si! Ed ho apprezzato.

    La MMT dice cose sacrosantamente giuste, ma sconfina in una certa (apparente) ingenuità di propositi-metodi.

    Anche gli USA, raggiunsero la piena occupazione, ma oltre ad essere stato ripristinato un equilibrio sistemico (decapitando la FED) e mettendo al guinzaglio le banche, oltre a tutte le altre azioni a sostegno dell' economia, nel 1941 è entrata in guerra, cosa che impegnò il sistema industriale americano a fondo e contribuì grandemente anche questo stato straordinario di cose, a creare uno stato di reale piena occupazione.

    Nessun economista ne pensatore serio, desidera un sistema pseudo-comunista dove tutto è garantito ( la storia dimostra che sia nei sistemi iper-sociali esistono problemi di sostenibilità finanziaria, ma anche nei governi di stampo comunista, la povertà più o meno diffusa, è dentro al ventaglio di condizioni sociali di un tale sistema.)

    Invece, una commistione di soluzioni che la MMT ben enuncia e vedo che tu riporti insieme alle tue considerazioni utili, somiglia moltissimo a ciò che io insisto e sostengo a "spada tratta" Ed è il ripristino della democrazia e delle regole in materia di economia politica, ante Maastricht, ante privatizzazione di BdI, Moneta sovrana..., politiche energetiche alla Enrico Mattei, nazionalizzazione non di tutto, ma delle banche e delle aziende strategiche, per ri-creare quel formidabile polmone occupazionale scomparso con lo smantellamento degli stati nazionali.

    Io sostengo il sistema MMT perchè è quasi uno specchio di ciò che l Italia già fu.

    Gentile utente Sinistra anti PD, il tuo nome è gia una garanzia che sei una persona fondamentalmente onesta perchè, sinistra significa dalla parte del popolo e anti PD significa dissociarsi dal tradimento piddino ai fondamenti di sinistra.

    Non sono sicuro di comprenderti realmente, ma ho l' impressione che tu ti preoccupi di cose giuste ma anche di non sfavorire il liberismo.

    Io, eviterò giri di parole per dire che se l' economia tira per la popolazione, anche i liberisti possono trarne ulteriormente profitti, ovvero, arricchire di più!

    Io sono contro il liberismo che legifera per appropriarsi di tutto, e questo avviene proprio oggi, sotto gli occhi di tutti.

    Nemmeno è sufficiente la redistribuzione della ricchezza, e nemmeno forzosamente funzionerebbe, perchè inizierebbero fughe e trasformazioni di capitali, per non sottostare a simili nuove imposizioni.

    E fondamentale invece, ripristinare le giuste regole... quelle sono garanzia di una ripresa economica per tutti, senza mandare in sofferenza alcuna, nemmeno le classi abbienti.
    Io sono assolutamente antiliberista nel breve periodo ma sono anche quantomeno per PROVARE a fare una globalizzazione diversa cioè antiliberista...poi nel medio periodo sono anche a favore del superamento parziale del Capitalismo basato essenzialmente sull’impresa cooperativa basata sul sistema simile al PROUT e poi nel lungo periodo sono assolutamente in disaccordo con te, perché a quel punto sarei per l’abolizione totale del Capitalismo resa possibile dallo sviluppo tecnologico senza precedenti, con l’instaurazione del vero comunismo/socialismo

    Quindi nel breve e medio-breve periodo sono essenzialmente un Postkeynesiano e non un MMTers, per i motivi già detti ma ce ne sarebbero anche altri...

    Ti interesserebbe saperne di più sul sistema PROUT?

  8. #88
    Controinformazione-Anonym
    Data Registrazione
    28 Dec 2018
    Località
    Samarcanda
    Messaggi
    4,893
    Mentioned
    59 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Italexit lancia corso di formazione economica online : le date

    Citazione Originariamente Scritto da Sinistra Anti-PD Visualizza Messaggio
    Io sono assolutamente antiliberista nel breve periodo ma sono anche quantomeno per PROVARE a fare una globalizzazione diversa cioè antiliberista...poi nel medio periodo sono anche a favore del superamento parziale del Capitalismo basato essenzialmente sull’impresa cooperativa basata sul sistema simile al PROUT e poi nel lungo periodo sono assolutamente in disaccordo con te, perché a quel punto sarei per l’abolizione totale del Capitalismo resa possibile dallo sviluppo tecnologico senza precedenti, con l’instaurazione del vero comunismo/socialismo

    Quindi nel breve e medio-breve periodo sono essenzialmente un Postkeynesiano e non un MMTers, per i motivi già detti ma ce ne sarebbero anche altri...

    Ti interesserebbe saperne di più sul sistema PROUT?
    @Sinistra Anti-PD

    Il tuo commento trasuda maturità in tema economico ed anche non posso sottrarmi al tuo appunto di essere utile nei miei suggerimenti nel breve periodo, ma non per il lungo periodo.

    Ok incasso volentieri, ma ti prego di condividerne con me le reali ragioni: Come indico nelle mie idee, è necessario un repentino ripristino delle vecchie regole economiche per produrre rapidamente risultati positivi ecclatanti.

    Ti prego di fare attenzione al passaggio seguente:

    Il teorema di Prout è in realtà una prosecuzione delle mie idee, ovvero sia aprendo i confini nazionali in maniera sostenibile e non selvaggia, sia applicando il principio di non sprecare davvero nulla ( da un Indiano è auspicabile un occhio attento a questo tema)

    Intendo dire, non che le mie idee sono a breve termine giuste... sono semplicemente giuste! Ma il sistema Prout sarebbe il passo successivo generato in un ambiente protetto, ovvero una globalizzazione fatta con la testa e non con altri organi che rinuncio ad enunciare.

    In realtà sono convinto che il mio tema ed il tuo (Prout?) sono non solo compatibili, ma addirittura sinergici!, non sottoscrivo però per la abolizione di ogni monopolio. Considera comunque che proprio temporalmente non potrebbe avvenire una apertura ai mercati alla "Prout" senza passare dal mio ripetuto invito al ripristino delle vecchie e sagge regole economiche e soprattutto della rinascita di forti e stabili Democrazie.

    Solo in ambienti già altamente democratici e stabili, si può intavolare politiche alla "Prout", dove non ci si infila il neoliberista a distruggere tutto.

    Esempi di distruzione delle regole a matrice neoliberista?

    1) il WTO ( ex GATT) trasformato da un controllato sistema di commercio (GATT) ad una apertura dei mercati de-regolamentata
    2) L' Unione Europea il simbolo delle regole sbagliate a distruzione delle economie e degli stati nazionali, che se nonaltro per la ragione della dimensione hanno ragione invece di esistere perchè ottimizzano il funzionamento delle economie in ristrette porzioni di territorio, cosa non realizzabile (nel breve termine) neanche da stati confederati.
    Io mi sono occupato di scrivere, di raccontare con rispetto ed attenzione ai dati certi, un pò di storia d' Italia.. il mio Blog: Perchè uscire dall Unione europea e dall Euro

    "Boris"

  9. #89
    anti bufale
    Data Registrazione
    12 Jan 2011
    Messaggi
    41,325
    Mentioned
    135 Post(s)
    Tagged
    13 Thread(s)

    Predefinito Re: Italexit lancia corso di formazione economica online : le date

    lezione numero 2 su Pil (reale, tenendeziale)

    https://www.facebook.com/watch/live/...f_t=live_video
    Boris-smirnov likes this.

  10. #90
    anti bufale
    Data Registrazione
    12 Jan 2011
    Messaggi
    41,325
    Mentioned
    135 Post(s)
    Tagged
    13 Thread(s)

    Predefinito Re: Italexit lancia corso di formazione economica online : le date

    questo relatore è bravissimo!

 

 
Pagina 9 di 10 PrimaPrima ... 8910 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Corso di formazione del militante
    Di stefno1 nel forum Destra Radicale
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 09-12-09, 18:12
  2. Ho fatto un corso di formazione aziendale
    Di Rexal nel forum Fondoscala
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 22-04-08, 20:47
  3. corso di formazione per uomini
    Di Fulvia nel forum Fondoscala
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 07-04-08, 10:21
  4. Corso di formazione per volontari e operatori
    Di News Online nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-03-08, 08:29
  5. 7 lezione del corso di Formazione quadri
    Di FsNgiovani roma nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 05-02-07, 19:01

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226