User Tag List

Pagina 10 di 10 PrimaPrima ... 910
Risultati da 91 a 95 di 95

Discussione: Peccato e peccatori

  1. #91
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Jan 2015
    Messaggi
    1,445
     Likes dati
    1,079
     Like avuti
    290
    Mentioned
    42 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Peccato e peccatori

    Citazione Originariamente Scritto da Geralt di Rivia Visualizza Messaggio
    Vabbè, allora fai apposta a non capire, gli dei hanno pregi e difetti come le persone normali, quindi la gente si può identificare a loro, ovviamente mica sei costretto a seguire loro se non ti piacciono, ti lasciano libero di fare quello che ti pare e piace, non sei perseguitato come fa Geova.

    Ma dire che Zeus è identico a Geova è una cazzata bella e buona, perchè appunto Zeus non può comandare a bacchetta gli dei, come appunto tu hai ammesso senza neanche volerlo, perchè appunto i parenti come Prometeo disobbedivano continuamente a Zeus facendolo incazzare, e poi hai bellamente ignorato i miei esempi di Poseidone e Ade, che avendo aiutato Zeus contro Crono, hanno diritto ad avere lo stesso potere più o meno.
    Ma, insomma, essere condannati ad ammalarsi, invecchiare e morire per qualcosa di cui non si è neppure direttamente responsabili, a me sembra una forma di persecuzione...

    Zeus supera gli altri dei per forza e giustizia e le altre virtù: perciò fa del bene alla vita dell’uomo. Infatti per prima cosa mostra agli uomini di darsi l’un l’altro il giusto riguardo alle ingiustizie, di star lontani dall’agire con violenza e di sciogliere le contese in tribunale. In generale rende complete le cose riguardo la legalità e la pace: infatti persuade i buoni, spaventa i malvagi con la vendetta e la paura, mentre uccide i sacrilegi e i traditori. Ancora, distrugge i briganti, e spiega l’uguaglianza e la democrazia. (Diodoro Siculo)

    Piccolissima domanda: i "sacrileghi", chi sono?

  2. #92
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 Aug 2013
    Messaggi
    12,431
     Likes dati
    0
     Like avuti
    2,506
    Mentioned
    207 Post(s)
    Tagged
    32 Thread(s)

    Predefinito Re: Peccato e peccatori

    Citazione Originariamente Scritto da Marietto Visualizza Messaggio
    Ma, insomma, essere condannati ad ammalarsi, invecchiare e morire per qualcosa di cui non si è neppure direttamente responsabili, a me sembra una forma di persecuzione...

    Zeus supera gli altri dei per forza e giustizia e le altre virtù: perciò fa del bene alla vita dell’uomo. Infatti per prima cosa mostra agli uomini di darsi l’un l’altro il giusto riguardo alle ingiustizie, di star lontani dall’agire con violenza e di sciogliere le contese in tribunale. In generale rende complete le cose riguardo la legalità e la pace: infatti persuade i buoni, spaventa i malvagi con la vendetta e la paura, mentre uccide i sacrilegi e i traditori. Ancora, distrugge i briganti, e spiega l’uguaglianza e la democrazia. (Diodoro Siculo)

    Piccolissima domanda: i "sacrileghi", chi sono?
    No, ma gli dei devono per forza essere immortali, altrimenti non avrebbero alcuna distinzione con gli esseri umani, se gli dei possono morire allora la loro divinità sarebbe finta, e quindi hanno bisogno di essere superiori per guidare l'umanità.

    Un Cibo Molto Speciale.
    L’epilogo di questa saga evidenzia un elemento che accomuna molti miti che narrano di vita eterna: quello gastronomico. Esaminando i racconti di varie mitologie e religioni salta subito all’occhio il nesso esistente tra l’immortalità – o estrema longevità – ed un qualche speciale alimento accessibile solo agli dei. Il sottinteso è che se i mortali si nutrissero di quello stesso alimento si trasformerebbero essi stessi in divinità immortali.

    Concetto suscettibile di una duplice interpretazione: esoterica e letterale. Poiché il nostro articolo ha per tema l’immortalità fisica, ci concentreremo sull’interpretazione letterale.

    https://sadefenza.wordpress.com/2019...-2-la-ricerca/

    Che cavolo c'entrano i sacrileghi con la tolleranza, se non ti piacciono le religioni è affare tuo, nessuno ti obbliga a convertirti, ma paragonare Zeus a Geova è una balla colossale.

  3. #93
    Moderatore Cattolico
    Data Registrazione
    06 Jun 2009
    Messaggi
    6,818
     Likes dati
    1,327
     Like avuti
    1,278
    Mentioned
    131 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Peccato e peccatori

    Citazione Originariamente Scritto da Marietto Visualizza Messaggio
    Ma, insomma, essere condannati ad ammalarsi, invecchiare e morire per qualcosa di cui non si è neppure direttamente responsabili, a me sembra una forma di persecuzione...
    Non esattamente, sai. Secondo la mitologia Zeus diede l'incarico a Prometeo di forgiare l'uomo. Prometeo lo modellò dal fango e lo animò con il fuoco. Se si confronta con il racconto biblico vediamo nel mito uno sdoppiamento di Dio in due figure Zeus e Prometeo. Questo sdoppiamento è stato un meccanismo psicologico con cui l'uomo ha cercato di rendersi accettabile l'esistenza di un Dio e la sua sofferenza (l'eterno problema del bene e del male).
    In pratica non potendo l'Uomo accettare che Dio, alias Zeus-Geova-Giove (che sono la stessa cosa, sia per la loro natura ordinatrice e razionale, sia, etimologicamente, per la traslitterazione semplice Z-G-DS che regge radicalmente i nomi), possa essere stato creatore ma anche origine dei mali, sdoppia la persona di Dio in due persone, e secondo me, se ci fai caso è esattamente come accade in certe psicopatologie per individui che subiscono un forte trauma infantile e diventano schizifrenici. Il forte trauma per l'intera umanità naturalmente è il peccato originale. Infatti Adamo dopo la perdita dell'amicizia con Dio è più che ovvio che sia caduto in depressione e che questa come è noto nella scienza medica è causa di depressione immunitaria da cui tutte le malattie.

    Tornando a Prometeo, il mito ci dice che egli aveva una gran confidenza con le sue creature, gli uomini; è quindi non una persecuzione la punizione degli uomini da parte di Zeus perchè di fatto erano stati plasmati da Prometeo quindi avevano qualcosa della sua stessa natura, truffaldina.

    Quindi morale della favola, Zeus aveva capito che gli uomini non avevano una buona natura e da qui le punizioni.

    Le mitologie vanno lette sempre partendo dagli antefatti, anche da quelli più lontani e apparentemente meno importanti. Discorso che vale anche per la Bibbia.
    "Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo" Mt 28, 19


  4. #94
    Moderatore Cattolico
    Data Registrazione
    06 Jun 2009
    Messaggi
    6,818
     Likes dati
    1,327
     Like avuti
    1,278
    Mentioned
    131 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Peccato e peccatori

    Citazione Originariamente Scritto da Geralt di Rivia Visualizza Messaggio
    Vabbè, allora fai apposta a non capire, gli dei hanno pregi e difetti come le persone normali, quindi la gente si può identificare a loro, ovviamente mica sei costretto a seguire loro se non ti piacciono, ti lasciano libero di fare quello che ti pare e piace, non sei perseguitato come fa Geova.

    Ma dire che Zeus è identico a Geova è una cazzata bella e buona, perchè appunto Zeus non può comandare a bacchetta gli dei, come appunto tu hai ammesso senza neanche volerlo, perchè appunto i parenti come Prometeo disobbedivano continuamente a Zeus facendolo incazzare, e poi hai bellamente ignorato i miei esempi di Poseidone e Ade, che avendo aiutato Zeus contro Crono, hanno diritto ad avere lo stesso potere più o meno.

    Ti posso dare un consiglio? La mitologia la devi leggere non a pezzi ma tutta intera. Se la leggi a pezzi sembrano favole illogiche. I miti sono storie organiche, cioè nella logica panteistica fanno parte di un Tutto.
    Da come ne parli si vede che li concepisci come enti separati. Niente di più errato.

    Devi partire quindi da Caos che crea Urano e Gea e da lì seguire tutte le generazioni e tutte le storie che si dipartono, solo così puoi capire esattamente il senso di quei racconti e in che senso vanno intese tutte le qualità degli dei, quali la Potenza, l'Intelligenza, l'Amore ecc.. . Per esempio se leggi l'Iliade o una storia di Ercole devi cmq leggere tutte le storie dei loro genitori, di tutti gli antenati e gli antefatti, per comprendere tutti i passaggi graduali. Per capire il Sacro è fondamentale capire cos'è un pensiero Organico che è necessariamente graduale.
    "Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo" Mt 28, 19


  5. #95
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 Aug 2013
    Messaggi
    12,431
     Likes dati
    0
     Like avuti
    2,506
    Mentioned
    207 Post(s)
    Tagged
    32 Thread(s)

    Predefinito Re: Peccato e peccatori

    Citazione Originariamente Scritto da emv Visualizza Messaggio
    Ti posso dare un consiglio? La mitologia la devi leggere non a pezzi ma tutta intera. Se la leggi a pezzi sembrano favole illogiche. I miti sono storie organiche, cioè nella logica panteistica fanno parte di un Tutto.
    Da come ne parli si vede che li concepisci come enti separati. Niente di più errato.

    Devi partire quindi da Caos che crea Urano e Gea e da lì seguire tutte le generazioni e tutte le storie che si dipartono, solo così puoi capire esattamente il senso di quei racconti e in che senso vanno intese tutte le qualità degli dei, quali la Potenza, l'Intelligenza, l'Amore ecc.. . Per esempio se leggi l'Iliade o una storia di Ercole devi cmq leggere tutte le storie dei loro genitori, di tutti gli antenati e gli antefatti, per comprendere tutti i passaggi graduali. Per capire il Sacro è fondamentale capire cos'è un pensiero Organico che è necessariamente graduale.
    Ma ti rendi conto delle cretinate che dici? Cioè secondo te io in pochi messaggi dovrei citarti l'intera Odissea e Iliade che durano migliaia di pagine ciascuno, più o meno, logico che io in pochi messaggi ti posso citare solo alcuni pezzi per dimostrare quanto le vostre religioni monoteiste facciano schifo in confronto alla bellezza delle antiche mitologie classiche.

    Altrimenti dovrei scrivere il triplo dei messaggi che ho fin'ora, e ovviamente non posso farlo, ti ho citato articoli dove appunto parlo dei parenti di Zeus, appunto per far vedere quanto sia falso il paragone Geova, visto che Zeus ha dei fratelli con cui deve spartire il potere e che non può comandare a bacchetta, e anzi ci deve fare compromessi, come Ade e Poseidone, poi ti ho citato anche divinità che stanno sopra a Zeus, come il padre Crono, e addirittura il nonno Urano, proprio per dimostrare ancora che altri dei erano più potenti, e quindi il potere degli Dei è molto più limitato del dio dittatore che si vanta onnipotente, ma poi non sa neanche controllare il potere immenso che ha.

 

 
Pagina 10 di 10 PrimaPrima ... 910

Discussioni Simili

  1. peccatori
    Di l'inquirente nel forum Fondoscala
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 29-09-16, 05:43
  2. peccatori!
    Di l'inquirente nel forum Fondoscala
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 03-04-16, 06:08
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-01-13, 14:39
  4. Venerdì Santo : buone notizie per i peccatori
    Di Rollingstone nel forum Cattolici
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 10-04-09, 11:46
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-05-06, 12:42

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •