User Tag List

Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 34
Risultati da 31 a 34 di 34
  1. #31
    Super Troll
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,135
     Likes dati
    5,904
     Like avuti
    8,205
    Mentioned
    924 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito re: Lo scandalo sanitopoli: condannata la Presidente Lorenzetti

    Sanitopoli, condannati per falso l?ex presidente Lorenzetti, l?ex assessore Rosi e Di Loreto. Assolti tutti gli altri | Umbria24.it
    Ieri è arrivata la sentenza che ha condannato per lo scandalo sanitopoli la ex presidente della Regione Maria Lorenzetti a otto mesi cosi come ha condannato gli ex assessori regionali Rosi e di Loreto
    Condannati lei, l’ex assessore alla sanità Maurizio Rosi e l’ex direttore generale alla sanità Paolo Di Loreto rispettivamente a otto mesi e otto mesi e quindici giorni. Il collegio li ha assolti per tutti gli altri reati e ha assolto anche tutti gli altri sette imputati: l’ex dg della Asl 3 di Foligno Gigliola Rosignoli, e l’ex capo di gabinetto della Lorenzetti, Sandra Santoni, oltre a Luca Conti, Giancarlo Rellini, Francesco Ciurnella, Giuliano Comparozzi e Franco Biti, tutti dirigenti e funzionari della Regione.
    Il collegio presieduto dal giudice Restivo, a latere Daniele Cenci e Valerio D’Andria ha dunque assolto gli imputati dalle accuse di aver redatto atti falsi al momento dell’approvazione delle due delibere incriminate, come i pubblici ministeri Mario Formisano e Massimo Casucci hanno sostenuto. Le condanne arrivate, tutte con pena sospesa per cinque anni e con non menzione nel certificato del casellario giudiziale riguardano infatti due capi d’imputazione che hanno cristallizzato il comportamento degli imputati dopo determinate date. E precisamente, scrivono i giudici nel dispositivo, «Rosi e Di Loreto responsabili del reato di cui al capo b limitatamente alla condotta successiva al 2 aprile 2009 ( data in cui, secondo il capo d’imputazione sarebbero pervenute in Regione, le richieste delle Asl che erano già state approvate nella delibera urgente del 19 gennaio 2009 e dichiarata efficace il 16 settembre 2009, ndr)». Per quello stesso reato sono stati invece assolti per non aver commesso il fatto Francesco Ciurnella e Giuliano Comparozzi e perché il fatto non costituisce reato per Luca Conti. Per l’altro falso invece «Rosi, Di Loreto e Lorenzetti, responsabili del reato di cui al capo d limitatamente alla condotta successiva al 2 marzo 2010 ( data in cui sono pervenute le richieste delle Asl sul contenuto dell’atto già deliberato il 5 ottobre 2009, ndr)». Per quello stesso episodio, Franco Biti assolto perché il fatto non costituisce reato, e Giancarlo Rellini e Comparozzi Giuliano per non aver commesso il fatto.
    Ultima modifica di C@scista; 19-11-14 alle 15:01

  2. #32
    utente cancellato
    Data Registrazione
    03 Oct 2013
    Località
    Perugia. Umbria
    Messaggi
    6,085
     Likes dati
    1,017
     Like avuti
    1,083
    Mentioned
    45 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Umbria Sanità Inchiesta si allarga ad altri settori pubblici

    Citazione Originariamente Scritto da Sandinista Visualizza Messaggio
    Se si comincia ad approfondire quanto l'Umbria sia stata scopata come una cagna in questi ultimi anni dalla politica (con partito egemone il PD e anche in alcuni casi la connivenza di PRC) finisce come le profetiche parole di un compagno del centro sociale di Terni Cimarelli che durante una riunione del comitato contro gli inceneritori di qualche anno fa disse: "qui oramai ci sono situazioni in cui se La Destra denuncia certe cose tocca pure sta zitti e ammettere che hanno ragione".
    Certo! In Umbria la destra non è mai sata al potere e quindi non ha non ha mai avuto le mani in pasta, per cui non poteva rubare.

    Per contro tutti sapevano CHE LA LORENZETTI ERA UNA PERSONA AVIDA E CORROTTA, anche prima che venisse fuori lo scandalo. Sarebbe da metterla al gabbio e buttare via la chiave, perché sono convintissima che di quanto ha rubato sia emersa solo una piccola parte, perché in Umbria aveva tutto in mano lei...

    Non bisogna mai farsi ricattare dalla stupidità altrui.
    (Umberto Eco)

  3. #33
    Super Troll
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,135
     Likes dati
    5,904
     Like avuti
    8,205
    Mentioned
    924 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: Lo scandalo sanitopoli: condannata la Presidente Lorenzetti

    Citazione Originariamente Scritto da C@scista Visualizza Messaggio
    Sanitopoli, condannati per falso l?ex presidente Lorenzetti, l?ex assessore Rosi e Di Loreto. Assolti tutti gli altri | Umbria24.it
    Ieri è arrivata la sentenza che ha condannato per lo scandalo sanitopoli la ex presidente della Regione Maria Lorenzetti a otto mesi cosi come ha condannato gli ex assessori regionali Rosi e di Loreto
    Condannati lei, l’ex assessore alla sanità Maurizio Rosi e l’ex direttore generale alla sanità Paolo Di Loreto rispettivamente a otto mesi e otto mesi e quindici giorni. Il collegio li ha assolti per tutti gli altri reati e ha assolto anche tutti gli altri sette imputati: l’ex dg della Asl 3 di Foligno Gigliola Rosignoli, e l’ex capo di gabinetto della Lorenzetti, Sandra Santoni, oltre a Luca Conti, Giancarlo Rellini, Francesco Ciurnella, Giuliano Comparozzi e Franco Biti, tutti dirigenti e funzionari della Regione.
    Il collegio presieduto dal giudice Restivo, a latere Daniele Cenci e Valerio D’Andria ha dunque assolto gli imputati dalle accuse di aver redatto atti falsi al momento dell’approvazione delle due delibere incriminate, come i pubblici ministeri Mario Formisano e Massimo Casucci hanno sostenuto. Le condanne arrivate, tutte con pena sospesa per cinque anni e con non menzione nel certificato del casellario giudiziale riguardano infatti due capi d’imputazione che hanno cristallizzato il comportamento degli imputati dopo determinate date. E precisamente, scrivono i giudici nel dispositivo, «Rosi e Di Loreto responsabili del reato di cui al capo b limitatamente alla condotta successiva al 2 aprile 2009 ( data in cui, secondo il capo d’imputazione sarebbero pervenute in Regione, le richieste delle Asl che erano già state approvate nella delibera urgente del 19 gennaio 2009 e dichiarata efficace il 16 settembre 2009, ndr)». Per quello stesso reato sono stati invece assolti per non aver commesso il fatto Francesco Ciurnella e Giuliano Comparozzi e perché il fatto non costituisce reato per Luca Conti. Per l’altro falso invece «Rosi, Di Loreto e Lorenzetti, responsabili del reato di cui al capo d limitatamente alla condotta successiva al 2 marzo 2010 ( data in cui sono pervenute le richieste delle Asl sul contenuto dell’atto già deliberato il 5 ottobre 2009, ndr)». Per quello stesso episodio, Franco Biti assolto perché il fatto non costituisce reato, e Giancarlo Rellini e Comparozzi Giuliano per non aver commesso il fatto.
    E' arrivata oggi la conferma definitiva della Cassazione della condanna della ex presidente dell'Umbria Maria Rita Lorenzetti
    Condannata con sentenza definitiva l’ex governatrice dell’Umbria Maria Rita Lorenzetti indagata nel 2011 nell’ambito dell’inchiesta Sanitopoli coordinata dalla Procura di Perugia. La decisione della Suprema Corte di Cassazione è arrivata in giornata. Insieme a quella dell’ex presidente della Regione, condannata a otto mesi di reclusione (pena sospesa e non menzione) poiché ritenuta responsabile del reato di falso ideologico in relazione a una delibera di Giunta del marzo 2010 che autorizzava alcune Asl ad assumere personale, sono diventate definitive le condanne dell’ex assessore regionale Maurizio Rosi (nove mesi e mezzo), dell’ex direttore generale della Sanità Paolo Di Loreto (9 mesi e mezzo) e dell’ex funzionario del Servizio affari generali e amministrativi Giancarlo Rellini (otto mesi e 15 giorni).
    Sanitopoli, condanna definitiva per Maria Rita Lorenzetti. Lei: «Enorme ingiustizia» Umbria24.it

  4. #34
    Super Troll
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,135
     Likes dati
    5,904
     Like avuti
    8,205
    Mentioned
    924 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: Condannata con sentenza definitiva la ex presidente dell'Umbria Lorenzetti (PD)

    La condanna (confermata oggi definitivamente dalla Cassazione) nasce dal fatto che in sostanza la ASL 3 di Foligno era controllata da una dirigente (nominata dalla ex presidente) che la gestiva con centinaia di assunzioni e promozioni pilotate anche in violazione della legge (ad esempio venivano promosse dirigenti persone senza il requisito della laurea richiesto dalla legge) in cambio di voti (da parte delle famiglie dei promossi e dei neo assunti) in favore della allora presidente della Regione. Non sono mancate nemmeno delibere della giunta regionale falsificate (i giudici di primo grado avevano rilevato che ad esempio era stata modificata a posteriori, ovvero falsificata, dalla Presidente Lorenzetti la delibera della Giunta regionale del 2010 «trasformando la richiesta di autorizzazione all’assunzione da tre a quattro dirigenti amministrativi")

    «Trattativa e assunzioni utili» Quindi – è spiegato nella sentenza – «unica ricostruzione razionale è quella che vede il complesso delle assunzioni autorizzate come frutto delle richieste delle Asl e di una successiva trattativa, tra Rosi e i direttori generali, che portava all’accoglimento parziale delle richieste e all’autorizzazione di assunzioni che nelle richieste non erano contemplate ma evidentemente ritenute utili dagli organi apicali della Regione».
    Sanitopoli, ecco perché anche i giudici d'appello hanno condannato l'ex governatrice Maria Rita Lorenzetti - Umbria24.it Umbria24.it
    Ultima modifica di C@scista; 29-09-17 alle 12:31

 

 
Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 34

Discussioni Simili

  1. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 06-11-13, 14:59
  2. Risposte: 106
    Ultimo Messaggio: 23-10-13, 15:18
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-09-13, 12:32
  4. Risposte: 46
    Ultimo Messaggio: 25-07-13, 12:17
  5. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 22-07-13, 15:19

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •