User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Apr 2009
    Messaggi
    1,202
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L'AZIONE PLURISECOLARE CONTRO LA TRADIZIONE ROMANA ITALIANA



    L'azione plurisecolare di ostilità alla Tradizione Religiosa e alla Civiltà Romana Italiana

    I tentativi di oscuramento e sradicamento delle stesse
    Si sta intensificando, in questo ultimo scorcio della fine del ciclo dell'umanità e quindi anche del ciclo dell'Occidente Romano Italiano, l'azione di diffusione di falsità e parodie sulla vera natura della identità religiosa civile nazionale degli Italiani, cercando di sviare definitivamente il nostro popolo dalla sua identità metafisica e dal suo Fato di Impero Universale sovrannazionale e sovrareligioso. Per valutare quanto possa essere falsa la attribuzione di radici cristiane al nostro popolo occorre rifarsi a coloro i quali l'hanno fondato e costituito sacralmente, con una religione propria, un diritto sacro, una funzione nella economia universale dei popoli e delle civiltà, una funzione universale di Impero trascendente e unitario, spirituale/temporale che nelle persone dei suoi Augusti Re si è attuato. La definizione sacrale di Popolo Italiano e di Nazione Italiana fu fissata nel I sec. a.C. in modo ottimo e paradigmatico da Giulio Cesare e da Ottaviano Augusto, i massimi Padri della Patria Italiana, della sua sacrale unificazione a quella Romana da cui è inscindibile; essi, completando l'opera divina di Enea e di Remolo, hanno ramificato la stirpe Italico-Romana nella unità Religiosa, Civile, Giuridica, Sociale e Culturale Romano-Italiana, restaurando l'unità dei Satvrnia Regna, origine primaria e aurea della nostra stirpe. La religione cristiana, fin dal suo presentarsi in Occidente, si è sempre posta in antagonismo con la Tradizione Patria e le sue forme sacrali, cercando di delegittimarla e distruggerla in ogni modo.Gli apologeti dei primi quattro secoli dell'era cristiana non hanno che opposto in ogni modo una visione e una posizione civile e religiosa del tutto contraria alle forme Romane e Italiane, alle sue radici metafisiche ed al suo Fato, tanto che hanno sempre rappresentato un pericolo estremo per il mantenimento del retto ordine unitario Religioso-Civile di Roma-Italia e della Funzione Imperiale Universale connessa, fino a causarne la drammatica scissione e la relativa disgregazione.
    Occorre rifarsi agli autentici esponenti della Tradizione Patria e non ad altri di parte avversa o profani per rendersi conto di come il cristianesimo debba essere considerato in rapporto alla Civiltà Romana Italiana e alla sua funzione. Per ben quattro secoli Imperatori, Senato, Sapienti si sono opposti alla infezione sovversiva cristiana, alla eversione civile e religiosa più radicale; le definizioni legali recate da editti imperiali e senatoconsulti, dalle sentenze dei sapienti, vanno da "inavdita secta" a "svperstitio illicita", da "fvriosa insania"

    nessuna delle posizioni ortodosse ed autorevoli della Tradizione Patria è affermata la legittimità del cristianesimo a sostituirsi ad essa, a costituirne la essenza o la radice, tanto meno a costituire Il fondamento della Identità Metafisica Italiana e quindi nemmeno il suo Fato più autentico.
    è con l'Imperatore Graziano che si ha il massimo tradimento della pax Deorvm Hominvmqve e del relativo favore al Fato onnessi al mandato Romuleo, ottenuto per Augusto Augurio con il rito fondazione della Città. E' con l'Imperatore Teodosio che la leligio Patria, il suo culto e quindi l'azione sacrale che connette roma e Italia, i Romano-Italiani alla loro identità metafisica e al loro • Fato, sono soppressi per decreto violento, distruttivo, radicale. ; con la sospensione della quadrisecolare Augusta Età Aurea per urpazione illegittima, che Roma Divina si occulterà, per la scissura della ix Deorvm e il ritiro della legittima missione Imperiale Universale; si entrerà una età polare e duale "argentea", di lotta e di progressiva decadenza che prepara le età successive di profonda e finale sovversione, cristianesimo ben lungi dall'essere radice dell'identità Romano-Italiana ne è l'avversario, l'oppositore, l'oscuratore, è ciò che vi si è sostituito per usrpazione illegittima, per eventi generali di decadimento comuni ai cicli 'involutivi della civiltà, eventi di oscuramento del Divino e dello Stato Aureo dell Umanità, eventi che in questa ultimo terzo dell'età ferrea di 2160 anni, si fondono in cicli minori, ma con le stesse modalità dei cicli maggiori, pòi il "cataclisma" della fine dell'età Aurea Augustea, il cristianesimo e la organizzazione istituzionale, la Chiesa, danno completo sviluppo alla loro usurpazione nella deviazione temporale e temporalista.




    l'impero traccia la via dei Fedeli della Roma Celeste, della milizia intcriore d'Impero, della fedeltà al Veltro e al Dvx, l'attesa e la preparazione del suo ritorno sarà liberatorio di ogni sovversione, usurpazione, ingiustizia. Ogni tentativo di restaurazione Imperiale Romana successiva sarà sempre parziale e vieppiù manchevole della legittimità sacrale integrale propria del Divino Impero Augusto, ciò secondo i Fati Divini.

    Ebbene dalle pagine di questa rivista si svolgerà un'opera di estrema difficoltà, ma indispensabile e dovuta agli Dei della Patria, agli Dei a cui dobbiamo la sua fondazione e la sua identità metafìsica e a cui dobbiamo il nostro Fato immodificabile. Una tale opera sarà atta a mostrare, nei modi più rigorosi possibili, le falsità plurisecolari sulla nostra autentica Religione e Civiltà, Identità e Fato, le azioni di oscuramento, sovversione della stessa Religione e Civiltà da parte del cristianesimo e delle sue istituzioni, gli effetti prodotti, del tutto contrari allo sviluppo regolare del Genio Patrio, le azioni volte ad avversare in tutti i modi la attuazione dell'officio metafìsico dei Romani-Italiani fino ad oggi.

    Ci muoveremo tra mille ostilità, attacchi, denigrazioni, tentativi di delegittimazione, ma ormai siamo abituati da secoli alle "amorevoli cure" che Madre Chiesa adotta nei confronti del prossimo, di chi milita per la Verità e la Libertà religiosa, garantite dal legittimo Impero. Verità e Libertà che, come vedremo, la Chiesa ha sempre continuato a sopprimere e ad avvelenare, per sviluppare disegni che già dai primi suoi sviluppi si allontanavano dall'insegnamento del suo fondatore.

    Alimentare la falsità e la distorsione della realtà nel volgo e anche fra i dotti o altri, è opera veramente malefica, quando a questa si aggiunge l'oppressione e la repressione di qualsiasi altra voce, voce dei legittimi esponenti di una Tradizione Religiosa violentata e usurpata, esprimendo la massima intolleranza, lo scempio è completo.


    Questa voce non cesserà, vogliano gli Dei esserle favorevole, sia ferma traccia e isola per quanti non siano stati attratti completamente nel misfatto e possano ancora ascoltare col loro cuore ed il loro Genio autentico, Romano-Italiano, e vogliano recuperare la fedeltà ai propri Dei e al proprio Fato, liberandolo da ogni oscuramento, oppressione, violenza, falsità. Per costoro si apre la via alla luce Empirea Patria, attraverso le tracce lasciate dai Divi Maiores, la via militante nell'Impero spirituale Augusteo che si concentra nell'avvento del Dvx e del Veltro veniente, trasfigurazione dell'azione eroico regale. In questi giorni di dissoluzione finale in cui la parodia dell'Impero Universale sta stabilendosi definitivamente, la presenza della milizia Augustea e la presenza occulta del Cesare del mondo sono i nuclei dai quali si rimanifesterà in Roma l'Augusto.

    Sarà un'opera volta a chiarire la funzione del cristianesimo nell'economia delle Religioni e in relazione alla nostra Religione Romana Italiana, a rettificare gli errori degli apologisti sulla Tradizione Patria, a rettificare la presunzione di unica verità ed unica religione dei cristiani, la presunta provvidenzialità del cristianesimo, la sua presunta continuità con la Tradizione Patria, il suo presunto completamento verso l'alto di quest'ultima, la presunta attuazione di un impero spirituale precedente l'impero temporale. Si dovranno rettificare tutti gli errori e i limiti della teologia politica cristiana, a partire dagli apologeti cristiani fino alla dottrina aberrante delle due Città, in generale poi si dissiperà il plurisecolare errore circa la estinzione della Tradizione Patria, si dovrà chiarire la presunta cattolicità del cristianesimo e la sua presunta romanità. Si confronteranno le forme della Romanitas e della Christianitas, le connessioni con-le rispettive forme civili, giuridiche e sociali per evidenziare l'opposizione inconciliabile ed i danni progressivi che si vengono a creare cercando di sostituire la Christianitas alla Romanitas, così come è successo per diversi secoli fino ad oggi. Si insisterà inoltre sui danni prodotti dal temporalismo papale, specialmente dalla fine del medioevo ad oggi, si approfondiranno le conseguenze che ciò ha avuto nella genesi del mondo moderno antitradizionale, si farà riferimento inoltre alla rettificazione del tradizionalismo cristiano, specialmente degli ultimi due secoli, parallelo all'azione del Risorgimento Nazionale. Non si mancherà infine di notare quale limite e quale ostacolo possa essere la posizione esclusivista della religione cristiana di ieri e di oggi, ma anche di quelle dello stesso ceppo, in vista della attuazione di una Vera Pace Unitaria e Trascendente popoli e religioni. Il compito di questa ultima realizzazione della Pace, per il Bene dell'umanità, è stato affidato, alla fine del ciclo dell'umanità al Popolo Romano-Italiano, come hanno ben dimostrato prima Virgilio e poi Dante, poi anche i Padri del Risorgimento che li hanno ripresi. La missione di Impero Universale è stata osteggiata in rutti i modi dal cristianesimo, e poi anche dal giudaismo ed oggi dal musulmanesimo, generando secoli di discordie e separazioni, fino alla sovversione finale di ogni ordine legittimo e sacrale di cose. Oggi, esclusivismi religiosi, fondamentalismi, integralismi sono quanto di più lontano vi possa essere per contrastare l'instaurazione di un Impero parodistico, a rovescio, la tirannide materiale contro la Regalità Divina Universale; sarà nostro compito contribui¬re con la presente opera e con gli strumenti propri della giurisdizione sovrannazionale Imperiale per la Pace Augusta alla realizzazione della Vera Pace nel Mondo.
    Nel nome degli Dei Patrii e dei Divi Parentes, fedeli a Roma-Italia e all'Augusto, Dominvs et Devs, invochiamo gli Dei affinchè venga il Veltro e restauri la Pace Augusta del Regnvm Avrevm Apollinis e siano i Satvrnia Regna.
    La Redazione

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    2,701
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: L'AZIONE PLURISECOLARE CONTRO LA TRADIZIONE ROMANA ITALIANA

    Ottimo,ho quel numero di S.R.

    Ti dispiace se lo posto anche su DR?

    Grazie.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Apr 2009
    Messaggi
    1,202
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: L'AZIONE PLURISECOLARE CONTRO LA TRADIZIONE ROMANA ITALIANA

    La mano del presunto successore di Simeon Kephas si stende nuovamente come un'ombra sull'Occidente, sull'Europa e sull'Italia. Il Papa cerca di trarre a sé le Nazioni e l'Europa, un'arrogante e degenerato temporalismo ritorna alla ribalta da dietro le quinte. Roma e l'Italia, la loro legittima funzione imperiale ed universale è negata, è allontanata da ogni orizzonte.
    "Quella Roma (Italia) per cui Cristo è Romano", afferma/ione per la quale non si potrà mai dire il contrario, ossia "quel Cristo da cui Roma e Italia sono cristiani", è la vera Patria degli Italiani, la vera radice della Tradizione d'Italia, quella vera Roma-Italia affermata dal sommo Vate Virgilio e dal suo discepolo Dante, dai Padri della Patria, da Enea sino a Augusto e da Augusto sino a noi, quella vera Patria a cui spetta il vero Impero, amata dal suo Popolo e dai suoi veri figli, quei figli che ancora sono fedeli al proprio Fato e all'antica Dea Madre, quei Padri invitti che non si sono mai inginocchiati e mai si inginoc¬chieranno a tali mire avversarie e che oggi più che mai cercano di portare alle estreme conseguenze un'usurpazione plurisecolare.
    Oramai nessun organo costituzionale, né alcun organismo politico osa uscire dal coro di tali nefaste e gravi litanie, nessuno ormai, nemmeno nell'ambito della pseudo destra in tutte le sue forme si scrolla da questo giogo, osa rimettersi in piedi invitto e liberarsi degli interessi cristiano-papali, si opera senza alcun ritegno contro i Beni Supremi di Italia, del Popolo Italiano, del loro Fato, e della loro Missione Universale di Impero.
    Questo spregevole tentativo di restaurazione del guelfismo temporale sullo Stato Italiano calpesta secoli di azione in senso contrario, inclinando definitivamente l'asse della Nazione Italiana all'omologazione con gli scopi dell'anti-impero sionista americano e in senso lato israelitico. Un così ultimo grave affronto alla Divina Patria Italiana, ai suoi Divini Padri, ai suoi Dei non può passare inosservato e senza reazione. Agli Italiani autentici, fedeli ai propri Padri, ai propri Dei, alla propria Patria, fedeli al legittimo Impero e al Divino Imperatore Augusto, Dominvs et Devs noster, fermi ed incrollabili nel proprio Fato di Pace Universale metareligiosa e metapolitica, Fato cantato mirabilmente dal sommo Vate nel nostro Poema Sacro, l'Eneide, vada la nostra più intensa esortazione, perché non vi sia attenuazione della loro militanza sacra nel nome della Dea Roma per la vera Pace e la vera Giustizia Universale, vada ad essi e a quanti altri in Patria vorranno unirsi ad essi il miglior augurio di Vittoria e di Trionfo, vada un'incitazione alla pazienza e alla forza, ad agire ora nel Mondo nel nome di Roma/Amor, in quanto è imminente la restaurazione del legittimo ordine divino di cose da parte del Dvx e del Veltro, nuovo Enea, nuovo Augusto.
    La Redazione

  4. #4
    Ritorno a Strapaese
    Data Registrazione
    21 May 2009
    Messaggi
    4,767
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: L'AZIONE PLURISECOLARE CONTRO LA TRADIZIONE ROMANA ITALIANA


  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Apr 2009
    Messaggi
    1,202
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: L'AZIONE PLURISECOLARE CONTRO LA TRADIZIONE ROMANA ITALIANA

    Sui motivi arcani per cui l'Ebraismo si è diffuso in occidente e poi nel mondo attraverso il Giudeo-Cristianesimo e sugli esiti di tale diffusione in vista del compimento dei tempi dell'umanità, torneremo sulle pagine di questa rivista nei primi numeri dell'anno veniente. Allora vedremo cosa si nasconde sotto questa pretesa universalità cristiana e a che cosa porta la sua diffusione. Occorre persistere fermamente nel denunciare tali gravissimi soprusi, soprusi reitetati per secoli, che hanno creato nella nostra nazione separazione, smarrimento, inversione del senso della identità, ciò per fini ben precisi che dimostreremo in futuro. Oggi in preda ai più grossolani errori, confusioni, pregiudizi, ci si "sente" genericamente italiani, senza avere nemmeno la più elementare cognizione di ciò che tale identità significa e comporta, presi in una grande illusione si subisce l'ascendente di ogni pregiudizio cristiano e moderno m merito. Quel che vi è di più grave è che ciò coglie anche quanti ritengono di sapere <E cosa parlano, troviamo così esposte caricature della autentica identità italiana, dal Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio, dai principali esponenti del centro-destra, dai vimenti politici che vorrebbero rifarsi alla tradizione italiana o ancora da "movimenti razionai popolari" di vaga ispirazione neofascista, nei quali sono presenti le più eterogenee . e le più folkloristiche idee su Roma, commiste ad orientamenti guelfi cristiani. Vedere come tante valide e serie persone vaghino alla rinfusa, senza un autentico riferimento tradizionale romano-Italiano, deve far riflettere sugli effetti che ancora oggi produce l'azione del Cristianesimo, su quella Patria e su quel Popolo di cui vorrebbe rappresentare le radici e i valori. Ebbene, dunque, noi Romano-Italiani non discendiamo da Abramo, né dai patriarchi o dai profeti, né abbiamo la rivelazione Giudaico-Cristiana come riferimento, né la Bibbia è il nostro libro sacro, ma continuiamo oggi come sempre e in eterno a fondare sui nostri Dei, sulla nostra orma Divina, sui nostri Padri Maggiori, sul Mos Maiorvm, sui Fati divini a noi assegnati. In questo numero sono raccolti alcuni contributi atti a gettare una prima luce su tali questioni, ad prossimo anno, ampio spazio sarà dedicato a definire nettamente l'identità italiana confrontandola col culto cristiano in particolare, ma anche con altri (Ebraismo, Islamismo)

    siano sempre favorevoli gli Dei Altissimi. Ogni Onore e Gloria siano con loro sempre.

 

 

Discussioni Simili

  1. Azione e Tradizione contro Halloween ed aborto
    Di codino nel forum Cattolici
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 27-10-09, 23:38
  2. Segnalazione sito sulla Tradizione Religiosa Italico-Romana-Italiana
    Di Orazio Coclite nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-11-02, 17:23
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-11-02, 17:22
  4. Segnalazione sito sulla Tradizione Religiosa Italico-Romana-Italiana
    Di Orazio Coclite nel forum Esoterismo e Tradizione
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-11-02, 17:20
  5. Segnalazione sito sulla Tradizione Religiosa Italico-Romana-Italiana
    Di Orazio Coclite nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-11-02, 17:15

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226