User Tag List

Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 34
  1. #1
    Socialista Democratico
    Data Registrazione
    12 Dec 2014
    Messaggi
    27,900
     Likes dati
    10,322
     Like avuti
    6,765
    Mentioned
    236 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito I paradossi macroeconomici elaborati dai postkeynesiani

    Paradosso della Parsimonia – Tassi di risparmio più alti conducono a produzione ridotta.
    Paradosso dei “costi” – Salari reali più alti conducono a più alti tassi di profitto
    Paradosso dei deficit pubblici – I deficit dello Stato aumentano i profitti privati.
    Paradosso del Debito – Gli sforzi di diminuire il debito portano ad aumentarlo.
    Paradosso della Tranquillità – La stabilità è destabilizzante (questo dovrebbero capirlo i tedeschi)
    Paradosso della liquidità – Modi nuovi per creare liquidità finiscono per trasformare attivi liquidi in attivi illiquidi.
    Paradosso del rischio – La disponibilità di coperture (protezione) dal rischio individuale, porta a un aumento del rischio complessivo.
    Paradosso della domanda guidata dalla volontà di profitto – La restrizione generale dei salari conduce al rallentamento della crescita anche quando tutte le economie sembrano mirate al profitto.

    Se meditate queste dense perle di saggezza, potete constatare che tali “paradossi” sono stati realizzati qui ed ora – salari più bassi hanno tagliato la crescita, gli sforzi per diminuire il debito pubblico “risparmiando” lo hanno aumentato, lo “stabile surplus” tedesco ha portato alla destablizzazione trumpiana .

  2. #2
    Antisomarista
    Data Registrazione
    23 Jun 2016
    Messaggi
    13,365
     Likes dati
    3,294
     Like avuti
    8,008
    Mentioned
    270 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Re: I paradossi macroeconomici elaborati dai postkeynesiani

    Se meditate queste dense perle di saggezza, potete constatare che tali “paradossi” sono stati realizzati qui ed ora – salari più bassi hanno tagliato la crescita, gli sforzi per diminuire il debito pubblico “risparmiando” lo hanno aumentato, lo “stabile surplus” tedesco ha portato alla destablizzazione trumpiana
    I salari sono bassi perchè la produttività langue.

    L'avanzo primario ha semplicemente impedito l'effetto snowball sul debito e di dover poi finire come l'Argentina.

    La Germania ha il surplus perchè è efficiente.
    When the facts change, I change my mind. What do you do, sir? John Maynard Keynes

  3. #3
    Socialista Democratico
    Data Registrazione
    12 Dec 2014
    Messaggi
    27,900
     Likes dati
    10,322
     Like avuti
    6,765
    Mentioned
    236 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: I paradossi macroeconomici elaborati dai postkeynesiani

    Citazione Originariamente Scritto da Saturno Visualizza Messaggio
    I salari sono bassi perchè la produttività langue.

    L'avanzo primario ha semplicemente impedito l'effetto snowball sul debito e di dover poi finire come l'Argentina.

    La Germania ha il surplus perchè è efficiente.
    A sua volta peró la possibilità di pagare poco incentiva a non investire in ricerca e sviluppo e quindi aumentare la produttività.

    Mi riferisco all’austerità in generale dopo il 2010 che nel Sud europa non ha fatto altro che aumentare il debito/PIL.

    Il surplus tedesco è stata ed è il principale fattore di squilibrio globale nelle bilance commerciali e dei pagamenti nel mondo, non solo nella zona euro, anche più della Cina.

  4. #4
    Antisomarista
    Data Registrazione
    23 Jun 2016
    Messaggi
    13,365
     Likes dati
    3,294
     Like avuti
    8,008
    Mentioned
    270 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Re: I paradossi macroeconomici elaborati dai postkeynesiani

    A sua volta peró la possibilità di pagare poco incentiva a non investire in ricerca e sviluppo e quindi aumentare la produttività.
    Slegare gli aumenti dei salari dalla produttività significa far chiudere le aziende. Per investire in ricerca sviluppo poi bisogna avere una certa dimensione, in Italia invece il piccolo è bello ha fatto solo danni.

    Mi riferisco all’austerità in generale dopo il 2010 che nel Sud europa non ha fatto altro che aumentare il debito/PIL.
    L'austerità di cui parli l'Italia non l'ha assolutamente fatta.

    Il surplus tedesco è stata ed è il principale fattore di squilibrio globale nelle bilance commerciali e dei pagamenti nel mondo, non solo nella zona euro, anche più della Cina.
    Nella zona euro il surplus tedesco è leggermente positivo ed in diminuzione da 20 anni. La Germania esporta perchè è efficiente. Anche l'Italia ha surplus positivo importante, il secondo dietro la Germania in Europa.
    When the facts change, I change my mind. What do you do, sir? John Maynard Keynes

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    23 May 2009
    Messaggi
    28,774
     Likes dati
    5,109
     Like avuti
    4,234
    Mentioned
    298 Post(s)
    Tagged
    6 Thread(s)

    Predefinito Re: I paradossi macroeconomici elaborati dai postkeynesiani

    Citazione Originariamente Scritto da Sinistra Anti-PD Visualizza Messaggio
    Paradosso della Parsimonia – Tassi di risparmio più alti conducono a produzione ridotta.
    Paradosso dei “costi” – Salari reali più alti conducono a più alti tassi di profitto
    Paradosso dei deficit pubblici – I deficit dello Stato aumentano i profitti privati.
    Paradosso del Debito – Gli sforzi di diminuire il debito portano ad aumentarlo.
    Paradosso della Tranquillità – La stabilità è destabilizzante (questo dovrebbero capirlo i tedeschi)
    Paradosso della liquidità – Modi nuovi per creare liquidità finiscono per trasformare attivi liquidi in attivi illiquidi.
    Paradosso del rischio – La disponibilità di coperture (protezione) dal rischio individuale, porta a un aumento del rischio complessivo.
    Paradosso della domanda guidata dalla volontà di profitto – La restrizione generale dei salari conduce al rallentamento della crescita anche quando tutte le economie sembrano mirate al profitto.

    Se meditate queste dense perle di saggezza, potete constatare che tali “paradossi” sono stati realizzati qui ed ora – salari più bassi hanno tagliato la crescita, gli sforzi per diminuire il debito pubblico “risparmiando” lo hanno aumentato, lo “stabile surplus” tedesco ha portato alla destablizzazione trumpiana .
    Ma questi "post-keynesiani" si rendono conto che questi paradossi sono le conseguenze delle politiche kynesiane di cui siamo vittima da decenni ?
    Sinistra, forse non te ne rendi conto, ma i keynesiani controllano il mondo, stampano moneta, decidono i tassi di interesse, contraggono debiti pubblici assurdi... e poi bellamente se ne escono con perle tipo: volevamo una cosa, abbiamo ottenuto l'esatto opposto.
    Un bel vaffa alla teoria generale non guasterebbe.

  6. #6
    Socialista Democratico
    Data Registrazione
    12 Dec 2014
    Messaggi
    27,900
     Likes dati
    10,322
     Like avuti
    6,765
    Mentioned
    236 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: I paradossi macroeconomici elaborati dai postkeynesiani


  7. #7
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    19 Aug 2014
    Località
    Villa Wanda
    Messaggi
    33,491
     Likes dati
    24,299
     Like avuti
    26,364
    Mentioned
    453 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: I paradossi macroeconomici elaborati dai postkeynesiani

    sisnistra guarda la spagna hanno bastonato i lavoratori e sono tornati a crescere, certo hanno quasi perso la catalogna, ma se tralasci le conseguenze politiche la ricetta economica funziona

    se anche in italia fossimo riusciti a dare una bella rasoiata ai salari staremmo crescendo pure noi

  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    06 May 2014
    Messaggi
    11,034
     Likes dati
    3,678
     Like avuti
    8,290
    Mentioned
    91 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: I paradossi macroeconomici elaborati dai postkeynesiani

    Citazione Originariamente Scritto da Sinistra Anti-PD Visualizza Messaggio
    Paradosso della Parsimonia – Tassi di risparmio più alti conducono a produzione ridotta.
    Paradosso dei “costi” – Salari reali più alti conducono a più alti tassi di profitto
    Paradosso dei deficit pubblici – I deficit dello Stato aumentano i profitti privati.
    Paradosso del Debito – Gli sforzi di diminuire il debito portano ad aumentarlo.
    Paradosso della Tranquillità – La stabilità è destabilizzante (questo dovrebbero capirlo i tedeschi)
    Paradosso della liquidità – Modi nuovi per creare liquidità finiscono per trasformare attivi liquidi in attivi illiquidi.
    Paradosso del rischio – La disponibilità di coperture (protezione) dal rischio individuale, porta a un aumento del rischio complessivo.
    Paradosso della domanda guidata dalla volontà di profitto – La restrizione generale dei salari conduce al rallentamento della crescita anche quando tutte le economie sembrano mirate al profitto.

    Se meditate queste dense perle di saggezza, potete constatare che tali “paradossi” sono stati realizzati qui ed ora – salari più bassi hanno tagliato la crescita, gli sforzi per diminuire il debito pubblico “risparmiando” lo hanno aumentato, lo “stabile surplus” tedesco ha portato alla destablizzazione trumpiana .
    il primo, il paradosso della parsimonia, l'ho studiato in università

    molti di questi, che possono sembrare "paradossi", in realtà sono catene di azioni e conseguenze che conducono a risultati opposti da quelli sperati, ma alla fine si rivelano proprio così perchè hanno un senso matematico, non si scappa
    il miglior modo per evitare che un prigioniero possa scappare è essere sicuri che lui non sappia mai che si trovi in prigione
    -Fyodor Dostoevsky

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    23 May 2009
    Messaggi
    28,774
     Likes dati
    5,109
     Like avuti
    4,234
    Mentioned
    298 Post(s)
    Tagged
    6 Thread(s)

    Predefinito Re: I paradossi macroeconomici elaborati dai postkeynesiani

    Citazione Originariamente Scritto da TheLastOfUs Visualizza Messaggio
    il primo, il paradosso della parsimonia, l'ho studiato in università

    molti di questi, che possono sembrare "paradossi", in realtà sono catene di azioni e conseguenze che conducono a risultati opposti da quelli sperati, ma alla fine si rivelano proprio così perchè hanno un senso matematico, non si scappa
    Manca sempre la visione umana della cosa, dato che a muovere il tutto e' l'azione umana (non le equazioni)... infatti:
    - se le gente vuole risparmiare di piu, necessariamente dovra' produrre di piu' (altrimenti cosa risparmia ???). Il che contraddice il paradosso.
    - se invece la gente vuole consumare di piu' ha solo due alternative... o produce di piu' (il che contraddice il paradosso), oppure deve consumare i risparmi, ma in tal caso significa solo che sta volontariamente godendo dei sacrifici passati. In tal caso il paradosso e' confermato, ma se ci pensi il risparmio e' alla fine "consumo differito" .... cioe' uno che cappero risparmia a fare se non puo' smettere di sgobbare ?

    Come vedi, nell'unico caso in cui il paradosso appare confermato, e' un bene che sia cosi !!!
    Da notare che nell'ultimo caso il consumo di risparmio ne fa scendere il tasso, ma necessariamente crea i presupposti perche' la produzione cresca, dato che il risparmio non si rigenera da se, ma si alimenta solo tramite la produzione.
    Da notare anche il ruolo dei tassi di interesse: tassi elevati di risparmio conducono all'abbassamento dei tassi di interesse, i quali stimolano gli investimenti (da un lato), e i consumi dall'altra...

    Come vedi, le stupidaggini di keynes funzionano solo all'interno delle sue equazioni, le quali pero' non hanno alcun senso in termini di vantaggi per gli attori dell'economia: le persone !!

  10. #10
    Socialista Democratico
    Data Registrazione
    12 Dec 2014
    Messaggi
    27,900
     Likes dati
    10,322
     Like avuti
    6,765
    Mentioned
    236 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: I paradossi macroeconomici elaborati dai postkeynesiani

    Citazione Originariamente Scritto da ciddo Visualizza Messaggio
    Manca sempre la visione umana della cosa, dato che a muovere il tutto e' l'azione umana (non le equazioni)... infatti:
    - se le gente vuole risparmiare di piu, necessariamente dovra' produrre di piu' (altrimenti cosa risparmia ???). Il che contraddice il paradosso.
    - se invece la gente vuole consumare di piu' ha solo due alternative... o produce di piu' (il che contraddice il paradosso), oppure deve consumare i risparmi, ma in tal caso significa solo che sta volontariamente godendo dei sacrifici passati. In tal caso il paradosso e' confermato, ma se ci pensi il risparmio e' alla fine "consumo differito" .... cioe' uno che cappero risparmia a fare se non puo' smettere di sgobbare ?

    Come vedi, nell'unico caso in cui il paradosso appare confermato, e' un bene che sia cosi !!!
    Da notare che nell'ultimo caso il consumo di risparmio ne fa scendere il tasso, ma necessariamente crea i presupposti perche' la produzione cresca, dato che il risparmio non si rigenera da se, ma si alimenta solo tramite la produzione.
    Da notare anche il ruolo dei tassi di interesse: tassi elevati di risparmio conducono all'abbassamento dei tassi di interesse, i quali stimolano gli investimenti (da un lato), e i consumi dall'altra...

    Come vedi, le stupidaggini di keynes funzionano solo all'interno delle sue equazioni, le quali pero' non hanno alcun senso in termini di vantaggi per gli attori dell'economia: le persone !!
    Se fosse per te non esisterebbero modelli statistico-economici

 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Squlibri macroeconomici UE (2009-2012)
    Di Razionalista nel forum Politica Europea
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 06-11-17, 22:03
  2. Dati macroeconomici e sociali italiani ed esteri
    Di MaIn nel forum Repubblicani, Socialdemocratici, Progressisti
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 30-06-16, 16:46
  3. Indicatori macroeconomici dei paesi a rischio
    Di giacomo nel forum Economia e Finanza
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15-07-11, 18:12
  4. [Dati Macroeconomici] - Il Pil a -4,9%, mai cosi male dal 1971
    Di DER KUNSTLER nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 378
    Ultimo Messaggio: 11-03-10, 04:45
  5. Dati macroeconomici ufficiali
    Di cicciburicci nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 18-11-06, 01:37

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •